in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170127 104057

 

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Crocchette senza glutine in tre versioni

on Martedì, 20 Settembre 2016. Posted in cucina

Crocchette senza glutine in tre versioni

Ho preso l'abitudine di preparare almeno uno dei pasti giornalieri, senza glutine, per abituare i bambini e noi a nuovi gusti e per stare più leggeri, mi piace sperimentare cose accattivanti che facciano amare questi piatti anche alle bimbe, che ora adorano la pizza senza glutine a lievitazione naturale e senza preparati appositi (la faccio quasi sempre con la ricetta di Felicia). Fra le cene preferite ci sono quella a base di polpette e quella con le crocchette. In entrambi i casi i bimbi fanno festa sia mangiandole che aiutandomi nella preparazione. Poi mi trovo con farina ovunque, ma vuoi mettere la loro soddisfazione! Stavolta era il turno di Lorenzo: io gli passo un pezzo di impasto un po' compattato e lui lo modella (più o meno) e lo passa nella farina per fare la gratinatura. Poi me lo ripassa per metterlo nella teglia.

IMG 20160916 190304

Le crocchette che abbiamo preparato stavolta erano di tre tipi, due dei quali nati per smaltire degli avanzi... anzi a dire il vero avevo appositamente preparato più miglio e più quinoa proprio per usarli negli impasti delle crocchette.

Ma veniamo alle ricette!

1 – CROCCHETTE MIGLIO E PATATE

IMG 20160916 190438

ingredienti:

  • 1 patata
  • 1/2 tazza (120 ml) di miglio in chicchi
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 cipolla piccola
  • 250 ml di acqua
  • olio evo qb
  • sale fino integrale qb
  • farina di mais qb per la panatura

Preparazione:

In una pentola in acciaio dal fondo spesso versare poco olio, un po' di acqua, il rametto di rosmarino, la cipolla tritata finemente e la patata pelata e tagliata a cubetti.

Fare soffriggere finchè le patate si saranno ammobidite. Aggiungere il miglio lavato, farlo tostare brevemente e aggiungere l'acqua. Coprire e lasciare cuocere per 20 minuti a fuoco lento. A cottura ultimata spegnere e lasciare riposare coperto fino al completo raffreddamento. Versare il miglio in un mixer, aggiustare di sale e frullare in modo da ottenere un composto omogeneo. Riporre a riposare in frigo per almeno un'ora. Procedere alla preparazione delle crocchette, farle rotolare nella farina di mais e disporle nella teglia del forno foderata di carta forno. Infornare a 180° per 20-30 minuti fino a doratura.

2 – CROCCHETTE ALL'AVENA CON CAVOLFIORE E CAROTA

IMG 20160916 202320

ingredienti:

  • 1 carota grande
  • 1 piccolo ciuffo di cavolfiore
  • succo di limone (se piace)
  • 8 cucchiai colmi di fiocchi di avena senza glutine
  • 2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
  • 2 cucchiai di sesamo, più un altro cucchiaio per la panatura
  • 3 cucchiai di madorle ridotte in farina
  • sale fino integrale qb
  • olio evo qb
  • farina di mais per la panatura

preparazione:

Lavare la verdura, tagliarla a pezzetti, metterla nel boccale del frullatore con poco olio e poca acqua e ridurre in purea. Passarla in una ciotola e aggiungere il lievito, il sesamo, le mandorle e l'avena. Mettere tutto a riposare in frigo per almeno un'ora. Formare delle palline di impasto e passarle in una miscela di farina di mais e sesamo. Disporle nella teglia del forno foderata di carta forno e informare per 20 minuti a 180 ° o comunque fino a doratura.

3 – CROCCHETTE QUINOA E MANDORLE

 IMG 20160910 203000

ingredienti:

  • 1/2 bicchiere (120 ml) di quinoa
  • 10 pomodorini
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 foglie di salvia
  • 250 ml di acqua
  • 2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
  • 3 cucchiai di mandorle ridotte in farina
  • farina di ceci qb
  • farina di mais per panatura
  • olio evo qb
  • sale fino integrale qb

Preparazione:

In una pentola in acciaio dal fondo spesso versare un po' di olio, un po' d'acqua, l'aglio e la salvia e far rosolare. Lavare la quinoa sotto l'acqua corrente, scolarla e versarla in pentola, far asciugare mescolando. Aggiungere l'acqua e far cuocere a fuoco lento e pentola coperta per 15-20 minuti. Spegnere, salare, ricoprire in modo che l'acqua rimanente venga completamente assorbita.

Lasciare raffreddare. Mettere nel boccale del frullatore i 10 pomodorini tagliati a metà e la quinoa e frullare grossolanamente. Aggiungere le mandorle, il lievito e la farina di ceci necessaria ad ottenere un composto ben lavorabile a mano. Aggiustare di sale e riporre in frigo per un'ora. Riprendere l'impasto, creare delle palline leggermente schiacciate, rotolarle nella farina di mais e disporle nella teglia foderata di carta forno. Infornare a 180° per 20-30 minuti, fino a doratura.

Io ho servito le crocchette accompagnate da maionese o da passata di pomodoro arricchita con origano, olio e poco sale. Quest'ultima si abbinava perfettamente con le crocchette del tipo 2. A contorno verdure varie crude: carote grattuggiate, cavolo capuccio tagliato finemente, pomodorini...

Se vi dovessero avanzare, sono ottime anche fredde, il giorno dopo. Io le vedo particolarmente adatte anche da portare con sè per il pranzo fuori casa!

Salva

Commenti (5)

  • Felicia

    Felicia

    22 Settembre 2016 at 06:28 |
    Bravissimo il piccolo chef!!!! che spettacolo vederlo all'opera. Grande produzione di polpette e crocchette..... sempre buonissime e gustose.
    Un bacione

    Rispondi

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    25 Settembre 2016 at 11:00 |
    Che acquolina tutte queste crocchette!
    Quelle che mi ispirano di più sono quelle di avena con cavolfiore e carota.....le proverò!
    Buona domenica

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      25 Settembre 2016 at 13:14 |
      Ciao Serena, sono state anche le mie preferite col loro gusto più deciso, invece i piccoli hanno adorato quelle col miglio...
      Buona domenica anche a te!

      Rispondi

  • labalenavolante

    labalenavolante

    30 Settembre 2016 at 12:05 |
    Ciao Daria, bellissimo post complimenti! Miglio e quinoa li uso spesso per fare polpette e crocchette, ma confesso di non aver mai usato i fiocchi di avena!! E pensare che ormai pensavo di averli usato dappertutto, complice il libro sull'avena che uscirà a breve e di cui ho curato l'edizione italiana... ripieni, pudding, crostate, crumble... non mi resta che provare con questa versione polpettosa!
    Uh, mi ha incuriosito molto anche il post sul teff, che non ho ancora provato! Magari sarà la volta buona per partecipare anche alla tua raccolta :-* bacioni

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Settembre 2016 at 15:26 |
      I fiocchi d'avena sono davvero versatili, hai ragione! Io li adoro anche nel pane, lasciano una consistenza morbidissima!
      Grazie per gli aggiornamenti sui libri in uscita, aggiungo alla lista lunghissima! ;-)

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy