in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Biscotti cacao-zucchine (crudisti)

on Giovedì, 10 Luglio 2014. Posted in cucina

Biscotti cacao-zucchine (crudisti)

Ebbene si, un'altra ricetta con le zucchine... ormai infilate ovunque, non potevo esimermi dal provarle in versione crudista e dolce. Esperimento assolutamente casuale, ma come spesso succede veramente sorprendente. Li abbiamo mangiati con gusto e sono durati vari giorni senza problemi! L'idea di base è presa dal libro Tutto crudo in cucina di Sara Cargnello di cui vi avevo parlato qui. Di questo libro sto provando e personalizzando moltissime ricette (non so voi ma un mio difetto è quello di non riuscire a seguire alla lettera le ricette se non in casi molto rari: modifico perfino le mie! ;-) ). Magari un po' alla volta vi lascio le mie versioni di quelle che ci sono piaciute di più. Altri imput li trovo quotidianamente sul gruppo FB "I eat raw" - gruppo di scambio di ricette crudiste dove la fantasia regna sovrana e ogni giorno arrivano varie ricette una più golosa dell'altra!

Ma veniamo alla ricetta!

Ingredienti:

  • 2 zucchine di media dimensione (appena colte dall'orto)
  • 1 tazza (1 cup inglese) di sfarinato integrale di avena (autoprodotto direttamente macinando grossolanamente i chicchi di avena nuda col mulinetto)
  • 1/2 tazza di cacao amaro
  • 100 gr di uvetta sultanina del commercio equo
  • 3 cucchiai di acqua
  • 2 cucchiai di olio evo

Preparazione:

Lavare le zucchine e gratuggiarle. Aggiungere lo sfarinato di avena, il cacao amaro, l'acqua e l'olio e versare il tutto nel robot. Aggiungere l'uvetta e frullare fino ada avere un composto denso e appiccicoso. Rivestire con carta forno un paio di cassetti dell'essicatore e disporre il composto a cucchiaiate sulla carta. Accendere l'essicatore con programma crudista e far essiccare per ore. Staccare dai fogli e far essiccare rovesci per altre 4 ore.

DSCF8998

Si ottengono questi biscotti rustici, molto gustosi e cioccolatosi. Ottima anche la durata, una settimana durano tranquillamente. Perfetti a qualunque ora, ottimi anche per la colazione crudista con una bella tazza di latte di anacardi o di mandorle, io me li sono gustati anche prima di andare a letto colta da un languorino (effetti collaterali dell'allattamento...). Tra l'altro soddisfano pienamente la voglia di biscotti (anche da inzuppare) senza costringerci ad accendere il forno!

Li rifarò a breve, raddoppiando le dosi in modo da riempire bene l'essicatore, vista la loro durata. Provateli vi sorprenderanno!

E finalmente riesco a portare alla mia raccolta di ricette con cereali e farine integrali "Integralmente" una ricetta crudista: partecipate anche voi!

integralmente-rid

Commenti (13)

  • erica-semplicementeoggi

    erica-semplicementeoggi

    10 Luglio 2014 at 13:28 |
    Che gola, ma mi sà che li proverò al forno a temperatura bassa, perchè non un essicatore :-( Ti annuncio che sei tra le vincitrici del contest per lo swap dei libri. ci sentiamo via mail per scambiarci gli indirizzi.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      10 Luglio 2014 at 14:36 |
      Uh, che bello! Grazie!

      Rispondi

  • Alice

    Alice

    10 Luglio 2014 at 15:10 |
    Che meraviglia!!! Come ti ho già detto anche io ho tantissime zucchine da consumare e ogni nuova idea è per me preziosissima...questa poi è pure molto golosa...mi ha proprio colpita ;)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      10 Luglio 2014 at 21:55 |
      Sono biscotti semplici e gustosi, che si mangiano senza sensi di colpa! ;-)

      Rispondi

  • sara

    sara

    10 Luglio 2014 at 16:39 |
    carissima,
    ti ammiro tanto per tutte le ricette interessanti che pubblichi! ma io ho una domanda: fai mai qualche pasticcio? non intendo le lasagne, ma una qualche brodaglia malriuscita, qualche schifezza insomma, qualche errore, qualche esperimento che finisce dritto dritto nel compost...?
    a me è successo (non spesso, ma più di qualche volta!) e penso sia umano, anche se davvero molto demotivante per me!
    se ti è capitato, una volta almeno, ce lo racconti?
    ti prego, dimmi che sei umana anche tu!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      10 Luglio 2014 at 22:12 |
      :-D Sara, ma certo che ogni tanto qualche pasticcio vien fuori, soprattutto i primi tempi in cui sperimentavo la cucina vegana ne ho fatte di cose poco mangiabili. Però ad essere onesta di buttare tutto nell'umido mi è capitato davvero raramente, sarà che odio buttare qualunque cosa e anche se non ottimo cerco di recuperarlo in altro modo... Comunque gli errori più frequenti sono stati i vari tentativi di yogurt con latti vegetali, alcuni latti vegetali che ho perosnalizzato un po' troppo, come una volta che il latte di riso è venuto una pappa densissima e collosa, a volte mi è capitato di bruciare qualcosa (come raccontavo qui: http://www.goccedaria.it/item/caco-cake-in-doppia-versione.html ) altre di non cuocerle abbastanza... Magari la prossima volta che mi succede qualcosa ci faccio un post! ;-)

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    11 Luglio 2014 at 07:13 |
    Eccoli!!!! semplicemente fantastici.... anch'io avevo adocchiato alcuni biscotti da provare e stavo proprio pensando di infilarci la zucchina!!!! (ovvio....) ti copio l'idea ma magari invece dello sfarinato d'avena provo ad utilizzare mandorle tritate... ci proverò presto, mi attira tantissimo, grazie..... noto con piacere che anche tu utilizzi zucchine......!!!! ;-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      11 Luglio 2014 at 13:18 |
      Eh, si, le zucchine sono ormai in ogni piatto! Come dicevo su fb mi piace molto usarle in versione dolce, sono un'ottima base...

      Rispondi

  • MARI

    MARI

    11 Luglio 2014 at 11:37 |
    Humm!! me li sento già scrocchiare in bocca!
    delizia!!! :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      11 Luglio 2014 at 13:17 |
      ;-)

      Rispondi

  • Cristiana

    Cristiana

    11 Luglio 2014 at 15:22 |
    Ciao Daria...domandine da ignorante:
    1. posso usare una qualunque farina integrale o semintegrale anziché quella d'avena macinata da te?
    2. non ho l'essiccatore, i tempi di cottura al forno? il forno a quanto?
    Grazie per le delizie

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      11 Luglio 2014 at 22:42 |
      Ciao Cristiana, io non metterei farina di grano tenero normale, al massimo userei farina integrale di un cereale appena macinato, mi vengono in mente riso o miglio o grano saraceno che li puoi anche macinare facilmente col frullatore senza bisogno di mulino. Nel forno dovresti metterli alla temperatura più bassa possibile (dovrebbero essere 50°, ma penso cambi da forno a forno) e controllare il grado di essicamento, girandoli quando si sono seccati da un lato.

      Rispondi

      • Cristiana

        Cristiana

        12 Luglio 2014 at 17:19 |
        grazie mille Daria...proverò con i tuoi consigli!!!

        Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy