in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Ritorno a Jore

on Martedì, 30 Settembre 2014. Posted in montagna

Ritorno a Jore

Breve pausa per me e per il blog: finalmente siamo riusciti a concederci un po' di giorni in montagna, la prima volta per il piccolo Lorenzo che ha apprezzato molto dormendo tantissimo e un gradito ritorno per noi adulti e per le bimbe che da un po' chiedevano quando ci saremmo andati. Questo primo week end autunnale baciato dal sole più che la maggior parte delle giornate estive è stato proprio una scelta indovinata che ci ha permesso di rilassarci sufficientemente e di fare delle piccole passeggiate non impegnative visto l'accompagnamento di 3 bimbi di diverse età. Può sembrare impossibile, ma volendo si riesce, a patto però di avere un buon grado di elasticità e di voglia di venire a compromessi, senza impuntarsi di voler fare di più e scegliendo percorsi facili e noti. Quindi rieccomi finalmente a parlarvi una delle mie grandi passioni, ovvero la montagna e le conseguenti escursioni.

DSCF1643-gdE' stato questo il caso della passeggiata a Jore di domenica, ci eravamo già stati più volte, l'ultima con Alice di 3 anni e mezzo ed Elena piccolina in spalla. Stavolta il nostro assetto è stato il seguente:

- Lorenzo in fascia lunga davanti con me

- Elena in parte a piedi in parte in spalla sul mei tai con Marco

- Alice autonoma a piedi

- zaino portato da Marco e a turno da me o da lui se Elena era in mei tai.

Logico che i tempi anche per una passeggiata non lunga come questa che usualmente si percorre in poco più di mezz'ora (tempi di due adulti allenati - solo salita), si dilatano arrivando all'ora e un quarto circa, compresa una pausa allattamento, soste varie per osservare piante, uccelli, fiori, funghi, panorami, raccogliere (e gustare) gli ultimi lamponi, rinfrescarsi nelle fontane e fotografare.

Questa volta abbiamo deciso di fare un percorso ad anello in modo da rendere più vario il percorso (scelta questa che vi consiglio caldamente quando avete a che fare con i bimbi). I tempi per il rientro sono più o meno gli stessi, sempre comprese le numerose pause.

DSCF1654-gd

Partenza anche stavolta da Sappade, incantevole paesino sopra Falcade, accessibile seguendo le indicazioni per località Marmolada, stradina che si stacca a destra provenendo da Cencenighe.

DSCF1632-gd

Attraversato il paese, si trovano le indicazioni per il sentiero 692 per Forca Rossa.

DSCF1633

Il sentiero parte ben ripido, per poi appianarsi entro breve, in corrispondenza di un bel punto panoramico.

DSCF1638

Prosegue in leggera salita, curvando per passare dalla parte opposta della valle. Quasi alla fine si incontra un bivio con una strada sterrata a destra che scende nella suddetta valle e che sarà il nostro percorso al rientro. Invece proseguiamo diritti, passiamo la bella fontana e arriviamo a Jore accolti da un bel sole.

DSCF1655-gd

Il bel pic-nic (con questo bel pagnottone di farro sfornato il giorno prima)

DSCF1666

permette a grandi e piccoli di rilassarsi

DSCF1661-gd

preparando anche un bel piatto di "gnocchi grandi con funghi, erbette ed erba aglina"...

DSCF1682-gd

Si riprende la strada per il rientro ripercorrendo per un tratto il sentiero fino al suddetto bivio e prendendo la discesa con indicazioni per Tegosa.

DSCF1717-gd

Si scende velocemente fino a trovare un altro bivio in corrispondenza di una fontana con indicazioni per Sappade. Il sentiero si addentra nel bosco fino a sbucare in altro bivio. Si prende ancora il sentiero a destra (privo di indicazioni, ma con freccia arancione su un masso). Lungo questo ultimo tratto si incontra una bella panca con fontana,

DSCF1720-gd

poi una panca più rustica

DSCF1724-gd

e un rudere di fienile in località "Le Valli", un crocifisso e infine si sbuca su un bel prato che ci riporta a Sappade.

DSCF1729-gd DSCF1732-gd

DSCF1712

Lungo la strada ho raccolto questa bella varietà di profumatissima maggiorana selvatica che ho usato per insaporire una spadellata di tofu con peperoni e piselli che è stata la nostra cena.

Commenti (10)

  • Roberta

    Roberta

    30 Settembre 2014 at 12:03 |
    Che spettacolo! Grazie per la condivisione! Sono al lavoro e assaporo i profumi del bosco, dei funghi, dei fiori nei prati, sento l'umidità lieve sulla pelle... cosa dire di questi panorami... vien quasi da piangere di gioia!

    Che pane bellissimo, non mi vengono più i buchi così grandi... aiuto a cosa potrà essere dovuto, secondo te? La nostra Terza Acida l'ho creata con farina 0 H2O 1 cucchiaio di miele e 1 cucchiaio di olio EVO, ora ha più di 1 anno e ormai è passata dall'essere totalmente di farina integrale, ad oggi è alimentata con farina tipo2 sempre prodotti bio... secondo te sbaglio qualche cosa?
    Grazie mille!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Settembre 2014 at 15:10 |
      Non penso che dipenda dalla tua madre se lavora bene: raddoppia in 4 ore circa dopo il rinfresco? Che ricetta segui per il pane? con che idratazione? Fai le pieghe?

      Rispondi

      • Roberta

        Roberta

        30 Settembre 2014 at 15:48 |
        Cara Daria, credo che la mia PM sia proprio molto brava raddoppia in circa 4 ore. Io preparo una biga la sera prima con 40g circa di PM 160g di H2O e 200g di farina 0+ un cucchiaino di zucch canna.
        Il mattino successivo aggiungo alla biga:400g farina di farro (per esempio)+200 di H2O+20g olio EVO e zucchero di canna.
        Faccio lievitare 5h poi faccio un giro di 3 pieghe, faccio lievitare 2-3h e inforno a 250° x 10 minuti, abbasso a 200° e continuo x circa 30 minuti...
        Scusa se ti tedio tanto ma ho proprio bisogno di confrontarmi con qualche esperta.
        Per te è un impasto troppo idratato?

        Rispondi

        • Daria

          Daria

          30 Settembre 2014 at 21:36 |
          No assolutamente non è troppo idratato anzi... io in proporzione metto meno farina, o più acqua. Per esempio con 400 gr di farina metto 250 gr di acqua circa.

          Rispondi

  • MICHELA

    MICHELA

    30 Settembre 2014 at 12:11 |
    Che bel post! Che posti incantevoli!! Quanto vorrei visitarli e farli vedere a mio figlio e a mio marito!

    Daria, per cortesia, mi spieghi cos'è un "percorso ad anello"?!

    Un abbraccio

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Settembre 2014 at 15:16 |
      Ciao carissima, un percorso si definisce ad anello quando compie un giro a cerchio senza bisogno di ripercorrere la stessa strada per tornare alla partenza, come appunto in questo caso in cui il percorso di andata e quello di ritorno erano diversi. Quando farete un giro sulle Dolomiti, vi accompagniamo volentieri a Jore, sono certa che vi piacerà!

      Rispondi

  • Emanuela

    Emanuela

    30 Settembre 2014 at 13:15 |
    Che bei paesaggi! La montagna adesso ( e sempre!) con i suoi colori e' splendida! Brava brava...ogni tanto bisogna staccare la spina :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Settembre 2014 at 15:19 |
      Adoro l'autunno, in montagna in particolar modo, un periodo perfetto per staccare e ricominciare!

      Rispondi

  • MARI

    MARI

    30 Settembre 2014 at 13:50 |
    Che bei posti! la natura sa sempre regalare momenti di puro relax, basta saperla godere al meglio: e tu ci sei riuscita benissimo, attorniata dalla tua bella famiglia! Rigenerata? credo proprio di si!
    ma SAPPADE è SAPPADA prov. di Belluno? Ho trascorso tutta un'estate da bambina a CAMPITELLO nelle vicinanze di Sappada: perchè dovevo guarire dalla pertosse e ci voleva l'aria buona: e li c'era a volontà!! :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Settembre 2014 at 15:21 |
      Conosco Sappada, luogo di un bellissimo campo scuola a cui ho partecipato da ragazzina, è un po' più a nord rispetto alla piccola località da cui si parte per questa escursione, si tratta di una frazione di Falcade nell'agordino.

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy