in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Insalatini di rape rosa con kombu e shoyu

on Giovedì, 14 Maggio 2015. Posted in libri, cucina

Insalatini di rape rosa con kombu e shoyu

Continuano i lavori nell'orto, che in questo periodo assorbe la maggior parte del nostro "tempo libero": ogni momento è buono per uscire a sistemare qualcosa e da fare ce n'è sempre!

DSCF6668 gd

nuovo piccolo aiutante!

Attualmente siamo finalmente riusciti a completare quasi del tutto i trapianti delle piante estive: pomodori, peperoni, melanzane, cetrioli, rape (sia quelle seminate che trapiantate), biete di vario tipo, cavoli capucci, sedano, porri, zucchine. Stavolta non abbiamo avuto grossi problemi con lumache o limacce, complice il clima decisamente più secco rispetto allo scorso anno e la presenza di tanti piccoli predatori fra cui il riccio, il cuculo, le gazze che ci danno una bella mano a controllare l'avanzata delle piccole divoratrici, solo due o tre piantine sono state rosicchiate.

DSCF6700

piantina di fagioli borlotti piantata da Alice a scuola

Fra le cose che invece sono pronte o quasi ci sono i piselli che in un paio di settimane dovrebbero essere raccoglibili, le fave e il buonissimo crescione che stiamo già consumando: lo conoscete?

DSCF6657

Per noi è stata una bella scoperta di quest'anno, ci piace sia crudo che cotto! Spero di avere modo di proporvi qualche ricetta che lo veda protagonista! Oggi invece abbiamo delle vanitose protagoniste rosa: guardate che meraviglia queste rape!

DSCF6565 gd

Stavolta non sono del nostro orto, bensì dell'orto del nostro mitico fornitore gas. Qui le vedete appena raccolte con le loro foglie (assolutamente da usare, io le provate in una zuppa, saltate in padella con l'aglio, in un pesto che magari vi lascerò prossimamente... si, lo so, non ci sto dietro con la pubblicazione delle ricette...) e poi appena lavate in tutta la loro rosa beltà!

DSCF6569

Inutile che vi dica che sono deliziose oltre che bellissime, hanno un gusto meno marcato rispetto alle parenti rosse, delicato e meno "terroso". Io ho voluto provare a farci gli insalatini: li conoscete? Si tratta di verdure lacto-fermentate, solitamente in acqua e sale (io faccio così le carote generalmente), è un modo per conservare le verdure più a lungo e nel contempo per arricchirle delle proprietà dei cibi fermentati, utili per la flora intestinale. In questo caso al posto della normale salamoia, si usa una miscela di acqua e shoyu.

La ricetta è presa da un libro che ho trovato in biblioteca, ormai fuori catalogo: "La soia in cucina" di Walter Pedrotti ed. Demetra serie La casa verde naturalmente in cucina. Potete trovare vari libri di questo autore, ma non più questo testo che pur datato ho trovato interessante e attuale.

DSCF6771

Il testo è dedicato appunto alla soia e ai suoi derivati più o meno conosciuti, il tofu, il tempeh, il miso, il latte di soia, le salse shoyu e tamari, il tutto preceduto da una parte introduttiva sulla pianta, sulla sua diffusione e sulle proprietà, nonchè sul significato dell'utilizzo della stessa nella nostra cucina. Si accenna a tematiche attualissime come il discorso che è meglio preferire l'utilizzo diretto della soia per l'alimentazione umana piuttosto che per la nutrizione degli animali da allevamento, il tema degli ogm e della produzione locale. Seguono le ricette, quasi tutte semplici, alcune con foto, tutte vegetariane, la maggior parte vegane. Mi è piaciuto moltissimo che sia dato spazio all'autoproduzione con la ricetta per produrre il tofu, il latte di soia e alcuni fermentati. Insomma se lo trovate in biblioteca potreste trovarlo interessante soprattutto se vi avvicinate da poco al suo uso. Veniamo però alla ricetta.

DSCF6775 gd

Ingredienti per un vaso grande (tipo quelli del malto da 900 gr):

  • 1/2 cup di shoyu bio
  • 1 cup di acqua
  • 1 striscia di alga kombu da 15 cm
  • 1 e 1/2 cup di di rape rosa tagliate a fette
  • 5 fettine di zenzero fresco (opzionale)

Materiale:

  • 1 vaso grande
  • pressa in plastica per sottaceti
  • una tazzina o un bicchiere che entri nell'imboccatura del vaso
  • garza o telo in cotone
  • elastico

Preparazione:

Lavate bene le rape, tagliate le foglie che usarete per altre preparazioni, tagliatele a fettine spesse circa mezzo cm. Versate nel vaso la salsa shoyu e l'acqua. Tappate e mescolate agitando bene. Svuotate il vaso in una terrina e riempitelo con le rape pressandole bene e l'alga tagliata a pezzetti di 2 cm circa. Versateci sopra l'emulsione in modo che vada a riempire tutti gli spazi. Disponete la pressa in plastica in modo che le rape siano tutte coperte dal liquido. Posizionate sopra la tazzina o il bicchiere che farà da peso. Coprite tutto con la garza fissata con l'elastico.

DSCF6727 gd

Mettete in luogo fresco per tre giorni. Ogni giorno potete arieggiare il tutto togliendo il bicchiere e la pressa, mettendo il coperchio e agitando bene il tutto. Poi riposizionate tutto come sopra. Dopo tre giorni gli insalatini sono pronti, potete togliere tutto, mettere il coperchio e passare in frigo. Sono pronti per essere consumati! Noi li abbiamo trovati un ottimo contorno.

DSCF6757

Avete mai provato le verdure lacto-fermentate? Cosa preparate?

Visto che è giovedì lascio questo post anche ad Annalisa. per quando (spero presto) riprenderà l'appuntamento con il giovedì del libro di cucina. giovedi-del-libro-di-cucina

Commenti (8)

  • MARI

    MARI

    14 Maggio 2015 at 18:57 |
    Mi intrigano moltissimo questi insalatini di rape rosa!! una curiosità, ma rimangono croccanti o un pò più teneri?
    C'è sempre tantissimo da imparare da te, cara Daria!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      14 Maggio 2015 at 22:25 |
      Si inteneriscono leggermente, ma non diventano assolutamente molli, secondo me hanno una consistenza perfetta.
      Se li provi fammi sapere se ti sono piaciuti!

      Rispondi

      • MARI

        MARI

        15 Maggio 2015 at 09:21 |
        ;-)

        Rispondi

  • Ely

    Ely

    15 Maggio 2015 at 09:24 |
    Ciao Daria, molto interessante la fermentazione delle verdure...ecco su questa cosa sono completamente " ignorante"...mi dovrò sicuramente documentare! Devo dire che non conosco neanche il crescione...vedo sempre le bustine dei semi in vendita ma non l'ho mai assaggiato.....

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Maggio 2015 at 10:59 |
      Il crescione è stato una piacevole scoperta anche per noi... un giorno è arrivata mia suocera (che ogni tanto qualcosa di buono combina ;-) ) con questa bustina trovata non so dove, dicendo che forse noi avremmo saputo cosa farne! Ed ecco il crescione! Te lo consiglio, è facilissimo da gestire nell'orto, fa presto a crescere e se lo tagli continua a rinascere: davvero fatica zero! Ed è buonissimo sia cotto che crudo!
      Anche gli insalatini sono fra le cose facilissime da fare e di grande soddisfazione!

      Rispondi

  • Annalisa

    Annalisa

    17 Maggio 2015 at 23:21 |
    Grazie

    Rispondi

  • Valentina

    Valentina

    23 Maggio 2015 at 03:27 |
    Quelle rape sono veramente una meraviglia!
    Io non ho mai provato a fare gli insalatini, ma giro attorno alle varie ricette per farli da un po'...ho un paio di libri di cucina macrobiotica che spulcio da qualche anno. Devo decidermi a mettere in pratica questo geniale modo di conservare le verdure!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      23 Maggio 2015 at 22:29 |
      E' un metodo davvero facile, provalo non sarai delusa!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy