in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

La biblioteca delle birbe - novembre 2015#3: litighiamo?

on Venerdì, 13 Novembre 2015. Posted in libri

I due mostri, Quel mostro del mio vicino e Il litigio

La biblioteca delle birbe - novembre 2015#3: litighiamo?

Ricordo ancora molto bene le litigate che facevo con mia sorella, tanto andavamo d'accordo nella maggior parte dei casi, quanto potevamo scoppiare e finire a tirate di capelli e graffi. Ricordo benissimo anche mia madre che cercava, spesso inutilmente, di fare da paciere o di dividerci e farci stare tranquille. Ora vivo questa situazione dalla parte opposta, come genitore e mi trovo a riflettere spesso sulla cosa.

Non i piccoli non vadano d'accordo, anzi, per la maggior parte del tempo Alice ed Elena giocano assieme tranquillamente e si gestiscono in autonomia e ora cominciano ad includere anche Lorenzo nei loro giochi, magari dandogli da fare qualcosa che lo tenga occupato secondo le sue abilità, affinchè non le disturbi troppo.

Capita però che improvvisamente comincino a litigare o che la situazione degeneri e ho imparato a cercare di individuare la causa: fame, sete o sonno di uno dei tre, stanchezza o scontro per avere l'esclusiva di un gioco o infine desiderio di cambiare il gioco non condiviso dall'altra. Nelle prime situazioni mi sento abbastanza in grado di gestire la cosa proponendo una merenda o una pausa lettura con me e mi sembra naturale fornire il mio sostegno per risolvere la situazione. Negli altri casi invece io sarei per il non intervento da parte dell'adulto, penso che sia giusto che se la sbrighino da sole e trovino una soluzione che va bene per entrambe o per tutti e tre. Ma dal dire al fare!

Difficile davvero a volte starne fuori, specie se c'è anche Lorenzo di mezzo che non ha ancora i mezzi per risolvere la situazione! Per questo motivo trovo utili i librini della bbiblioteca di oggi che propongono delle situazioni che possono richiamare i litigi fra le bimbe e danno delle soluzioni e dei punti di vista diversi. Tra l'altroli ho trovati utili anche per me per chiarirmi la situazione e cercare di guardarla con occhi diversi e non col il nervosismo del momento.

CL236x168 11050In effetti quando siamo arrabbiati e litighiamo diventiamo un po' mostri, le parole volano e vengono rilanciate e rimbalzate da una parte all'altra senza pensarci troppo, ma quando finalmente crolla la montagna di rabbia ci si accorge che magari stavamo dicendo la stessa cosa con parole diverse e che anche l'altro aveva ragione! Finalmente ci si può sedere assieme a condividere le sensazioni e i pensieri!

Capita anche che quel mostro del vicino ci stia proprio antipatico perchè riesce a fare delle cose meglio di noi e guarda caso questo ci da davvero fastidio e quindi parte una gara a chi fa meglio. Ma quando la situazione degenera e il caos prende il soppravvento ci si accorge che forse la cosa migliore è affrontare assieme le difficoltà e quello che sembrava un problema diventa improvvisamente un'opportunità!

IlLitigioInfine si può litigare per dei comportamenti che non si sopportano di chi ci sta vicino (la radio troppo alta, il disordine, la biancheria stesa) e andare a finire a male parole, si possono costruire muri (veri o di rabbia), ma meglio stare in guardia che mentre siamo impegnati a litigare qualcuno potrebbe approfittarne! Meglio unire le forze per scappare dalla volpe che vede nei conigli un pranzetto facile e scoprire che qualche volta si può pure litigare, ma che insieme si ottiene di più!

I libri di oggi sono:

Il litigio di Claude Boujon Babalibri (dello stesso autore vi avevo parlato de La sedia blu)

Quel mostro del mio vicino di Veronique Massenot e Pascal Vilcollet ed Terre di mezzo (al link potete sfogliare le prime pagine)

Due Mostri di David Mckee Lapis edizioni (lo stesso autore dell'elefante Elmer)

E voi come vi comportate di fronte ai litigi dei vostri bimbi? Avete altri suggerimenti di lettura sul tema?

Questo post partecipa al VdL di Paola Homedemama.

Commenti (7)

  • silvia

    silvia

    13 Novembre 2015 at 12:46 |
    Ciao Il litigio lo conoscevo anch'io e devo ammettere che è molto carino. L'altro invece no, grazie perché ce n'è sempre bisogno

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      13 Novembre 2015 at 21:47 |
      Sono utili perchè propongono un finale positivo proponendo il concetto che l'unione fa la forza o che a volte è utile anche cambiare punto di vista.

      Rispondi

  • Valentina

    Valentina

    13 Novembre 2015 at 17:15 |
    Che utili consigli di lettura! Non abbiamo mai letto libri che trattassero del tema del litigio, am credo che ci sarebbero molto utili. Anche Attilio ed Elena si cercano sempre e giocano molto volentieri insieme, a volte scoppiano delle litigate epiche, la maggior parte delle volte dovute al fatto che Elena non riesce ancora a comunicare del tutto i suoi pensieri e le sue volontà verbalmente e quindi ricorre spesso a gesti e parole che fanno perdere la pazienza al fratello più grande.
    Come te, cerco di lasciare loro il tempo di risolvere la situazione da soli, ma se vedo che la cosa degenera in pianti ed urla, dopo qualche minuto intervengo e propongo delle alternative o cerco di interpretare le ragioni di Elena e di spiegarle in modo accettabile ad Atto. A volte il tentativo va a buon fine, altre no...quindi anche noi ricorriamo alla lettura per ritrovare la calma, oppure a d un giretto fuori in giardino con i cani :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      13 Novembre 2015 at 21:53 |
      Ah, giusto, non l'ho scritto, ma anch'io propongo spesso di "cambiare aria" cioè di uscire un po' all'aperto o se proprio non si può propongo di aiutarmi a fare una torta o il pane...
      Le mediazioni ormai con Alice ed Elena non funzionano quasi più, nel senso che tendono a non ascoltarmi quando cerco di far presente all'una il punto di vista dell'altra: ci devono arrivare da sole! A volte riescono, altre no... allora mi ripeto che loro reagiscono in base alle capacità che hanno acquisito fino a questo momento e che devo lasciarle provare a uscirne, anche se a me urta sentirle urlare.

      Rispondi

  • Erika

    Erika

    15 Novembre 2015 at 16:40 |
    Ciao Daria, il mio Tito per ora è figlio unico e al massimo fa i capricci con noi. I tuoi suggerimenti di oggi sono davvero utili, me li segno nel caso gli capitasse di litigare con qualche compagno d'asilo!!

    Rispondi

  • erica-semplicementeoggi

    erica-semplicementeoggi

    17 Novembre 2015 at 15:54 |
    Grazie per aver condiviso questi consigli, penso che saranno di sicuro in un pacchetto sotto l'albero, spesso ci sono conflitti inevitabili, e un libro aiuta sempre :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Novembre 2015 at 17:36 |
      Si, davvero... sono perfetti per ri-portare la pace in casa e sarebbe utile che li leggessero anche i "grandi"

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy