in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Dolce pesca

on Lunedì, 01 Settembre 2014. Posted in cucina

Dolce pesca

Sempre più spesso mi capita di venir presa dalla voglia di dolce, ma non di torta cotta, bensì di un dolcetto con tutto il gusto della frutta, un dolce raw: il loro sapore è inimitabile, fresco, dolce e golosissimo e sono anche facilissimi da realizzare... però stavolta avevo in mente di usare un metodo per fare la farcitura che ho imparato dalla bravissima Felicia, ovvero l'aggiunta dell'agar agar scaldato sulla frutta cruda per addensarla. Come lei non so se il metodo possa essere considerato crudista, ma è certamente un buon metodo dal risultato assicurato e che garantisce tutto il gusto della frutta cruda. Vi assicuro che una volta provato vien voglia di ripeterlo con qualunque frutta o verdura!

 

 

 

Questo dolcetto è stato decisamente apprezzato in casa sia da Marco, ma anche da Elena che adora le pesche e l'uvetta. A noi con la ricetta!

Ingredienti (per una tortiera piccola diametro 17 cm):

  • 110 gr di uvetta del commercio equo
  • 200 gr di noci dell'Amoazzonia del commercio equo
  • 2 pesche
  • 2 cucchiai di sciroppo d'agave
  • 1 cucchiaino raso di agar agar in polvere
  • 100 ml di acqua

Preparazione:

Per prima cosa tritare grossolanamente le noci del'Amazzonia e metterne 150 gr in un robot da cucina con l'uvetta (tenere da parte i restanti 50 gr). Azionare e tritare fino ad avere un composto grumoso e appiccicoso da stendere sulla base della teglia a cerniera foderata di carta forno. Mettere in frigo e nel frattempo preparare la farcitura. Frullare in modo da ottenere una farina le restanti noci del'amazzonia (50 gr). Sbucciare le pesche, tagliarle a pezzi e frullarle con le noci. Assaggiare e secondo il proprio gusto aggiustare con un paio di cucchiai di sciroppo di agave. Mettere 100 ml di acqua in un pentolino, aggiungere l'agar agar mescolando bene in modo da non avere grumi. Metterlo sul fuoco e scaldarlo finchè non sparirà il profumo di mare. A questo punto aggiungerlo alla frutta frullata. Mescolare molto bene e versare il composto sulla base preparata precedentemente.

DSCF0597

Raffreddandosi si addenserà creando una sorta di mousse. Quando sarà freddo riporre in frigorifero fino al momento di servire. Aprite e togliete la cerniera. Con l'aiuto della carta forno spostate su un piatto il dolce.

DSCF0714

Sono sicura che vi piacerà. Certamente da provare anche con altra frutta, penso venga altrettanto bene!

Questa ricetta partecipa alla raccolta di ricette del 100% vegetal monday proposto dalla Capra: chiunque può partecipare, proponete anche voi le vostre ricette veg ogni lunedì!

100-veg-monday

 

 

Commenti (16)

  • Alice

    Alice

    01 Settembre 2014 at 13:43 |
    Oh si mi piace, mi piace tantissimo...ricorda una sorta di cheesecake fredda, ma è tutta sana bontà della frutta!!! Da provare quanto prima!!! Grazie per la condivisione di questa fantastica ricetta, un abbraccio :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      01 Settembre 2014 at 14:20 |
      Infatti l'estetica è quella, ma il gusto è davvero sorprendente, tra l'altro le noci dell'Amazzonia si abbinano benissimo con le pesche

      Rispondi

  • erica-semplicementeoggi

    erica-semplicementeoggi

    01 Settembre 2014 at 15:20 |
    Ricetta molto molto interessante, una volta ho preparato una base simile con i fiocchi di cereali e uvetta ammollati in un pochino d'acqua. IN casa mia per farlo mangiare i bimbi secondo me devo aggiungere un po' di cioccolata, con quella riesco a fargli tutto ;-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      01 Settembre 2014 at 22:26 |
      Ciao Erica, nella base puoi tranquillamente aggiungere un cucchiaio di cacao in polvere che darà il gusto cioccolatoso, in alcune torte raw lo faccio e ne basta proprio poco. La parte sopra invece va gustata al naturale, vedrai che gli piacerà, è golosissima... Ah, puoi anche farla tipo budinetto o tortina monoporzione!

      Rispondi

  • Manuela

    Manuela

    01 Settembre 2014 at 18:29 |
    Frutta secca e frutta fresca: una meraviglia! La voglio/devo assolutamente provare!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      01 Settembre 2014 at 22:27 |
      Farla è un attimo... vedrai che il metodo ti conquisterà!

      Rispondi

  • Shane

    Shane

    01 Settembre 2014 at 19:50 |
    Ciao Daria! Wow questa torta è fantastica! Bellissima! Copio subito la ricetta! Ti auguro una buona serata!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      01 Settembre 2014 at 22:27 |
      Ciao Shane, fammi sapere se la provi! Buona serata a te!

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    02 Settembre 2014 at 05:28 |
    Assolutamente impossibile resistere!!!!!! considerando che sto facendo colazione con un numero imprecisato di pesche (comprate in abbodanza in Romagna...) non posso proprio resistere ad una fetta di Dolce pesca, invitante, goloso, bellissimo!!!! Sono felice di aver condiviso questo metodo di addensare la frutta, è facile, comodo e da ottimi risultati.... il tuo dolce lo dimostra, sano e buono :-D

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      02 Settembre 2014 at 16:43 |
      Grazie a te cara Felicia per tutte le dritte che dai!

      Rispondi

  • Emanuela

    Emanuela

    02 Settembre 2014 at 14:03 |
    Fatta anche questa! Mi e' piaciuta appena l'ho vista! Non vedo l'ora che sia pronta!!!

    Rispondi

  • Emanuela

    Emanuela

    03 Settembre 2014 at 09:39 |
    La temperatura di stamattina (18°) non era delle migliori per un dolcetto così, ma io me lo son mangiato lo stesso! Unico neo: ho messo 3 cucchiai di agave anziche' 2, quindi devo aver sballato la consistenza della crema, non e' molto molto solida :) pero' buonissima!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      03 Settembre 2014 at 15:20 |
      Mi fa piacere che sia piaciuto, l'avevi lasciato un po' a raffreddare in frigo prima di tagliarlo?

      Rispondi

  • EMANUELA

    EMANUELA

    03 Settembre 2014 at 22:04 |
    Si si e' rimasta in frigo tutta la notte, o forse il cucchiaino di agar agar era "troppo" raso!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      03 Settembre 2014 at 22:07 |
      Può essere... la prossima volta provo a pesare il cucchiaino e le pesche

      Rispondi

  • Emanuela

    Emanuela

    05 Settembre 2014 at 17:52 |
    Ma no, non serve! La prossima volta lo rifaccio e ne metto un pochino di piu'

    Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy