in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Girelle cocco-fragola (raw) per i 4 anni di GocceD'aria e tre libri in regalo

on Sabato, 06 Giugno 2015. Posted in un po' di me, cucina

Girelle cocco-fragola (raw) per i 4 anni di GocceD'aria e tre libri in regalo

Un altro dolce direte! Ma stavolta l'occasione c'è, ed è il 4° compleanno di GocceD'aria. Sapete che mi piace festeggiare in compagnia, quindi anche stavolta ho deciso di farvi un regalo doppio: per prima cosa la ricetta delle girelle che vedete qui sopra e poi anche stavolta vi voglio regalare qualche libro dalla mia biblioteca. Se vi va di partecipare basterà che lasciate qui sotto un commento in cui mi raccontate la cosa che vi più vi ha spronato ad intraprendere un cambiamento verso la decrescita e l'autoproduzione, per chi ha un blog volendo anche con un post linkato nei commenti. Avete tempo fino a domenica 28, nei giorni seguenti le birbe estrarranno i vincitori dei tre libri.

I libri che vi regalo sono:

  • I mostri nel mio frigorifero - cosa si nasconde dentro merendine, piatti pronti, salumi, bibite, yogurt, sughi... di Stefania Cecchetti ed. Terre di mezzo
  • Label questioni di etichetta - l'evoluzione della spesa dal consumatore all'uomo sapiens di Massimo Donati e Alessandra Nocilla da un'idea di David Marchiori
  • Genitori con il cuore - i bambini si comportano così come vengono trattati di Jan Hunt ed. Il leone Verde

Lasciate nel commento anche il titolo del libro che vi interessa di più. Mi raccomando partecipate numerosi!

Ma veniamo alla ricetta delle girelle!

Ingredienti:

per la sfoglia di fragole e mele:

  • mezzo kg di fragole mature
  • 1 mela

per il ripieno:

  • 50 gr di cocco in scaglie essiccato bio del commercio equo
  • 50 gr di burro di cacao crudo bio
  • 50 gr di mandorle bio non pelate
  • 20 gr di sciroppo di agave

Preparazione:

Per prima cosa preparate la sfoglia, potete anche farlo in anticipo perchè dura moltissimo. In parica ho usato una sfoglia dei condizon di cui vi parlavo nel post di martedì. Basterà semplicemente frullare le fragole assieme alla mela, stendere il liquido su carta forno e metterla ad essiccare nell'essicatore con programma P3 finchè sarà completamente asciutta. Staccarla dal foglio e metterla da parte.

Quando vorrete fare il dolce (mi raccomando tenete nel frattempo la sfoglia nascosta perchè potrebbe essere vittima di qualche goloso incursore ;-) ), frullate le mandorle in modo da ridurle in farina, mescolatele al cocco, aggiungete lo sciroppo d'agave e il burro di cacao sciolto al sole (con questo caldo basteranno pochi minuti su un davanzale soleggiato nel pomeriggio) o a bagno maria. Mescolate bene, otterrete un composto sbriccioloso che stenderete sulla sfoglia di fragole.

DSCF7152 gd

Arrotolate la sfoglia e riponetela a solidificare in frigorifero per qualche ora. Tagliate poi a fette di un cm di spessore. Ecco pronti i vostri golosissimi dolcetti!

Io li rifarò di certo per il prossimo compleanno di Lorenzo su grande richiesta di Elena!

E ora tocca a voi!

Commenti (36)

  • CHIARA

    CHIARA

    06 Giugno 2015 at 10:13 |
    Cara Daria, forse è la prima volta che mi pongo la domanda :-)
    Credo che sia stato tutto molto fluido... Più di un anno fa... la voglia di fare, di fare qualcosa, qualcosa di nuovo, per me e la mia famiglia... Qualcosa da imparare da zero... E ALLORA PROVIAMO!
    Esperimenti che una volta riusciti (ma anche no) ti rimangono nel cuore, negli occhi, nei sensi... E NON TORNI INDIETRO!
    Parole chiave: CONOSCENZA, CONSAPEVOLEZZA, UMILTA', SEMPLICITA', CURIOSITA'.
    E poi la CONDIVISIONE con persone che credono nella decrescita felice, vicine o lontane.
    Il mio preferito: LABEL, QUESTIONI DI ETICHETTA (performance teatrale brillante).
    AUGURI PER QUESTI 4 ANNI!!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      06 Giugno 2015 at 21:41 |
      Grazie per gli auguri! Son felice che i commenti si aprano con le tue belle parole, si penso che la curiosità e la voglia di mettersi in gioco siano determinanti!

      Rispondi

  • Giulia Casari

    Giulia Casari

    06 Giugno 2015 at 23:55 |
    Ciao Daria! Innanzitutto buon compleanno al tuo bellissimo blog che mi da moltissima ispirazione e aspirazione....auto produrre quanto fai tu è ancora distante dalla mia routine, ma ci provo ogni giorno!
    La mia esperienza è cominciata con la gravidanza, la voglia di dare il meglio a mio figlio, il bisogno di proteggerlo da tutto ciò che può recargli danno, sia per lui che per la mia famiglia. Inoltre l'orgoglio di auto produrre detersivi, polpette, pane ecc..non ha prezzo!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      07 Giugno 2015 at 14:41 |
      Oh, si penso che per molte mamme la gravidanza e la successiva vita con un piccolo in crescita sia uno stimolo a cambiare rotta!

      Rispondi

  • Annalisa

    Annalisa

    07 Giugno 2015 at 16:06 |
    Auguriiiii!! Che emozione! Ti ammiro tanto per la costanza con cui decidi di aprire le porte del tuo mondo e sono sicura che è utilissimo a tanti.
    Inizio con il commentare qui, temendo poi di non arrivare più :-) Difficile trovare un primum movens, forse il fatto stesso di aver condiviso con la Terra ore e ore di contatto, fin da piccola, per quanto in una situazione per nulla idilliaca.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      07 Giugno 2015 at 22:15 |
      Bentrovata cara, che piacere! Secondo me nel tuo caso eri predestinata! ;-)

      Rispondi

  • Jennifer Muzzioli

    Jennifer Muzzioli

    07 Giugno 2015 at 18:16 |
    Ciao Daria, questo invece per mei è il terzo compleanno da lettrice del blog e sicuramente ne festeggeremo altri insieme. Non ho mai commentato nulla ma questa volta ho deciso di scrivere anche io!
    Mi sono avvicinata all'autoproduzione con una strada un po in salita, ma le mie bimbe mi hanno dato la motivazione che ci vuole!
    Facciamo parte di un gas, e questo mi ha motivato ancora di più in quanto ho capito di non essere " l'unica in zona" con la voce fuori dal coro (i perché di queste scelte li sappiamo benissimo).
    Solo la mente di una madre può pensare a grandi cambiamenti!
    Grazie per le grandissime idee che ci regali!
    Buon compleblog!
    Jennifer

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      07 Giugno 2015 at 22:17 |
      Grazie Jennifer, son contenta che stavolta tu sia uscita allo scoperto e di condividere con te alcune scelte "fuori dal coro". A presto!

      Rispondi

  • Giulia

    Giulia

    08 Giugno 2015 at 11:51 |
    Cara Daria, anche io sono una lettrice silenziosa ma prendo spesso spunto o ispirazione dal tuo blog,....prima di tutto tanti auguri per dare il tuo contributo in modo orginale e creativo.....anche io non saprei dire quando di preciso ho iniziato a praticare la decrescita e l'autoproduzione, forse da piccola! mi è sempre piaciuto fare cose con le mie mani invece di comprarle gia belle e fatte...ora poi sono diventata vegana da circa 3 anni e questo è stato un ulteriore incentivo a fare da me.....mi dedico all'autoproduzione di saponi, detergenti, creme oltre che di cibo per la mia famiglia, faccio l'orto, stamattina ho passato 3 ore a raccogliere e sgranare piselli ma è un tempo felice, passato a fare le cose che amo!
    Per il libro anche io preferirei Label...
    Un grande abbraccio e continua così con questo entusiasmo e passione....

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Giugno 2015 at 15:25 |
      Ciao Giulia, che bel percorso! Piacere di scoprirti!

      Rispondi

  • millil

    millil

    08 Giugno 2015 at 12:23 |
    Ciao e auguri!!

    Ti seguo da un paio di anni, forse qualcosina in più, da quando con lo svezzamento di mio figlio ho iniziato ad interessarmi all'autoproduzione...
    Grazie di condividere con noi la tua esperienza (se da 2 anni uso la mia pasta madre è anche colpa tua :D )!

    PS scusa, ho lasciato un altro commento identico ma compare la mia mail, potresti eliminarlo per favore ? grazie

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Giugno 2015 at 15:25 |
      Ciao Millil, la pasta madre diventa una sorta di "droga"! ;-)

      Rispondi

      • millil

        millil

        08 Giugno 2015 at 15:32 |
        Hai ragione!! Lo è l'auto produzione in generale, l'anno scorso ho iniziato anche a fare sapone e non ne esco più :D
        E marmellate, conserve...

        Rispondi

  • cristiana

    cristiana

    08 Giugno 2015 at 15:37 |
    Sono in ritardo sono in ritardo!!! Buon compleanno blog! Ogni anno hai delle iniziative carine, interessanti e stimolanti! Ci provo a partecipare con un post, l'argomento mi entusiasma :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Giugno 2015 at 16:09 |
      E io ti aspetto volentieri! A presto!

      Rispondi

  • labalenavolante

    labalenavolante

    09 Giugno 2015 at 11:18 |
    Ciao Daria, AUGURI per questi 4 anni e complimenti per la ricetta.. che mi fa ancor più desiderare l'essiccatore :-))) forse ci siamo quasi, visto che tra pochi giorni è il mio compleanno e l'ho chiesto a gran voce!!
    Per me l'autoproduzione ha avuto inizio soprattutto quando ho iniziato a leggere le etichette dei prodotti che mettevo nel carrello... e rendermi conto di quanti 'mostri' avevo nel frigo e in dispensa, senza nemmeno essermene mai resa conto! Tutto è coinciso con la scelta di diventare vegan, che mi ha portato a una sempre maggior voglia di andare oltre il bordo del mio piatto. L'autoproduzione ha preso via via piede, ed è diventata sempre più una necessità quando un anno fa ho deciso di eliminare anche il glutine. Se prima era un fatto occasionale, ora fa parte integrante della mia quotidianità, una sfida con me stessa, ogni giorno, verso un maggiore benessere e indipendenza ;-)
    piesse: Il libro dei mostri..!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      09 Giugno 2015 at 11:58 |
      Sarebbe proprio un bel regalo di compleanno e sono certa che tu lo sapresti sfruttare al meglio!

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    09 Giugno 2015 at 16:22 |
    Carissima, che bel post riesci ad essere sempre stimolante! Per me è difficile datare in maniera corretta l'inizio del cambiamento, la mia assomiglia sempre più ad un'evoluzione lenta ma incisiva. Iniziammo con la nascita di Carlo pensando che uno svezzamento più accurato insegnasse anche a lui, sin da piccolo i gusti reali dei cibi. La mia passione per la cucina semplice mi ha portato all'autoproduzione sempre in campo culinario, all'attenzione ai cibi comprati al supermercato, poi il GAS, poi ...poi la gravidanza fallita mi ha reso ancor più consapevole e desiderosa di diventare artefice della mia vita. Ho letto diversi libri, conosciuto blogger veramente interessanti ed altamente preparate che mi rendono sempre più consapevole. La mia è un'evoluzione che mi fa stare bene, accetto il cambiamento con serenità e adoro condividerlo con gli altri e con voi.
    Un abbraccio forte

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      09 Giugno 2015 at 21:54 |
      Ciao Roberta, ti aspettavo, lo sai, vero? Grazie per la tua testimonianza!

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    09 Giugno 2015 at 22:04 |
    Non potevo mancare Daria tu sei sempre così attenta puntuale e tanto cara... ti sono proprio grata. Ringrazio il fato di avermi messo sulla tua strada.
    Buonanotte!

    Rispondi

  • Marita

    Marita

    15 Giugno 2015 at 14:45 |
    Ciao Daria, partecipo con il mio commento a questo post soprattutto per ringraziarti. Il tuo blog da qualche anno mi fa compagnia, mi stimola, mi incuriosisce, mi sprona a continuare in questo cammino di consapevolezza. Da quando è iniziato? Non saprei: sicuramente la nascita dei miei figli ha contribuito non poco per farmi capire meglio quali siano le cose per me davvero importanti. Guardare al loro, e al mio futuro, con occhi diversi, ha anche permesso di riconciliarmi con il mio passato, recuperando alcune tradizioni contadine della mia infanzia, che davo per scontate e che alle volte mi stavano strette, e che ora trovo così belle ed importanti. Grazie ancora e buon compleanno Goccedaria!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Giugno 2015 at 22:42 |
      Grazie a te Marita per avere commentato ed esserti fatta conoscere!

      Rispondi

  • erica-semplicementeoggi

    erica-semplicementeoggi

    16 Giugno 2015 at 12:28 |
    Auguri anche al tuo blog!!
    Ecco allora cos ami ha spinto nella autoproduzione e decrescita?
    Dicviamo che non c'è prorio qualcosa, forse l'essere diventata mamma e d è un percorso che sto facendo con loro e con mio marito che non essendo italiano è cresciuto più spartano nella semplicità. Non è che pautioproduco chissà cosa, ma qualcosina nel mio piccolo ci provo :-) ti ammiro molto e ti seguò prendendo spunti .
    ah si ed il libro, "i mostri del frigorifero"

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Giugno 2015 at 15:06 |
      Mi sembra che "il tuo piccolo" non sia poi così poco, anzi!

      Rispondi

  • Ely

    Ely

    17 Giugno 2015 at 09:25 |
    Buon compleanno al tuo bellissimo blog! spero che continuerai così all'infinito sei sempre piena di iniziative bellissime ed interessanti. La mia strada verso l'autoproduzione è ancora all'inizio ma documentandomi sempre di più su quello che ci " fanno" mangiare sono sempre più dell'idea che bisogna davvero tornare alle origini e fare da se tutto quanto è possibile! io ad esempio ho iniziato con la mia pasta madre...! per quanto riguarda i libro direi "i mostri del frigorifero". grazie ancora Daria per tutto ciò che condividi!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Giugno 2015 at 10:29 |
      Grazie Ely, mi sembra che tu sia decisamente sulla buona strada fra pasta madre e orto!

      Rispondi

  • Lily

    Lily

    18 Giugno 2015 at 21:36 |
    Buon quarto compleanno al tuo blog Daria, la mia strada verso l'autoproduzione, il mangiare naturale come dico io è iniziato con la nascita del primo figlio 7 anni fa o meglio lui ha risvegliato qualcosa che era in letargo da un po' ovvero la base parte dalla mia infanzia quando quella che autoproduceva tutto era mia mamma. E ora io sperimento provo e influenzo mia mamma che ha ripreso la sua autoproduzione. i libri mi incuriosiscono tutti e 3!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      19 Giugno 2015 at 16:04 |
      Uh, che bello questo riappropriarsi di competenze e abilità!

      Rispondi

  • Junko

    Junko

    19 Giugno 2015 at 22:38 |
    Daria, anch'io sono una lettrice silenziosa ma al tuo appello non ho potuto resistere: essendo cresciuta in Germania il discorso del riciclo, del usare le cose finché sono buone e curarle l'ho sempre vissuto, soprattutto in casa mia. Poi però venendo in Italia per amore ho scoperto anche i contrario e sentivo sempre un senso di disagio, perciò nel mio piccolo ho coltivato quello appreso prima. Ma ora come non mai prima sono proprio nella fase di transizione profonda, stimolata soprattutto dai miei tre figli e cinque anni fa da un disagio di salute che ho risolto con il cambiamento totale di alimentazione e da lì è scattato l'ultimo stimolo decisivo. Autoproduzione e distaccamento, disintossicazione dalle cose più superflue per la mente, il corpo e la casa, con lo scopo di fare del bene a chi mi sta vicino e lontano, a madre natura e a me stessa. E sto vedendo che non sono più sola, l'unica "pecora nera" (spunto dalla cuoca ecozoica MaVi), stramba, quella forestiera etc., ma che soprattutto le donne si stanno muovendo in questa direzione. Che altro da dire: Bella ricetta, la farò mai???Non ho l'essiccatore....:-( Continua così, Daria! Continuiamo così! Continuo così, che non voglio torna più in dietro! Auguroni!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      22 Giugno 2015 at 10:39 |
      Ciao Junko, grazie per il tuo racconto così intimo! Ah, non mi hai detto quale libro preferiresti...

      Rispondi

    • Junko

      Junko

      29 Giugno 2015 at 14:20 |
      Scusami, tornati dal mare oggi ho visto soltanto adesso la tua richiesta del libro. Ti dirò mi interessano tutti i tre perciò se dovessi aver al fortuna scegliete voi. Domanda a te come mamma: come fai quando vai fuori con i bimbi, a mangiare? Loro sono curiosi di assaggiare comunque gli alimenti stra-lavorati, magari di origine animali o non sono attratti proprio? Gli fai assaggiare tutto poi? Insomma come vi regolate fuori dalla vostra cucina?

      Rispondi

      • Daria

        Daria

        29 Giugno 2015 at 17:32 |
        Grazie della precisazione. Quando siamo in giro solitamente lascio le bimbe libere di scegliere cosa mangiare. Diciamo che se siamo in contesti tipo i compleanni degli amici, Alice, la più grande, si sa regolare da sola, non ama i dolci e non li sceglie, al massimo assaggia poche cose, carni e similari non la attraggono, per nulla, quindi su questo non ho problemi. Elena invece è decisamente più golosa, tendo a lasciare libera anche lei in questi contesti, a meno che non esageri, allora le metto un freno. Anche lei non è attratta da ingredienti animali, più facilmente dai dolci o dalle patatine. Quando usciamo a cena invece di base scegliamo posti in cui sia possibile mangiare veg, loro vedono quello che mangiamo noi e si adeguano, per ora non chiedono altro, anche se a tavola ci sono altri commensali onnivori, non sono incuriosite. Idem a casa di parenti o amici, se noi io non mangio qualcosa loro mi seguono e non la mangiano a loro volta. Spesso mi chiedono che ingredienti cci sono e in qualche caso hanno chiesto di assaggiare per poi non gradire. Sono comunque dell'idea che le imposizioni siano controproducenti in questi casi.

        Rispondi

        • Junko

          Junko

          30 Giugno 2015 at 12:28 |
          I miei due più grandi sanno il perché della nostra scelta alimentare, la piccolina (4anni) però è golosissima pur essendo quella vegana dalla nascita, diciamo. Non vorrei essere controproducente ma se poi è così attratta da carne e derivati che faccio? Non posso concedere più e lì divento la cattiva della situazione. Non so se mi spiego. Lei dice perché in compagnia di "onnivori" sì e a casa no? Allora cerca da chi sa avere quelle cose lì (cibo spazzatura etc.). E finisce in discussioni e capricci. Lo so, nessuno ha detto che è facile...vedremo come andrà avanti....Grazie della tua condivisione di esperienza! Sempre importante per me sapere di non essere sola controcorrente.

          Rispondi

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    20 Giugno 2015 at 01:05 |
    Tantissimi auguri al tuo interessantissimo ed utilissimo blog!
    I tuoi post mi regalano sempre tanti consigli, ottime e golose ricette e letture molto piacevoli.... da essi traspare la bella persona che sei!
    Il mio cambiamento verso la decrescita e l'autoproduzione è coinciso con la scelta di diventare vegan, sei anni fa....è in quel momento che ho cominciato ad informarmi, a leggere le etichette e scoprire quante porcherie ci sono nei cosmetici, nei detersivi e anche in tanti cibi che si acquistano. Così ho cominciato a fare in casa qualche detersivo, qualche cosmetico, poi i saponi....l'esperienza è stata sempre più soddisfacente e non mi sono più fermata! Ora sono assolutamente convinta che l'unico modo per "salvarci" (in molti sensi) sia adottare uno stile di vita sobrio e sostenibile che passa necessariamente attraverso una consapevole decrescita e l'autoproduzione di tutto ciò che è possibile. Inoltre la soddisfazione nel prodursi il proprio cibo, i detersivi, i prodotti cosmetici, ecc. è impagabile!
    Il libro che preferisco è Label.
    Grazie, buonanotte
    Serena

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      22 Giugno 2015 at 10:40 |
      Assolutamente d'accordo con le tue riflessioni Serena!

      Rispondi

  • Ale

    Ale

    03 Luglio 2015 at 19:33 |
    Ecco, in ritardo lo so, buon blog-compleanno!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy