in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Troppo caldo per stare fuori... i "passatempi" con tre birbe in casa #mammealnaturale

on Martedì, 21 Luglio 2015. Posted in in casa

Troppo caldo per stare fuori... i

Avrete capito che in caso di caldo eccessivo la nostra strategia è la montagna dove amiamo spostarci appena è possibile... purtoppo non sempre è fattibile causa impegni lavorativi e qualche giornata nella calda pianura padana l'abbiamo dovuta affrontare pure noi e con tre bimbi piccoli non è facile stare in casa con le belle giornate, anzi direi che è una vera tortura vedere fuori il sole splendente, ma dover rimanere chiusi per il troppo caldo! E così anzichè i tranquilli pomeriggi in cui i piccoli quasi si autogestiscono giocando in giardino, diventano lunghissimi... cosa fare per rendere più leggere queste giornate?

Le bacinelle del bucato ci vengono in aiuto diventando piscinette per i più piccoli, oppure laghetti per barchette o mari per i pesciolini.

Sempre gradito l'aiuto in cucina: si può aiutare la mamma lavando frutta e verdura per poi preparare insalate o macedonie, ghiaccioli o rinfrescanti estratti da bere in compagnia. I più piccoli basterà riempire la bacinella d'acqua, posizionarla su un canovaccio e fornire gli ortaggi da lavare. I più grandi potranno stare direttamente sul lavandino usando uno sgabello o un rialzo.

DSCF8258 gd

E per ricreare una piccola spiaggia un bel regalo da fare (dai due - tre anni circa) è la sabbia cinetica che noi abbiamo regalato ad Elena qualche mese fa e che si è rivelata uno dei giochi preferiti delle bimbe. Non la conoscete? Si tratta una sabbia lavobile come se fosse bagnata pur essendo asciutta e modellabile meglio del pongo. Piste per le biglie, cibi immaginari, castelli e casette... tutto quello che la fantasia può suggerire! Non si consuma mai, non si secca e non sporca e permette di intrattenere i bambini per parecchio tempo.

DSCF8329 gd

I libri di attività vengono sempre utili, oltre a quelli che vi avevo suggerito QUI, aggiungo il libro che sta tenendo impegnata Elena in questi giorni, ovvero "1, 2, 3, scarabocchi" di Taro Gomi: non il solito libro da colorare, ma molte attività con numeri, lettere, oggetti, da fare come indicato o come suggerisce la fantasia! 

Per i più grandini (dai 7 anni) infine suggerisco anche il libro "E oggi cosa ho voglia di fare?" con attività di tutti i tipi che potete ordinare on-line QUI. (QUI la recensione di Paola Homedemama)

E voi come avete attenuato il caldo e la noia dei piccoli?

Questo post partecipa all'iniziativa #mammealnaturale del Bambino Naturale per il mese di luglio

Commenti (4)

  • Martina

    Martina

    28 Luglio 2015 at 17:37 |
    Ciao Daria :) ho scoperto il tuo blog quasi per caso ed è stata una delle sorprese più belle che mi siano capitate negli ultimi giorni. Mi sono letteralmente innamorata di ciò che scrivi e del tuo modus vivendi. Mi chiamo Martina e ho 19 anni, sono malata e un aiuto enorme potresti fornirmelo proprio tu. Credo infatti che in questo momento, una passione per qualcosa di concreto sia di primaria importanza per me. Vorrei dunque porti questa domanda: se dovessi iniziare da 0 a prendermi cura del mio orticello, cosa dovrei fare? in pratica avrei bisogno di ''linee guida''. Ti soffio un bacio e ti abbraccio forte.
    Un grazie che viene dal cuore.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      28 Luglio 2015 at 23:10 |
      Ciao Martina, un piacere conoscerti, anche se mi spiace leggere che sei malata... Per partire con l'orto per prima cosa devi preparare lo spazio: lo farai in terra o sul balcone? Nel pirmo caso scegli un terreno ben soleggiato, controlla il tipo di terra che ha, andrebbero "girata la terra", vangato, rastrellato e magari potresti metterci uno strato di terriccio da compost bio. Oppure se opti per l'orto sinergico dovresti creare le aiulole "rialzate" e poi ricoprirle con la paglia. Io non uso la paglia, ma sfalcio d'erba lasciata seccare al sole. Se cominci subito sei in tempo per i trapianti autunnali che solitamente si fanno in agosto. Le piantine che si possono mettere giù in pianura padana in questo periodo sono: zucchine, tutti i cavoli, tutti i radicchi e le insalate, finocchi, biete, spinaci, cipolle... Se hai domande specifiche scrivimi pure se posso aiutarti mi fa piacere. Un abbraccio

      Rispondi

  • Martina

    Martina

    30 Luglio 2015 at 17:04 |
    Che gioia leggerti! Ti spiego brevemente; mia nonna ha un orticello e credevo di usufruire di quest'ultimo. Tuttavia, per iniziare, credo sia una buona idea partire con i semenzai. Se non ho capito male, è possibile crearne alcuni in casa usando semplicemente vasetti di yogurt forati sul fondo e riempiti di sabbia+torba+terriccio con perlite. Cosa ne dici se inizio a fabbricarne alcuni piantando dei semini di radicchio/indivia? Poi dovrò trapiantarli. Inoltre, ho letto che è possibile coltivare con gli scarti sul balcone: sedano zenzero e patate. Che dici inizio così o direttamente nell'orto con finocchi e cavoli?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Luglio 2015 at 22:36 |
      Se hai già uno spazio predisposto meglio... tutto lavoro risparmiato! Se vuoi partire col semenzaio puoi certamente usare materiali di recupero, vasetti vari, o anche cassettine di legno o contenitori per le uova vanno benissimo. Sul fondo metti dei sassolini o argilla o simile e poi procedi con gli strati come dici tu o se sono piccoli metti anche solo terriccio. Le insalate non dovrebbero darti problemi se le tieni lontane dalle lumache! ;-)
      Con gli scarti io ho fatto solo le patate... prova! Per l'orto in terra vedi tu quanta voglia hai, altrimenti aspetti e a febbraio fai il semenzaio per l'estate prossima. A presto!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy