in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Pasta con le fave

on Domenica, 30 Ottobre 2016. Posted in cucina

Pasta con le fave

Rieccomi, son già passati una decina di giorni dall'ultimo post... La settimana è volata davvero, caratterizzata da impegni vari fra i quali quello che mi piace ricordare è l'evento #libriamoci a cui ho parteipato in veste di genitore - lettore sia all'infanzia che alla primaria. Spero di riuscire a raccontarvene venerdì. Per stavolta invece voglio lasciarvi una delle ricette che di questi giorni. Ne ho un po' che aspettano, mi auguro di farcela a postarvele entro breve!

Man mano che si avvicina novembre aumenta la voglia di zuppe e condimenti per la pasta cremosi e ricchi e questo è uno di questi. Ho usato delle fave piccole (hanno la dimensione dei ceci all'incirca) che abbiamo preso da un nuovo fornitore umbro del gruppo di acquisto. Tutti i loro prodotti mi sono piaciuti finora: finalmente miglio, semi di girasole e lenticchie rosse (oltre che altri prodotti) certamente italiani (avete notato che spesso diamo per scontato che i legumi siano tutti di provenienza italiana invece così non è?).

Ma veniamo alla ricetta! Volevo realizzare una pasta cremosissima, se preferite potete fare la stessa base e tenerla più liquida per un risultato più zupposo. Ho usato un mix di paste senza glutine che avevo in casa: fusilli di riso integrale e penne di riso e mais e devo dire che il risultato mi è piaciuto, entrambe hanno tenuto la cottura avendo l'accortezza di far cuocere un po' meno di quanto indicato in confezione la pasta di solo riso integrale.

ingredienti (per 4 persone come piatto unico abbondante):

  • 200 gr di fave piccole secche (pesate prima dell'ammollo)
  • 1/2 cipolla di tropea grande o una piccola intera
  • 1 carota grande
  • 2 fette di zucca orange hokkaido (buccia compresa)
  • 2 foglie di alloro
  • 1 pezzo di alga kombu
  • 2 foglie di salvia
  • 400 gr di pasta senza glutine del formato che preferite
  • sale grosso integrale qb
  • olio evo per condire a piacere

preparazione:

Mettere in ammollo le fave per almeno 8 ore con una foglia di alloro e il pezzo di alga cambiando l'acqua una volta. Preparare un fondo con la cipolla di tropea affettata finemente, la carota a dadini, la zucca a pezzettini, poco olio, poca acqua la seconda foglia di alloro e la salvia. Fare rosolare le verdure. Aggiungere acqua fino a coprire la zucca e far cuocere finchè tenera. Scolare le fave e sciacquarle sotto l'acqua. Eliminare la foglia di alloro e l'alga e versare le fave nella pentola con le verdure. Far cuocere per mezz'ora finchè saranno molto tenere e tenderanno a sfaldarsi. Aggiungere il sale e la pasta secondo i tempi di cottura. Coprire e mettere al minimo. Completare la cottura mescolando ogni tanto e lasciando la pasta al dente. Mescolare, tappare e far intiepidire per 5 minuti. Servire con poco olio a crudo secondo il gusto.

Le verdure e le fave si scioglieranno creando una deliziosa cremina senza bisogno di frullatore!

Commenti (11)

  • Elle

    Elle

    31 Ottobre 2016 at 11:29 |
    Le fave non mi sono mai piaciute, quindi le tolgo da questa ricetta che per il resto mi fa venire l'acquolina in bocca. Le zuppe e la pasta cremosa, hai ragione, anche la pasta cremosa è ottima in questo periodo, mentre col caldo si tende a voler vedere gli ingredienti ben separati fra loro ahaha :D

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      02 Novembre 2016 at 11:57 |
      Puoi traquillamente sostituirle con le lenticchie rosse decorticate che fanno sempre una bella cremina!

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    31 Ottobre 2016 at 11:48 |
    Che piatto gustoso, adoro i condimenti avvolgenti, leggeri e appaganti. Complimenti :

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      02 Novembre 2016 at 11:58 |
      :-) Grazie!

      Rispondi

  • Valentina

    Valentina

    31 Ottobre 2016 at 18:56 |
    Mai sentito parlare delle fave piccole. Mi incuriosiscono!! Ed è una fantastica notizia sapere che avete scovato un produttore italiano di semi di girasole bio...non è che mi daresti il contatto? Potrebbe interessarci per il nostro G.A.S.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      02 Novembre 2016 at 12:01 |
      Neppure io le conoscevo prima di trovarle da questo produttore! Ti lascio volentieri il contatto, sono Torre Colombaia, umbri e bio, hanno un sacco di prodotti interessanti, i semi e l'olio di girasole, i semi e l'olio di lino, il miglio e molti legumi: http://www.torrecolombaia.it/personnel/prodotti/

      Rispondi

  • Consuelo

    Consuelo

    01 Novembre 2016 at 18:41 |
    Davvero una golosissima proposta, ben bilanciata e nutriente, grazie ^_^

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      02 Novembre 2016 at 12:03 |
      Grazie a te!

      Rispondi

  • Elle

    Elle

    02 Novembre 2016 at 14:12 |
    Ah, bene, grazie :)

    Rispondi

  • cristiana

    cristiana

    03 Novembre 2016 at 11:16 |
    Questa pasta ha davvero l'aspetto di una coccola! Seguirò il consiglio che hai dato a Elle, non per gusto (adoro le fave!) ma per disponibilità di dispensa, e la cucino forse proprio oggi!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      03 Novembre 2016 at 21:49 |
      Allora fammi sapere se vi è piaciuta!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy