in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Pane con l'uvetta al sambuco

on Domenica, 16 Agosto 2015. Posted in cucina

Pane con l'uvetta al sambuco

Finalmente un po' di frescura, cielo limpido e terso e torna la voglia di accendere il forno... ecco che un buon pane con la discreta dolcezza dell'uvetta e aromatizzato con lo sciroppo di sambuco diventa l'accompagnamento ideale alle gite giornaliere di questo periodo in cui ci piace far finta di essere in vacanza nonostante le nostre vacanze "ufficiali" siano state a luglio. Morbisissimo dura più giorni e anche a colazione o o per merenda non vi deluderà. Io ho usato lo sciroppo di sambuco autoprodotto con questa ricetta, se non l'avete potete optare per lo sciroppo di sambuco acquistato che sarà però più dolce, se pensate che lo diventi eccessivamente riducete la dose di sciroppo della metà e integrate con acqua.

Ultima nota prima della ricetta. Io ho usato un avanzo di pasta madre di riso senza glutine (nonostante la ricetta sia glutinosa), se voi userete la pasta madre normale vi consiglio si sostituire 75 gr di farina tipo 2 con 75 gr di farina di riso integrale. Se usate una pasta madre normale non liquida potete usarne la stessa quantità eventualmente riducendo di poco la farina totale.

Ingredienti:

  • 150 gr di pasta madre liquida senza glutine (di riso integrale)
  • 100 gr di sciroppo di sambuco autoprodotto
  • 250 ml di acqua
  • 1 cucchiaio colmo di sciroppo di riso
  • 100 gr di uvetta sultanina
  • 700 gr di farina tipo 2
  • 4 cucchiai di olio evo leggero
  • 4 cucchiai rasi di farina di mandorle (mandorle frullate)
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • latte di soia per spennellare

Impastiamo!

Sciogliere la pasta madre nell'acqua, aggiungere lo sciroppo di riso, lo sciroppo di sambuco e la farina di mandorle e mescolare bene. Aggiungere gradualmente la farina tipo 2, quando non si riesce più a mescolare col cucchiaio aggiungere anche il sale e l'olio. Passare sulla spianatoia e impastare a mano con la restante farina. Per ultimo aggiungere anche l'uvetta. Impastare bene per un po' di minuti, senza aggiungere farina, fare una palla e metterla a riposare per 5-6 ore, o comunque fino al raddoppio a temperatura ambiente e coperta con un canovaccio pulito.

Riprendere l'impasto e versarlo sul tavolo infarinato. Fare un giro di pieghe, far riposare 15 minuti e fare un secondo giro di pieghe. Dopo altri 15 minuti fare mezzo giro di pieghe e tagliare il rotolo in 6 parti uguali.

DSCF8076 gd

Schiacciare e allungare ogni pezzo e arrotolarlo a formare una chiocciola. Disporre i rotoli in una teglia oliata (io ne ho usata una a forma di cuore) e far lievitare per altre 2-3 ore. Accendete il forno a 170° statico, spellate la superficie con il latte di soia e quando caldo infornate per 40 - 45 minuti.

DSCF8091 gd

Estraete dal forno, spennellate nuovamente col late di soia e lasciate raffreddare e appena possibile sformate e completate il raffreddamento su una griglia.

DSCF8111 gd

Come vedete a noi è venuto comodo durante una fresca passeggiata!

Porto questa ricetta alla mia raccolta Integralmente in estate. Vi aspetto con le vostre golosità!

integralmente 2015 rid

Commenti (12)

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    17 Agosto 2015 at 00:06 |
    Che bello! E' tipo un panbrioches, ha un aspetto morbidissimo!
    Ho giusto una bottiglia di sciroppo di sambuco iniziato da un po'.....è l'occasione giusta per finirlo.
    Lo faccio al prossimo rinfresco di pasta madre, grazie per la ricetta :-)
    Beh, buone vacanze "non ufficiali" :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Agosto 2015 at 21:25 |
      Grazie Serena, fammi sapere come ti viene se lo provi!

      Rispondi

  • xcesca

    xcesca

    17 Agosto 2015 at 07:46 |
    Bellissima l'idea di utilizzare lo sciroppo di sambuco negli impasti. Chissà che aroma!
    Questa me la devo proprio segnare.
    bravissima come sempre!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Agosto 2015 at 21:28 |
      Esatto, rimane un aroma gradevolissimo... soprattutto se hai uno sciroppo fatto in casa!

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    17 Agosto 2015 at 10:11 |
    Che cuore grande ! Bellissimo e chissà che delizia con il sambuco ! Anche noi abbiamo acceso il forno per un pane dolce delizioso, un maritozzo gigante che ho preparato per le mie "donne" preferite: la mia nonna, la mia mamma e la mia dolcissima Anita !!!!
    La ricetta te la manderò quando rientreremo a casa, ora siamo domiciliati in montagna e scendiamo solo x il lavoro! Spero d arrivare per tempo ad integrare la tua splendida raccolta con diverse ricette che ho pensato per te cara Daria!
    Un forte abbraccio

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Agosto 2015 at 21:29 |
      Uh, che goloso il maritozzo gigante! Aspetto la ricetta al tuo rientro, intanto buona montagna!

      Rispondi

  • Fioredicollina

    Fioredicollina

    17 Agosto 2015 at 19:54 |
    Ho risposto al tuo commento direttamente sotto a ciò che mi hai scritto, ti ringrazio tanto per le belle parole e per essere passata al compliblog

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Agosto 2015 at 21:31 |
      Ciao Fiore, grazie a te di essere passata, ho letto da te la risposta.
      Un abbraccio!

      Rispondi

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    25 Agosto 2015 at 22:55 |
    L'ho fatto ieri! Buonissimo!
    Sono stati da me due giorni mia sorella e mio cognato, così l'ho fatto per la colazione.....è piaciuto moltissimo a tutti.....a colazione in quattro ce ne siamo fatti fuori metà!
    L'unica cosa che a me è venuto con la crosta un po' più dura, tipo pane, un po' meno "briochoso" del tuo....ma mi viene il dubbio...andava spennellato con il latte di soia prima della cottura? L'ho visto negli ingredienti ma poi non nella ricetta e così non l'ho fatto...
    Ad ogni modo mi è piaciuto molto, lo rifarò......

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      26 Agosto 2015 at 11:11 |
      Ciao Serena, mi fa piacere che vi sia piaciuto... in effetti si andava spennellato con il latte di soia prima della cottura e anche appena uscito dal forno... e mi sono scordata di scriverlo alla fine del post! Vado subito ad aggiornarlo e grazie per avermelo fatto presente!

      Rispondi

  • Alessandra

    Alessandra

    28 Ottobre 2015 at 22:25 |
    Che meraviglia:) le tue ricette sono sempre super speciali! In caso di pasta madre solida cosa consigli? È' fattibile? In che proporzioni?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Ottobre 2015 at 22:48 |
      Si, certo puoi usare una solida normale, basta che ne metti un po' di più (circa 200 gr) e diminuisci la farina tipo2, ne dovrebbero bastare 630 gr. Mantieni i liquidi inalterati.

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy