in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Cornetti con pasta madre

on Sabato, 28 Gennaio 2012. Posted in cucina

Cornetti con pasta madre

Da un paio di settimane a questa parte è attivo un bel gruppo su Facebook, "Pasta Madre", che amministro con le amiche Glores e Alessia. Una bellissima comunità dove ci scambiamo consigli e ricette con la pasta madre e dove si viene continuamente invogliati a sperimentare cose nuove o a "pasta-madrizzare" ricette con lievito di birra o con lievito chimico. La colazione con cornetto con pasta pasta madre è ormai un must e allora ho provato a veganizzare la ricetta dei cornetti ottenendo buoni risultati a mio avviso. L'impasto è venuto molto morbido, ben lievitato e tale è rimasto per un paio di giorni. Purtroppo io avevo sottovalutato la lievitazione (nel senso che pensavo lievitassero meno) e me li sono ritrovati attaccati uno con l'altro, la prossima volta avrò cura di fare due teglie!

Eccovi la ricetta se volete provarli... 

ingredienti:

  • 250 gr pasta madre rinfrescata la mattina
  • 600 gr di farina di farro bianca biologica
  • 2 cucchiai di farina di riso
  • 90 cl di olio di semi di girasole bio spremuto a freddo
  • 200 cl di latte di riso a temperatura ambiente
  • 150 gr di zucchero integrale di canna tipo mascobado del commercio equo
  • 30 ml di succo di mela limpido
  • 1 pizzico di sale
  • per la farcitura: marmellata o crema di nocciole o cioccolato fondente a pezzetti

La sera sciogliere la pasta madre nel latte a temperatura ambiente o appena riscaldato, aggiungere tutti gli ingredienti liquidi e mescolare bene. Aggiungere lo zucchero, il sale, la farina di riso e la farina di farro. Quando non si riesce più a mescolare col cucchiaio passare sul tagliere e impastare bene fino ad ottenereuna palla liscia e omogenea, da mettere a lievitare per 3 ore coperta da un canovaccio nel forno spento.

Estrarre l'impasto e stenderlo con le mani in forma più o meno quadrata sul piano ben infarinato. Ungersi le dita di olio evo e passarlo sulla superficie, infarinare e procedere con le pieghe prendendo i 4 lembi dell'impasto e portandoli al centro. Ripetere la piega per 3 volte, tagliare l'impasto in 2 o 3 parti e stenderle una alla volta  in forma indicativamente circolare sempre con le mani. Tirare bene col mattarello il cerchio ottenuto, passarci sopra un filo di olio evo.

Tagliare a spicchi il cerchio e disporre sugli spicchi la farcitura (nella parte più larga vicino al bordo - mi raccomando non esagerate con la farcitura). Poi procedere a formare i cornetti arrotolando gli spicchi su di loro partendo dalla parte larga.

Disporre i cornetti sulla teglia con carta forno, piuttosto distanti uno dall'altro perchè lievitaranno parecchio, e metterli a riposare per il resto della notte nel forno spento coperti.

2012 0125004

561076 2848646026304 1564066567 32019146 63030167 n

Qui sopra la foto prima di infornarli.

La mattina toglierli dal forno. Accendere il forno a 160° forno ventilato, spenellare la superficie dei cornetti con latte di riso in cui avrete sciolto un cucchiaio di malto di riso, quando caldo infornare per 15 minuti. Appena sfornati spenellate nuovamente con malto di riso. Ottimi caldi!

2012 0125005

Le macchioline sono di cioccolata perchè alcuni li avevo farciti con cioccolato fondente. Come vedete la forma si è un po' persa perchè si era attaccati fra di loro. La prossima volta oltre a tenerli più separati voglio anche  stendere più sottilmente l'impasto e curare un po' di più le pieghe (andavo un po' di fretta causa bimba risvegliante...). Per il resto non posso lamentarmi... gusto ottimo e molto soffici! Si conservano in scatola di latta per un paio di giorni, oppure potete congelarli.

2012 0125006

Aprile 2012: aggiornato con le foto dei cornetti stesi più sottili e non attaccati, con esito estetico decisamente migliore!

544953 2848646306311 1564066567 32019148 397256949 n

Commenti (24)

  • Michela

    Michela

    06 Aprile 2012 at 17:01 |
    Daria, i tuoi cornetti sono stati un successone, ne abbiamo sbafati tre vassoi tra le 7 di mattina e le 11 di sera. Nonostante avessi calcolato le distanze hanno continuato a crescere prima e durante la cottura, leggerissimi e si mangiano senza sensi di colpa (fanno dimagrire giusto? ;-D)
    Ciao!

    Rispondi

  • Micaela Mangone

    Micaela Mangone

    07 Maggio 2012 at 10:17 |
    Volevo provare i tuoi cornetti... ma al posto del succo di mela cosa potrei mettere + latte? acqua? ma??
    Grazie

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      07 Maggio 2012 at 11:17 |
      Si,si, metti pure latte di riso!

      Rispondi

  • nicoletta

    nicoletta

    09 Maggio 2012 at 01:23 |
    ciao mi chiamo nicoletta sono interessata per la ricetta dei cornetti spero che li farò .ciao................

    Rispondi

  • Elisabetta NeuroPepe

    Elisabetta NeuroPepe

    14 Maggio 2012 at 16:47 |
    Ciao Daria, mi potresti lasciare il link del gruppo di pasta madre in facebook?
    graaaazie!

    Rispondi

  • Elisabetta NeuroPepe

    Elisabetta NeuroPepe

    14 Maggio 2012 at 17:39 |
    Beh, preparatevi perchè ho un fallimento alle spalle :( e un sacco di domande!!!
    :D

    Rispondi

  • Laura Cucinadellanima

    Laura Cucinadellanima

    07 Ottobre 2012 at 21:51 |
    ciao....mi viene una voglia incredibile di farli..ma con la pasta madre devo sempre fare i conti con i miei orari fuori casa ...sigh...questi tempi dei cornetti invece sono perfetti....li proverò sicuramente...grazie

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      07 Ottobre 2012 at 22:24 |
      Infatti li ho pensati per concedersi una coccola dolce anche durante la settimana: basta alzarsi e accendere il forno per avere una colazione gustosa e sana!

      Rispondi

  • elisabetta NeuroPepe

    elisabetta NeuroPepe

    30 Novembre 2012 at 13:04 |
    senti Daria che domanda ti pongo: ma quando li metti in forno coperti, immagino da un canovaccio umido (giusto?) poi non ti si appiccicano tutti al canovaccio????
    spero riuscirai a rispondermi in giornata perché l impasto sta lievitando! ;-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Novembre 2012 at 14:42 |
      Ciao Elisabetta... io li copro con un canovaccio asciutto, lo poso non direttamente a contatto con i cornetti, ma sollevato da un paio di bicchieri messi nella teglia...

      Rispondi

  • Renata

    Renata

    20 Maggio 2013 at 22:47 |
    Buonasera Daria, premetto che sono alle prime armi con la pasta madre e la poca esperienza con i lievitati l'ho fatta con il polish per il pane ed il lievtino per i dolci. Ieri ho provato ad adattare la mia ricetta vegana delle briosce ma l'impasto non e' lievitato per nulla! Vorrei seguire la tua ricetta ma usando una farina integrale di farro e l'agave al posto dello zucchero. Potresti gentilmente dirmi se, secondo te, devo modificare la quantita' di liquidi e i tempi di lievitazione? Ti ringrazio tanto e complimenti per il blog e' bellissimo e utilissimo

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      21 Maggio 2013 at 09:05 |
      Ciao Renata, intanto benvenuta e grazie di essere passata! Puoi usare tranquillamente la farina integrale di farro e il succo di agave. A mio avviso ti basterà meno farina (se tieni fissi i liquidi) o se preferisci metti un po' più acqua (se tieni constante la quantità di farina), solitamente le farine integrali tendono ad assorbire più liquidi. Non so darti indicazioni precise perchè ogni farina integrale è a sè e molto dipende anche da quanto tempo è passato dalla macinatura. Fossi in te mi regolerei aggiungendo gradualmente la farina fino ad avere un impasto morbido, ma non appiccicoso. Per i tempi di lievitazione: la prima lievitazione va bene di 3 ore, la seconda controllala un po' di più, io se li faccio integrali li lascio al massimo 6-7 ore.
      Spero di esserti stata di aiuto, fammi sapere come è andata se li provi!

      Rispondi

  • Renata

    Renata

    21 Maggio 2013 at 14:17 |
    Grazie a te Daria. Mi e' venuto un'altro dubbio: io uso la Pm solida alla quale faccio il rinfresco classico - pari dose da farina e meta' acqua - come mi devo regolare con le dosi rispetto alla tua che e' piu' idratata?
    Ancora grazie per la tua gentilezza e buon pomeriggio
    P.s. Avevo inviato un commento senza connettermi con il mio account, mi scuso se lo ricevi doppio

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      21 Maggio 2013 at 14:25 |
      Tranquilla, non è un problema... per il discorso del rinfresco, non preoccuparti fai come al solito, non c'è sta grande differenza, al massimo aggiungi 10 gr in più di acqua...

      Rispondi

  • Renata

    Renata

    22 Maggio 2013 at 07:10 |
    Buongiorno Daria,il primo tentativo non e' andato troppo bene perche' l' impasto e' lievitato pochissimo. I cornetti si sono gonfiati un po' in forno e il gusto e' comunque buono.
    Ho messo 50 gr. In meno di farina perche' ho usato la farina integrale e ho completamente sostituito lo zucchero con 130gr. Di agave..... La pm l'ho sciolta grossolanamente, puo' dipendere da questo secondo te?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      22 Maggio 2013 at 13:53 |
      Di solito l'impasto non lievita molto nelle prime 3 ore, mentre si gonfia a cornetti fatti... non penso dipenda da quanto era sciolta la pm, sicuramente poi hai impastato bene, quindi si sarà amalgamata... quante ore era lievitato nella seconda lievitazione? a che temperatura?

      Rispondi

  • Maria Amiranda

    Maria Amiranda

    13 Maggio 2014 at 16:54 |
    ciao daria....complimenti x questi cornetti che sembrano sofficissimi e buonissimi...vorrei sapere se posso sostituire la farina....se si con quale?io ho della classica farina di grano bianca,integrale e ai tre cereali.....potrei usarle senza compromettere nulla?grazie,mary.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      13 Maggio 2014 at 17:12 |
      Si, puoi tranquillamente sostituire la farina di farro con farina 0 o anche con metà bianca e metà integrale o metà 0 e metà ai cereali. Fammi sapere se li fai!

      Rispondi

  • Amelia Di Pietro

    Amelia Di Pietro

    04 Gennaio 2015 at 20:05 |
    Ciao Daria, ho provato a fare i tuoi cornetti ma per eventi improvvisi ho dovuto lasciare l'impasto (l'ho messo fuori visto che fa freddino) per 24 ore e solo dopo ho potuto fare i cornetti. Ho anche dimenticato di fare le pighe, è grave? Cmq adesso li lascio riposare tutta la notte e domattina speriamo non venga un disastro. Ah visto che sono tanti alcuni li ho messi a congelare crudi, mi sai dare un consiglio su come mi devo comportare quando li scongelo? Grazie mille, ti seguo sempre e sei fantastica!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Gennaio 2015 at 23:10 |
      Ciao Amelia, dipende molto dalla temperatura alla quale li hai lasciati lievitare, se era freddo non dovrebbero esserci problemi. Come ti sembrava l'impasto quando li hai realizzati? Era inacidito? Fammi sapere come è andata... Per le pieghe al massimo lievitano un più lentamente o sono meno alvelolati.
      Io non li ho mai congelati, ma so che chi lo fa li cuoce direttamente senza scongelarli se sono stati congelati dopo la lievitazione...
      A presto!

      Rispondi

  • Amelia Di Pietro

    Amelia Di Pietro

    05 Gennaio 2015 at 10:48 |
    Ciao Daria, quelli che ho cotto stamattina sono venuti bene. Leggerissimi e molto soffici. Alla fine la lunga lievitazione gli ha fatto bene. Quelli congelati però non li avevo fatti lievitare quindi non so come verranno, anche per me è stata la prima volta. Proverò a farli lievitare dopo averli scongelati. Speriamo bene! Grazie per i tuoi consigli e per le tue magnifiche ricette, sei una fonte di ispirazione. E Buon Anno!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      05 Gennaio 2015 at 14:38 |
      Oh, bene son contenta che siano venuti bene. Buon anno anche a te!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy