in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Polpette di carote e fasolada di cannellini da "Ricette di Felix da tutto il mondo"

on Giovedì, 12 Marzo 2015. Posted in libri, cucina

Polpette di carote e fasolada di cannellini da

In una delle recenti visite in biblioteca con le bimbe ci siamo imbattute in un librone che ha catturato subito la nostra attenzione per il fatto che contiene un sacco di ricette. Una volta a casa l'abbiamo sfogliato con più attenzione e abbiamo deciso che sarà proprio il caso di acquistarlo: il coniglietto Felix e la sua amica Sophie decidono di raccogliere e provare ricette da tutto il mondo, il metodo scelto per mandare gli inviti è un messaggio nella bottiglia. Un po' alla volta arriveranno le risposte corredate di ricette. La storia raccontata si alterna alle ricettine, tutte semplici nella preparazione e accompagnate dalle indicazioni per aiutare i bambini a realizzarle.

DSCF5354

Verso l'inizio del libro troviamo un'incursione in cucina che mostra gli utensili da usare e alla fine alcune indicazioni su come lavare l''insalata o preparare l'ananas e l'anguria. Nelle prime pagine le indicazioni per lavorare in sicurezza e pulizia, nochè alcune indicazioni sulle dosi e le unità di misura.

Ci è piaciuto questo modo di girare il mondo attraverso gusti diversi accompagnati da racconti delle tradizioni locali. Le lettere che arrivano sono lettere "vere" inserite in buste apribili incollate al libro, particolare questo che è piaciuto molto alle bimbe.

Le ricette proposte sono onnivore, anche se la maggior parte è vegetariana e veganizzabile... certamente si nota l'origine germanica di chi ha scritto il testo visto l'uso esagerato della panna, che non è assolutamente indispensabile.

DSCF5351

Con le bimbe ci divertiamo a provare le ricette, alcune sono di loro vegane e non necessitano di alcun adattamento come per esempio quella Fasolada dalla Grecia (unica modifica dovuta alla stagione visto che non avevamo i peperoni abbiamo messo i porri), altre le abbiamo leggermente modificate pur non cambiando gli ingredienti principali, come nel caso delle polpette di carote. Inutile che vi dica che entrambi i piatti sono stati apprezzatissimi!

DSCF5356

Eccovi le due ricettine!

Fasolada dalla Grecia

DSCF5357 gdPer questo piatto servono:

  • 250 gr di fagioli bianchi (noi cannellini)
  • 4 l di acqua per l'ammollo
  • 1 l d'acuqa per la cottura
  • 2 carote
  • 1 porro (loro un peperone verde)
  • 1 gambo di sedano
  • 1/4 di sedano rapa
  • 1 cipollotto
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1/4 di pizzico di sale
  • 1 pizzico di pepe fresco
  • 800 gr di pomodori pelati (noi pomodorini al naturale della nostra dispensa, ovvero quelli del nostro orto)
  • 1 pizzico di origano

Preparazione:

Ho apprezzato molto che vengano usati fagioli secchi e che venga spiegato come fare l'ammollo. Come sempre noi l'abbiamo fatto con l'aga kombu e una foglia di alloro che abbiamo tenuto anche per la cottura. Li abbiamo cotti per un'ora. Si affettano le verdure e si fanno rosolare nell'olio (nel nostro caso con un po' di acqua). Si trasferiscono nella pentola con i fagioli e si fa cuocere per una ventina di minuti. Si aggiungono i pomodori, si completa la cottura e si insaporisce con le spezie.

Polpette di carote

Per questo piatto servono (vi lascio solo la nostra versione modificata):

  • 300 gr di carote
  • 8 cucchiai di farina di mais gialla + un po' per la panatura
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco (del nostro vaso)
  • tre cucchiai di semi di lino
  • 3-4 cucchiai di farina di ceci
  • sale fino integrale qb
  • pepe verde qb
  • origano secco qb
  • acqua qb
  • olio evo qb
  • salsa shoyo se piace

DSCF5367Preparazione:

Preveleviamo 3 cucchiai di semi di lino e li copriamo d'acqua. Li lasciamo riposare mentre iniziamo la preparazione. Una delle birbe lava bene con la spazzola le carote. Io taglio il gambo e le affetto a pezzi grossolani, l'altra le versa nel mixer e lo aziona in modo da "gratuggiarle". Io affetto il prezzemolo, nel frattempo le bimbe aggiungono alle carote le farine e poi il prezzemolo tritato. Aggiustano di spezie e sale e infine uniscono i semi di lino con la loro mucillaggine. Mescolano bene, se serve si aggiunge un po' d'acqua. Lasciamo riposare per una mezzoretta. Accendiamo il forno a 175°. Prepariamo la teglia del forno coperta di carta forno e cominciamo a realizzare le polpette prelevando un po' di impasto con le mani. Rotoliamo ogni polpetta nella farina di mais e la disponiamo sulla carta forno. In una tazza si versa un po' di olio evo e poca salsa shoyu, si mescola bene e si cosparge con questa emulsione con un pennello la superficie di ogni polpetta. Si inforna per 30 minuti. Noi le abbiamo servite con una bella insalata e una salsina di kefir di soia.

productIl libro di oggi è:

"Ricette di Felix da tutto il mondo - un leprotto colleziona ricette da tutto il mondo" di Annette Langen e Costanza Droop ed. Fabbri

Questo post partecipa al giovedì del libro di cucina di Annalisa.

giovedi-del-libro-di-cucina

Commenti (10)

  • Ely

    Ely

    12 Marzo 2015 at 12:45 |
    Queste polpettine di carote mi piacciono proprio tanto, mi sembrano ottime! e del libro che dire? pur non avendo figli mi sembra davvero carino e coinvolgere le tue bimbe in cucina la trovo una cosa meravigliosa! ciao a presto Ely

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      12 Marzo 2015 at 15:12 |
      Si, le polpette sono sfiziosissime e il libro interessante anche per i "grandi" ;-)

      Rispondi

  • Sara

    Sara

    12 Marzo 2015 at 13:38 |
    che due belle ricette Daria, perfette anche per noi, Noah ne andrà matto, lui adora sia le carote che le polpette! un bacione

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      12 Marzo 2015 at 15:12 |
      Eh, si con carote e polpette si va sul sicuro con i piccoli!

      Rispondi

  • MICHELA

    MICHELA

    12 Marzo 2015 at 13:50 |
    Ciao cara
    per la fasolada alla Greca hai usato pomodori essiccati?
    Per il resto direi che proporrò a Edoardo di preparare queste pappe con me....intanto Bianca mi da un sacco di calcetti dalla pancia...secondo me approva ;-)

    Baci

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      12 Marzo 2015 at 15:16 |
      Ciao Michela, no, ho usato i pomodorini dell'orto che avevo messo via lo scorso anno al naturale. Metodo semplicissimo. Lavi molto bene i vasi, infili i pomodorini tal quali pressandoli bene bene e infialndo qua e là foglie di basilico e se piace aglio. Chiudi i vasi e li sterilizzi per 20 minuti. Lasci raffreddare nella pentola e metti in dispensa: si conservano benissimo per svariati mesi!
      Fammi sapere se provate le ricette!
      Un abbraccio

      Rispondi

      • MICHELA

        MICHELA

        12 Marzo 2015 at 15:25 |
        Non sapevo che i pomodori si potessero conservare anche così e visto che quest'anno non so se riusciremo a fare la conserva è una più rapida e validissima alternativa per conservare i pomodori del nostro orto!!!
        GRAZIE!
        Ti farò poi vedere le nostre polpette!!

        Rispondi

        • Daria

          Daria

          12 Marzo 2015 at 21:38 |
          Eh, si, è un metodo veloce e pratico, l'anno scorso con Lorenzo piccolo, è venuto utilissimo! ;-)
          Aspetto di vedere le vostre polpette, se ti fa piacere poi le metto nel post dedicato alle ricette rifatte da voi.

          Rispondi

  • francesca

    francesca

    14 Marzo 2015 at 22:19 |
    Leggevo anche io ai miei figli le avventure di Felix, quando erano piccoli. Non questo libro in particolare, ma altri libri di avventure del simpatico coniglio. Ci piacevano molto questi libri perchè c'erano oggetti per giocare e lettere vere da leggere a parte.
    Davvero bellissimi.
    Un abbraccio
    Francesca

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Marzo 2015 at 10:53 |
      Cercherò anche gli altri, in effetti ho visto che c'è sbizzarrirsi!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy