in cucina

IMG 20190422 094320

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 5396

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSC03880

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20191028 171818 3

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Articoli taggati con: capuccio

Minestra di riso, cappuccio e roveja

on Giovedì, 12 Dicembre 2013. Posted in cucina

Minestra di riso, cappuccio e roveja

Sotto una patina di ghiaccio riposa l'orto... solo i cavoli rimangono imperterriti a decorarlo donandogli un aspetto decisamente dicembrino e natalizio. Il romanesco con le sue punte come alberelli, il cappuccio rosso come una rosa

DSCF4827

Il cappuccio verde con le sue venature

DSCF4834-gd

salutiamoci300E oltre che protagonista dell'orto i cavoli (cappuccio, verza, cavolo nero, cavolini) sono anche l'ingrediente del mese di Salutiamoci, opsitato dall'amica Xcesca de La tana del Riccio. Vi invito a leggervi sul sito di Salutiamoci l'articolo di approfondimento a loro dedicato che ci venire ancor più voglia di mangiarli!

 

Fine giugno: frutti e iperico

on Sabato, 29 Giugno 2013. Posted in all'aperto, orto

Fine giugno: frutti e iperico

Fine giugno, finalmente l'orto produce bene (e non solo zucchine! :-)), anche se continua ad essere un po' indietro rispetto agli anni passati... Siamo tornati dalla Toscana e abbiamo trovato i primi pomodorini maturi... come sempre mangiati seduta stante dalle birbe! Anche le altre solanacee cominciano ad essere produttive...

DSCF0392 DSCF0396

DSCF0397

I fagiolini cresciutissimi hanno i loro bei fiori e i baccelli piccolini

DSCF0395

Mentre purtroppo la cavolaia ha preso d'assalto i cavoli capucci

DSCF0409

In crescita anche le piante "sperimentali" dai semi di Ferrara: i fagioli pavone, il mais antico e l'okra

DSCF0404

DSCF0405

Forse riusciremo a mangiare le albicocche che sono ancora gialline...

DSCF0389

Crescono le 4 mele superstiti

DSCF0415

e le nocciole

DSCF0414

E guardate qua! L'uva selvatica ci ha fatto un bel regalo... quest'anno forse riesco a fare i sugoi...

DSCF0399

Si è arrampicata su per il salice ed è colma di grappoli!

In questo periodo in giardino ho anche l'iperico, un po' in ritardo rispetto al solito. Solitamente lo raccolgo a San Giovanni, ma quando siamo partiti la settimana scorsa ancora nessuno ne era sbocciato, invece lì era già ben fiorito

DSCF9959

e allora ne abbiamo approfittato, complice anche il fatto che era proprio San Giovanni tra l'altro con una fantastica luna piena... giorni e notti magiche!

DSCF9900

Eccoci tutte all'opera, grandi e piccole!

DSCF9956

DSCF9962 DSCF9967

e per finire ecco i vasetti al sole! Un mese di attesa per avere l'olio pronto! 

E voi avete raccolto l'iperico? Come procedono i vostri raccolti?

 

Mix di cereali al cavolo capuccio

on Martedì, 13 Novembre 2012. Posted in cucina

Rieccomi qua con un'altra ricetta. Questa è una cosa veloce che ho preparato in fretta per pranzo per me e la piccola Elena. Molto gustosa e completa. Per farla ho usato un mix di cereali composto da una parte di riso basmati, una parte di grano saraceno e una parte di quinoa. Potete preparavela anche da voi, i tempi di cottura sono similari per grano saraceno e quinoa, un po' più brevi solitamente per il riso, ma basta aggiungerlo in un secondo momento. Oppure si trovano già mescolati fra i prodotti del commercio equo (a questo link potete vedere la confezione). L'abbinamento è ideale sia per insalate fredde o tiepide (quest'estate lo preparavo con i pomodorini dell'orto), sia per versioni "risottate" come questa: la cremosità è data dalle lenticchie rosse che in cottura si scioglieranno quasi del tutto. Veniamo a noi! Vi lascio la ricetta in entrambe le versioni, sia che abbiate i cerali divisi, sia che troviate il mix.

mix cereali al capuccio

Ingredienti (per 3-4 persone):

  • 220 gr di mix di riso basmati, quinoa, grano saraceno (oppure 75 gr di riso basmati bianco, 75 gr di quinoa, 70 gr di grano saraceno)
  • 50 gr di lenticchie rosse decorticate
  • 2 cipollotti
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1/4 di un grande cavolo capuccio appena colto dall'orto
  • 50 ml + 440 ml di acqua
  • olio evo qb
  • 2 foglie di salvia
  • sale fino integrale qb

Preparazione veloce:

In una pentola dal fondo spesso versare un filo d'olio con un po' d'acqua. Aggiungere lo spicchio d'aglio tritato, le foglie di salvia, i cipollotti affettatti finemente e il cavolo capuccio tagliato finissimo. Fare appassire e aggiungere le lenticchie rosse rosolandole per un paio di minuti. Sfumare con 50 ml di acqua. Far assorbire. Versare il mix di cereali (o se li avete separati versare il grano saraceno e la quinoa - dopo averli sciacuqati per bene sotto l'acqua - e 5 minuti dopo versate il riso), far insaporire brevemente mescolando e aggiungere i 440 ml di acqua e un po' di sale. Mettere il coperchio e far cuocere per 15 minuti a fuoco basso. Se sobbolle inclinare leggermente il coperchio. Controllare che l'acqua sia stata assorbita tutta e che i cereali siano ben cotti e nel caso prulungare la cotture per altri 5 minuti. Mescolare e servire caldo.

Con questa ricetta partecipo alla sezione salati del fantatico contest "Felici e curiosi" delle amiche Ravanello e Felicia, che prevede l'utilizzo dei 20 fantastici ingredienti elencati dallo chef Marco Bianchi

ravanello banner03

 

Dei magnifici 20 in questa ricetta ho usato: quinoa, aglio e cipolle, olio evo, fra i cavoli il capuccio, fra i legumi le lenticchie e fra le spezie la salvia.

Alla prossima ricetta!

Tortino patate, cavolo cappuccio e collaborazione

on Lunedì, 24 Ottobre 2011. Posted in cucina

2011 1021003

Questa settimana causa tosse fastidiosa ho preferito che Alice non andasse a scuola e quindi mi sono ritrovata a preparare anche il pranzo in sua compagnia: visto che era malaticcia abbiamo deciso di preparare uno dei suoi piatti preferiti, ovvero il tortino di patate e cavolo cappuccio per fare il quale il suo contributo è determinante.

Ingredienti:

  • mezzo kg di patate
  • mezzo cavolo cappuccio dell'orto
  • sale fino integrale qb
  • cannella qb
  • noce moscata qb
  • pane vecchio da grattuggiare
  • lievito alimentare in scaglie 

Semplicissima la preparazione: mettere a lessare circa mezzo kg di patate (io avevo delle patate tipiche di Cesiomaggiore prese col gas), nel frattempo tagliare mezzo cavolo cappuccio a listarelle sottili e metterlo in padella con solo un filo d’acqua. Accendere a fuoco lento e spegnere quando sono appassite. Salare e mettere da parte. Quando le patate sono tenere scolarle. Qui comincia il contributo dei piccoli che possono pelare le patate, metterle nello schiacciapatate e schiacciarle (se non hanno forza col vostro aiuto). Una volta schiacciate tutte le patate, aggiungere un po’ di sale, cannella, noce moscata grattugiata e mescolare, aggiungere anche il cavolo e mescolare (controllate che gli assaggi dell’aiutante non siano eccessivi…).

Mettere tutto in una pirofila e schiacciare con la forchetta. Grattugiare del pane vecchio e far ricoprire bene all’aiutante la superficie del tortino, cospagere di lievito alimentare in scaglie, versare anche un filo di olio evo. E via in forno a 180° per una mezzora o finché la superficie non è dorata!

Questa ricetta partecipa al al contest Felici e Curiosi di Ravanello Curioso e Le delizie di Feli per la sezione salati.

ravanello banner03

In questo caso gli ingredienti usati fra i magnifici 20 sono: fra i cavoli, il capuccio e l'olio evo.

 

11 risposte a Tortino patate, cavolo cappuccio e collaborazione

•Stella scrive:
24 ottobre 2011 alle 14:34
Tu hai una bimba che adora il cavolo? Non vale però! :-) Questa la provo di sicuro!

•daria scrive:

Eh, si, sono fortunata, Alice non solo adora il tortino, ma il cavolo le piace anche crudo... ne mangia a palate! :-)
Comunque questo tortino è apprezzato anche da chi di solito non mangia il cappuccio… infatti una volta l’ho portato ad una cena fra amiche ed è stato gradito anche delle rispettive  bimbe! Fammi sapere come è andata la prova!


•Stella scrive:
27 ottobre 2011 alle 11:29
La mia battaglia con jodie è persa in partenza, un antivegetale fatta a persona! appena letto ho provato in padella l'abbinamento verza e patate: ottimo! Jodie: Bleah!


••Mammafragolaecioccolato
scrive: 24 ottobre 2011 alle 15:40
Noi lo facciamo uguale!!!!! Ed è buonissimo! Allora appena lo metto sul blog firmo a nome
di tutte e due…. Anzi ci metto pure Alice e Ciock!!!!!


•daria
scrive: 24 ottobre 2011 alle 21:03
Alice è d’accordo! Firma più che volentieri!


••Francesca
scrive: 24 ottobre 2011 alle 17:37
Perfetto …………… vado a preparare la cena!! Non sapevo cosa fare con quel cavolo cappuccio proveniente dell’orto…………………… e non sapevo cosa fare per cena!!!Venirti a trovare è sempre utile oltre che piacevole!!! Dai poi ti lasci oanch'io una ricettina, giusto per bilanciare il tutto! :-)
Vadooooooooo


•daria
scrive: 24 ottobre 2011 alle 21:03
RAllora come è venuto? Aspetto la ricetta! :-)


••Francesca
scrive: 25 ottobre 2011 alle 14:38
Eccomi pronta!!Il tortino????? Che peccato che sia finito …………. è praticamente sparito sotto i miei occhi (e anche i miei denti devo dire!!) Veramente una leccornia se pensiamo che dentro c’è del cavolo che in genere non ottiene così tanti consensi in giro, non trovi? Se vai su fb ti ho lasciato un “video messaggio” tutto per te!!!E la ricettina eccola qui:l’ho messa anche sul blog laboratorioveg perchè ormai sto seguendo una serie di blog e come saprai uno tira l’altro!!! Spero che piacerà!RISO E INDIVIAFare un soffritto con aglio e/o cipolla sedano e carota, aggiungere passata di pomodoro e fare cuocere per una 15 di minuti, poi mettere l’indivia lavata e scolata poco e lasciare stufare con il coperchio, appena si è appassita aggiungere acqua ,una patata tagliata a dadini, sale e far cuocere a fuoco basso per un’altra 15 di minuti o poco più. Rialzare la fiamma fino a far bollire l’acqua, a questo punto buttare il riso fino a cottura.Io faccio tutto a occhio, anche l’acqua a volte ne metto di più e viene più a minestra, a volte di meno e viene più densa tipo zuppa. La patata serve per addolcire il sapore dell’indivia e per dare cremosità al tutto, ma non è indispensabile. A noi piace tanto anche con dei crostini di pane in fondo al piatto!!Buon appetito .
E aspetto di sapere se ti è piaciuta!!

•daria
scrive: 25 ottobre 2011 alle 15:06
Ma grazie Francesca, bella ricetta! Me la segno e la preparo quanto prima… L’idea di lasciarla zupposa con crostini poi mi prende tantissimo, visto che le zuppe con i crostini sono un’altra delle ghiottonerie di Alice! Sono contenta che il tortino sia stato un successo!
Vado a vedermi il video messaggio!

•Francesca
scrive: 27 ottobre 2011 alle 14:47
Ciao!!Uffa fb non mi fa postare il messaggio …….ci riprovose non dovessi riuscirci se non ti dispiace mi potresti dare la tua mail?? Così te lo mando lì, non è niente di che ma giusto un pensiero!!!!E sono contenta che ti sia piaciuto, io in questi giorni sto sperimentando le ricette di laboratorioveg e ….. sono riuscita a mangiare anche il tofu!!!! I bocconcini di soia, non so te, ma a me non sono mai andati giù e anche ieri sera con la ricetta dei bocconcini al limone
speravo di riuscirci ma niente da fare, io penso che sia la consistenza, comunque 3 ricette strariuscite su 4 non mi sembra un cattivo risultato. Ho fatto la lasagna al ragu di lenticchie … strepitose, non ne è avanzato neanche una briciolino!!! I biscotti cioccolato noci e mandorle li sto sgrannochhiando mentre ti scrivo e il tofu strapazzato con zucca e radicchio è stato un pasto delizioso!!! Beh ti mando un abbraccio !!!Vado

•daria scrive:
27 ottobre 2011 alle 16:10
Certo Francesca, ti mando un messaggio su fb…Guarda neanch’io impazzisco per i derivai della soia, mi piace solo il seitan che preparo un paio di volte al mese ( ti consiglio la ricetta di seitan al limone che trovi sul blog di mammafragolaecioccolato… fantastico!), neanche il tofu mi fa impazzire, lo uso in poche preparazioni! Le ricette di laboratorioveg sono fantastiche ho fatto anche la torta alla zucca, veramente buona!Ci sentiamo presto!

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy