in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

La nostra nuova passione: il topinambur! Pesto crudo di topinambur e capperi e altre idee

on Sabato, 16 Gennaio 2016. Posted in orto, cucina

La nostra nuova passione: il topinambur! Pesto crudo di topinambur e capperi e altre idee
"Tenete questi due pezzetti di radice di topinambur... metteteli giù, ma state attenti che è infestante..."

Con queste parole del nostro amico e fornitore di verdura del gas, Francesco, il topinambur arrivava in un angolo nel nostro orto.

Ci ha deliziato con i suoi bei fiori gialli a fine estate, tanto alti che il vento li ha buttati giù. Poi la pianta si è seccata e ce ne siamo scordati...

Ogni tanto dicevo a Marco: se ti ricordi dai un'occhiata se c'è qualche topinambur da raccogliere. Finchè un giorno lo vedo rientrare con uno scatolone...

"Guarda!"

Direi che per quest'anno con i topinambur siamo a posto!

2015 12 23 15.14.39

Da un po' che non vi parlo dell'orto... direte che in questa stagione non ce n'è motivo! Invece in mezzo all'erba che lo ricopre ci sono ancora un po' di prodotti da raccogliere: radicchi, pan di zucchero, il sedano che nonostante il ghiaccio sembra stare meglio ora che in estate, qualche capuccio rosso e un po' di bieta colorata. Fre le spontanee ancora belle la melissa e la malva... e i topinambur di cui sopra! Insomma siamo pronti per L'independence day d'inverno che sarà domenica prossima! Qualche idea per il menù ce l'ho già, come sempre aggiusterò il tiro il giorno stesso e vi racconterò: vi anticipo solo che stavolta sarà una giornata condivisa con una cara amica e la sua famiglia! non vedo l'ora!

12507433 10205337351664317 2411240846931837864 n

Dicevamo, i topinambur: li conoscete? queste radici sono una delizia, la amano perfino le bambine col loro gusto che ricorda il carciofo, ma del tutto caratteristico! Inutile che vi dica che questa spontanea infestante ha un sacco di proprietà e un ottimo contenuto di vitamine (vi rimando ad articoli tipo questo per approfondimenti).

Lo sto infilando un po' ovunque oltre a gustarlo nel modo più semplice, ovvero al forno. Si può mangiare sia crudo che cotto e non serve pelarlo, basterà munirsi di una buona spazzola per verdure e passarlo ripetutamente sotto l'acqua corrente. Vi lascio la ricetta per un pesto che lo prevede a crudo: vi sorprenderà per la sua delicatezza e cremosità! A noi è piaciuto tantissimo, Lorenzo se lo mangiava a cucchiaiate! ;-)

Ingredienti per una ciotolona:

  • 1 pezzo piuttosto grande (direi circa 10 cm) di radice di topinambur
  • 40 gr di noci di macadamia
  • 4-5 cucchiai di olio evo
  • sale fino integrale qb
  • pepe nero qb (se piace)
  • 20 capperi sotto sale
  • succo di mezzo limone
  • acqua a bisogno

Preparazione:

DSCF0733 gdMettere in ammollo le noci di macadamia per un'oretta. Lavare molto bene con l'aiuto di una spazzola il topinambur e tagliarlo a pezzettini piccoli piccoli (circa mezzo cm). Sciacquare le noci e metterle nel boccale del frullatore: azionare a intermittenza fino a ottenere una crema versando gradualmente l'olio e nel caso poca acqua. Aggiungere il topinambur e il limone e per ultimi i capperi continuando a frullare facendo varie pause per non surriscaldare la macchina. Assaggiare e aggiustare di sale e pepe. Tenere al fresco fino al momento di servire. Perfetta sui cracker crudisti o in accompagnamento a piatti anche cotti. Nelle foto la vedete in un piatto con topinambur al forno, pizza bianca con spinaci e porro e zucca al forno.

Vi lascio al volo anche qualche altra idea per l'uso dei topinambur. Come anticipavo, la cosa più semplice è farli al forno, da soi o con patate o con radicchio. Dopo averli lavati basterà tagliarli a pezzi grossolani e disporli in una teglia con poca acqua, rosmarino, un filo d'olio e un filo di shoyu. Lasciar cuocere a 180°finchè saranno teneri e l'acqua assorbita.

Assolutamente da non perdere il quinotto con i topinambur. Basterà aggiungerli alla ricetta base che uso io (che prevede anche le lenticchie rosse), facendoli rosolare con la cipolla tagliati piccini piccini.

Oppure per qualcosa di più esotico anche nel riso basmati. Qui il riso l'avevo cotto a parte e ho aggiunto carote a filetti, topinambur e spinacini che avevo saltato nel wok.

DSCF0675 gd

E voi lo conoscete? come lo cucinate?

Commenti (19)

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    16 Gennaio 2016 at 12:36 |
    Anche io qualche anno fa avevo piantato qualche radice di topinambur che mi avevano regalato, ma, a parte il primo anno che avevano reso molto bene, poi non sono più riusciti a prosperare....non so come mai forse perchè il nostro terreno è argilloso e trattiene troppa acqua e non gli avevo dedicato il posto giusto...mi hai fatto venire in mente che ci posso riprovare!
    E' vero i fiori sono bellissimi! E le radici sono molto saporite.
    Io le cucinavo anche semplicemente in padella con olio, aglio e prezzemolo
    Che buono questo pesto, adoro sia i capperi che le noci di macadamia :-)
    Molto invitante anche il riso!
    Buon week end
    Serena

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Gennaio 2016 at 22:07 |
      Noi confidiamo di averne abbastanza anche il prossimo anno... staremo a vedere come si evolverà la situazione, al massimo li rimetteremo in nuova sede l'anno successivo... Per ora ci godiamo il gustoso raccolto!

      Rispondi

  • Fiore

    Fiore

    16 Gennaio 2016 at 17:16 |
    grazie x esserti iscritta al terzo swap del cuore , alla scadenza iscrizioni ti scriverò email x comunicarti tua abbinata ;-) ciao!!

    p.s.: conosco qst tubero è quello che fa i fiori gialli vero?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Gennaio 2016 at 22:06 |
      Esatto Fiore è proprio lui, quello che fa quei fiori gialli che si vedono spesso anche lungo le strade dalle mie parti!
      Grazie a te per aver organizzato lo swap, attenderò di sapere a chi sono abbinata!

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    17 Gennaio 2016 at 19:50 |
    Adoro i topinambur!!!!! non ho mai pensato di metterli nell'orto, mi sa che ci provo... un paio di radici per il prossimo anno. Goloso il tuo pesto, decisamente invitante e appagante :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Gennaio 2016 at 15:29 |
      Si, si, provaci assolutamente!

      Rispondi

  • cristiana

    cristiana

    18 Gennaio 2016 at 14:54 |
    Quanto mi piacciono i topinambur!! Noi di solito li cuociamo al vapore o saltati in padella. Associandoli, forse per la consistenza, un po' alla patata, non pensavo si riuscissero a mangiare crudi: ora che lo so, proverò la tua ricetta quanto prima!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Gennaio 2016 at 15:30 |
      Da crudi hanno un gusto molto delicato... provali!

      Rispondi

  • Patrizia

    Patrizia

    18 Gennaio 2016 at 15:22 |
    Si, anche noi li abbiamo. Sono deliziosi. Però noi di solito li raccogliamo pochi per volta quando li abbiamo bisogno, per non farli appassire e poi alla fine quelli più piccoli li lasciamo nel terreno per l'anno successivo. Dev'essere ottimo questo pesto!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Gennaio 2016 at 15:31 |
      Per non farli appassire noi li teniamo al buio, un po' sporchi della loro terra e leggermente umidi, durano a lungo...

      Rispondi

  • Alice

    Alice

    19 Gennaio 2016 at 12:50 |
    Io il topinambur non solo lo conosco, ma lo amo proprio! Lo faccio al forno, lo uso per risotti o piatti di cereali e ci faccio una cremina deliziosa con yogurt di soia e pinoli, prima lo cuocio però... il pesto crudo per me è una novità che devo provare assolutamente! Grazie per l'ispirazione ;)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      21 Gennaio 2016 at 22:06 |
      Capisco il tuo amore per il topinambur e anche la smania di infilarlo ovunque! Bellissima idea la salsina con yogurt di soia,la proverò!

      Rispondi

  • sara

    sara

    02 Febbraio 2016 at 08:50 |
    Anche a me piacciono tanto...anche se...mi domando perché con i legumi non ho problemi ed invece con questi tuberi il mio intestino si gonfia da matti e passo due o tre giorni a dir poco...scoppiettanti?voi avete di questi effetti collaterali?come prevenire?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      02 Febbraio 2016 at 12:35 |
      Io non ho notato effetti collaterali, però so che a qualcuno succede, specie se non si mangiano spesso, è un po' come con i legumi. Potresti provare a meterci del finocchietto selvatico, anche i semi per migliorarne la digestione...

      Rispondi

  • cristiana

    cristiana

    03 Febbraio 2016 at 21:13 |
    Ho sostituito le noci con gli anacardi perchè quello offriva la dispensa e non avevo voglia di aspettare oltre :) Ne ho fatta in abbondanza, in quattro ce la siamo spazzolata in un battibaleno! Grazie Daria cara, questa rientrerà sicuramente nel mio ricettario!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      03 Febbraio 2016 at 22:14 |
      :-D son contenta che sia piaciuta, ottimo l'abbinamento con le noci, la prossima volta la faccio anch'io così!

      Rispondi

  • marina

    marina

    11 Febbraio 2016 at 11:29 |
    Anche io vorrei seminare i topinambur, ma se la raccolta avviene tutta insieme come si conservano? tu come fai? posso anche seminare e abbandonare un pò l'orto ? ( mi è parecchio distante sigh !) :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      11 Febbraio 2016 at 21:49 |
      Ciao Marina, i topinambur non necessitano assolutamente di cure, metti giù un pezzetto di radice e lasci fare alla natura il suo corso, non devi preoccuparti davvero di nulla, quindi non è un problema se l'orto non è sotto casa! ;-)
      Puoi raccoglierli un po' alla volta oppure in quantità più grosse, si conservano bene tenendoli un po' umidi, quindi puoi metterli in un sacchetto arieggiato nel quale versi un po' d'acqua ogni tanto o in uno scatolone dove spruzzerai dell'acqua. Va bene anche tenerli all'aperto, sotto un portico o in terrazzo. A noi in questo modo sono durati un mese e mezzo... ora li abbiamo finiti!

      Rispondi

  • marina

    marina

    15 Febbraio 2016 at 16:11 |
    grazie, gentile come sempre! :)

    Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy