in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170127 104057

 

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Una zuppa di sasso - un libro -> tanti giochi -> una "quasi" ricetta

on Venerdì, 08 Agosto 2014. Posted in libri, cucina

Una zuppa di sasso - un libro -> tanti giochi -> una

Sembrerà strano che in pieno agosto mi metto a parlarvi di zuppe! Ma questa è una zuppa speciale di cui abbiamo trovato la ricetta nel libro che attualmente le bimbe leggono almeno quotidianamente, che conoscono a memoria e che si leggono a vicenda e alle bambole, di cui copiano le pagine... insomma un libro cha adorano. Un libro di ricette quindi? Non proprio! O almeno non nel senso comune del termine... La ricetta è una sola ed è raccontata dal protagonista della storia che è un lupo dall'aspetto tutt'altro che rassicurante pur nella sua magrezza, che chiede di essere ospitato proprio a casa della gallina per preparare la sua zuppa di sasso. La curiosa (o sprovveduta?) gallina decide di fidarsi visto che non ha mai assaggiato questa zuppa e il lupo si mette all'opera seguendo la sua semplice ricetta. "Io metto sempre un po' di sedano nelle mie zuppe" interviene la gallina "Si può, da sapore" risponde il lupo.

La presenza del lupo insospettisce anche gli altri animali che man mano si recano a controllare la situazione in casa della gallina, finendo ognuno ol proporre un nuovo ingrediente da aggiungere alla zuppa e unendosi alla cena.

DSCF0165

Con il contributo di tutti vien fuori una bellissima cena e tutti si servono per tre volte. Durante la cena fra le chiacchiere il maiale interviene esprimendo il pensiero degli altri animali e in fondo anche il nostro di lettori "Pensavo che avremmo mangiato un brodo di gallina" (A questa affermazione Elena interviene sempre dicendo: "E' impossibile non si mangiano le galline!" orgoglio di mamma veg! :-) ) Alla fine, prima di andarsene, il lupo apre il sacco ed estrae un ... coltello appuntito

DSCF0151

e prova ad infilzare il sasso concludendo: "Non è ancora cotto, se permettete me lo riprendo per la cena di domani". L'ultima pagina in cui lo si vede bussare alla porta di casa di un tacchino ci lascia immaginare che la storia continui a ripetersi.

Questo vecchio lupo diventato vegetariano che ha trovato il modo per sostentarsi con l'aiuto degli altri animali, ma senza ucciderli e anzi creando un bellissimo momento di condivisione e convialità, e che ci mostra che per essere amici e stare bene insieme non è necessario essere uguali, ci ha conquistato e la sua zuppa di sasso è diventata il piatto che le bimbe preparano nei loro giochi

DSCF0147-gd

e ogni occasione è buona per chiedere di preparare per pranzo o cena la famosa zuppa di sasso nella quale il loro contributo è determinante!

Eccovi la ricetta raccontata da Alice:

Prendere una pentola grande.  La mamma accende il fuoco e ci mettiamo la pentola con un po' di acqua. Andiamo fuori a prendere un bel sasso e scegliamo le verdure. Noi mettiamo un porro, una o due zucchine grandi, sedano come nel libro, poi però aggiungiamo anche due carote che ci piacciono tanto. Anche una patata e dei fagiolini perchè il cavolo non c'è. Anche i piselli. La mamma taglia le verdure e noi le versiamo nella pentola.

DSCF9403

Vado a prendere del rosmarino, dell'alloro e della salvia e ci mettiamo anche quelli. Mettiamo il coperchio e aspettiamo. La mamma-lupo controlla che le verdure siano cotte e ogni tanto mette dell'altra acqua se serve. Quando le verdure sono cotte, aggiungiamo il sale. Si frulla tutto anche se nel libro non c'è scritto, ma sarà così, si vede dal disegno. Prima di frullare si toglie il sasso... Poi si versa e si mangia. E' proprio buona! Il sasso si può usare altre volte, non è mai cotto...

DSCF9404

NdM (nota della mamma): in realtà il sasso non lo mettiamo veramente in pentola... ;-)

UnaZuppaDiSasso"Una zuppa di sasso" di Anais Vaugelade ed. Babalibri

PS: Anche se lei non vuole essere citata, un ringraziamento particolare spetta all'amica Nicoletta che in fondo ad un grande scatolone pieno di abitini che erano stati del suo bimbo e che mi ha inviato per Lorenzo, ha infilato anche questo libro (e un altro sui lupi di cui vi parlerò in un'altra occasione) che avevo in lista dei desideri da tempo e che ha veramente fatto felici le bambine e anche me! Come sapete ho una passione particolare per i libri in cui si parla di lupi che vengono visti sotto un'altra veste.

Questo post partecipa al VdL di Paola Homedemama e alla condivisione di libri per bambini "La biblioteca di Filippo" su FB.

Commenti (7)

  • erica-semplicementeoggi

    erica-semplicementeoggi

    08 Agosto 2014 at 14:36 |
    Ciao Daria, il mio piccolino adora la storia della zuppa di sasso, l'hanno fatta al nido come storia di continuità per la materna. Non sapevo che ne esistesse un libro :-) grazie ciao

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      10 Agosto 2014 at 13:25 |
      ed è proprio un bel libro... se lui conosce già la storia apprezzerà di certo!

      Rispondi

  • silvia

    silvia

    09 Agosto 2014 at 09:16 |
    Una storia meravigliosa!!!

    Rispondi

  • Serena

    Serena

    10 Agosto 2014 at 23:12 |
    Meravigliosa questa favola!!!
    Finalmente un libro che racconta i lupi in maniera diversa dal solito!
    Fortunati i tuoi bimbi ad avere una mamma super come te ^_^
    Ciao
    Serena

    Rispondi

  • Michela

    Michela

    11 Agosto 2014 at 13:38 |
    C'è l'ho anch'io questo libro.... E' fantastico, anche il mio Nicola lo adora! ;-)

    Rispondi

  • simoeffe

    simoeffe

    12 Agosto 2014 at 09:27 |
    questa lettura che consigli è adattissimo per la crescita dei piccoli
    poi il tuo blog è ricco di argomenti e di idee
    simonetta

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      12 Agosto 2014 at 22:38 |
      Grazie Simonetta, è davvero un bel libro anche per gli adulti

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy