in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

La storia del toro Ferdinando

on Venerdì, 11 Settembre 2015. Posted in libri

La storia del toro Ferdinando

Non so se ricordate che qualche tempo fa vi avevo raccontato del libro "La stada di Jella" e de "La conferenza degli animali". Da quella lettura mi è venuta una gran voglia di di cercare alcuni libri a cui accenna Jella nel suo racconto. Fra questi in particolare la storia del toro Ferdinando è diventato uno dei libri preferiti dalle birbe... un libro uscito per la prima volta nel 1936, direi ancora assolutamente moderno nel contenuto e nella storia. Bandito in Spagna, quando uscì in concomitanza con lo scoppio della  guerra civile e bruciato in segno di propaganda nazista in Germania, in Italia uscito solo nel 1967. Copertina rossa su cui campeggia l'immagine del toro che annusa un fiore.

Il "rivoluzionario" protagonista della storia è un toro che a differenza degli altri tori non amava correre, saltare, dare testate, ma passava il suo tempo tranquillamente sotto un albero ad annusare i fiori.

DSCF8841 gd

DSCF8842 gd

Un giorno vennero degli uomini a scegliere il toro per la corrida, tutti gli altri tori si mettevano in mostra, fuorchè Ferdinando... che però mentre se ne stava fra i fiori venne punto da un'ape e cominciò a saltare e correre qua e là, finendo per essere scelto!

A Madrid lo chiamarono Ferdinando il feroce... ma a lui interessavano solo i fiori dei cappelli delle dame e annusandoli si fermò in centro all'arena indifferente alle sollecitazioni del torero che cercava di farlo infuriare...

DSCF8843 gd

e grazie alla sua tranquillità usci vivo dall'arena e venne riportato sotto il suo albero

DSCF8844 gd

Davvero molti gli spunti di riflessione forniti, la bestialità dell'uomo che cerca di convincere il toro a combattere, rispetto alla mitezza dell'animale, l'indole pacifica del toro rispettata solo dalla madre mentre gli altri cercano di "convicerlo" a fare come gli altri tori, la pacatezza e l'amore per la natura che alla fine sono la sua salvezza... Mi è stato subito chiaro perchè fosse uno dei libri che per primi furono distribuiti nel progetto di Jella Lepman, visto il messaggio di pace e accettazione della diversità che porta con sè.

Che dite? Conoscevate il toro Ferdinando?

Il libro di oggi è:

La storia del toro Ferdinando di Munro Leaf, disegni di Robert Lawson edizione excelsior 1881 collana Piccole Pesti

Del libro è stato fatto un piccolo cortometraggio dalla Disney, che riprende piuttosto fedelmente la storia, calcando un po' sull'aspetto ironico rispetto al torero soprattutto. Ve lo linko qui sotto.

Questo post partecipa al VdL di Paola Homedemama e alla condivisione di libri per bambini "La biblioteca di Filippo" su FB.

 

Commenti (4)

  • Claudia & Topastro

    Claudia & Topastro

    11 Settembre 2015 at 14:00 |
    Ma dai... fortissimo questo toro! A me non è venuto in mente di cercare i libri di cui parla Jella nella sua biografia ma tu hai fatto benissimo! Incredibile che un libro del 1936 sia ancora così attuale!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      11 Settembre 2015 at 22:04 |
      Me ne ero segnati anche altri... sono curiosissima di trovarli!

      Rispondi

  • paola

    paola

    17 Settembre 2015 at 15:41 |
    io ho il cortometraggio disney in whs e da bimba lo adoravo...non sapevo ci fosse il libro!!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Settembre 2015 at 21:28 |
      In pratica abbiamo fatto il percorso inverso... io ho scoperto il cartone animato dopo aver scovato il libro...

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy