in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

La strada di Jella e La conferenza degli animali

on Venerdì, 27 Marzo 2015. Posted in libri

La strada di Jella e La conferenza degli animali

Quando ho letto la recensione di Claudia del libro e della storia di Jella Lepman, sono andata subito a prenotare il libro in biblioteca, meravigliandomi di come potesse essere che non avessi mai sentito parlare di questa donna speciale. Appena arrivato il libro l'ho letto velocemente. La storia raccontata in prima persona dalla protagonista è il resoconto del suo ritorno in Germania nell'immediato dopoguerra inviata dal governo americano come inviata speciale per le donne e i bambini. Mi ha rapito leggere come con apparente semplicità e grande umilità sia riuscita a portare a termine in tale periodo storico un tale progetto con al centro i libri per bambini usati quale veicolo di pace fra i popoli.

Leggendo ho immaginato quale emozione potesse essere trovare nella desolazione delle città colpite dalla guerra e soprattutto per i bambini una mostra di libri per bambini donati da stati di tutto il mondo. Incredibile come sia riuscita a creare la biblioteca internazionale per i ragazzi a Monaco. Insomma un libro che chi ama la latteratura per bambini non può non leggere e amare. Proprio all'interno del libro si trova il racconto dell'idea che sottende al secondo libro di cui vi parlo oggi e che col primo va a braccetto. Si tratta di un libro ideato proprio da Jella:

Perchè gli esseri umani non erano ancora capaci di gestire i loro affari di stato in modo intelligente? mi chiedevo. ... Mille volte i bambini avevano corso il rischio di essere uccisi nelle guerre. Forse sarebbe stato meglio che gli animali del mondo provassero a governare privilegiando il loro istinto rispetto alla ragione umana.Quando giunsi a questa conclusione andai da Kastner. "Intende dire che dovrebbe essere un libro indirizzato agli adulti?" disse Kastner. "Si e no. Penso che dovrebbe essere indirizzato, oltre che ai bambini anche agli adulti."

1758 40f2a6dc00694e0704a00f0996cb98caNel libro troviamo gli animali della giungla che stanchi delle continue guerre sulla terra decidono di riunirsi in una conferenza proprio come sono soliti fare gli umani, con l'obiettivo di salvare i bambini. Rappresentanti di tutti, ma proprio tutti gli animali, si ritrovano e prendono una importante decisione per convincere gli uomini a cambiare rotta: se non sono in grado di crescere bene i bambini, meglio che se ne occupino gli animali! Ed ecco che improvvisamente tutti i bambini spariscono, dove saranno finiti? riusciranno gli animali nel loro intento?

Dunque ci siamo qui riuniti per aiutare i bambini degli uomini. Perchè? Perchè gli uomini trascurano questo loro importantissimo dovere. Noi chiediamo all'umanità che non ci siano più guerre, carestie e rivoluzioni. Esse devono cessare perchè possono cessare e perciò bisogna che cessino! - a quel punto scoppiarono nella sala altissime manifestazioni di giubilo: scalpitii di zoccoli, battiti d'ali, di pinne e di becchi, nitriti, gracidii, cinguettii, latrati, sibili, bramiti e barriti.

Un libro per i bambini dagli 8 anni che pur datato affronta tematiche purtroppo ancora attuali e accenna a conflitti ancora presenti attualmente. L'avevo preso per leggerlo io, invece mi sono ritrovata a leggerne un capitolo ogni sera ad Alice (ancora troppo lungo perchè se lo legga da sola). Lei si è appassionata alla storia ponendo varie domande durante la lettura. In definitiva un libro che vi consiglio di leggere, con o senza bimbi, magari in accoppiata con La strada di Jella, perchè l'uno completa l'altro quantomeno come quadro storico.

"Se la guerra è davvero finita - dissi - se dobbiamo credere nella coesistenza pacifica, i primi messaggeri della pace saranno questi libri per bambini. Mi aiuti con questo esperimento, non se ne pentirà mai, promesso."

Voi conoscevate Jella Lepman? E La conferenza degli animali?

I libri di oggi sono:

"La strada di Jella. Prima fermata Monaco" di Jella Lepman Sinnos Editrice

"La conferenza degli animali" di Erich Kastner da un'iea di Jella Lepman ed. Piemme - Il battello a vapore

Questo post partecipa al VdL di Paola Homedemama e alla condivisione di libri per bambini "La biblioteca di Filippo" su FB.

Commenti (17)

  • Roberta

    Roberta

    27 Marzo 2015 at 14:55 |
    Oggi sarò in biblioteca a cercare questi libri, affascinante questa donna , che animo grande e che intelligenza...

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      27 Marzo 2015 at 21:32 |
      Li hai trovati? Si, deve essere stata davvero una donna speciale!

      Rispondi

      • Roberta

        Roberta

        14 Aprile 2015 at 17:11 |
        Daria finalmente è arrivato il primo libro ordinato! Non vedo l'ora di averlo tra le mani e leggerlo... sto ancora aspettando "La conferenza degli animali"...
        Ti farò sapere

        Rispondi

        • Daria

          Daria

          14 Aprile 2015 at 21:59 |
          Bene, aspetto di leggere anche le tue impressioni. Buona serata!

          Rispondi

          • Roberta

            Roberta

            14 Aprile 2015 at 22:08 |
            Buona notte cara

            Rispondi

  • silvia

    silvia

    27 Marzo 2015 at 17:34 |
    Molto interessanti i tuoi suggerimenti: il primo lo voglio cercare anch'io, il secondo richiama un po' la storia che ho proposto io...
    Grazie

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      27 Marzo 2015 at 21:31 |
      Ho visto... già segnata anche la tua proposta!

      Rispondi

  • Michela

    Michela

    27 Marzo 2015 at 19:58 |
    Non conosco questa autrice e i suoi libri che cercherò di sicuro in biblioteca! Grazie Daria
    Michela

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      27 Marzo 2015 at 21:31 |
      Vedrai che la storia di Jella ti affascinerà!

      Rispondi

  • Valentina

    Valentina

    28 Marzo 2015 at 00:14 |
    Daria, nemmeno io so chi sia questa donna e devo subito correre ai ripari! Non conosco nemmeno il secondo libro che citi...quindi me li segno entrambi.
    Buona notte :*

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Marzo 2015 at 10:05 |
      La sua storia mi ha affascinato specie pensandola inserita in un tale contesto storico. Te la consiglio vivamente!

      Rispondi

  • Smile1510

    Smile1510

    29 Marzo 2015 at 23:29 |
    Che bellissimi e preziosi suggerimenti! grazie mille! Nella Lepman non la conoscevo affatto, del secondo ne avevo letto qualcosa ma non l'ho ancora proposto a Sofia!
    buona settimana!
    Cinzia

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Marzo 2015 at 10:04 |
      E' un libro lunghetto che io ho proposto a capitoli uno per sera come lettura della buona notte, direi adatto dai 7-8 anni in sù. Buona settimana a te!

      Rispondi

  • STEFANIA

    STEFANIA

    31 Marzo 2015 at 21:50 |
    Ammetto che... il primo mi è del tutto sconosciuto... Quanto all'altro... ce l'abbiamo in lista d'attesa... Putroppo anche i bimbi iniziano ad avere il mio stesso problema: quello delle liste d'attesa in fatto di letture... Non so se sia bene o se sia male... bho!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      31 Marzo 2015 at 22:10 |
      Mi sa che abbiamo lo stesso problema... anche qui doppia lista di libri da leggere...

      Rispondi

  • Claudia & Topastro

    Claudia & Topastro

    04 Aprile 2015 at 08:03 |
    Ciao Daria, sai che quasi nessuna delle persone a cui ho suggerito il libro conosceva Jella Lepman? Forse è un libro conosciutissimo dagli addetti ai lavori, (bibliotecari, librai...), ma sconosciuto ai comuni lettori. Peccato perché per chi ama i libri per l'infanzia come me, te e tante altre persone, è una scoperta incredibile e dopo averlo letto non si può che non amare questa donna e ringraziarla per il lavoro svolto. Del secondo libro ho sentito parlare ma non l'ho mai letto. Grazie della citazione :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Aprile 2015 at 22:04 |
      Prego! Anzi grazie a te per avermi fatto scoprire questa grande donna!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy