in cucina

IMG 20190422 094320

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 5396

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20190713 155254

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20190728 145232

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Articoli taggati con: colombata

Colombone ... e buona Pasqua!

on Sabato, 30 Marzo 2013. Posted in cucina

Colombone ... e buona Pasqua!

Ebbene si, alla fine l'ho fatta anche quest'anno... una sola, non svariate come lo scorso anno, ma visto che le bimbe la chiedevano mi sono messa all'opera e ieri l'ho sfornata... oddio più che una colomba ne è venuto fuori un tacchinone, tutto gonfio e lievitatissimo! La ricetta è la mia dello scorso anno con alcune modifiche che poi vi riporto più sotto. Questo post voleva essere più che altro un pretesto per ringraziare tutti quelli che anche se quest'anno non c'era una vera propria colombata si sono divertiti a provare la mia ricetta e a farla propria con le loro modifiche. A loro e a tutti voi che mi leggete dedico il mio colombone!

Per prima cosa ecco i partecipanti alla colombiade non competitiva 2013 (se qualcun altro ha piacere di condividere i suoi risultati con noi si faccia avanti!)

Linda con la non-colomba del sole!

linda-cruda linda-cotta

"ho messo una tipo 2 di grano tenero non farro come dice la tua ricettina..poi per motivi di orari miei sbagliati e febbre della piccola, la prima lievitazione l'ho fatta le prime 5 ore a temp.ambiente, poi alla sera verso le 22.30 l'ho messa in frigo fino alla mattina , il resto tutto uguale alla tua ricetta!"

Maryonn

Maryonn 

E sul suo blog trovate anche la bella fetta azzannata!

Francesca

francesca r glassata francesca r fetta

Con gocce di cioccolato e glassata di cioccolato: semplicemente deliziosa!

Valentina

valentinac.jpg

Stefania

stefania cruda stefania cotta

Con eccesso di lievitazione!

E infine ecco la mia accompagnata dalla ricetta con le modifiche (poche) di quest'anno. 

Ore 8.30 del mattino: primo rinfresco della Gilda (con farina 2 delle Barbarighe)

Ore 14.00: preimpasto

ingredienti:

  • 120 gr di pasta madre (quella rinfrescata la mattina)
  • 120 gr di acqua
  • 150 gr di farina tipo 2

Sciolgo la pasta madre nell'acqua, aggiungo la farina, impasto brevemente (resta un composto denso) e metto a lievitare coperto da un canovaccio nel forno spento o nella madia.

Ore 21.00: primo impasto

ingredienti:

  • tutto il preimpasto
  • 10 gr di semi di lino scuri
  • 100 gr di acqua
  • 100 ml di latte di soia
  • 42 gr di succo limpido di mela
  • 1 pizzico di sale
  • 120 gr di malto di riso
  • 50 gr di farina integrale di riso basmati bio appena macinata
  • 60 ml di olio evo
  • 400 gr di farina tipo2
  • 1 cucchiaino di polvere magica di agrumi

Per prima cosa metto a bollire i 100 ml di acqua in un pentolino con i 10 gr di semi di lino. Lascio bollire finchè non si formerà un composto viscido, simile alla chiara d'uovo. Filtro il tutto in modo da eliminare i semi e metto in una ciotola a cui aggiungo il latte di soia, il succo di mela e il malto di riso.

Verso il tutto sul preimpasto e lo sciolgo bene. Aggiungo anche la farina di riso, il sale e l'olio e la polvere di agrumi. Sbatto bene con una frusta in modo da ottenere una specie di crema (l'olio non deve vedersi più). Aggiungo gradualmente la farina tipo 2. Mescolo bene col cucchiaio. Mi ungo le mani con olio evo e passo su un piano liscio per procedere all'impasto.

DSCF8068

Impasto bene a mano per una mezzora con metodo Bertinet (tenete conto che l'impasto sarà un po' appiccicoso e va bene così). L'obiettivo è ottenere una palla liscia e omogenea tipo questa:

DSCF8070

Metto il tutto a lievitare coperto in una terrina nel forno spento (senza lucina) per la notte. (Io ho finito di impastare sulle 22.30). La mattina troverete una bella sorpresa!

DSCF8077

Ore 7.00 del giorno successivo: secondo impasto

ingredienti:

  • 150 gr di uvetta
  • 1 cucchiaino di vaniglia in polvere
  • 100 ml di succo di mela limpido
  • 100 gr di farina tipo2

In una ciotola mescolare gli ingredienti del secondo impasto. Versare sulla spianatoia in nostro bellissimo e lievitatissimo primo impasto che sarà leggerissimo e sofficioso, stenderlo con la mani e versare all'interno il secondo impasto. Impastare bene il tutto in modo da inglobare fra di loro gli ingredienti. Lavorare per una decina di minuti. Far riposare l'impasto per una mezzora, nel frattempo se non l'avete acquistato preparare uno stampo. Io ho usato una teglia rettangolare con bicchieri a 4 angoli e rivestita di carta forno.

Rirprendere l''impasto e tagliarlo in due parti. Per ogni parte stendere in forma rettangolare e arrotolare su se stesso. Disporre a croce, prima le ali e poi il corpo a formare la colomba.

DSCF8079

Lasicare lievitare fino al bordo della teglia o comunque fino al raddoppio.

DSCF8098

Preparare la glassa:

ingredienti:

  • 2 cucchiai di zuchero di canna grezzo
  • acqua qb
  • 2 cucchiai di farina di mandorle
  • mandorle per decorare

Mescolare zucchero, mandorle e acqua fino ad avere una crema che metto a riposare in frigo. Prima di infornare spenellare sulla colomba.

Preiscaldare il forno a 180° (io uso ventilato per i dolci, ma se non vi fidate usate pure statico). Infornare sul piano centrale con la placca del forno posizionata sopra in modo che la resistenza non scaldi troppo la superficie della colomba. Cuocere per 45 minuti circa.

In teoria andrebbe messa testa in giù, ma non avendo usato stampi e sentndo la morbidezza non l'ho fatto... 

Eccola appena sfornata

DSCF8100

E questa la morbida fetta!

DSCF8108

E concludo con i miei auguri di Buona Pasqua!

 

 

Colombata di primavera: come è andata a finire?!

on Giovedì, 22 Marzo 2012. Posted in cucina

Colombata di primavera: come è andata a finire?!

Questa settimana è saltato il consueto appuntamento con la pasta madre, in parte per la festa del papà, ma soprattutto perchè la colombata mi/ci teneva impegnata. Finalmente riesco a scivere qualche riga su questa bella esperienza, sperando chepossa essere anche d'aiuto a chi non si è ancora cimentato e avesse voglia di farlo (girava voce di una seconda colombata per fine mese... :-)). Prima di tutto ringrazio tutti quelli che si sono messi alla prova con questa preparazione e hanno voluto condividere la loro esperienza con noi attraverso il gruppo della pasta madre du FB o contattandomi direttamente: trovo che sia stato un bel modo per stare virtualmente tutti assieme, una bella esperienza consivisa che ci ha portato per un po' nelle cucine di tutti noi e ci ha fatto venire a contatto con i vissuti personali di ognuno di noi nella non sempre facile organizzazione temporale. Chi nonostante l'influenza ha continuato imperterrito a impastare, chi con la pancia e con bimbi febbricitanti, altri con problemi di forno, altri che nonsono riusciti a recuperare le forme... Assaliti da dubbi nel mezzo dell'opera ci è spesso venuto in soccorso il pasticciere del gruppo con i suoi consigli sul raffreddamento e sulle temperature di cottura! e così una dopo l'altra le nostre colombe hanno preso il volo portandoci alla primavera! 

Grazie anche alle amiche che hanno condiviso la loro esperienza nei loro blog (vi ho linkate alle rispettive foto più sotto), per chi volesse metto a disposizione il banner qui sopra - tutte le nostre esperienze potrebbero essere d'aiuto a chi vuole provare visto che fino a Pasqua c'è ancora tempo!

Personalmente per l'occasione ne avevo fatta una grande e una piccola (mamma e figlia) sempre in versione vegana, apportando solo una modifica alla glassa, ovvero l'aggiunta di un cucchiaio di farina di riso per addensarla in cottura, risolvendo così il problema della superficie un po' bruciacchiata della prova della settimana scorsa. Poi, con le mie solite fisse di non usare zucchero raffinato, non ho messo gli zuccherini per decorare e ho usato zucchero mascobado per la glassa, che quindi è risultata un po' scuretta... ma ve bene così, era buonissima!

 

Vi lascio con le foto delle nostre meraviglie e alla fine con alcuni accorgimenti che potranno servire per la prossima occasione, sperando di poter ripetere l'esperienza con altri panificati!

 

PS: se ho saltato qualcuna fatemelo presente che vi inserisco (sempre se vi fa piacere!)

 

2012 0320015 2012 0321019

La mie colombe mamma e figlia vegane con farina di farro e la fetta di colomba mamma

alessiaalessia4

Colomba in volo acrobatico (durante il raffreddamento - vedi ricetta dei panettoncini) e fetta di Alessia (con ricetta di Gloria e farina tipo2)

brunella

Colomba già tagliata di Brunella

eva2 eva3

L'esuberante colomba "tacchino" di Eva :-)

federica p

Colomba in stampo autoprodotto di Federica P.

francesca b

Altra colomba in stampo autoprodotto di Francesca B.

Gloria

Colomba con ricetta del PastoNudo di Gloria

maria-elenamaria elena2

Colomba infilzata (e pronta per il volo) e relativa fetta di MariaElena

nadia

Colomba di Nadia

sabrinasabrina2

Colomba tonda di Sabrina

sarah2

Colomba "perfettina"di Sarah

tiziana

Colombe "gemelle diverse" (una con ricetta mia e l'altra con ricetta di Gloria) di Tiz

giuliana1giuliana2

Colomba in stampo autoprodotto di Giuliana

caludia

Colomba vegana di Claudia, colpita anche lei dal virus... :-(

silvia

Colomba "ben cotta" di Silvia

joelle1joelle2

Colomba super-lievitata di Joelle

pavlos

Colomba con forma ricavata usando le mele di Pavlov

marta2

Colomba di Marta

monica1monica2

Colombe versione Gloria e versione Daria di Monica

federica cfederica c2

Colomba di Federica C. intera e affettata

valentina

Colomba e colombine di Valentina con ricetta di Boscarello (terranuova)

federica g

Colomba di Federica G.

nunzia

Colomba di Nunzia

antonio1antonio2

Colomba di Antonio

elena1elena2

Colombe di Elena B. (prima della cottura e dopo la cottura)

beatrice2beatrice1

Colomba di Beatrice, intera e fetta

valentinavalentina2

Colomba con colombine di Valentina e fetta della seconda colomba (entrambe vegane)

odette

Colomba di Odette

erica1

Colomba con "taglio" di Erica



Alcuni accorgimenti emersi nel corso della "colombata":

  • forno: meglio forno ventilato a 180° per circa 40 minuti (per la piccola bastano 10 minuti di meno) - l'ideale sarebbe avere un termometro a sonda per poter misurare la temperatura interna che dovrebbe essere sui 97°
  • raffreddamento: per mantenere l'alveolatura ed evitare "sprofondamenti" l'ideale sarebbe farla raffreddare appesa usando due spiedini lunghi o due ferri da maglia (uno passa per la testa e l'altro per la coda) o almeno metterle in verticale
  • quando sono fredde si conservano in sacchetti di plastica 
  • si dovrebbero aspettare 3 giorni per mangiarle - ma nessuno di noi ce l'ha fatta! :-)
  • per la glassa: si può spolverare dello zucchero a velo sopra

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy