in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Articoli taggati con: quinoa

Polpette di quinoa, zucchine fritte per finta, torta all'amaranto e grissini al mais

on Sabato, 22 Luglio 2017. Posted in cucina

Polpette di quinoa, zucchine fritte per finta, torta all'amaranto e grissini al mais

Strana serata questa: a casa in solitudine, caldo torrido e umido, solo un po' di vento (caldo anche lui) a farmi compagnia mentre Lorenzo dorme, Marco è a lavoro e le bambine sono in montagna con la nonna a godersi il fresco e una festa medievale. Meglio che ne approfitto per scrivere qualcosa! Ormai mi sono rassegnata a post sempre più sporadici: ero indecisa fra un post di cucina e una passeggiata fra i monti, ho optato per la prima, la passeggiata ve la racconto la prassima volta, prometto! :-)

Visto che passo poco vi lascio più ricettine, tanto son tutte facili... in tutti i casi si tratta di richieste che sono venute dai bambini, assolutamente di loro gradimento. Forse fa poca voglia accendere il forno, ma la sera dopo cena si può fare, non è peggio che accendere i fornelli!

Crocchette senza glutine in tre versioni

on Martedì, 20 Settembre 2016. Posted in cucina

Crocchette senza glutine in tre versioni

Ho preso l'abitudine di preparare almeno uno dei pasti giornalieri, senza glutine, per abituare i bambini e noi a nuovi gusti e per stare più leggeri, mi piace sperimentare cose accattivanti che facciano amare questi piatti anche alle bimbe, che ora adorano la pizza senza glutine a lievitazione naturale e senza preparati appositi (la faccio quasi sempre con la ricetta di Felicia). Fra le cene preferite ci sono quella a base di polpette e quella con le crocchette. In entrambi i casi i bimbi fanno festa sia mangiandole che aiutandomi nella preparazione. Poi mi trovo con farina ovunque, ma vuoi mettere la loro soddisfazione! Stavolta era il turno di Lorenzo: io gli passo un pezzo di impasto un po' compattato e lui lo modella (più o meno) e lo passa nella farina per fare la gratinatura. Poi me lo ripassa per metterlo nella teglia.

IMG 20160916 190304

Le crocchette che abbiamo preparato stavolta erano di tre tipi, due dei quali nati per smaltire degli avanzi... anzi a dire il vero avevo appositamente preparato più miglio e più quinoa proprio per usarli negli impasti delle crocchette.

Quinoa, riso e grano saraceno su crema di piselli e "carleti" (silene)

on Sabato, 09 Aprile 2016. Posted in cucina

Quinoa, riso e grano saraceno su crema di piselli e

Primavera che avanza = erbette spontanee sempre più presenti in giardino - orto e di conseguenza anche nel piatto! Non so voi, ma in questo periodo mi risolvono un sacco di pranzi o cene, basta uscire di casa per trovare rucola selvatica, ortiche, malva, melissa, tarassaco e soprattutto i "carleti", ovvero il silene, che generalmente va a finire in risotto o farifrittata.

DSCF1556

Molto spesso nella preparazione sono accompagnata da Lorenzo, che adora stare in cucina ad "aiutare". Se non ho fretta, trovo molto rilassanti questi momenti condivisi, da cui nascono spesso pietanze buonissime, anche se (o forse proprio perchè) improvvisate. Stavolta il mio piccolo assistente si era fissato con i piselli (per ora ancora quelli secchi, per i freschi qui da noi abbiamo ancora un pochino da aspettare) e quindi ho deciso di provare a unire il loro verde a quello dei carleti per farne una crema su cui poi ho posato una torretta di cereali misti senza glutine. Un ultimo tocco fresco di melissa e il gioco è fatto per un piatto che anche i più piccoli hanno adorato e gustato chedendone il bis! Sapete che loro sono la mia cartina di tornasole e se un piatto piace a loro vuol dire che è a prova di tutti i gusti! ;-)

Alberello di quinoa con lenticchie

on Lunedì, 15 Dicembre 2014. Posted in cucina

Alberello di quinoa con lenticchie

Sapete che adoro la quinoa ed era da un po' che non vi proponevo un piattino con questo simil-cereale, complice il fatto che purtroppo il suo prezzo è ulteriormente aumentato ho ridotto un po' le volte in cui la mangiamo, ciò non toglie che la apprezzi molto e che se abbinata ai giusti ingredienti possa costituire anche un piatto non troppo dispendioso, come dimostro con questa ricettina che è anche facile e veloce e che ho preparato in veste natalizia a forma di albero come piace alle bimbe.

Salutiamo(ci) la quinoa e passiamo agli spinaci!

on Giovedì, 10 Aprile 2014. Posted in cucina

Salutiamo(ci) la quinoa e passiamo agli spinaci!

Non certo celermente arrivo col post conclusivo, di saluto, al mio mese come blog ospitante Salutiamoci. Questo mese è proprio volato, è stato bello seguirvi nelle ricette e vedere di volta in volta cosa saltava fuori da cucine, pentole e fornelli: decisamente c'è l'imbarazzo della scelta! Scoperte nei cibi proposti, ma anche nei blog, alcuni dei quali non conoscevo e che sono stati una gradita sorpresa, permettendomi di conoscere tante belle persone e altri nuovi modi di cucinare. Non vi nascondo che c'è stato un momento in cui sono stata presa dallo sconforto, infatti proprio nel corso di questo mese ho avuto un "problemino" col blog, una violazione che lo ha bloccato per un giorno e che mi ha fatto sparire tutti i commenti al post di Salutiamoci... ho dovuto passare una sera a recuperarli tutti! Va beh, non vi tedio ulteriormente e passiamo alle ricette! Faccio veramente fatica a scegliere fra le 48 ricette arrivate che spaziano dagli antipasti ai primi, dai secondi ai contorni ai dolci! Ne ho provate alcune, ma purtroppo non tutte... Quindi prendete la mia selezione attuale come una sorta di menù per un pranzo o cena dove la quinoa sarà protagonista, ma andatevi a vedere anche tutte le ricette che meritano! Ora nessuno potrà venire a dire che non sa come preparare la quinoa! ;-)

Scodelline di arance, batata e germogli di quinoa rossa

on Lunedì, 31 Marzo 2014. Posted in cucina

Scodelline di arance, batata e germogli di quinoa rossa

Siamo arrivati alla fine di questo mese e quindi stasera si chiude anche il mio mese dedicato alla quinoa per Salutiamoci. In questi giorni sono arrivate ancora varie ricette, aspettando quelle dell'ultimo giorno vi lascio anche questa mia ricettina che inserirei fra i dolci... secondo me ci sta benissimo a colazione o a merenda. Fresca, con le ultime arance della stagione che avevo spremuto perchè le bimbe avevano voglia di una bella spremuta e di cui ho recuperato la polpa e le bucce come ciotoline e col bel colore arancione della batata che va a fare compagnia ai germogli di quinoa rossa. Vi raccontavo che è un periodo in cui sento proprio il bisogno di far scorta di erbe spontanee e la cosa va di pari passo alla voglia di far germogliare: quindi germogli sia per crescere piantine nell'orto, sia da mangiare.

Palline di cocco con quinoa in incognito

on Lunedì, 17 Marzo 2014. Posted in cucina

Palline di cocco con quinoa in incognito

Un giochino che facciamo spesso con le bimbe e quello di provare a indovinare gli ingredienti di un cibo, prima vedendolo e poi assaggiandolo... in questo caso appena le piccole hanno visto questi dolcetti, la loro esclamazione è stata: "Le palline con la cioccolata!" Purtroppo (o per fortuna) l'aspetto è ingannevole, infatti non c'è traccia di cacao o cioccolato... e anche l'uomo di casa pur non aspettandosi il cioccolato non è riuscito subito a capire quale fosse il misterioso ingrediente. Infatti in questa veste la quinoa non si fa notare più di tanto e il colore scuro di quella rossa in contrasto col bianco del cocco confonde parecchio. Si tratta di dolcetti che si possono gustare senza pensieri, dal gusto delicato, assolutamente non stucchevole, come piace a me!

Quinoa per un mese con Salutiamoci!

on Sabato, 01 Marzo 2014. Posted in cucina

Quinoa per un mese con Salutiamoci!

salutiamoci300Chi mi segue sa che il sabato non posto quasi mai, tanto più in questo periodo nel quale sto cercando di ridurre il tempo al pc a favore del tempo per me stessa, all'aperto e con le bimbe, ma stavolta "sgarro" per un motivo validissimo, ovvero perchè finalmente ( e lo annuncio con non poca emozione!) è arrivato anche il mio turno di ospitare Salutiamoci! Voi che mi leggete sempre sapete che non passa mese senza che dedichi almeno una ricetta a questa iniziativa alla quale ho partecipato fin dal primo appuntamento. Quindi è con vero piacere che questo mese accolgo la raccolta di ricette sane e golose a base di uno dei cereali (o meglio simil-cereali) che preferisco, ovvero la quinoa.

Quinoa bianca e rossa al radicchio di Chioggia

on Lunedì, 17 Febbraio 2014. Posted in cucina

Quinoa bianca e rossa al radicchio di Chioggia

salutiamoci300Finalmente anche questo mese riesco a contribuire alla raccolta di Salutiamoci che vede come protagonista un ingrediente tipicamente veneto e che mi piace in tutte le sue varianti "logistiche", ovvero il radicchio rosso, ospitato da Peanut in Cookingland. In zona le sagre dedicategli sono innumerevoli, come lo sono le tipologie. In questa ricetta anzichè usare il più "famoso" radicchio di Treviso, ovvero quello dalla foglia lunga (che si trova sia in versione tardiva che precoce), uso il radicchio di Chioggia, dala forma tonda... bellissimo e versatile tanto quanto il fratello. Se cercate qualche informazione nutrizionale vi rimando come sempre al post su Salutiamoci. Stavolta il radicchio che ho usato non proviene dal nostro orto, visto che lo stesso è terminato ormai da più di mese, ma è quello bio preso col gas. Del mio potete vedere qualche immagine QUI.

Veniamo alla ricettina. Ho abbinato il rosso del radicchio con questo mix di quinoa bianca e rossa e al dolce dell'uvetta.

Quasi-pizza senza glutine

on Mercoledì, 13 Novembre 2013. Posted in cucina

Quasi-pizza senza glutine

Questa settimana recupero tutte le cose che erano rimaste indietro la scorsa... in particolare ci tenevo a presentarvi questo secondo esperimento con la Bianca, pasta madre senza glutine. L'intento era di fare una sorta di focaccia, pizza alta e soffice, cosa non facilissima usando le farine appena macinate senza glutine che tendono a sfaldarsi appena si prova a farci un panetto. Allora ho deciso di mantenere anche stavolta l'idratazione alta un po' come faccio con la focaccia velocissima e stenderla al cucchiaio. Devo dire che alla fine sono (siamo) stati piacevolmente sorpresi perchè ne è venuta veramente una quasi pizza, molto gustosa e decisamente morbida dentro, ma con la fetta che "tiene"... insomma proprio buona e decisamente da rifare! Quindi ecco la ricetta (anche stavolta le farine erano tutte macinate di fresco da me, eccezion fatta per il mais fioretto di cinquantino - ottimo - che ho preso come sempre dalle Barbarighe).

Ingredienti:

  • 150 gr di pasta madre senza glutine rinfrescata da 4 ore
  • 220 ml di siero di kefir di soia (o di siero di yogurt di soia)
  • 90 gr di farina integrale di riso baldo appena macinata
  • 90 gr di farina di quinoa appena macinata
  • 15 gr di amido di mais
  • 30 gr di farina di mais cinquantino fioretto
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 cucchiaino di sale fino integrale

Per condire:

  • salsa di pomodoro fatta in casa
  • olio evo
  • sale fino integrale
  • origano secco
  • un paio di foglie di basilico

Preparazione:

Come vedete sono tornata in possesso della mia bilancia... speriamo non finisca nuovamente a volare grazie alle birbe... (:-)). Per prima cosa sciogliete la pasta madre nel siero di kefir, aggiungere tutte le farine e per ultimo il sale e l'olio evo. Mescolare bene fino ad avere un impasto denso e omogeneo. Far lievitare a temperatura ambiente per unìora e passare in frigorifero, coperta, per tutta la notte. La mattina estrarre dal frigo, lasciare ambientare per un'ora e stendere (col cucchiaio) sulla carta forno in forma tonda.

DSCF4507

Lasciar lievitare per un'ora nel forno spento (con lucina accesa): incredibilmente vi apparirà pure qualche bolla piccolina! Estrarre le teglia, accendere il forno a 180° e infornare per 15 minuti. Nel frattempo aggiungere alla salsa di pomodoro il sale, il basilico, l'olio e l'origano. Mescolare. Estrarre la focaccia dal forno e cospargere con la salsa di pomodoro condita. Reinfornare sempre a 180° per altri 7-8 minuti. Ed eccola qui!

DSCF4519

Buona buona! 

Questo post partecipa a Panissimo la raccolta di ricette di lievitati organizzata da  Bread & Companatico (Barbara) e Indovina chi viene a cena?(Sandra) che questo mese è ospitato da Menta e Rosmarino. Partecipa anche al "tema del mese" con le farine speciali di riso, mais fioretto cinquantino e quinoa.

panissimo

 

Peperoni rossi ripieni di quinoa

on Lunedì, 19 Agosto 2013. Posted in orto, cucina

Peperoni rossi ripieni di quinoa

Grazie alla generosità dell'orto in questo periodo ho un bel arretrato di ricette da proporvi. La cucina è attualmente invasa dai pomodori, mentre in frigo troneggiano i peperoni, ne abbiamo un sacco di titpologie e se in luglio si coglievano e si mangiavano ora sto cominciando a pensare a come conservarli, sicuramente una parte la seccherò... per ora però ce li gustiamo freschi e quindi eccovi una ricetta golosa che è piaciuta anche alle piccole che amano la quinoa e che hanno apprezzato l'uso dei peperoni a mo' di ciotolina con coperchio.

DSCF2294-rit

In questo caso ho usato dei peperoni rossi non molto grandi, avranno la dimensione di un pugno, un po' schiacciati (li vedete qui sopra), insomma perfetti da farcire! 

ingredienti:

  • 7-8 peperoni rossi tondi dell'orto
  • 100 ml di quinoa (io mi trovo meglio a darvi il volume, così potete usare un contenitore graduato come misurino)
  • 2 manciate di lenticchie rosse decorticate
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 foglie di basilico
  • 2 foglie di salvia
  • 200 ml di acqua più un po'
  • olio evo qb
  • sale grosso integrale qb
  • 1 pomodoro cuor di bue dell'orto

preparazione:

Per prima cosa preparare la quinoa, facendo saltare in poco olio evo allungato con un po' d'acqua lo spicchio d'aglio tritato e le foglie di salvia. Aggiungere le lenticchie rosse e farle rosolare. Sbucciare e tagliare a tocchetti il pomodoro e aggiungerlo assieme alle foglie di basilico spezzettate. Lavare la quinoa per bene sotto l'acqua corrente e versarla nella pentola. Farla tostare un po' e aggiungere i 200 ml d'acqua. Salare appena con un po' di sale grosso, chiudere col suo coperchio e lasciare cuocere a fuoco lento per 15 minuti. Spegnere e lasciare coperto fino al completo assorbimento dell'acqua di cottura.

Nel frattempo lavare i peperoni, con un coltellino a punta affilato tagliare il gambo e conservarlo. Svuotarli dei semi e disporli su una teglia. Quando la quinoa sarà pronta, riempire i peperoni schiacciandola bene. Coprire ogni ciotola-peperone con il suo coperchio-gambo.

DSCF2478

Informare a 180° per 15-20 minuti. Servire tiepiedi aggiungendo eventualmente un filo d'olio sotto al cappello. E' stata apprezzata anche dall'agnellino... :-)

DSCF2484

Questa ricetta partecipa alla raccolta di ricette del 100% vegetal monday proposto dalla Capra: chiunque può partecipare, proponete anche voi le vostre ricette veg ogni lunedì!

100-veg-monday

 

Quinoa in verde

on Lunedì, 05 Agosto 2013. Posted in cucina

Quinoa in verde

Buon caldo lunedì! Oggi torno con una ricetta che partecipa alla raccolta di ricette del 100% vegetal monday proposto dalla Capra: chiunque può partecipare, proponete anche voi le vostre ricette veg ogni lunedì!

100-veg-monday

 

E mi scuso subito per il fatto che sarà una ricetta con un'unica foto, quella che vedete qui sopra, perchè accidentalmente sono state cancellate le altre dalla macchina fotografica. Quindi accontentatevi della piccola Elena che curiosa controlla ciò che ha nel piatto ed esamina la forma a coniglietto di questo piatto di quinoa... :-)

Un modo diverso di proporre la quinoa condita con un pesto di basilico e anacardi e con i fagiolini appena raccolti dall'orto (quelli sotto la selva di pomodori, vi ricordate?). Veniamo alla ricettina.

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr di quinoa (chicchi)
  • 500 ml di acqua
  • sale integrale grosso qb
  • 1 mazzo di basilico fresco appena colto dal vaso
  • 30 gr di anacardi al naturale
  • 20 gr di semi di girasole bio
  • olio evo qb
  • sale fino integrale qb
  • fagiolini verdi lessati a piacere

Preparazione:

Se non avete a disposizione i fagiolini già lessati, pulitene e lessatene un po'. Mettere a bollire mezzo litro di acqua leggermente salata. Versare la quinoa in un passino e sciacquarla abbondantemente sotto l'acuqa corrente. Quando l'acqua bolle versarci la quinoa e lasciarla cuocere a fuoco lento col coperchio chiuso per circa 20 minuti. Controllate che l'acqua sia stata assorbita tutta, se no spegnete, ma lasciate riposare coperto, altrimenti mescolate e lasciate intiepidire.

Preparare un pesto semplice frullando gli anacardi con i semi di girasole, aggiungendo olio evo a filo fino ad avere una crema e per ultime le foglie lavate del basilico. Frullare bene fino ad avere una consistenza cremosa. Versare in una terrina i fagiolini cotti e tagliarli a pezzettini, aggiungere la quinoa e il pesto e mescolare. Impiattare usando delle formine (io ho reso quelle per i biscotti grandi) o dando la forma che si preferisce.

 

Leggere per...

on Giovedì, 20 Giugno 2013. Posted in libri, cucina

Leggere per...

... imparare a far crescere i germogli... e poi mangiarli!

Ho regalato recentemente alle birbe questo bel librino "Ravanello cosa fai?" di Emanuela Bussolati (già apprezzatissima per Tararì Tararera e per Badabum) ed. Editoriale Scienza. E' un libro non solo per bambini, direi anzi che viene utile anche per i grandi, spiega semplicemente tantissimi concetti per fare un orto naturale a partire da come, cosa e quando seminare, e attraverso una storia al giorno accompagna la crescita dei ravanelli. Nella prima parte "Da leggere con i grandi" si spiega la tecnica di coltivazione dei ravanelli: per prima cosa ci sarà da aspettare! Poi si è guidati passo passo dalla semina alla raccolta, si trovano le informazioni nutrizionali e spunti per l'uso in cucina. Nella seconda parte "Inizia l'attesa..." si trova ogni giorno per 20 giorni una storia o un'attività da leggere o fare assieme per ingannare l'attesa e si accompagna il semino nella sua crescita che segue le fasi lunari. Logicamente non mancano le ricette ... in particolare c'è anche la spiegazione per fare dei semplici germogli che le bimbe hanno voluto provare subito a mettere in pratica. Non avendo dei semi di ravanello, noi abbiamo usato dei chicchi di quinoa ottenendo degli ottimi risultati in breve tempo!

T-6d3521b66b0f28a1deb3f03ed5ac98d6-250x153Tra l'altro casca a fagiolo visto che il 2013 è l'anno internazionale della quinoa (come mi ricordano Mari con la sua ricetta di insalata di quinoa con peperoni gialli, mais e olive e Felicia con le sue cipolle ripiene di quinoa e asparagi) e come sapete è un non-cereale che adoro! Ecco le istruzioni che abbiamo seguito:

DSCF9667

DSCF9670

DSCF9672

Semini appena spruzzati!

DSCF9707

Ecco i nostri germogli al secondo giorno!

DSCF9729

Ed eccoli nell'insalata di pomodori!

PS: prima di mangiarli li abbiamo esposti al sole per un'oretta e sciacquati delicatamente. Ah, noi li tenevamo coperti.

Leggere per…  – Un’iniziativa equazioni.org per trasmettere e diffondere l’amore e l’importanza della lettura

E visto che in fondo questo è un libro di cucina, il post partecipa anche al  giovedì del libro di cucina di Annalisa

 

giovedi-del-libro-di-cucina

 

 

 

La mia dis-[pensa]

on Lunedì, 04 Marzo 2013. Posted in cucina

XII settimana per la prevenzione oncologica

La mia dis-[pensa]

Siete fra i curiosi che al supermercato spiano nel carrello altrui? che quando siete ospiti curiosate  nel frigo e nei ripiani delle cucine dei vostri amici? :-) Oggi soddisfo la vostra curiosità e vi mostro una parte della mia dispensa... ehm... scusate il disordine! Il ripiano protagonista è quello superiore, deicato ai cereali in chicco... ma perchè ve lo mostro?

2013 0220039

Con questa foto ho partecipato all'iniziativa promossa dalla LILT in collaborazione con ricetteveg.com e cucinaconsapevole.it. In cosa consiste?

Il gioco è semplice, basta condividere con noi le vostre abitudini culinarie, inviandoci una fotografia della vostra dispensa, piuttosto che del vostro frigorifero, piuttosto che - più semplicemente - della vostra spesa! E qual'è l'ingrediente che non dovrà assolutamente mancare nei vostri scatti? I cereali, ovvio! Ogni fotografia, infatti, dovrà essere caratterizzata dalla presenza di almeno una varietà di cereale, da indicare nella scheda di partecipazione, scrivendoci perché amate in particolare proprio quello.

Ma veniamo al sodo: perché i cereali? Abbiamo scelto i cereali perché, come sapete, sono uno dei principali nutrimenti per l'uomo fin dai tempi più remoti. I cereali sono ricchi di molteplici sostanze benefiche ed un loro consumo adeguato può aiutarci a mantenere sana ed equilibrata la nostra alimentazione, con tutti i benefici che ne conseguono!
Stiamo, ovviamente, parlando di cereali integrali e, possibilimente, in chicco: i nostri preferiti!

Insomma se mi seguite sapete che adoro i cereali integrali e che mi piace usarli tutti e alternarli nelle mie preparazioni, che è un po' quello che faccio tutti i giorni a casa usandoli a rotazione e preparandoli in modo sempre diversi. 

E ora vi descrivo i protagonisti della foto: 

2013 0220035

da destra in primo piano il bulgur di grano duro, poi il miglio (in assoluto quello che trovo più versatile), a seguire il riso (in questo caso semintegrale, altri tipi sono dietro "nascosti", si intravede nella foto il basmati integrale, sotto c'è quelo nero), poi il grano tenero, che nasconde il farro, dietro di luil'avena nuda e poi il grano saraceno, per finire la quinoa. Manca solo l'orzo nella foto che sta in una scatola sotto al riso basmati...

Logicamente le farine stanno in un altro cassetto, ma ne tengo poche perchè avendo il mulinetto preferisco macinarle di volta in volta. Ah, nella foto più in alto potete vedere anche la poca pasta che tengo in casa: noi la consumiamo veramente poco, una volta la settimana circa e anche in questo caso uso sempre pasta integrale (e come tutto biologica) e realizzata con cereali diversi: mais, grano saraceno, farro...

Come vi dicevo ultimamente ho una predilezione per il miglio, però vado un po' a periodi... 

E voi che cereali preferite? 

Se avete voglia di giocare siete ancora in tempo, il concorso fotografico scade venerdì 8 marzo: trovate tutte le indicazioni QUI.

E visto che siamo in tema di cereali in chicco vi lascio un po' di link alle mie ricette con i cereali in chicco:

- miglio

- orzo

- quinoa

- grano saraceno

- riso

 

 

Mix di cereali al cavolo capuccio

on Martedì, 13 Novembre 2012. Posted in cucina

Rieccomi qua con un'altra ricetta. Questa è una cosa veloce che ho preparato in fretta per pranzo per me e la piccola Elena. Molto gustosa e completa. Per farla ho usato un mix di cereali composto da una parte di riso basmati, una parte di grano saraceno e una parte di quinoa. Potete preparavela anche da voi, i tempi di cottura sono similari per grano saraceno e quinoa, un po' più brevi solitamente per il riso, ma basta aggiungerlo in un secondo momento. Oppure si trovano già mescolati fra i prodotti del commercio equo (a questo link potete vedere la confezione). L'abbinamento è ideale sia per insalate fredde o tiepide (quest'estate lo preparavo con i pomodorini dell'orto), sia per versioni "risottate" come questa: la cremosità è data dalle lenticchie rosse che in cottura si scioglieranno quasi del tutto. Veniamo a noi! Vi lascio la ricetta in entrambe le versioni, sia che abbiate i cerali divisi, sia che troviate il mix.

mix cereali al capuccio

Ingredienti (per 3-4 persone):

  • 220 gr di mix di riso basmati, quinoa, grano saraceno (oppure 75 gr di riso basmati bianco, 75 gr di quinoa, 70 gr di grano saraceno)
  • 50 gr di lenticchie rosse decorticate
  • 2 cipollotti
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1/4 di un grande cavolo capuccio appena colto dall'orto
  • 50 ml + 440 ml di acqua
  • olio evo qb
  • 2 foglie di salvia
  • sale fino integrale qb

Preparazione veloce:

In una pentola dal fondo spesso versare un filo d'olio con un po' d'acqua. Aggiungere lo spicchio d'aglio tritato, le foglie di salvia, i cipollotti affettatti finemente e il cavolo capuccio tagliato finissimo. Fare appassire e aggiungere le lenticchie rosse rosolandole per un paio di minuti. Sfumare con 50 ml di acqua. Far assorbire. Versare il mix di cereali (o se li avete separati versare il grano saraceno e la quinoa - dopo averli sciacuqati per bene sotto l'acqua - e 5 minuti dopo versate il riso), far insaporire brevemente mescolando e aggiungere i 440 ml di acqua e un po' di sale. Mettere il coperchio e far cuocere per 15 minuti a fuoco basso. Se sobbolle inclinare leggermente il coperchio. Controllare che l'acqua sia stata assorbita tutta e che i cereali siano ben cotti e nel caso prulungare la cotture per altri 5 minuti. Mescolare e servire caldo.

Con questa ricetta partecipo alla sezione salati del fantatico contest "Felici e curiosi" delle amiche Ravanello e Felicia, che prevede l'utilizzo dei 20 fantastici ingredienti elencati dallo chef Marco Bianchi

ravanello banner03

 

Dei magnifici 20 in questa ricetta ho usato: quinoa, aglio e cipolle, olio evo, fra i cavoli il capuccio, fra i legumi le lenticchie e fra le spezie la salvia.

Alla prossima ricetta!

[12  >>  

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy