in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170127 104057

 

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Il mio muesli

on Lunedì, 07 Gennaio 2013. Posted in cucina

Il mio muesli

Io sono di quelli che non ingranano la mattina se non fanno una buona colazione, seduta a tavola con le bimbe e (se non è di turno) con M.. Cerco qualcosa di nutriente ed energetico e in particolare mi piace il muesli o anche la granola, che abbino o al latte vegetale (di miglio, di riso, di avena, di anacardi...) o al kefir di soia. Però fra quelli in commercio non è facile destreggiarsi, anche se bio, per la maggior parte hanno aggiunte di oli vegetali (spesso palma o non specificati), di zucchero, o di aromi... inoltre spesso hanno dei prezzi decisamente elevati. Da qui la voglia di prepararmelo in casa, in fondo è velocissimo, semplice, permette di controllare tutto quello che c'è dentro e di modificare a piacimento gli ingredienti. Per esempio io adoro la frutta secca e trovo che a colazione sia l'ideale, ricca in elementi nutrizionali, dolce e golosa ed energetica. Ecco allora la non-ricetta del mio muesli, perchè si tratta solo di assemblare gli ingredienti.

Muesli alla frutta

ingredienti:

  • 30 gr di fiocchi di farro o di avena o di kamut Germinal Bio (io li uso a rotazione)
  • 30 gr di bastoncini di crusca Germinal Bio
  • 5 fichi secchi bio non trattati con anidride solforosa
  • 5 prugne secche
  • 3 manciate di uvetta sultanina bio
  • 1 cucchaio di cacao amaro in polvere del commercio equo
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • 1 cucchiaio di semi di girasole bio
  • 1 bella manciata di mele secche (io ho la fortuna attualmente di averne di essiccate con l'essicatore domestico regalate dell'amica Michela)
  • 1 manciata di noci dell'Amazzonia bio del commercio equo o di mandorle (io uso come sempre quelle dell'albero di mia mamma) intere o tritate grossolanamente a vostro gusto

Preparazione:

In un grande barattolo in vetro, versare i cereali, l'uvetta, la restante frutta tagliata a pezzettini, i semi oleosi, il cacao. Avvitare il tappo e mescolare agitando bene il barattolo. 

Gustare col latte vegetale o con il kefir di soia al naturale (o anche con lo yogurt di soia al naturale se vi piace). A me dura qualche giorno, rifarlo è un'attimo e non si rimane mai senza! Buona colazione!

2012 1220001

Commenti (15)

  • cri

    cri

    08 Gennaio 2013 at 10:31 |
    Buono il tuo muesli! Anche io "assemblo" da me gli ingredienti, non solo per sapere cosa c'è dentro (che ovviamente è il motivo principale) ma anche per poter scegliere quello che mi piace e di cui ho voglia.
    Ah, buon anno Daria!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Gennaio 2013 at 14:56 |
      Buon anno anche a te!

      Rispondi

  • MICHELA

    MICHELA

    08 Gennaio 2013 at 12:15 |
    Wow!!!! Come vorrei assaggiarne un pochino;-)
    Mi dispiace solo che un' amica mi ha spiegato che le mele andavano tagliate un po' più spesse...prossima essiccazione di mele bio magari ti faccio assaggiare!!
    Baci

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Gennaio 2013 at 14:56 |
      Tranquilla, sono buonissime lo stesso! ma se le rifai volentieri le assaggio! :-)

      Rispondi

  • Nadir

    Nadir

    08 Gennaio 2013 at 12:56 |
    da me il muesli lo mangio solo io e generalmente lo assemblo direttamente in tazza, con i cornflakes senza zuccheri aggiunti, frutta secca variando sempre, aggiungendo il cocco rapè si ottiene un pò l'effetto yogurt senza usarlo, e poi amo il cocco!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Gennaio 2013 at 14:54 |
      L'avevo capito già dal tuo panettone cocco-loso... :-)

      Rispondi

      • Nadir

        Nadir

        08 Gennaio 2013 at 17:51 |
        infatti, amo sia la sua consistenza che il suo profumo (ma non in versione eau de toilette) hai visto sul mio blog il chutney di cocco che ho fatto? Una vera goduria per le mie papille... anche se M. non l'ha voluto assaggiare, l'ho finito oggi accompagnandoci delle crocchette di miglio ^____^

        Rispondi

        • Daria

          Daria

          08 Gennaio 2013 at 23:25 |
          Visto visto! Molto interessante l'abbinamento... sono sicura che a me piacerebbe, ma devo trattenermi dal fare cose dal gusto così esotico che M. e le bimbe non apprezzano... :-) Ottime le crocchette di miglio, quelle si che vengono sempre spazzolate! :-)

          Rispondi

  • lauretta

    lauretta

    08 Gennaio 2013 at 16:21 |
    io non lo preparo in anticipo ma al mattino stesso, ma il concetto non cambia :)

    Rispondi

  • Laura Cucinadellanima

    Laura Cucinadellanima

    08 Gennaio 2013 at 21:47 |
    ciao...lo faccio simile anch'io (rinnego alla pari quelli in commercio)...però non avevo pensato di usare il cacao..bella idea.
    ciao Daria

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Gennaio 2013 at 23:25 |
      Il cacao gli da quel tocco di golosità in più...:-P

      Rispondi

  • Valentina

    Valentina

    09 Gennaio 2013 at 00:12 |
    Che bontà! Domani lo faccio anch'io!!! Grazie come sempre Daria!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      09 Gennaio 2013 at 16:01 |
      Prego!

      Rispondi

  • Valentina

    Valentina

    10 Febbraio 2013 at 18:20 |
    Ciao Daria,
    sono del gruppo di acquisto di Maserà di Padova, quelli che ogni tanto si appoggiano a voi per alcuni acquisti! Sono appena appena entrata nel mondo della cucina vegetariana per la scoperta di alcune intolleranze alimentari a farine di friumento, latticini etc.. purtroppo..ho letto con piacere le tur ricette e sicuramente le metterò in pratica. Ti chiedo se puoi spiegarmi cos'è il lievito alimentate in scaglie e che tipo di dado usi per le ricette. Mi hanno detto che quelli in commercio anche bio non sono molto salutari!
    Valentina di Maserà

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      13 Febbraio 2013 at 22:25 |
      Ciao Valentina, il lievito alimentare in scaglie è lievito di birra inattivato e seccato, quindi non ha più alcun potere lievitante, però conserva un sacco di vitamine del gruppo B ed è decisamente goloso. Alla vista sembra pan grattato, unito alle mandorle è un ottimo sostituto del parmigiano se sei abituata a usarlo.
      Per il dado la cosa migliore è produrlo in casa, trovi una fantastica ricetta da Ravanello Curioso: http://ravanellocurioso.wordpress.com/2011/12/12/il-dado-vegetale/ anche se a me piace molto fare il brodo con gli avanzi delle verdure in foglia e/o con l'acqua di cottura dei legumi.
      A presto!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy