in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20161212 125756 rit

 

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20161209 094753 BURST001 COVER rit

 

Salva

Salva

Salva

Pan d'autunno

on Domenica, 28 Ottobre 2012. Posted in cucina

Pan d'autunno

salutiamoci300Devo dire che l'iniziativa Salutiamoci è una fonte di ispirazione incredibile, l'avere un ingrediente protagonista ogni mese diverso fa aguzzare la fantasia e provare a infilarlo ovunque. Ecco quindi che oltre a provare alcune delle ricette proposte dagli altri partecipanti, ho fatto anche questo pane autunnale con all'interno la farina di castagne, e poi per un po' basta con le castagne che a novembre si passa alla zucca, che come sapete adoro e già di mio infilo ovunque! L'autunno e le bimbe appassionate di foglie sono stati gli ispiratori di questa pagnottona: foglia ricalcata anche sul pane! Non ero convintissima dell'effetto estetico finale, invece la foglia è rimasta ben in evidenza... Bene siete ancora in tempo per provarlo: a voi la ricetta!

ingredienti:

  • 150 gr di pasta madre rinfrescata da 4 ore
  • 100 gr di farina di castagne
  • 100 gr di farina integrale di segale
  • 350 gr di farina tipo2 (semintegrale)
  • 1 cucchiaino di sale fino integrale
  • 1 cucchiaino di malto d'orzo
  • 300 ml di acqua

Impastiamo!

Sciogliere la pasta madre nell'acqua, aggiungere la farina di segale e quella di castagne e mescolare bene. Lasciare riposare per un'oretta coperto da un canovaccio. Riprendere l'impasto, aggiungere il malto, il sale e la restante farina un po' alla volta. Quando non si riesce più a mescolare col cucchiaio passare sulla spianatoia e impastare bene a mano. Tenete conto che l'impasto rimarrà sempre un po' appiccicoso per via della segale. Fate una palla e mettetela a riposare nella madia in legno.

impastopaneautunno

Nel frattempo uscite a giocare con le bimbe e raccogliete una bella foglia di fico.

foglia

Lavatela e mettetela ad asciugare in un canovaccio piegato con un peso sopra in modo che stia ben dritta e non si accartocci. Riprendete l'impasto dopo 4 ore, lo troverete ben gonfiato.

impasto lievitato

Passatelo sulla spianatoia e fate un giro di pieghe. Mettete la foglia sul fondo di un cestino da lievitazione tondo infarinato.

cestino

Posateci sopra il pane con la chiusura delle pieghe verso l'alto. Riponete il tutto (cestino compreso) a lievitare nella madia in legno.

Lasciate lievitare per 2-3 ore. Accendete il forno a 260° statico mettendo una ciotolina d'acqua sul fondo. Nel frattempo prendete la teglia del forno infarinatela leggermente e rovesciate il cestino sulla teglia. 

paneautunno

Con delicatezza togliete la foglia di fico, rimarrà il disegno impresso:

paneautunno2

Quando il forno è in temperatura infornate, abbassate a 240° e cuocete per 15 minuti. Poi abbassate a 200° e continuate la cottura per altri 30 minuti.

Estraete dal forno, togliete dalla teglia e rimettete in verticale a raffreddare nel forno spento. Eccovi il vostro pane d'autunno dove il gusto di castagna si fa sentire!

paneautunno4

e a voi la fetta!

paneutunno6

 

 

 

Commenti (17)

  • barbara

    barbara

    29 Ottobre 2012 at 15:15 |
    bellissimo, vado a prendere la farina di castagne, perchè ho esaurito tutte le zucche, quindi cambio tema!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Ottobre 2012 at 15:32 |
      Ecco invece io sto rientrando in periodo zucca... :-) anche se mi avanza ancora un po' di farina di castagne e qualche castagna da cuocere...

      Rispondi

  • Linda

    Linda

    29 Ottobre 2012 at 15:21 |
    Che bella la foglia..... bravissima... abbiamo anche lo stesso cestino! Sai che ho già quasi finito le farine di Barbarighe, sono veramente ottime..ieri con il grano duro integrale ho fatto anche le orecchiette, stasera le assaggeremo! Un grande bacio

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Ottobre 2012 at 15:35 |
      Il cestino è un graditissimo regalo! Che brava le orecchiette a mano! Non le ho mai fatte! Mi fa piacere che anche tu ti sa trovata bene con le loro farine, sono una piccola azienda familiare e secondo me vanno premiati anche per la scelta controcorrente... adesso hanno anche il grano duro khorasan (il kamut non certificato da semi italiani) che producono sempre loro, integrale logicamentre: ci ho fatto un bel pagnottone sabato molto saporito - l'avevi provato?

      Rispondi

  • Laura Cucinadellanima

    Laura Cucinadellanima

    29 Ottobre 2012 at 18:29 |
    bellissimo....

    Rispondi

  • Linda

    Linda

    29 Ottobre 2012 at 19:09 |
    Ho preso il grano duro varietà Claudio, non il korosan, con questo ho fatto le orecchiette! Adesso devo riordinare tutto quanto...tranne la segale che ne ho ancora un pò.. si vero, hanno avuto un gran coraggio a macinare solo semi ed integrale! E menomale che c'è qualcuno che "è disposto a rischiare"...io sono felicissima perchè anche i miei bimbi (soprattutto Giulio di 8 anni), dopo 2 anni di passaggio da bianca a semi ed intrgrale, ora gli piace tanto e sentono la differenza di sapore e non mi "brontolano" più , ma mangiano felici!! Giulio ha solo qualche piccolo problemino con il pane, quando è solo integrale!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Ottobre 2012 at 23:13 |
      E' vero grandi soddisfazioni dai bambini! Anche le mie apprezzano e si accorgono subito della differenza di farine...

      Rispondi

  • xcesca

    xcesca

    29 Ottobre 2012 at 20:55 |
    Sono sempre più convinta che tra blogger esista un'energia che gira!
    Proprio sabato ho fatto un pane con farina di segale e di castagne!
    Io ho aggiunto anche delle castagne bollite intere prima dell'ultima lievitazione che ci stanno benissimo.. L'unica pecca è che ha lievitato troppo perché sono dovuta andare a lavorare e quindi si è appiattito molto! Peccato, altrimenti l'avrei pubblicato anch'io.
    Il tuo invece è venuto perfetto e l'idea della foglia mi piace tantissimo!
    Complimenti davvero!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Ottobre 2012 at 23:08 |
      Bella idea quella delle castagne intere nell'impasto! La prossima volta che cucino le castagne ne tengo un po' da parte per rifarlo con questa variante... Peccato per il tuo, pensa se ci trovavamo a pubblicarlo assieme senza saperlo! :-)Si penso anch'io anch'io che ci sia un'energia che ci lega! Un abbraccio!

      Rispondi

  • jessica

    jessica

    29 Ottobre 2012 at 22:09 |
    cos'e' questo cestino? é un grande aiuto per la panificazione? ce l' hanno addirittura su amazon... insieme a tanti libri interessanti sulla panificazione con pasta madre :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Ottobre 2012 at 23:05 |
      Ciao Jessica, si tratta di un semplice cestino in bambù o rattan molto leggero in cui mettere a lievitare il pane alla seconda lievitazione (quella in cui dai la forma al pane) anzichè metterlo direttamente in forma sulla teglia del forno o nella forma in cui verrà cotto. Come dicevo questo a me è stato regalato, ma puoi tranquillamente usare un cestino piccolino (tondo diametro 18 cm circa o allungato se fai un filone) su cui posi un canovaccio pulito. In pratica fai lievitare lì la forma al rovescio e poi la rovesci sulla placca del forno subito prima di infornarlo.

      Rispondi

  • Azabel

    Azabel

    30 Ottobre 2012 at 11:49 |
    Ok, il pane è bellissimo... ma l'idea della foglia è meravigliosa, grazie! :D

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Ottobre 2012 at 13:23 |
      Il bello di avere due birbe ispiratrici! :-)

      Rispondi

  • Lo

    Lo

    30 Ottobre 2012 at 12:53 |
    è un pane fenomenale...e davvero gustoso: ho tutto in casa per sperimentare :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Ottobre 2012 at 13:22 |
      Bene, se lo fai fammi sapere come ti è venuto!

      Rispondi

  • Ale

    Ale

    04 Novembre 2012 at 12:52 |
    Che bellissima idea!!! Sei supercreativa Daria, piena di idee strepitose!!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Novembre 2012 at 15:03 |
      Grazie Ale, come dicevo per le idee sono le bimbe che mi aiutano... da quando ci sono loro sono diventata una sperimentatrice incallita, prima ero molto più monotona...

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy