in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Le quattro stagioni di un ramo di melo

on Venerdì, 16 Settembre 2016. Posted in libri, giardino

Le quattro stagioni di un ramo di melo

Quasi autunno, tempo di mele! Tempo di raccontarvi la storia dei due piccoli meli che abbiamo in giardino. Arrivati a casa nostra per mano dei vicini che li avevano a loro volta ricevuti in regalo da qualcuno che li avrebbe buttati... due rametti senza vaso, con poche radici. Ma come si possono buttare degli alberi da frutto? Dei meli? Anche ne avessimo avuti altri 100 li avremmo presi in custodia, invece non ne avevmo neppure uno nel nostro giardino-frutteto e quindi sono stati accolti con gioia e messi giù senza grosse aspettative, ma con amore.

DSCF1790 gd

Il primo anno quello che sembrava messo meglio, comincia a seccarsi, il ramo principale muore. Lo lasciamo lì lo stesso, dandogli tempo... Il secondo anno l'alberello rimasto ci sona un sacco di fiori, che poi si trasformano in 5 mele. Dalla base dell'albero secco nascono dei rami e ci rendiamo conto che in realtà l'abero era stato innestato. Chissà se su un'altro melo? Decidiamo di stare a vedere... la pianta cresce. L'anno scorso ancora poche mele dall'albero più grande (che comunque è poco più di un ramo...) e nulla, nè fiori, nè frutti dal secondo.

DSCF1927 gd

Quest'anno finalmente un mare di fiori da entrambi gli alberi, mai visti così tanti! Sul secondo albero crescono 5 mele, che arrivano a maturazione, sul primo nonostante le dimensioni ridotte ci saranno 100 mele, alcune piccine, altre belle grandi: sode, croccanti, buonissime! Ce le stiamo proprio godendo! Senza alcun trattamento, nè particolari accortezze: alla faccia dei più di 20 trattamenti antiparassitari delle mele del mercato convenzionale! E che soddisfazione vedere i bambini addentare con gioia i frutti e gustarli morso dopo morso.

IMG 20160525 145354 gd

Ma veniamo al libro di oggi che ci ha accompagnato a partire dalla primavera, un gradito dono dell'amica Sara. Man mano che i nostri alberi mettevano foglie e fiori e frutti, noi seguivamo anche la storia del melo del libro riconoscendo alcuni degli ospiti alati e non che pagina dopo pagina vanno a posarsi frai rami, ad assaggiare i frutti, a prendere il sole o la pioggia o la neve.

IMG 20160902 113658 gd

Il passare delle stagioni viene scandito sia dal tipo di ospiti che dal mutare della luce che infine dalla presenza e dimensione di foglie,fiori e frutti. Un libro scientifico che diventa narrazione, un romanzo lento che ci fa scoprire i ritmi ciclici della natura e ci insegna a stare ad osservare in silenzio. Certamente un libro da avere nella propria biblioteca!

IMG 20160915 225750

le quattro stagioni di un ramo di meloLa luce è cambiata, le mele sono adesso mature:

comincia la raccolta.per lo stiaccino è il momento di partire.

Quest'uccello vulnerabile non ama l'agricoltura intensiva:

il suo nido a terra viene spesso distrutto dalla falciature precoci.

Il libro di oggi è:

Le quattro stagioni di ramo di melo di Anne Crausaz ed. L'ippocampo (al link potete vedere anche una breve presentazione)

Questo post partecipa al VdL di Paola Homedemama.

Trovate l'elenco completo in continuo aggiornamento dei libri che ho recensito QUI.

Salva

SalvaSalva

Salva

Salva

Commenti (2)

  • Claudia

    Claudia

    02 Ottobre 2016 at 10:26 |
    Ma sai che il melo è uno degli alberi che più vorrei accogliere in un futuribile giardino? Intanto perchè è bello, bellissimo, quando è primavera: in particolare i fiori del cotogno sono incredibili. Poi è una specie botanicamente molto particolare, che mi incuriosice, e infine, soprattutto, perchè adoro le mele e la loro versatilità. Insomma, avrei agito decisamente come te nel salvare questi due rametti :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      03 Ottobre 2016 at 09:00 |
      Infatti, se non fossero arrivati questi due meli, ne avremmo acquistati di certo!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy