in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Barrette energetiche ai cachi

on Giovedì, 03 Dicembre 2015. Posted in cucina

Barrette energetiche ai cachi

Eh, si! il look natalizio è arrivato sia in casa (anche quest'anno sono riuscita a confezionare un calendario dell'avvento per le bimbe) che in giardino: vi piace il nostro albero di Natale spontaneo? Io lo trovo splendido e originalissimo con tutto quel arancione, altro che rosso! E poi è  a costo zero, super ecologico, non serve trovare un posto dove riporlo durante ilresto dell'anno, non si trapianta e non si autodecora, e soprattutto, volete mettere la golosità del poter prendere e staccare quelle palline e gustarle cucchiaiata dopo cucchiaiata come un budino?

DSCF0041

Se comunque vi avanzessero dei golosi frutti o ne aveste troppi di maturi contemporaneamente o ancora se voleste portare con voi in borsa tutta la golosità di questi frutti, ecco venirvi in soccorso l'essicatore, con cui potete velocemente e facilmente preparare queste barrette energetiche che vi tireranno su nei momenti di debolezza e nel grigiume delle giornate nebbiose padane. Io le infilerò di certo nelle ceste natalizie autoprodotte che regalerò agli amici: sono troppo buone irrestibili! Ah, perfette anche per le merende dei piccoli, sia da portare a scuola, sia per chi non ha ancora abbastanza denti per gustare la frutta secca tal quale. Che aspettate, andate a prendere i cachi e il robot da cucina!

Ingredienti:

  • 3 cachi maturi
  • 100 gr di noci dell'amazzonia del commercio equo bio
  • 100 gr di fichi secchi bio siciliani acquistati col gas

DSCF9817 gd

Preparazione:

Mettere in ammollo i fichi secchi e le noci dell'amazzonia. Tagliare a pezzeti i fichi. Versare in un mixer la frutta secca e azionare in modo da frullarla. Lavare i cachi, tagliarli a pezzi e aggiungerli (se la buccia è morbida unitela pure). Frullare fino ad avere un composto appiccicoso e non troppo uniforme ancora piuttosto liquido. Versarlo su due pezzi di carta forno dando un a forma rettangolare e tenendo uno spessore di circa 1 cm. Disporre sui cestelli dell'essicatore (io ho riempito gli altri cassetti con altra frutta secca) e impostare il programma P3 crudista. Dopo 24 ore staccare dalla carta forno e rovesciare la sfoglia. Lasciare essiccare per altre 4-5 ore, finchè sarà ben secca anche se ancora morbida. Tagliare a strisce larghe circa 5 cm. confezionare con carta forno o alluminio. Durano tantissimo anche fuori dal frigo se non le mangiate tutte prima!

Ah, dimenticavo di mostrarvi il calendario dell'avvento! Una città di buste!

12289586 10205109548249374 1468605130273948109 n

Commenti (12)

  • elisabetta p.

    elisabetta p.

    04 Dicembre 2015 at 14:04 |
    ma che carinissimo il calendario gigante!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Dicembre 2015 at 22:36 |
      Grazie!

      Rispondi

  • Fiore

    Fiore

    04 Dicembre 2015 at 18:16 |
    sei sempre bravissima, a me i cachi nn piacciono sono troppo dolci e calorici , ma tu hai i bimbi e loro devono crescere !!! :-)

    ti ringrazio cara Daria x aver partecipato ancora una volta alla foto sfida :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Dicembre 2015 at 22:35 |
      Ah, si, loro divorano queste barrette, ma anche noi grandi non ce le facciamo mancare in borsa, sono troppo buone!
      Grazie a te per l'iniziativa!

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    04 Dicembre 2015 at 20:27 |
    Bellissima, domenica li faccio sicuramente, così smaltisco qualche caco, sono certa che sarà gratissima!!!! fantastico il calendario dell'avvento :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Dicembre 2015 at 22:33 |
      Ed ha anche il pregio di poter essere preparata in un attimo!

      Rispondi

  • Alice

    Alice

    05 Dicembre 2015 at 16:05 |
    Non amo i cachi mangiati "da soli", ma in queste deliziose barrette con la frutta secca mi attirano assai! Davvero una bella idea, grazie :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Dicembre 2015 at 22:18 |
      Il gusto dei cachi essiccati cambia, per esempio se essicchi quelli non del tutto maturi non allappano più, quindi ti consiglio proprio di provare queste barrette, secondo me ti piaceranno!

      Rispondi

  • Pitti

    Pitti

    05 Dicembre 2015 at 16:12 |
    Queste le provo di certo. Faccio un po' fatica a mangiare i cachi a cucchiaiate, ma li adoro frullati e questa versione dev'essere strepitosa :) non avevo proprio pensato all'essiccatore. Come al solito... Grazie!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Dicembre 2015 at 22:17 |
      L'essicatore risolve un sacco di problemi di smaltimento degli esuberi e rende trasportabili anche i cibi più difficili! Vedrai che le barrette ti conquisteranno!

      Rispondi

  • Marcella bachini

    Marcella bachini

    16 Dicembre 2015 at 13:09 |
    Mio suocero tutti gli anni mi manda una cassetta di cachi , che io puntualmente do a mia madre perché ne va ghiotta, ma io no....
    Avevo già sentito che essiccati cambiano sapore , quindi voglio proprio provare a fare queste barrette e chissà se cambierò opinione sui cachi. ..poi ti faccio sapere.....

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Dicembre 2015 at 14:30 |
      Ciao Marcella, fammi sapere se sei riuscita a rivalutare questo frutto! ;-)

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy