in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170127 104057

 

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

La forchetta dei 5 sapori

on Giovedì, 28 Aprile 2016. Posted in libri, cucina

La forchetta dei 5 sapori

Ciao e bentrovati, oggi finalmente trovo il tempo per parlarvi di un libro bellissimo che mi ha conquistato fin dalla copertina, anzi a dirla tutta un libro che vi consiglierei anche senza averlo letto solo per la stima che nutro per l'autrice, ovvero la mitica Felicia di Le delizie di Feli! Il suo primo libro, che è un ricettario di sole ricette senza glutine, sane, gustose e integrali. Qui in famiglia fortunatamente non abbiamo problemi di allergie o intolleranze al glutine, però mi piace preparare spesso cibi o interi pasti o anche dedicare qualche giorno la settimana interamente a questo tipo di cucina, che risulta indubbiamente più digeribile. Preferisco anche abituare i piccoli a questi gusti diversi e vari e non solo al gusto del grano nelle sue varie forme, quindi soprattutto per i pasti nei quali siamo tutti presenti, propendo per preparazioni senza glutine e alternative che possano risultare gradevoli (anche agli occhi) e sfiziose per loro oltre che per noi adulti. Sono profondamente convinta che l'educazione alimentare avvenga in famiglia e che se le basi sono buone anche i pasti fuori casa non potranno incidere più di tanto. E visto che le proposte della mensa per quanto riguarda i cereali non si discostano da pasta bianca (di grano duro), presente almeno 3 volte la settimana e riso bianco, con qualche rara eccezione una o due volte al mese costituita da orzo o farro in chicchi o gnocchi di patate, ecco che le variopinte e gustose ricette di Felicia vengono in grande aiuto a ispirare piatti semplici ma con ingredienti diversi.

Il libro è innovativo anche per l'impostazione, si tratta infatti di un vero e proprio viaggio nel gusto. Felicia ci invita a riscoprire assaporando i vari gusti che spesso vengono nascosti dall'uso eccessivo di dolcificanti o sale o grassi, ad esaltare le caratteristiche di ogni verdura o frutta o cereale. Per ogni gusto propone ricette dolci e salate e per varie portate, antipasto, primo, secondo, contorno, dolce o piatto unico, con preparazioni sia cotte che crude. Si parte dall'amaro del tarassaco, delle noci, degli agretti, del radicchio, per passare all'aspro-agro, al dolce, al salato e per finire al gusto umami.

DSCF1908

Oltre al ricettario ho trovato utilissima e interessante la parte iniziale con le preparazioni di base, dal pane, alla pizza, dalle crespelle alle creme e maionesi, a dimostrazione che non è assolutamente necessario acquistare costosi cibi pronti, ma che si possono realizzare sani ed economici piatti a partire dalle materie prime e senza aggiungere addensanti o miglioratori. Questo vale in particolar modo per i panificati: quelli proposti sono tutti a lievitazione naturale con pasta madre di riso (tra l'altro ho avuto il grande piacere di donare a Felicia la sua prima pasta madre senza glutine, messa subito all'opera con ottimi risultati). Originale e e utilissima la parte dedicata alla creazione e alla gestione della pasta madre gluten free.

542 pLo stile delle ricette è lo stesso inconfondibile che ritrovate anche sul suo blog, solitamente viene messo in risalto un ingrediente, proposto sia all'interno di una preparazione che nella salsa che le accompagna. L'uso dei dolcificanti è minimo, quel che basta per esalatare il naturale gusto dolce degli ingredienti scelti. Insomma, un libro che consiglio caldamente a tutti, sia che il mangiare senza glutine sia una necessità, sia che sia una scelta.

Il libro di oggi è:

"La forchetta dei 5 sapori - Amaro, aspro, dolce, salato e umami - ricette vegan, naturali e senza glutine" di Felicia Sguazzi ed. Sonda

Questo post partecipa al Giovedì del libro di cucina di Annalisa Passato tra le mani

giovedi-del-libro-di-cucina

Trovate l'elenco completo in continuo aggiornamento dei libri che ho recensito QUI.

Commenti (9)

  • Annalisa

    Annalisa

    28 Aprile 2016 at 23:53 |
    Grazie, cara Daria! Inserito :-* A prestissimo, non vedo l'ora!

    Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    29 Aprile 2016 at 06:29 |
    Daria, che emozione.... grazie

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Aprile 2016 at 17:45 |
      Prego, e ancora complimenti!

      Rispondi

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    30 Aprile 2016 at 00:49 |
    Avevo già letto del libro di Felicia sul suo blog ma ancora non l'ho acquistato.....non avevo dubbi che fosse un libro speciale e la tua recensione me lo ha confermato!
    L'ho inserito nella lista dei desideri di macrolibrarsi e al primo ordine lo prendo ..... non vedo l'ora :-)
    ciao, buon weekend

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      02 Maggio 2016 at 15:44 |
      Ciao Serena, sono certa che ti piacerà moltissimo!

      Rispondi

  • cristiana

    cristiana

    30 Aprile 2016 at 11:41 |
    Anche a me è piaciuto tanto questo libro! Infatti, ora che in libreria mi sto occupando anche del settore cucina, è esposto in bella vista :)
    Anche le tue parole sull'alimentazione le condivido una per una, ma questa non è una novità!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      02 Maggio 2016 at 15:43 |
      :-D Si merita davvero di essere in bella vista!

      Rispondi

  • paola

    paola

    04 Maggio 2016 at 19:11 |
    Che belle ricette. Devo fare gli gnocchi!!!!
    Per quello che riguarda la mensa mi trovi pienamente d'accordo con te. Purtroppo io sto dall'altra parte: insegno. E devo esortare i miei studenti a mangiare (a volte cose che io stessa non mangerei). A parte alcuni ragazzi che leggono "polpette di ceci" e già per presa di posizione non le mangiano, di solito i ragazzi provano le novità. Ma le pietanze sono sempre le stesse: pasta o riso (paraboiled-orrore!). Carne e pesce fin troppo spesso, a mio avviso. Basta. Per tutto l'inverno le verdure crude sono state "insalata verde" ovviamente fuori stagione! Le verdure cotte poi, grande varietà: carote, broccoli, patate, spinaci. Capirai! Vabbè...ma tu riesci a fare delle variazioni al menù come mamma? perchè da noi non ne fanno, a meno che tu non abbia intolleranze o credenze religiose che ti vietino certi cibi...

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      05 Maggio 2016 at 23:10 |
      Ciao Paola, attualmente (e per fortuna) solo Elena mangia a scuola (all'infanzia), Alice fa il tempo normale senza mensa. Per Elena ho chiesto il menù vegetariano che ci è stato dato senza problemi (basta compilare un modulo e indicare l'opzione). Devo dire che rispetto ai tempi in cui frequentava Alice le cose sono notevolmente migliorate, anche grazie ai genitori all'interno del comitato mensa che si fanno portavoce delle varie richieste. Io avevo fatto avere degli esempi di menù vegetariano e vegano equilibrati. In particolare ci tenevo che non sostiruissero con formaggio o uova la carne. Alla fine ci sono riuscita, infatti Elena ha sempre legumi al posto della carne alternati fra ceci, borlotti, cannellini, lenticchie, rare volte soia. Per i primi purtoppo come scrivevo sopra la varietà è davvero limitata, quasi sempre pasta, una volta a settimana riso (bianco) e una volta a settimana zuppa con orzo o farro o gnocchi o ravioli. Speriamo di riuscire a ottere qualcosa il prossimo anno...

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy