in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Scorze di arance candite

on Martedì, 11 Dicembre 2012. Posted in cucina

Scorze di arance candite

Quanto mi piace avere ospiti sul blog! Oggi ospito un'altra amica compagna di panificazione con pasta madre, ma con una ricetta non di pane, che partecipa alla raccolta di dolci natalizi vegani. Ma la Daria è impazzita penserete a proporci la ricetta delle zuccherossime scorze di arance candite! E invece no! Perchè questa che vi sta per presentare Antonella è la ricetta per candire le arance senza zucchero, usando al suo posto il malto di riso! Sicuramente una ricetta che proverò al più presto, anche perchè le foto non sono passate inosservate sotto gli occhi della golosa Alice che mi ha chiesto subito quando le facciamo!

Ma non vi tedio più e lascio raccontare la ricetta ad Antonella!

Ingredienti:

  • 6 arance biodinamiche
  • 350 gr di malto di riso
  • 150 gr di acqua


arance-ad asciugareHo preso sei arance biodinamiche arrivate dalla calabria, grazie al Gas, le ho lavate e le ho pelate tenendo anche il bianco, le ho pelate a spicchi in modo da avere meno scarti possibili.
Le ho messe in una pentola in acciaio con acqua fredda fino a coprile e portate ad ebollizione, lasciare bollire per 5 minuti, scolate dell'acqua e ripetuta questa operazione per altre 3 volte.

3-scorze bollte2

Le ho lasciate sgocciolare in un colapasta e quando fredde trasferite in congelatore, basta un solo giorno ma le mie per esigenze di tempo sono state tre giorni. Dopo questo riposo le ho estratte dal congelatore e fate scongelare in frigo per un giorno.

4-scorze surgelate

5-scorze caramellateA questo punto con l'aiuto di uno spelucchino le ho liberate della parte bianca in eccesso, dopo lo scongelamento questa operazione risulta molto facile vengono via anche senza l'aiuto del coltello. Fatto questo ho messo in un tegame di acciaio 150 gr di acqua e 350 gr di malto di riso, arrivato a bollore immergo le scorze e le lascio bollire a fuoco bassissimo finchè non lo hanno assorbito completamente tutto lo sciroppo (circa 4 ore), terminato questo le ho disposte in una teglia coperta di carta forno ad asciugare per 24 ore. Trascorso questo tempo con un coltello affilato le ho tagliate a fettine, pronte per mangiarle così, le mia tatolina Anna ne ha magiate di gusto un bel pò. Altre si possono ricoprire di cioccolata fondente oppure se avete pazienza di tagliarle sottili sottili le mescolate con alcune mandorle a filetti e le disponete in pirottini, ricorderanno l'aranzada sarda, che veniva preparata per la sposa nei matrimoni della mia terra natia (la sardegna).

Fonte originale della ricetta che io ho un pò adattato http://fysis.it/2865/past/past-ric/arance-candite-al-miele

finite2

Questa ricetta partecipa alla raccolta di ricette di dolci natalizi e alla veg-panettonata di GocceD'aria - prova anche tu a fare il veg-panettone con noi o invia la tua ricetta di dolce natalizio vegan e sano.

veg-panettonata

 PS: ideali anche come regalino autoprodotto per Natale! Questa ricetta partecipa alla raccolta di regali autoprodotti EquAzioni

xmas blogging regali

Commenti (6)

  • Antonella

    Antonella

    13 Dicembre 2012 at 09:53 |
    Curiosa come una bimba che va a vedere se Papà Natale è passato, sono corsa a sbirciare. Sono onorata e felicissima di essere tua ospite. Ti ammiro molto e per me essere qui è davvero un emozione speciale. Grazie Daria!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      13 Dicembre 2012 at 10:44 |
      Grazie a te Antonella di avermi gentilmente passato questa ottima ricetta, perfetta per le prossime feste, anche da regalare! Un abbraccio!

      Rispondi

      • Antonella

        Antonella

        13 Dicembre 2012 at 10:55 |
        Infatti preparerò delle scatoline con la versione al cioccolato .. certo golosissime .. ma dal momento che non c'è zucchero si può anche osare un pò. A presto Daria!!

        Rispondi

  • Daniela

    Daniela

    13 Dicembre 2012 at 11:18 |
    Le delizie presentate nella foto principale non ci sono più perché, ahivoi, ce le siamo mangiate tutte noi ieri sera!! Non si possono descrivere a parole i mix di sapori e odori che sprigionano.. qualcosa decisamente diverso dalla solita zuccherosa frutta candita industriale.. Come sempre, bravissima Antonella, ben felice io di papparmi tutte queste sane bontà e grazie ancora del vasetto colmo di questi preziosi tesori!

    Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    03 Marzo 2016 at 13:49 |
    Ciao Daria, è bellissima questa ricetta e devono essere buonissime!
    Io avevo intenzione di preparare una marmellata di arance amare.... Non è che per caso hai una ricetta supercollaudata?
    Grazie mille in anticipo! E' bellissimo il tuo blog e prendo sempre tanti spunti!

    ROBERTA

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      03 Marzo 2016 at 15:23 |
      Ciao Roberta, si,questa ricetta è una delizia, ci vuole un po' di pazienza ma alla fine il risultato paga! Purtroppo non ho ricette super-collaudate specifiche per la marmellata arance amare...

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy