in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20161212 125756 rit

 

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20161209 094753 BURST001 COVER rit

 

Salva

Salva

Salva

Pum! Pum!

on Venerdì, 19 Settembre 2014. Posted in libri, all'aperto

Pum! Pum!

 Questo libro trovato in biblioteca ci è capitato fra le mani quasi per caso pochi giorni dopo la notizia dell'uccisione dell'orsa Daniza e ci è piaciuto subito moltissimo, sia per la storia che per le immagini. Vi confesso che all'inizio non conoscendone la storia tememevo un finale diverso, ma quando ho visto la casa editrice mi sono rassicurata, perchè solitamente apprezzo i loro libri proprio per la delicatezza nel modo di affrontare certi argomenti. Il protagonista della storia è un cacciatore d'orsi (rappresentato come uno strano animale, che le bimbe hanno definito un cane, un essere molto tenero nell'aspetto con i suoi  occhioni grandi), o meglio aspira a diventarlo visto che in realtà non ne ha mai catturato uno. Sua ambizione per diventare cacciatore è cacciare l'ultimo orso rimasto da qualche parte nel bosco.

 

Mentre lo cerca si imbatte in vari animali: un coniglio, un alce, un gatto selvatico... a tutti fa Pum! Pum! (in realtà le immagini lo rappresentano molto goffo, visto che ora inciampa in un rametto, poi pesta dei ricci di castagna, poi gli cade una pigna in testa...).

tumblr n2dwqa0QRy1t1cm6ho1 1280.png

Quando finalmente trova l'orso, non avendo più cartucce si ferma per ricaricare e questo lasso di tempo gli da modo di riflettere...

Non poteva essere un cacciatore d'orsi

senza averne mai cacciato almeno uno,

ma non poteva esserlo nemmeno dopo averlo fatto,

se di orsi non ne restavano più.

Forse cacciare l'ultimo orso non era una buona idea.

Forse era proprio un'idea stupida.

E qui Alice aggiunge sempre, con la profonda e naturale saggezza dei bambini:

Anche perchè magari era una mamma orsa con i suoi cuccioli e cosa avrebbero fatto senza di lei?

DSCF1338

E così il nostro protagonista decide di dedicarsi a passatempi decisamente meno cruenti e più utili ;-) a cui ogni tanto piace dedicarci anche a noi...

Ora spesso se ne sta steso sul prato

e guarda le nuvole passare.

Perchè il cielo e le nuvole,

quelli non finiscono mai.

DSC 1092Bellissima l'immagine del fucile abbandonato nel quale cresce un fiore.

Come intuite gli argomenti che si possono affrontare con i piccoli sono molti, in primis il rapporto uomo - animale e la caccia, la capacità di mettersi nei panni degli altri (infatti le bembe si immedesima molto nel cacciatore e poi alla fine sono felici della sua decisione e la approvano) e il problema dell'estizione di alcune specie di animali. Logicamente il livello di approfondimento della discussione varia da bimbo a bimbo anche in funzione della loro età, ma a me sembra che anche per Elena questi concetti siano passati in modo naturale.

Pum! Pum! di Davide Calì e Maddalena Gerli ed. ZooLibri

Questo post partecipa al VdL di Paola Homedemama e alla condivisione di libri per bambini "La biblioteca di Filippo" su FB.

Commenti (4)

  • Shaula

    Shaula

    19 Settembre 2014 at 11:29 |
    bellissimo! mettete dei fiori nei vostri cannoni! anche a me questa casa editrice piace sempre molto!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      19 Settembre 2014 at 15:04 |
      Infatti anche a me l'immagine ha ricordato la stessa frase!

      Rispondi

  • ilmondodici

    ilmondodici

    19 Settembre 2014 at 11:37 |
    Cara Daria, tocchi un tasto dolente. Avrei voluto scrivere un post (chissà magari lo farò anche) per raccontare la reazione di eSSe che ha sentito alla radio della morte di Daniza (notizia arrivata a tradimento) e ne è rimasta così colpita che ha pianto sconsolata 10 minuti.
    "Forse cacciare l'ultimo orso non era una buona idea.
    Forse era proprio un'idea stupida."
    Già :/
    L'editore e il disegnatore mi piacciono, quindi, anche dopo averti letta penso proprio sia sicuramente un bel libro.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      19 Settembre 2014 at 15:05 |
      Davvero il tasto è dolente, io stessa ci ho pensato per giorni. Io fortunatamente sono riuscita a non far sapere l'epilogo della storia ad Alice, altrimenti sono certa che la reazione sarebbe stata come quella di eSSe...

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy