in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Castagnole abbronzate

on Lunedì, 13 Febbraio 2012. Posted in cucina

(con la pasta madre vegane)

Castagnole abbronzate

In pieno periodo carnevalesco avevo proprio voglia di cimentarmi in qualche preparazione dolce tipica di questo periodo e perchè no, di usare la pasta madre. Quindi ho provato a fare queste castagnole o favette, insomma delle specie di frittelline, non so come le chiamiate dalle vostre parti, pertendo da questa ricetta della regina del sapone e apportando alcune modifiche negli ingredienti.

Prima fase - la mattina o il primo pomeriggio

ingredienti:

acqua

farina

pasta madre

Rinfrescare la pasta madre

Seconda fase - la sera

Ingredienti:

120 gr pasta madre rinfrescata

120 gr farina di farro biologica macinata a pietra

1 cucchiaino di malto di mais

60 gr acqua

Pesare 120 gr di pasta madre, aggiungere l'acqua e scioglierla bene dentro, aggiungere il malto e gradualmente la farina fino ad ottenere un panetto. Coprire con un canovaccio e mettere in forno spento per tutta la notte.

Terza fase - mattina del giorno successivo

Ingredienti:

3 cucchiai di farina di riso

8 cucchiai di acqua temperatura ambiente

120 gr zucchero integrale di canna tipo mascobado biologico

60 ml olio di semi di girasole spremuto a freddo

1 cucchiaio di vaniglia in polvere

1 cucchiaio di grappa

2 cucchiai vino bianco

la scorza gratuggiata di un limone biologico

1 pizzico di sale

la biga preparata la sera prima

circa 400 gr farina di farro biologica macinata a pietra

In una terrina pulita mescolare la farina di riso con l'acqua in modo da avere una crema, aggiungere lo zucchero, l'olio, la vaniglia, la grappa e il vino (cuocendo perderanno l'acool), la buccia di limone e il sale. Amalgamare bene.

Riprendere la biga preparata la sera prima, versarci sopra la pastella appena preparata e mescolare delicatamente. 

Aggiungere gradualmente farina fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.

Dividere l'impasto e farne dei "serpenti" con l'aiuto di una piccola aiutante; tagliare a pezzettini e ottenere delle palline di 3 cm circa di diametro (l'assistente sicuramente si sbizarrirà con altre forme e dimensioni... va benissimo anche così).

2012 0211007

Disporre man mano sulla teglia con carta forno le palline. 

2012 0211005

Una volta terminato questo bel lavoro, coprire cn il solito canovaccio e mettere a riposare in forno spento per 2-3 ore.

Quarta fase: cottura

Vesare in un pentolino dell'olio e friggere le castagnole: basta un attimo e sono pronte! Non spaventatevi se l'aspetto sarà scuretto, diciamo abbronzato, non le state bruciando: il colore scuro è dato dallo zucchero di canna e dalla vaniglia. Cospargete a piacere con zucchero di canna o a velo.

Fantastiche!

2012 0211020

2012 0211022

Commenti (12)

  • Cristina - Sìsonotuttimiei

    Cristina - Sìsonotuttimiei

    14 Febbraio 2012 at 15:19 |
    Proprio oggi i ragazzi mi hanno chiesto: facciamo le frittelle? Iniziando subito, domani possiamo friggere! Grazie

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      14 Febbraio 2012 at 15:21 |
      Certamente! Anch'io ho iniziato il pomeriggio... per domani a pranzo le avete pronte...

      Rispondi

  • Tiz

    Tiz

    15 Febbraio 2012 at 01:26 |
    mmm mi fanno voglia... restano morbide più delle frittelle classiche? Io ho una ricetta che viene deliziosa, ci vuole Ercole per mescolarla, però ne vale la pena. Solo che, come tutti i fritti il giorno dopo (se ci arrivano...) sono come i sassi...

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Febbraio 2012 at 09:27 |
      Io le ho cotte sabato mattina e sono arrivate tranquillamente morbide fino a lunedì a pranzo... guarda mi dispiaceva che fossero finite...sono stata veramente soddisfatta del risultato! anche le bimbe e gli ospiti hanno gradito! :-)

      Rispondi

  • Tiz

    Tiz

    17 Febbraio 2012 at 00:31 |
    Adesso impasto la biga... pensavo di aggiungere le uvette ad una parte dell'impasto (ai bambini piacciono senza). Secondo te vengono bene?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Febbraio 2012 at 13:15 |
      Secondo me, ci stanno benissimo! La prossima volta che le faccio ce le metto sicuramente!

      Rispondi

  • Tiz

    Tiz

    17 Febbraio 2012 at 18:34 |
    Una squisitezza! Davvero ottime! Con e anche senza uvetta. Avrei solo dovuto mettere un pizzico di sale in più... ma carnevale non è ancora finito!
    Tra l'altro non hanno assorbito olio... perfette!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Febbraio 2012 at 21:57 |
      Vero che restano leggerissime? Io le rifaccio domani!

      Rispondi

  • Francesca

    Francesca

    18 Febbraio 2012 at 21:49 |
    Oh che bello la finestra grande!!!!!! Allora, non sono una amante di dolci, ma cazzarola tu faresti venire voglia pure a un muro!!!!!! Forse ci proverò......... forse. O forse me le vengo a mangiare da voi ........ uffa così mi tocca aspettare l'anno prossimo però ....!! Vabbè se ci provo te lo faccio sapere, altrimenti vale la prenotazione???
    Baci

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Febbraio 2012 at 22:07 |
      Certo! vale, vale! Vi aspetto anche prima dell'anno prossimo! :-)

      Rispondi

  • Giulia

    Giulia

    28 Gennaio 2016 at 09:16 |
    Ciao Daria, ho fatto le tue castagnole sia ieri che oggi e sono piaciute molto! Però tu hai usato farina di farro bianca? Perché io ho utilizzato quella integrale così non ho raggiunto i 400 g, ma poco più di 300 g.
    Grazie per le tue ricette!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      28 Gennaio 2016 at 21:38 |
      Ciao Giulia, si,in questa ricetta c'era farina di farro bianca, con quella integrale ti basta meno farina. Son contenta che vi siano piaciute!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy