in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Torta facilissima al kefir di soia

on Martedì, 09 Ottobre 2012. Posted in cucina

Torta facilissima al kefir di soia

E' da un po' che ho nel "cassetto" virtuale questa tortina che da qualche mese preparo volentieri perchè il successo è garantito! Si tratta di una torta che prevede come ingrediente principale il kefir. Posso usare quello ormai buonissimo e milleusi trasformato da me, di soia o in alternativa quello d'acqua - che col suo aroma al limone da un gusto particolare al dolcetto. Quando se mi avanza kefir sicuramente questo è il dolce che preparo, veloce e buonissimo, oltre che sofficissimo. Altra particolarità è il fatto che non uso lievito. Le varianti sono moltissime, io vi scrivo la ricetta base con qualche idea provata di variante, a voi poi il compito di provare le altre e magari propormele!

Ingredienti:

  • 250 gr di kefir (di soia o d'acqua)
  • 160 gr di farina tipo 2 semintegrale (di grano o di farro)
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva 
  • 2 cucchiai abbondanti di malto (sciroppo) di riso
  • 3 manciate di uvetta (o di prugne secche denocciolate e tagliate a pezzetti o di albicocche secche o un mix dei tre) o una mela a pezzettini o altra frutta di stagione
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 1 cucchiaino raso di bicarbonato
  • 1 cucchiaio di succo di limone

Procedimento semplice semplice:

Mettere il kefir in una ciotola, aggiungere l'olio, il malto, il sale, il bicarbonato e la farina. Mescolare bene, aggiungere la frutta e per ultimo il succo di limone. Mettere in una teglia della forma che preferite. Infornare per 30-35 minuti a 180°.

Nella foto sopra ho usato lo stampo del budino grande.

plum-cake

Invece qui quello del plum-cake!

Vedrete che gli ospiti apprezzeranno e verrà spolverata!

Con questo articolo partecipo (in extremis... :-)) al contest "Golosità vegane d'autore" proposto da Ale di Golosità vegane, per la sezione dolci.

 golosit vegane

 

 

Commenti (8)

  • Ale

    Ale

    09 Ottobre 2012 at 15:07 |
    Daria, che buonissimissimo questo dolce!!!
    Primo: non ho mai assaggiato il kefir, anche se diverse persone me ne hanno parlato, è una specie di pasta madre degli yogurt, giusto?
    Secondo: non hai usato lievito? Ma come ti è venuta così morbidosa? Per il kefir?
    Ora pubblico su FB la foto per il contest parallelo, quale vuoi che metta?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      09 Ottobre 2012 at 15:31 |
      Ciao Ale, grazie! Si, il kefir è costituito da granuli che fanno fermentare acqua, quelli d'acqua appunto o latte (nel mio caso di soia). La bevanda o lo "yogurt" che si ottiene ha molti più fermenti dello yogurt tradizionale.
      Non c'è lievito soprattutto per la presenza di kefir, aiutato dalla miscela bicarbonato-limone che reagendo fa lievitare il tutto.
      Per la foto metti quella con la forma da budino. Grazie!

      Rispondi

  • martina

    martina

    07 Febbraio 2013 at 12:04 |
    Ciao!
    ma usi i granuli di kefir d'acqua o la bevanda?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      07 Febbraio 2013 at 14:34 |
      La bevanda...

      Rispondi

  • Marzia

    Marzia

    21 Gennaio 2015 at 15:46 |
    Ciao Daria, come sempre grazie per le tue ottime ricette, ho provato questo dolce al Kefir ( ottenuto con i tuoi granuli che sono in ottima forma e che continuano a proliferare!) aggiungendo oltre all'uvetta le noci Mariposa del commercio equo e solidale ed il risultato è stato molto apprezzato!!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      21 Gennaio 2015 at 21:55 |
      Oh, si, col kefir i dolci vengono di una morbidezza inimitabile! Buono con le noci di Mariposa, le ho prese anch'io con l'ultimo ordine, sono deliziose!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy