in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Il mio pane preferito: integrale ai 5 cereali

on Martedì, 16 Aprile 2013. Posted in cucina

Mi sono resa conto che fra tutte le mie ricette di pane non ce n'è nemmeno uno sul mio pane preferito... ovvero un pane integrale ai 5 cereali. Ognuno ha il suo pane perfetto, io prediligo i pangnottoni grandi che durano a lungo e che sono sfruttabili per fare bruschette quando hanno qualche giorno, mi piacciono con una bella crosta, interno soffice e leggero alveolato in modo uniforme, senza buconi troppo grossi che lasciano passare il condimento (dolce o salato che sia). Va bene per panini tipo sandwich, per bruschette, per la marmellata e piace anche alle bimbe. Logicamente è integrale, con il gusto semplice e genuino di altri cereali, tra i quali non manca mai la segale per la quale ho un debole, mentre gli altri cereali li sostituisco a piacere. Ho due modi di preparare questo panozzo, a seconda del tempo che ho e di come sono organizzata nella giornata. Si ha con entrambi lo stesso risultato (l'ho già provato più volte), quindi ve li riporto entrambi così potete decidere in base alla vostra organizzazione giornaliera. (PS: nella foto il pane sembra più chiaro di quanto lo sia in realtà per via della luce che lo illumina).

DSCF8307

ingredienti:

  • 120 gr di pasta madre rinfrescata da almeno 4 ore (o la sera prima tardi)
  • 300 ml di acqua
  • 90 gr di farina integrale di segale appena macinata
  • 30 gr di farina integrale di riso vialone nano appena macinata o integrale di avena
  • 30 gr di farina di grano saraceno
  • 30 gr di farina integrale di mais marano (gialla)
  • 1 cucchiaino di sale fino integrale
  • 1 cucchiaino di malto di avena o di orzo
  • 200-230 gr di farina integrale setacciata di grano tenero o di farro appena macinata (se non la macinate voi e non trovate l'integrale setacciata potete usare una tipo2)

Impastiamo!

Per prima cosa sciogliere la pasta madre nell'acqua e aggiungere il malto e tutte le farine eccetto quella di grano (o di farro). Aggiungere anche 150 gr di farina di grano tenero o farro e mescolare bene. Aggiungere il sale e la restante farina e impastare per una decina di minuti a mano. Riporre a lievitare a temperatura ambiente per 5-6 ore (se siamo sui 18 gradi) o anche 4-5 se fa più caldo. Fare un giro di pieghe e riporre a lievitare a temperatura ambiente nel forno spento per due ore o in frigo per la notte se vi trovate che è arrivata sera. Riprendete l'impasto e fate un altro giro o due di pieghe dando la forma alla vostra pagnotta. Ponete a lievitare sulla teglia del forno infarinata per 2 ore (o due e mezza, controllate che raddoppi di volume) se era stato a temperatura ambiente o in alternativa per 3-4 ore se era rimasto in frigo. Accendete il forno al massimo (per me 260°) con un pentolino d'acqua sul fondo al suo interno. Quando sarà in temeperatura infornate spruzzando dell'acqua con uno spruzzino sul pane. Chiudete e abbassate la temperatura a 240°. Dopo 15 minuti abbassate ancora a 180° (se ventilato) o 200° (se statico) per una mezzora.

Estraete dal forno, rovesciate la pagnotta e mettetela a raffreddare su una griglia per qualche ora. Quando sarà fredda avvolgetela in un canovaccio pulito e conservatela in un sacchetto di cotone o nella madia di legno.

E il vostro pane preferito qual è?

Con questo pane partecipo al Giveaway Compliblog di "La dolce vita"

BeFunky 062.jpg

 

 

Commenti (4)

  • lucrezia

    lucrezia

    08 Dicembre 2013 at 01:27 |
    ho incominciato da poco ha fare il pane ed ho fatto io la pasta madre con lo yogurt di Kefir...devo dire che all'inizio era fenomenale èper come lievitava...quando poi ho incominciato a fare il pane....UN DISASTRO....non voglio rinunciare...stasera ho fatto la ricetta che tu hai dato pero'solo di farina Maritoba... lo lavoro la sera e la mattima lo inforno pero' tutta la notte si fa come una pizza...allora stasera l'ho messo in un recipiente avvolto in uno strofinaccio...l'ho impastato alle 10 eadesso per non farlo lievitare troppo lo metto in frigo...spero di fare bene....consigliami tu per favore ...non voglio abbandonare!!!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Dicembre 2013 at 11:46 |
      Ciao Lucrezia, da quanto scrivi intuisco che la tua pm è piuttosto giovane, quindi non ti preoccupare, sicuramente deve ancora stabilizzarsi e tu devi ancora capire bene i suoi tempi. Detto questo probabilmente il tuo pane è lievitato troppo se si è abbassato fino a diventare una pizza. La lievitazione per tutta la notte fuori dal frigo è decisamente troppo lunga con percentuali di pm così alti. Quindi o riduci la quantità di pasta madre che metti o fai la lievitazione notturna in frigo. Dopo la lievitazione in frigo, lasci ambientare per un'oretta e poi fa due giri di pieghe intervallati da un'ora, ultima lievitazione e inforni. Poi personalmente non userei tutta manitoba sia per un discorso di percentuale di glutine sia perchè tende a dare al pane un aspetto gommoso. Io ti consiglio di tagliarla con altre farine se proprio la vuoi usare... Spero di esserti stata di aiuto. Fammi sapere com'è andata!

      Rispondi

  • lucrezia

    lucrezia

    08 Dicembre 2013 at 22:09 |
    devo dire che sono proprio demoralizzata!!! anche oggi e' andata male...poi i sorrisini e i commenti negativi di mio marito....mi vuoi dare per piacere la ricetta? non voglio assolutamente abbandonare...uffa...

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      08 Dicembre 2013 at 22:17 |
      Ciao Lucrezia, in che senso è andata male? com'era il pane? Acido, poco lievitato? Per ricetta vorresti quella di un pane con solo manitoba?

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy