in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Torta facilissima con mele cotogne, crema di mais con sedano e tanto autunno

on Sabato, 04 Novembre 2017. Posted in mare, montagna, all'aperto, cucina

Torta facilissima con mele cotogne, crema di mais con sedano e tanto autunno

Bentrovati in novembre! Stavolta riesco a lasciarvi un paio di ricettine facili facili, la prima è una torta con l'uso di un frutto quasi del tutto inutilizzato, ovvero la mela cotogna. Il mio amico Alberto ogni anno me ne fornisce in buona quantità e ormai è abitudine preparare la marmellata o anche la mostarda, stavolta ho usato quelle che mi avanzavano per un dolce dove le inserite tal quali, proprio al posto delle mele! E partiamo subito con la ricetta, accompagnata dalle foto delle passeggiate della seconda metà di ottobre e di questo inizio novembre, al mare, in montagna (al bosco del Cansiglio, l'itinerario di questa passeggiata lo trovate qui, in versione estiva, consigliatissimo anche in questa stagione con una piccola attenzione in più per la presenza del tappetodi foglie che tende a far perdere l'orientamento facilmente, occhio ai segni!) e sui Colli Euganei.

IMG 20171101 142023

pozza d'acqua con riflessi in mezzo al bosco del Cansiglio 

IMG 20171103 203150

Ingredienti:

  • 150 gr di farina di farro integrale
  • 5 cucchiai di zucchero di canna muscovado
  • 2 cucchiai di fecola di patate
  • 5 cucchiai di olio di semi di girasole deodorato
  • bevanda di riso qb ad ottenere un composto denso
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 2 mele cotogne
  • un limone

Preparazione:

Lavare le cotogne, tagliarle a pezzetti tenendo la buccia, irrorarle col succo di mezzo limone. In una ciotola versare la farina, aggiungere la fecola, il bicarbonato, lo zucchero di canna e mescolare. Aggiungere gli ingredienti liquidi  e per ultime le cotogne e un ulteriore cucchiaio di succo di limone. Accendere il forno a 180°, versare in una teglia coperta, cospargere a piacere con poco zucchero di canna di carta forno e infornare per 30 minuti.

Estrarre dalla teglia e lasciare intiepidire prima di consumare.

IMG 20171021 160816

bellissimo albero di cachi presso villa Beatrice sul Monte Gemola - Colli Euganei

La seconda ricetta, sempre facillissima è stata ispirata da una fantastica zuppa che ho mangiato durante il viaggio in Umbria di cui vi ho parlato la volta scorsa. Una sera siamo stati a cena a Foligno alla Zupperia, locale molto piacevole, curato e con parsonale gentilissimo, nel quale logicamente si mangiano solo zuppe... e che zuppe! Sapete che solitamente non faccio pubblicità a locali o altro, ma in questo caso il luogo merita davvero, ve lo stra-consiglio! Pur non essendo vegano, praticamente tutti i piatti lo sono o al massimo basta non far aggiungere il formaggio che in alcuni viene aggiunto alla fine. Si può scegliere fra una varietà di zuppe, ogni giorno diverse, che si possono anche portare a casa e si possono fare anche dei menù composti da dei bis, in modo da assaggiarne di più! Quando siamo stati noi Lorenzo ha preso una zuppa ricca con legumi e cereali, le bambine una zuppa di ceci con crema di patate, io e Marco abbiamo provato i bis che poi ci siamo scambiati, quindi: zuppa di cipolla, crema di rape, crema di mais con sedano nero e zuppa di cannellini e patate con catalogna. Di tutte mi è rimasta impressa la crema di mais e ho voluto provarla a casa pur non avendo il sedano nero, con un sedano "normale". Ecco la mia versione (perdonate la foto orrenda...).

Ingredienti per la crema di mais:

  • 500 gr di farina di mais integrale bio
  • sale grosso integrale qb
  • acqua (circa 1,5 l)

Ingredienti per la crema di sedano:

  • 1 gamba di sedano
  • olio evo qb
  • Sale fino integrale
  • 1 cipolla dorata
  • 1 rametto di rosmarino

IMG 20171017 195720

Preparazione:

Versare la farina in una pentola capiente, versare l'acqua un po' alla volta in modo da non formare grumi, salare, mettere sul fuoco e far cuocere secondo le indicazioni della confezione (abitualmente anche un'ora), se serve aggiungere acqua. Dove rimanere una polentina poco densa, come una zuppa appunto.

Nel frattempo affettare la cipolla e metterla a rosolare con poco olio, poca acqua e il rametto di rosmarino in un pentolino. Lavare bene il sedano, togliere le foglie (che terrete da parte per un'altra ricetta, per esempio per il pesto) e tagliarlo a pezzetti, Metterlo nella pentola con la cipolla e far cuocere finchè sarà tenero, eventualmente aggiungendo poca acqua. Aggiustare di sale, togliere il rametto di rosmarino e frullare il tutto.

Quando la crema di mais sarà pronta versarla nei piatti, aggiungere al centro la crema di sedano e se volete poco olio evo e una spolverata di mandorle frullate. Gustare!

IMG 20171022 164648

funghi presso villa Papafava sempre colli Euganei (non commestibili!)
 IMG 20171021 160911 2Foglie gialle oltre il muro a Villa Beatrice d'Este sul Gemola

IMG 20171022 172311

La scalinata bordata di ginko biloba di Villa Papafava

IMG 20171101 131340

Ancora Cansiglio...

IMG 20171029 151335

Passeggiata a Porto Caleri: impossibile tenere le scarpe!

IMG 20171029 145213 2

Salicornia in abito autunnale

Alla prossima con un post libresco!

Salva

Commenti (2)

  • ricettevegolose

    ricettevegolose

    18 Novembre 2017 at 15:52 |
    Bentrovata! E' sempre così bello passare da te ed immergersi in bellissime passeggiate nella natura... e in buonissime ricette! Mi hai fatto venire in mente che ho giusto finito la scorta di marmellata di mele cotogne, urge rifarla ;)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Novembre 2017 at 16:34 |
      Ciao Alice, un piacere ritrovarti! La marmellata di cotogne è un must di questa stagione, una delizia!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy