in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Papà - isola

on Venerdì, 13 Marzo 2015. Posted in libri

Papà - isola

Il libro di cui vi parlo oggi è capitato fra le mie mani casualmente in libreria, appena l'ho visto ho pensato che sarebbe stato un dono perfetto per il compleanno di mio marito che avremmo festeggiato di lì a pochi giorni e a mio avviso è perfetto per la festa del papà, sia regalato dai bimbi, che dalla mamma, che da future mamme in dolce attesa a futuri papà. E' infatti la tenerissima storia degli orsi Betty e Gigi che a breve diventeranno genitori.

"Sarò un bravo papà?" si domandava Gigi.

Non sa costruire capanne, giocare a calcio o nuotare... Ai suoi dubbi e incertezze prontamente risponde Betty.

Papa isola int Page 09

PapaIsolaNon è necessario saper fare molte cose per essere un bravo papà, ma "esserci": un papà-capanna per proteggere, un papà-cavallo per accompagnare nell'avventura, un papà-isola per far riposare.

"E quando il nostro cucciolo partirà per esplorare questo grande mondo, tu non sarai mai troppo lontano" disse Betty.

Papà-isola di Emile Jadoul ed. Babalibri

Questo post partecipa al VdL di Paola Homedemama e alla condivisione di libri per bambini "La biblioteca di Filippo" su FB.

Commenti (4)

  • Erika

    Erika

    13 Marzo 2015 at 16:49 |
    Davvero bella questa proposta per celebrare il papà, sembra un libro molto dolce e me lo segno ;-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      13 Marzo 2015 at 21:34 |
      Si, davvero, vedo che oggi siamo abbiamo entrambe libri per papà...

      Rispondi

  • ilmondodici

    ilmondodici

    16 Marzo 2015 at 13:45 |
    Delizioso, non posso che esser d'accordo sul fatto che la dote principale richiesta ad un papà sia di esserci, anche se razionalmente mi verrebbe da commentare che sia il minimo sindacale, poi, da genitore, mi rendo conto che, quando si accetta di esserci al 100% (cuore e testa) mettendosi in gioco, già significa accettare di partecipare ad una sorta di corso intensivo di vita, dove si impara hands on.
    Un abbraccio

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Marzo 2015 at 22:08 |
      Eh, si, in effetti dovrebbe essere il minimo sindacale, ma la cosa spesso non è così scontata... purtroppo. Condivido pienamente quello che dici.

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy