in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170127 104057

 

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Orteggiando in autunno

on Mercoledì, 17 Ottobre 2012. Posted in orto

Primizie autunnali

Orteggiando in autunno

E' idea comune che l'orto sia un'attività prettamente primaverile ed estiva, invece noi da da un paio d'anni abbiamo con piacere cominciato a seguirlo anche in autunno e parzialmente in inverno, con grandi soddisfazioni! Intanto ci sono molte meno erbacce da togliere, poi non c'è bisogno di irrigare, inoltre si ha il vantaggio di avere ancora fresche alcune verdure estive e nel contempo le prime varietà autunnali, vere e proprie primizie! Diversamente da molti conoscenti non eliminiamo le piante estive a fine agosto o in settembre, bensì le lasciamo lì finchè non si seccano da sole, anche se la produzione sarà ridotta, quello che produrranno sarà comunque un dono gradito, spesso una sopresa ritrovata sotto le foglie mezze secche! E infatti in questo periodo stiamo ancora consumando i pomodori e i pomodorini freschi appena colti (anche se questi ultimi sono pochini e se passa Elena non fanno in tempo ad arrivare in cucina!). E poi qualche zucchina, fresca e dolce come le prime della stagione... ma soprattutto, come anticipavo le melanzane (lunghe e striate le due varietà che avevamo piantato) e i peperoni ci hanno decisamente sorpreso fruttificando più ora che in piena estate. 

melanzanepomodori2

zucchinapeperone

Ad accompagnare queste verdure estive i primi frutti delle piantine trapiantate a ferragosto: i finocchi sono pronti da cogliere, i capucci anche (già mangiato il primo)...

finocchi2capuccio

e anche i cavoli rapa... i cavoli che? Eccone uno qua sotto fra le mani di Elena!

cavolorapa2

Si tratta di un cavolo con una sorta di ingrossamento esterno a forma di rapa, lo avevo già assaggiato lo scorso anno grazie al gas: si mangia sia cotto che crudo, ha un sapore simile ai broccoli ma molto più delicato, direi tipo i gambi dei broccoli. A noi è piaciuto moltissimo e non trovandosi facilmente in giro abbiamo deciso di piantarlo nell'orto!

A fargli compagnia altre crucifere: il broccolo, il cavolfiore e il fiolaro (questo ve l'avevo presentato lo scorso anno gratinato) per i quali però c'è ancora un po' da aspettare! Così come per i vari radicchi che si stanno chiudendo, ma hanno bisogno di un po' più freddo...

radicchio

Man mano che le piante estive seccheranno le toglieremo e sistemeremo il terreno in vista della primavera!

Nel frattempo il lavoro da fare è la sistemazione della legna nei bancali (fondamentale per chi come noi non ha una caldaia ma un termocamino ad acqua come unica fonte di riscaldamento invernale...): una bella attività a cui piace partecipare anche alle bimbe!

E ci si può giocare come se fossero grandi costruzioni!

legna3legna2

E quando si è stanche, molto più interessante della tv, è stare a guardare il papà e il nonno che lavorano, comodamente sedute su due "poltroncine" legnose!

legna4

A fine giornata legna sitemata e questo il raccolto dell'orto!

raccolto

Niente male per essere oltre la metà di ottobre in pianura padana!

Vi lascio a questo punto con una ricettina zupposa per il cavolo rapa: in queste serate finalmente un po' più fresche è quello che ci vuole! E' anche una ricettina riciclosa, fatta con gli avanzi, nel senso che normalmente si usa la parte "a rapa" e si buttano le foglie. Io ho usato a crudo il resto del cavolo in insalata (ottimo tagliato sottile con la mandolina con pomodori a spicchi o con il sedano rapa o le carote sempre tagliati con la mandolina) e condito con limone, semi di sesamo, semi di papavero, olio evo e un pizzico di sale.

cavolorapa

Zuppa cremosa di cavolo rapa 

Ingredienti (per 3-4 persone):

  • 1 cipolla bianca (dell'orto)
  • 1 carota (bio)
  • olio evo 
  • la parte fogliosa di 2 cavoli rapa
  • 1/4 di cavolo rapa
  • 1 litro d'acqua
  • 150 ml di fave secche 
  • 50 ml di piselli secchi
  • sale integrale fino qb

broccoli

Come procedere:

Far rosolare in poco olio e un po' d'acqua la cipolla e la carota tritate finemente, aggiungere le foglie di cavolo rapa e il pezzo di cavolo rapa tagliati a pezzetti e far rosolare. Versare i piselli e le fave secche e farli insaporire con le verdure messcolando. Aggiungere il litro d'acqua e far cuocere per 50 minuti. Frullare il tutto, aggiustare di sale e servire eventualmente con un filo d'olio. Buonissima!

E scusate seper una volta non ho la foto del piatto finito... ma è stato spazzolato prima che mi venisse in mente di fotografarlo! :-)

E voi fate l'orto in inverno? Conoscete il cavolo rapa? Come lo preparate?

 

 

Commenti (8)

  • Nadir

    Nadir

    19 Ottobre 2012 at 14:08 |
    Quest'anno un pò di crucifere le abbiamo anche noi, e pochi giorni fa, quel malfidato del mio compagno ha voluto raccogliere le prime, per il resto penso che quando saranno finite ci fermeremo per l'inverno.
    Il cavolorapa l'ho preso raramente, quindi non ricordo come l'ho cotto, ma a tutto c'è rimedio :-)

    Rispondi

  • Gloria

    Gloria

    19 Ottobre 2012 at 15:22 |
    Noi quest'anno facciamo l'orto in inverno, che sarà un esperimento ancora più nuovo di quello in estate. Anche io ho ancora pomodori (addirittura cetrioli), melanzane, zucchine e gli ultimi cappucci (li ho colti man mano) oltre a qualche sparuto peperone... lasciamo sicuramente tutto un altro paio di settimane, poi prepareremo il terreno per la primavera anche noi (e inizieremo a seminare cipolle, agli e fave).
    In tutto questo devo dire che sto amando l'orto in autunno, con tutta la varietà della fine dell'estate, le novità quasi invernali e, soprattutto... il fatto che non tocchi a noi innaffiarlo!! Il sedano rapa è piaciuto anche a noi ma non l'ho sperimentato quest'anno, in compenso ho colto le prime bietole rosse che iniziano a farsi cicciottelle, vediamo come saranno!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      19 Ottobre 2012 at 15:37 |
      Anche noi sicuramente semineremo cipolle e aglio e anche spinacini e insalatina che basta coprire con un telo e si mantengono bene anche col freddo...

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    19 Ottobre 2012 at 20:25 |
    Facciamo l'orto d'inverno.... adoro cucinare i prodotti del nostro orto, abbiamo ancora la zucchina trombetta, e la lascio tranquillamente al suo posto, il bello della trombetta è che più rimane sulla pianta più somiglia alla zucca, ma più tenera..... Il cavolo rapa lo conosco, lo adoro ma purtroppo non l'ho nell'orto, sarà per il prossimo anno, dobbiamo riservargli in angolino.... abbiamo già terminato l'insala, ora stiamo consimando il radicchio (palla rossa), ed oggi Fausto ha raccolto il primo cavolo capuccio... tra poco inizieremo con i broccoli........... W l'orto non potrei farne a meno :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      19 Ottobre 2012 at 23:11 |
      Eh, si! W l'orto! Ma sai che la zucchina trombetta non la conosco? La cercherò!

      Rispondi

  • jessica

    jessica

    21 Ottobre 2012 at 17:07 |
    da noi l'orto non si mantiene molto a lungo. sono rimasta con un sacco di pomodori verdi che non avevano nessuna speranza di maturare. li ho raccolti e messi sott'olio: tagliati a spicchi, messi in un setaccio a colare con sale, poi lasciati nell'aceto, infine disposti in vasi con aglio e erbe. in internet si trovano molte ricette. a me sono venuti bene cosi... anche se devo ancora perfezionare 'il sottovuoto' che con alcuni vasi non è avvenuto :(

    Rispondi

  • Glores

    Glores

    26 Ottobre 2012 at 13:36 |
    Daria sai che anche noi ADORIAMO il cavolo rapa? Normalmente lo mangiamo crudo condito semplicemente con olio e limone! Anche noi li abbiamo piantati ma sono ancora piccolini e le cavolaie hanno fatto scorpacciata delle tenere foglie... e ne abbiamo piantata anche una qualità rossa che non abbiamo mai mangiato! Abbiamo faticato tanto per trovare le piantine!!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      26 Ottobre 2012 at 14:08 |
      Ciao cara, conoscendo il tuo amore per le crucifere immaginavo che lo adorassi! :-) Rosso non l'ho mai visto... lo cercherò, mi incuriosisce parecchio: quando lo assaggiate fammi sapere com'è. Noi quest'anno le piantine che non abbiamo seminato direttamente, le abbiamo acquistate da un produttore bio dei colli Euganei e ci siamo trovati molto bene, ha un sacco di tipologie che in giro si fa fatica a trovare, altrimenti solitamente chiediamo al nostro fornitore di verdura del gas se ci procura lui le piantine, a volte ci regala quelle che avanza...

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy