in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20161212 125756 rit

 

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20161209 094753 BURST001 COVER rit

 

Salva

Salva

Salva

Ca-mel(l)e

on Lunedì, 03 Novembre 2014. Posted in cucina

Ca-mel(l)e

Benritrovati in novembre! Da un po' di anni fatico ad assimilare che siamo già in novembre perchè nei miei ricordi di bambina era un mese freddo e nebbioso in cui si girava con cappotti e sciarpe, mentre ora lo vivo come un mese autunnale in cui comincia a fare fresco, ma neppure molto visto che il riscaldamento è ancora spento e abbiamo acceso il termocamino venerdì sera giusto per la voglia di vedere crepitare il fuoco... Mi rendo conto che forse non vi ho mai parlato del nostro sistema di riscaldamento a legna: quando abbiamo completato la casa abbiamo deciso di non mettere una caldaia a gpl (stiamo in campagna e il gas non arriva), ma di installare un termocamino ad acqua che va a scaldare i radiatori e, se serve, anche l'acqua sanitaria del bollitore collegato ai pannelli solari in caso di giornate troppo grigie in cui il sole non fosse sufficiente.

Questo sistema ci da la possibilità di avere un combustile più ecologico (la legna) che in parte è autoprodotta dalla potatura degli alberi che abbiamo dietro casa e in parte acquistata localmente. Ma anche la bellezza e il calore di vedere la fiamma crepitante in cucina... E voi che riscaldamento avete?

DSCF2667

In questi giorni nella nostra città sono anche iniziati i festeggiamenti di San Martino che ci terranno compagnia fino almeno alla metà di novembre... fra una giostra e l'altra mi sono dedicata alla panificazione, ho provato alcune ricette di amiche (fra cui l'ottima schiacciata all'olio con la farina di castagne di Sandra) e il pan dei morti di Claudia (lo vedete nella foto sopra) e creato delle tortine - merendine per la merenda di Alice, che sono state un successone! Ca-mel(l)e da Camille, ma con castagne e mele, la ricetta da cui sono partita è quella delle mie camille a lievitazione naturale.

DSCF2213

Ingredienti (per 10 tortine):

  • 70 gr di pasta madre
  • 250 gr di farina tipo 2 semintegrale bio delle Barbarighe
  • 75 gr di farina di castagne
  • 1 mela dolce (varietà Brina nel miko caso)
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 120 gr di acqua
  • 70 gr di sciroppo d'agave
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 1 cucchiaio di malto di riso per lucidare
  • 1 cucchiaio di zucchero grezzo di canna per decorare

DSCF2215-gdPreparazione:

Grattuggiare le mela e pesarne 100 gr. Metterli in una ciotola con lo sciroppo d'agave, l'olio, la farina di castagne e il sale e sbattere bene il composto. Aggiungere l'acqua mescolando bene. Sciogliervi la pasta madre e aggiungere gradualmente la farina tipo2 e impastare fino ad avere un panetto morbido che metterete e lievitare per 4-5 ore coperto. Versare l'impasto sul piano infarinato, schiacciarlo leggermente e arrotolarlo. Tagliarlo in 10 parti uguali e realizzare con ogni parte una pallina che disporrete in pirottini di silicone o tegliette da crostatina. Lasciare lievitare per 2-3 ore fino al raddoppio, accendere il forno a 160°. Spenellare la superficie con il malto di riso sciolto in poca acqua e infornare per 25 minuti. Estrarre dal forno, ripassare col malto e spolverare con lo zucchero di canna. Lasciare asciugare ed estrarre dagli stampini. Sentirete che profumino delizioso di castagna quando li morderete! Direi che è stata una merenda molto apprezzata visto che li ho già rifatti un paio di volte! ;-)

DSCF2208

Porto questa ricetta alla mia raccolta di ricette con cereali e farine integrali "Integralmente" : partecipate anche voi con le vostre ricette autunnali, la nuova raccolta è appena iniziata!

integralmente-rid

Questa ricetta partecipa a Panissimo di novembre 2014 la raccolta di ricette di lievitati organizzata da Barbara,  Bread & Companatico e Sandra che questo mese è ospitata da Sandra di   Io sono Sandra.

panissimo

Commenti (13)

  • sandra

    sandra

    03 Novembre 2014 at 12:30 |
    DARIA!
    intanto grazie per aver provato la schiacciata con la farina di castagne, io l'ho adorata da subito e sono contenta che vi sia piaciuta.
    noi caldaia a pellet, camino in cucina, camino in salotto e stufa economica nella loggia che è un bellissimo modo per cucinare!
    unica cosa che devo imparare a maneggiare bene il forno o rischio di bruciacchere tutto!!! grazie!!!!
    un bacio grosso
    Sandra

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      03 Novembre 2014 at 21:57 |
      Che meraviglia la stufa economica, ce l'ha mia madre e ogni tanto se è accesa porto qualcosa da cucinare lì! Se dovessi cambiare cucina farei in modo di trovare il posto per mettercela!

      Rispondi

  • Alice

    Alice

    03 Novembre 2014 at 21:50 |
    Che bei dolcetti da merenda, io me li papperei anche per colazione...:) Nella mia casa nuova solo riscaldamento a gas, purtroppo...ma dai miei genitori, dove sono nata, due belle stufe a pellet, un camino a legna e anche un bel forno a legna che oltre al calduccio produce anche tante cose buone ^_^ Buona settimana, a presto!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      03 Novembre 2014 at 21:58 |
      Eh, si anche a colazine ci stanno benone!

      Rispondi

  • Serena

    Serena

    04 Novembre 2014 at 00:02 |
    Che meraviglia queste tortine!!! Hanno un aspetto sofficissimo.
    Molto interessante l'uso di farina di castagne....a me piacciono un sacco!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Novembre 2014 at 08:16 |
      Si, Serena, sono belle morbidine, la mela nell'impasto aiuta molto!

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    04 Novembre 2014 at 06:01 |
    Golose le ca-mel(l)e molto golose.... adoriamo la farina di castagne e sono certa che Fausto le apprezzerà. Interessante la schiacciata, altra golosa preparazione da provare. :-) Noi abbiamo già dovuto accendere un pochino il riscaldamento, almeno la sera... la casa è molto fredda e umida ed era proprio impossibile resistere... mi piacerebbe tantissimo abitare in una casa come la tua... e spero di riuscir a realizzarlo in futuro. :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Novembre 2014 at 08:19 |
      Mi piacerebbe realizzarle anche con la Bianca in versione gluten free... vediamo se sarò ispirata!

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    04 Novembre 2014 at 09:49 |
    Ma che belle! Sai che per Halloween ho preparato per mio figlio con zucca e cioccolato, fantastiche!!!

    Che invidia il camino in casa... la cucina economica che sogno! a casa abbiamo il gas ma in montagna, per ovviare ad un riscaldamento elettrico, siamo riusciti a mettere un camino con delle ventole che riescono a convogliare il calore per tutto l'appartamento, molto più economico ed efficace, ma anche poetico!

    Rispondi

  • Claudia GranoSalis

    Claudia GranoSalis

    04 Novembre 2014 at 12:47 |
    Ciao Daria! Che bello che è venuto il Pan dei Santi (eh, sì, il realtà sarebbe dei santi, non dei morti…ma per me non è che cambi poi tanto, come lo chiami lo chiami è buonissimo!), bello gonfio, anche nella sua versione mini :-)
    Anche le tue camille alle mele sono interessantissime, spero di riuscire a riproporle presto.
    Io purtroppo, essendo in affitto e non volendo restare per sempre in questa casa, non ho possibilità di scelta rispetto al riscaldamento per ora. Mi tocca adattarmi alle salatissime bollette del gpl, che pur sfruttando tutti i giorni il piccolo camino della sala, ci tocca comunque utilizzare, almeno in parte. Se avessi la mia legna userei solo il camino, ma pure la legna costa tantissimo! Se dovessi accendere il fuoco dalla mattina forse spenderei ancora più di quanto già spendo :-(

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Novembre 2014 at 22:25 |
      La versione mini è la pagnottina di Elena... mi chiede sempre di impastare la sua parte!

      Rispondi

  • sara

    sara

    04 Novembre 2014 at 13:34 |
    cara daria, intanto grazie per il tuo "aprite le orecchiette", con il quale sto contagiando le persone intorno a me verso un'alimentazione più consapevole!
    noi avevamo una vecchia cucina economica, che rendeva la cucina una sauna e camere e bagno un congelatore, con problemi di muffa e...raffreddori!
    così durante la gravidanza di Luna abbiamo installato una termocucina: una stufa a legna che scalda i termosifoni e l'acqua sanitaria (sia direttamente sia quella contenuta in un accumulatore, così abbiamo acqua calda anche quando la stufa è spenta). è stato il miglior investimento che abbiamo mai fatto! oltretutto si può utilizzare la stufa anche come piano di cottura e il forno! da oltre due anni ci tiene compagnia, perchè il crepitare del fuoco, il doverlo "accudire" riempiono la casa di una presenza viva! ma dobbiamo essere grati agli alberi!
    interessanti le camelle...io se penso ai dolci per la merenda ho in mente un plumcake o i muffins, mentre la pasta madre la associo di più ai pani, ma dovrei fare qualche esperimento...come mai dolcifichi con lo sciroppo d'agave e non con il malto, che dovrebbe essere più salutare? un bacione

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Novembre 2014 at 22:23 |
      Ciao Sara, che piacere risentirti! Che bella la tua termo-cucina, un po' come il nostro termo-camino, ma con il pregio in più di poterci cucinare!
      Mi piace usare la pasta madre anche nei dolci, li rende molto digeribili, soprattutto visto che uso farine integrali. Hai ragione, il malto è più salutare, ha un indice glicemico più basso, però l'ho finito e volevo usare anche questo agave che giaceva in dispensa... ;-) In ogni caso volendo si può tranquillamente sostituire con malto di riso o mais.
      Un abbraccio a voi tutti!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy