in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

La gonna che visse due volte

on Venerdì, 06 Febbraio 2015. Posted in camera

La gonna che visse due volte

Settimana volata, decisamente troppe cose da fare... in queste situazioni il tempo al pc viene drasticamente ridotto e anche il blog in parte rallenta, però ci tenevo tanto a portarvi il mio consiglio di lettura di questa settimana: stavolta non libro per i piccoli, ma un libricino dedicato a chi ha voglia di rivedere il suo guardaroba. Non pensate che vi stia proponendo di andare a fare shopping, sapete che non sono il tipo! ;-) Quello di cui vi parlo oggi è un manualetto della serie ManualMente di Altreconomia - Ponte alle grazie, con proposte pratiche di up-cycling: il concetto è semplice e rivoluzionario! Andiamo ad aprire i nostri armadi o quelli di nostro marito - fratello - compagno o di un'amica, prendiamo i capi che stanno sul fondo, quelli che non mettiamo/mette più, quelli dimenticati, fuori moda, rovinati e guardiamoli con nuovi occhi.

Nel libro troviamo 20 progetti di riuso dei vecchi abiti che con pochi tagli e pochissime cuciture possono diventare qualcos'altro. I testi sono accompagnati da schemi e schizzi che rendono il tutto molto facile da comprendere. Non serve essere esperti nell'uso della macchina da cucire, nè averne una, bastano in genere poche cuciture anche fatte a mano (quelle basilari sono spiegate nel libro). Gli ingredienti sono fantasia e creatività. Ispirata da questo libro con poche mosse ho avuto la mia gonna nuova. Vi spiego come ho fatto. Per prima cosa ho scovato una vecchia camicia di Marco che giaceva nell'armadio da una vita inutilizzata. Mi piaceva questa stoffa calda e me la sono immaginata legata in vita. Ho provato a legarmela e in effetti come gonna poteva andare, quindi l'ho distesa a terra e munita di forbici ho fatto questi tagli:

 DSCF4821 DSCF4822 gd

ovvero ho tagliato il corpo subito sotto le ascelle tenendo la tasca e le maniche fin oltre la spalla (per la misura giusta basta misurarsi la circonferenza vita, dividere per due e aggiungere una ventina di cm per parte che vi serviranno per legare la cintura). In pratica il corpo diventerà la gonna, le maniche la cintura, l'abbottonatura resta sul davanti della gonna. A questo punto ho cucito fra di loro le due maniche sovrapponendole dal lato della spalla. Ho girato la gonna al contrario e individuato due punti sul retro in cui cucire due pieghe. Li vedete indicati dai segnetti rossi nella foto qui sotto. Ho cucito i fianchi in modo da stringerla in vita (anche qui tenete come riferimento il vostro giro vita).

DSCF4967

Come ultima cosa ho cucito (sempre sul rovescio) le maniche-cintura alla gonna tenendo sul fianco i polsi della camicia. Una volta rigirata si indossa annodando i polsi sul fianco. Ecco il risultato:

 DSCF4976 rit DSCF4981 gd1

Non sarà perfetta, però a me piace, comoda, calda e portabile con disinvoltura.

Il fai da te non è un passatempo. E' tempo che assume un valore diverso. Il tempo frenetico dedicato all'acquisto diventa un tempo slow e di condivisione. E' l'occasione giusta per recuperare la vostra manualità e il saper fare, che sono attimi creativi per definizione, è il momento in cui potete immaginare di fare una scelta consapevole e indipendente.

"La gonna che visse due volte - crea con l'upcycling il tuo guardaroba" di Alberto Saccavini ed. Altreconomia - Ponte alle grazie

 Questo post partecipa al VdL di Paola Homedemama e alla condivisione di libri per bambini "La biblioteca di Filippo" su FB.

Commenti (16)

  • ilmondodici

    ilmondodici

    06 Febbraio 2015 at 12:08 |
    Infatti vedendo la copertina mi son chiesta se avessi davvero aperto un tuo link ;-)
    e direi di sì! E' un ottimo consiglio di lettura, spesso abbiamo veri tesori in fondo all'armadio.
    Anche io a volte riciclo mettendomi a tagliare, cucire, scucire, ma da quando c'è eSSe molto meno di un tempo per me, ora cucio solo per lei, in questo periodo costumi di carnevale... buon fine settimana!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      06 Febbraio 2015 at 14:47 |
      Per il vestito di carnevale le bimbe hanno disegnato il modello e siamo andate a scegliere la stoffa assieme, però quest'anno ho incaricato la nonna della cucitura degli abiti di carnevale per Alice ed Elena, temevo di non fare in tempo...
      Il cucito in generale è una delle cose a cui desidererei dedicare più tempo.
      Buon fine settimana a te!

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    06 Febbraio 2015 at 18:04 |
    Che invidia Daria, piacerebbe anche a me confezionare qualche semplice abitino... prima o poi vincerò anche questo di timore...
    Buon fine settimana e un abbraccio

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      06 Febbraio 2015 at 21:44 |
      Questo libro è un ottimo incentivo a provare!

      Rispondi

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    06 Febbraio 2015 at 20:29 |
    Che carina che ti è venuta! Mi piace!
    Io sono una schiappa con ago, filo, ferri, uncinetto.....ma mi hai fatto venire una voglia di provare!!!
    ciao
    Serena

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      06 Febbraio 2015 at 21:46 |
      Assolutamente provaci, parti da qualcosa che non metti più che giace lì da tempo inutilizzato, davvero non hai nulla da perderci.

      Rispondi

  • Mari

    Mari

    06 Febbraio 2015 at 21:08 |
    Fortissima!!!! ma il colletto? Nascosto sulla parte che cinge la vita? ... questo libro devo proprio trovarlo perche' anche a me attirano molto questi lavoretti di cucito... poi sono una frana... ma intanto ci posso provare! :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      06 Febbraio 2015 at 21:50 |
      Il colletto l'ho tagliato lungo le linee rosse che ho tracciato sulla prima foto, poi ho ricucito fra di loro le maniche. Pensavo di usare questa parte che avanza per una borsa abbinata alla gonna...
      Sicuramente a te non mancano fantasia a creatività, vedrai che con gli spunti di questo libro ti verranno delle idee strepitose.

      Rispondi

  • STEFANIA

    STEFANIA

    06 Febbraio 2015 at 21:19 |
    Eccomi..... finalmente... probabilmente sbagliavo qualche cosa... (forse maiuscolo-minuscolo... bho... la fretta!).
    Ora che sono entrata... non ti lascio più ;-)
    Alla prossima.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      06 Febbraio 2015 at 21:51 |
      Ciao Stefania, finalmente! Son contenta di trovarti qui! A presto!

      Rispondi

  • cristiana

    cristiana

    07 Febbraio 2015 at 11:17 |
    Conosco quel librino, peccato non saper cucire (prima o poi imparerò!) Tu invece sei proprio brava e quella gonnina ti sta a pennello!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      07 Febbraio 2015 at 21:48 |
      In realtà sono assolutamente auto-didatta, ho imparato da bambina guardando mia madre e le mie nonne, tutte sarte. Mi piacerebbe avere più tempo per perfezionarmi con più pratica, conto sul futuro! ;-)

      Rispondi

  • Ely

    Ely

    08 Febbraio 2015 at 14:47 |
    Complimenti Daria, ottimo lavoro! Sei davvero una miniera di idee e creatività...oltre che a dare ottimi consigli e ricette! a presto Ely

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Febbraio 2015 at 21:48 |
      Grazie a te Ely!

      Rispondi

  • paola

    paola

    08 Febbraio 2015 at 15:28 |
    per ora io e le mie amiche ci limitiamo a scambiarci gli abiti che non mettiamo più da tempo (ormai si chiamano swap party, ma ce li scambiamo da prima della moda)...tanta onestà con noi stesse e via, il guardaroba è rinnovato...lo facciamo una volta all'anno, ma sarebbe utile farlo ad ogni stagione!!
    Però mi sembra fattibile il tuo suggerimento!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Febbraio 2015 at 21:49 |
      Che bella abitudine! Piacerebbe molto anche a me avere delle amiche con cui fare questo genere di scambi, sicuramente le cose nell'armadio non vanno scordate!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy