in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Non solo verdura: ecco la nostra uva selvatica!

on Giovedì, 29 Agosto 2013. Posted in orto, cucina

Non solo verdura: ecco la nostra uva selvatica!

Giorni intensi di autoproduzione questi! L'orto ci da fare e dopo i trapianti è arrivato il momento di raccogliere qualcosa di assolutamente regalato che non ci aspettavamo, ovvero l'uva selvatica! Da vecchie foto aeree della zona su cui ora c'è nostro orto abbiamo scoperto che prima che fossero costruite queste case c'era un unico vigneto e probabilmente parte di queste vigne sono rimaste sul bordo del fosso perimetrale, assieme a qualche palo che ricordo di avere visto prima che il consorzio di bonifica passasse a sistemare i canali 5 anni fa. Di questa vigna si era appassionato mio padre e l'aveva tirata parzialmente su dal fosso facendola correre lungo la nostra rete di confine. Finora però non aveva mai dato grossi frutti, pur essendo in primavera piena di fiori, tanto che quest'anno Marco ne aveva tagliato una parte... e invece stavolta ci ha sorpreso arrampicandosi per i salici e donandoci un sacco di grappoli che pendevano da questi rami. Bellissimi!

DSCF2608

Si tratta di un'uva da vino selvatica, che assomiglia molto all'uva fragola, quel tipo che qui chiamano "Clinto" o "Grinto"... le bimbe se la mangiavano per merenda direttamente dalla pianta!

DSCF2606

Ne abbiamo raccolto con grande fatica visto che era salita per gli alberi, all'incirca un secchio. 

DSCF2843-gd DSCF2838-rit

DSCF2835

E cosa ci facciamo ora a parte mangiarla tal quale e farla assaggiare a parenti ed amici? Per prima cosa ho pensato ad una focaccia dolce o fugassa alla veneta e per ora vi lascio questa ricetta, nei prossimi giorni vi racconterò anche cosa abbiamo fatto con la maggior parte dell'uva. 

Per questa fugassa ho preso spunto dalla ricetta della Sciacciata con uva che aveva postatto qualche tempo fa Alessia nel gruppo della pasta madre, io l'ho leggermente reinterpretata in chiave ad alta idratazione e dolcificandola leggermente con un po' di sapa di uva nera (giusto per stare in tema). Della sapa vi avevo già parlato qualche tempo fa in un altro articolo e ho in programma di prepararmela anch'io quest'anno. Intanto eccovi la ricetta della fugassa!

Fugassa all'uva selvatica

DSCF2890

ingredienti:

  • 125 gr di pasta madre rinfrescata da 4 ore con farina di farro
  • 270 ml di acqua
  • 50 ml di sapa di uva nera (io ne avevo ancora un po' di quella donatami da Annalisa)
  • 1 cucchiaio di malto di riso
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 400 gr di farina di farro monococco bio appena macinata
  • 3 grappoli di uva nera selvatica
  • 1 cucchaio di zucchero integrale di canna bio del commercio equo tipo Mascobado

preparazione:

La sera sciogliere la pasta madre nell'acqua, aggiungere il malto di riso, la sapa e metà della farina e mescolare. Aggiungere il sale e la restante farina mescolando bene fino ad avere un impasto omogeneo che rimarrà molto idratato. Avvolgere in un canovaccio pulito e riporre in frigo per la notte.

La mattina estrarre dal frigo, lasciare ambientare per un'oretta. Succesivamente versare l'impasto su una teglia rettangolare rivestita di carta forno. Lasciare lievitare per 3 ore. Accendere il forno a 200° statico. Finchè il forno si scalda, sgranare i grappoli di uva e cospargere la superficie della focaccia con gli acini.

DSCF2874

Distribuire sugli acini lo zucchero di canna.

DSCF2875

Quando raggiunge la temperatura infornare per 30 minuti a 200°. Togliere dalla teglia e far raffreddare per 10 minuti sulla griglia nel forno in raffreddamento.

DSCF2876

Gli acini si saranno disfatti parzialmente liberando il loro sughetto e impregnando in questo modo la fugassa del gusto del tutto particolare di quest'uva!

DSCF2884

 

Commenti (12)

  • edvige

    edvige

    29 Agosto 2013 at 15:43 |
    La frutta di qualsiasi tipo maturata sulla pianta e poi mangiata a tutt'altro sapore di quella acquistata beata te che puoi dire di avere una via diretta. Deve essere molto buona. Buona giornata

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Agosto 2013 at 18:33 |
      Si, davvero... ha un gusto del tutto particolare.

      Rispondi

  • MARI

    MARI

    29 Agosto 2013 at 18:58 |
    Dall'aspetto sembra come l'uva americana: ha lo stesso sapore?
    Comunque la tua "fugassa" deve essere deliziosa!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Agosto 2013 at 19:21 |
      Si, dovrebbe essere più o meno così, assomiglia all'uva fragola

      Rispondi

  • xcesca

    xcesca

    30 Agosto 2013 at 10:53 |
    Mi hanno giusto regalato dell'uva fraga ma purtroppo ha i semi grossissimi ed ho poca voglia di toglierli da ogni acino.. peccato perché questa tua focacciona dolce dev'essere buonissima.
    Che belle sorprese che vi riserva il vostro orto!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Agosto 2013 at 16:20 |
      In effetti togliere i semi a mano è impensabile! :-) però se è abbastanza ci puoi fare i sugoi (pubblicherò la ricetta a breve) o anche la sapa per dolcificare...

      Rispondi

  • Anna&Ipa&Silo

    Anna&Ipa&Silo

    30 Agosto 2013 at 18:57 |
    Yum yum ricordo benissimo quella pianta meravigliosa! E anche qui le viti americane si inserpicano sugli alberi in modo maestoso, le adoro. Chissà com'è con il magnifico monococco, grazie della ricetta, l'hai declinata in modo entusiasmante!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Agosto 2013 at 22:42 |
      Grazie, ero sicura che tu ricordavi la pianta in questione... :-) Il monococco è di per sè fantastico qui dentro ci sta proprio bene!

      Rispondi

  • fiore

    fiore

    30 Agosto 2013 at 19:17 |
    Ciao che buona deve essere !!!!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Agosto 2013 at 22:42 |
      Si, dolcissima!

      Rispondi

  • Sara

    Sara

    02 Settembre 2013 at 00:17 |
    mi vengono meno i buoni propositi della dieta...fa una gola!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      02 Settembre 2013 at 22:53 |
      Beh dai in fin dei conti è abbastanza dietetici: integrale e senza zucchero! ;-)

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy