in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Crostata di avena con noci dell'Amazzonia

on Venerdì, 10 Maggio 2013. Posted in cucina

Crostata di avena con noci dell'Amazzonia

Mi piace molto cambiare il gusto dei latti bevande vegetali, alternando sia quelli a base di cereali che quelli a base di frutta secca, semi, noci: trovo che questi ultimi diano più soddisfazione non fosse altro per il fatto che non necessitano di cottura, che sono veloci da realizzare e molto gustosi. Una bevanda che non avevo mai provato è quella con le noci dell'Amazzonia (Bertholletia excelsa, conosciuta come noce del Brasile), che prendiamo col gas dal circuito del commercio equo, visto che me ne ritrovavo una confezione aperta da finire ho pensato di farci mezzo litro di bevanda (ne preparo sempre poca perchè non bevendone molta ho timore di non finirla...). La bevanda è decisamente gustosa, secondo me è perfetta da bere così a colazione o con un muesli autoprodotto. Se volete avere più informazioni su queste noci potete leggere questo articolo, io mi limito a mettervi la foto della noce con guscio e senza guscio e a riportarvi le principali proprietà (qui potete vedere anche una tabella con l'apporto nutrizionale). 

guscio-noci 6358868347 539d0cd5ee b

Le noci del Brasile sono delle vere bombe proteiche e preziose fonti di energia.
Sono apprezzate per l'elevato contenuto di vitamina E e di acidi grassi polinsaturi ma, a distinguerle dagli altri semi oleosi (altrettanto ricchi di sostanze nutritive), c'è soprattutto l'altissimo contenuto di selenio.

DSCF8879

Come per tutte queste bevande ci si ritrova con uno "scarto", l'okara, che assolutamente non è da buttare, ma può venire usato in varie preparazioni sia dolci che salate. Stavolta ho pensato di farci un dolce, una sorta di crostata la cui base però non è realizzata con la classica frolla, ma è a base di avena. In particolare ho usato l'avena nuda, di cui una parte macinata grossolanamente col mulinetto casalingo che mi ha dato una sorta di fiocchi di avena, l'altra macinata fine fino ad ottenerne la farina. Devo dire che sono/siamo stati soddisfatti del risultato. Se non avete modo di macinare da voi l'avena nuda potete usare dei fiocchi di avena (tipo questi della Germinal) uniti a farina di avena. Vi do la ricetta con entrambe le versioni. Però prima vi spiego come fare il latte!

Bevanda alle noci dell'Amazzonia

DSCF8877ingredienti per 500 ml:

  • 125 gr di noci dell'Amazzonia bio sgusciate del commercio equo e solidale
  • 500 ml di acqua

Realizzazione:

Mettere a bagno una notte le noci in un vaso con acqua. La mattina versare il tutto nel frullatore, aggiungere acqua fino al raggiungimento del mezzo litro. Frullare a lungo. Filtrare con un passino a maglia fine, o meglio ancora un tovagliolo pulito, versando il latte in una bottiglia da conservare in frigo. Usare entro un apio di giorni. Mettere da parte l'okara.

Crostata all'avena e noci dell'Amazzonia

Ingredienti per la base:

  • 200 gr di avena nuda (oppure 100 gr di fiocchi di avena Germinal e 100 gr di farina di avena)
  • 50 gr di zucchero mascavo dal Brasile del commercio equo
  • 50 gr di olio evo
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 1/cucchiaino di bicarbonato
  • 15 ml di acqua

Ingredienti per il ripieno:

  • 170-200 gr di okara di latte di noci dell'Amazzonia
  • 40 gr di sciroppo di malto di riso
  • 60 gr di cioccolato fondente entra alle fave di cacao del commercio equo

Preparazione:

Se avete modo di macinare voi l'avena, mettete nel mulino l'avena in chicchi dopo averla setacciata in modo da togliere le impurità. Mettete il mulino in modalità "muesli" (nel mio caso è la tacca I, che fa una fioccatura del cereale) e procedete alla molitura. Prelevate metà di questi fiocchi di avena e rimacinateli finemente in modo da avere la vostra farina (PS: attenzione che l'avena è piuttosto oleosa, poi pulite la macina prima di utilizzarla per altro...).

In una ciotola mettere i fiocchi di avena, la farina, il bicarbonato, lo zucchero, il sale e mescolare bene. Aggiungere l'olio e l'acqua. Avrete un composto granuloso che potete stendere in una tortiera (io ne ho usata una da 26 cm di diametro) con cerniera apribile. Mettere momentaneamente da parte, accendere il forno a 180° e preparare il ripieno.

Mescolare l'okara di noci con il malto e la cioccolata a pezzetti. Con l'aiuto di un cucchiaio stendere il composto sulla base.

Quando il forno sarà in temperatura infornare per 25-30 minuti fino a leggera doratura.

DSCF8890

Il dolce si presenta piuttosto friabile, da mangiare con cucchiaino o forchetta, ma è stato apprezzato da tutti!

DSCF8895

Questa ricetta partecipa alla raccolta di ricette 100% vegetali per l'iniziativa 

  • 100% vegetal monday proposto dalla Capra: chiunque può partecipare, proponete anche voi le vostre ricette veg ogni lunedì!

100-veg-monday

 

 

Commenti (11)

  • MARI

    MARI

    13 Maggio 2013 at 13:38 |
    Ciao Daria!
    dev' essere buonissima questa torta, ma se non trovo le noci dell'Amazzonia con cosa posso sostituirle? Mandorle?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      13 Maggio 2013 at 15:50 |
      Ciao Mari, puoi tranquillamente sostituire le noci dell'amazzonia con le mandorle o con gli anacardi.

      Rispondi

  • xcesca

    xcesca

    13 Maggio 2013 at 16:18 |
    Fantastiche le tue bevande vegetali per non parlare della crostata.. mi fa proprio gola!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      13 Maggio 2013 at 16:22 |
      Grazie! Spesso le cose nate per caso regalano buone sorprese...

      Rispondi

  • Emanuela

    Emanuela

    18 Settembre 2014 at 21:35 |
    Fatta anche questa :) La colazione per domani e' pronta! Non ho mai usato i fiocchi d'avena per una torta, il profumino e' molto invitante!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      19 Settembre 2014 at 10:17 |
      Piaciuta la colazione? ;-)

      Rispondi

      • Emanuela

        Emanuela

        19 Settembre 2014 at 12:04 |
        E che domanda :) Questa mi e' venuta piu' sbrisolona di quella con l'okara di miglio e nocciole, praticamente l'ho mangiata col cucchiaio :) ma se una cosa e' buona la mangio anche con le mani!!!

        Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    23 Ottobre 2014 at 11:27 |
    Ciao Daria, attirata dal connubio di questi ingredienti ieri mi sono cimentata. Come sempre ho dovuto stravolgere la ricetta,per necessità principalmente: avevo bisogno di biscotti per la colazione, mi mancava la farina di avena e noci e nocciole erano quelle fornite dal produttore del nostro GAS.
    Se può interessartiho variato in questo modo: 50g di fiocchi d'avena, 50g farina di orzo integrale, 100g di sfarinato di grano tenero. Noci e nocciole le ho semplicemente pestate e messe sopra ai biscotti ricoperti di coccolato fondente.
    Alcuni, però, li ho lasciati in purezza: sono veramente indicati per la colazione, ovviamente battono quelli ai cereali che si trovano in commercio 3-0!!!!!!! Ti manderò una foto appena riesco a scaricarle.
    Un abbraccio

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      23 Ottobre 2014 at 14:45 |
      Beh, mi sembra un ottimo risultato! Se riesci a mandarmi la foto, visto che hai usato farine integrali potrei inserire la ricetta modificata anche nella raccolta Integralmente, che dici?

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    23 Ottobre 2014 at 15:18 |
    Ma che bello! Che bella notizia che mi dai! Che soddisfazione!
    Grazie grazie

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      23 Ottobre 2014 at 21:11 |
      Figurati, grazie a te per la condivisione!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy