in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Latte di canapa, hemp-fu e "il filo di canapa"

on Giovedì, 14 Aprile 2016. Posted in libri, cucina

Latte di canapa, hemp-fu e

Settimana impegnativa, letteralmente volata... verso un fine settimana altrettanto pieno... fra le varie cose ho finito di leggere un libricino di Altreconomia dedicato alla canapa e ai suoi vari usi. Si tratta di un libretto tascabile che fa parte dei piccoli manuali di Altreconomia che trovo sempre particolarmente utili per avere informazioni veloci e pratiche  con rimandi ad approfondimenti. In questo caso il tema è appunto la canapa e i suoi molteplici usi: dal tessile alla cosmetica, dall'edilizia alla cucina, dalle cartotecnica alla medicina! Tutte le parti di questa pianta di cui fino agli anni 40 l'Italia era il secondo produttore mondiale, possono essere usate. Una pianta perfetta di facile coltivazione, che non necessita di chimica, adatta a tutti i terreni. Si parte dai cenni storici, arrivando a raccontare il periodo del proibizionismo fino ai giorni nostri, la legislazione in merito e le possibilità future.

Dopo questa interessante lettura mi è venuta voglia di provare a usare i semi interi (non quelli decorticati che conosco già da un po') per fare il latte di canapa e l'hemp-fu ovvero un "tofu" ottenuto dal latte di canapa. La sperimentazione è stata facilissima e interessante: assolutamente consigliata specie considerando l'aspetto nutrizionale. I semi di canapa sono tra le fonti di proteine più complete in natura, i semi contengono e rendono disponibili tutti gli 8 amminoacidi essenziali. Inoltre sono ricchi di acidi grassi essenziali omega-3 e omega-6 nella misura bilanciata di 1:3.

Ma veniamo alle ricette, facilissime, non avete scuse per non provarci! Per partire vi servono solo i semi di canapa interi (io li ho trovati in confezione da 500 gr a prezzi decisamente più bassi di quelli decorticati).

Latte (bevanda) di canapa

DSCF1700

ingredienti:

  • 100 gr di semi di canapa interi
  • 1 litro di acqua

preparazione:

Con queste dosi vi viene un buon latte gustoso, se lo volete più denso e grasso potete usare 200 gr di semi e lo stesos metodo. Ho preferito provare il metodo senza estrattore per paura che i semini andassero a intasare i filtri, (se qualcuno ha provato a usare i semi interi nell'estrattore mi aggiorna?), quindi vi servirà un semplice frullatore.

Mettete in ammollo i semi per 12-15 ore. Lavateli e scolateli. Metteteli nel boccale del frullatore con 300 ml di acqua e frullate per 30 secondi. Aggiungete ancora 300 ml e frullate nuovamente. Completate aggiungendo la restante acqua e frullate ancora. Prendete una pentola su cui porre un passino e sullo stesso posate un telo di garza a trama fitta (come sempre lavata con sola acqua). Versate il latte in modo da estrarre l'okara (lo potrete usare in altre preparazioni, per esempio nel pane o nelle polpette). Premete bene prima col cucchiaio e poi richiudendo la garza e spremendo con le mani.

DSCF1702

Il vostro latte è pronto: secondo me è davvero gustoso con un gusto appena amarotico e un buon sentore di nocciole.

Hemp-fu

DSCF1714

ingredienti:

  • 1 litro di latte di canapa
  • 1 cucchiaino di sale fino integrale

preparazione:

Ora che avete il vostro latte di canapa potete anche fare l'hemp-fu. Niente di più facile, non vi servirà nulla per la cagliata. Basterà riporre sul fuoco il latte di canapa, aggiungere il sale e portare quasi a bollore. Vedrete che si formerà il caglio.

DSCF1704

Spegnete, coprite, lasciate riposare per 1 minuti e scolate su una garza posata su un colino o su uno stampo per tofu. Pressate leggermente e lasciate raffreddare. Riponete in frigo finchè avrà scolato tutta l'acqua e si sarà rassodato.

DSCF1712

phpGvpTqY4892Io l'ho servito molto semplicemente condito con erbette varie e appena scaldato in padella. Delizioso!

Il libro di oggi è:

Il filo di canapa di Chiara Spadaro Altreconomia edizioni

Questo post partecipa al VdL di Paola Homedemama.

Trovate l'elenco completo in continuo aggiornamento dei libri che ho recensito QUI.

Commenti (24)

  • Fiore

    Fiore

    15 Aprile 2016 at 16:40 |
    sei sempre bravissima!!!
    volevo ringraziarti x aver partecipato ancora una volta alla foto sfida, un caro saluto a te e bacetti ai bimbi

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Aprile 2016 at 22:12 |
      Grazie a te Fiore e alla prossima!

      Rispondi

  • labalenavolante

    labalenavolante

    15 Aprile 2016 at 16:46 |
    Ciao Daria, mi segno la lettura che hai consigliato, anche il librino di Altraeconomia, quanto mi piace questa collana! Tra l'altro se ti interessa, proprio questo numero appena uscito di Funny vegan n.20 è interamente dedicato alla canapa. Io devo ancora cimentarmi, ho trovato semi dai prezzi proibitivi, almeno qui... questo weekend sarò a Milano e visiterò un po' di negozietti bio, vediamo se li trovo a meno. E' da tanto che voglio provare l'hemp fu e assaggiare il latte! Posso chiederti la marca dei semi, anche in pvt eventualmente? bacioni a te e piccoli

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Aprile 2016 at 22:24 |
      Ciao Lucy, adoro anch'io questi librini di Altreconomia, non me ne perdo uno, sono sempre interessanti e comodi da tenere in borsa da leggere quando si è in viaggio o si deve aspettare e poi danno un sacco di spunti di approfondimento.
      Grazie per la segnalazione, cercherò la rivista, tu la trovi in edicola?
      In effetti non costa poco... per fare questo latte ho preso i semi interi che costano meno di quelli decorticati, li ho trovati on-line, sono bio della hanf & Natur, confezione da 500 gr e hanno un prezzo decisamente ottimo rispetto a quelli decorticati.
      Un abbraccio!

      Rispondi

  • Alice

    Alice

    15 Aprile 2016 at 17:26 |
    Wow non pensavo fosse così facile fare l'hemp-fu! Dato che la canapa oramai in casa mia non manca mai, devo provarci al più presto :D Un abbraccio e grazie per la ricetta ;)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Aprile 2016 at 22:24 |
      Prego Alice! Prova vedrai che sarà una bella soddisfazione!

      Rispondi

  • Consuelo

    Consuelo

    15 Aprile 2016 at 17:56 |
    Sono anch'io in fase produttiva, proprio ieri ho fatto il latte di mandorle e il formaggio con gli scarti di lavorazione..una vera goduria :-P Adesso mi incuriosisce tantissimo provare anche quello di canapa :-) Grazie del suggerimento Daria :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Aprile 2016 at 22:25 |
      Il latte di mandorla è un classicone qui in casa, io lo adoro e lo preparo spesso. Fammi sapere se provi con la canapa.

      Rispondi

  • MARI

    MARI

    15 Aprile 2016 at 18:03 |
    Interessante! ma la canapa la trovo nei negozi bio? non ci ho fatto caso! adesso son curiosa! che gusto sa? :-P

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Aprile 2016 at 22:27 |
      Ciao mari, si la trovi nei negozi bio, o anche on-line. A me piace moltissimo, ha un gusto noccioloso. Anche i bambini mangiano volentieri nell'insalata quella decorticata. Il latte per ora l'abbiamo bevuto io e Lorenzo... delizioso!

      Rispondi

  • Cì

    15 Aprile 2016 at 21:00 |
    forse dovrei procurarmelo: a Natale mi hanno regalato un cesto con prodotti a base di Canapa, io conoscevo solo l'affettato (...quindi capirai il consumo più che saltuario! ;-) ;-) ) e sono rimasta piuttosto perplessa perché ne sapevo proprio poco! :) buon fine settimana

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Aprile 2016 at 22:30 |
      :-D è davvero un mondo quello della canapa. Io sono rimasta molto colpita dal fatto che fino a poco tempo fa era davvero di uso comune in buona parte dell'Italia ed era usata in molteplici campi. Pensa che le corde degli arsenali delle città marinare erano tutte di canapa!
      Buon fine settimana a te!

      Rispondi

  • rina

    rina

    15 Aprile 2016 at 21:54 |
    Si Daria, io e Giuliana abbiamo provato a farlo con l'estrattore e i semini intasavano il filtro. Peccato perchè il latte era buono ma effettivamente si può danneggiare l'estrattore. Ciao

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Aprile 2016 at 22:31 |
      Ciao Rina, grazie dell'informazione che conferma il mio timore. Non c'è problema, continuerò a usare il caro vecchio frullatore, vista la bontà della bevanda ne vale decisamente la pena!

      Rispondi

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    16 Aprile 2016 at 00:28 |
    Interessante, voglio provare l'hemp-fu.....non l'ho neanche mai assaggiato! Ma ha la stessa consistenza del tofu?
    Mi piace la canapa, ha un potenziale enorme in molti settori, ma in cucina ho provato solo la farina nel pane...cercherò i semi e proverò...
    Poi il fatto che caglia senza aggiunta di un coagulatore mi piace!
    Ciao, buon fine settimana

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Aprile 2016 at 10:53 |
      Ciao Serena, piace molto anche a me la canapa, ha davvero moltissimi usi ed è assolutamente rinnovabile!

      Rispondi

  • cristiana

    cristiana

    18 Aprile 2016 at 10:21 |
    Una delle cose belle di te è che non smetti mai di sperimentare e di imparare! Cercherò i semi :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Aprile 2016 at 10:54 |
      :-) Davvero adoro pasticciare e sperimentare!

      Rispondi

  • labalenavolante

    labalenavolante

    18 Aprile 2016 at 16:28 |
    Grazie per la dritta! Alla fine li ho ordinati visto che avevo un po' di altre cosine da farmi arrivare :) Oggi ho mangiato un tabuleh con i semi di canapa, in un posticino crudista, che bontà! Li hanno messi a macerare con pomodoro affumicato, cetriolo, menta ed erbe aromatiche... ! Per Funny vegan, a Padova so che lo trovi da Universo Vegano! Io lo prendo a Milano da Universo Vegano :) un bacione

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      19 Aprile 2016 at 22:31 |
      Ma tu scopri sempre dei posticini dove si mangia stupendamente! Grazie per la dritta se passo in centro, mi fermo di certo a prendere la rivista!

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    20 Aprile 2016 at 06:25 |
    Il mio primo esperimento anni fa è stato con i semi integri, esperimento riuscito ma ho abbandonato la produzione dell'hemp-fu con i semi integri per la scarsa resa. Ora lo autoproduco con i semi decorticati, evitando il passaggio del latte di canapa. Non ho più okara, più veloce e più resa.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      20 Aprile 2016 at 22:22 |
      Ciao cara, ho ben presente la tua ricetta, perfetta per i semi decorticati!

      Rispondi

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    28 Agosto 2016 at 02:12 |
    Ce l'ho fatta! Finalmente oggi ho fatto l'hemp fu!
    Buono! L'ho fatto con sopra un trito di timo, rosmarino, origano e maggiorana fresche.....molto particolare!
    L'ho fatto con 200 gr di semi perchè avevo paura che venisse inconsistente, ma la prossima volta provo con soli 100 gr......
    grazie ancora per la ricetta :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Agosto 2016 at 22:34 |
      Uh, son felice che ti sia piaciuto! Si, l'aroma è molto particolare, secondo me ricorda le nocciole.

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy