in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Cuor di mela cotogna con frolla di khorasan e orzo

on Lunedì, 14 Novembre 2016. Posted in cucina

Cuor di mela cotogna con frolla di khorasan e orzo

Anche quest'anno il solito amico mi ha donato un po' di mele cotogne con le quali ho preparato la marmellata e un po' di mostarda entrambe ottime. Con la marmellata è d'obbligo la crostata che oggi vi propongo in versione "chiusa" tipo apple pie, quindi troverete un goloso cuore di mela cotogna fra due frolle. In alternativa potete realizzarla in versione "decorata", come un prato coperto di fiori!

Ingredienti per la marmellata di mele cotogne:

  • 1 kg di mele cotogne
  • 300 gr di zucchero di canna integrale tipo muscovado

Ingredienti per la frolla:

  • 300 gr di farina di khorasan integrale
  • 60 gr di farina d'orzo mondo integrale
  • 65 gr di malto d'orzo
  • 25 gr di anacardi al naturale
  • 25 gr di noci di macadamia
  • 50 gr di olio di girasole spremuto a freddo
  • 240 gr di siero di kefir di yogurt o di kefir di soia
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale fino integrale

IMG 20161102 195801Preparazione:

Per prima cosa prepariamo la marmellata di cotogne. Lavare bene le mele, tagliarle a spicchi, togliere il torsolo e le parti rovinate, senza sbucciarle, pasarne un kg, metterle in una pentola di acciaio dal fondo spesso, aggiungere lo zucchero di canna, mescolare e lasciare riposare per almeno 24 ore mescolando ogni tanto.

Mettere la pentola sul fuoco, portare a ebollizione proseguire la cottura finchè le mele saranno morbide. Far raffreddare e frullare. Se non intendete usarla entro breve, invasatela e sterilizzate i vasetti per 15 minuti in acqua bollente, lasciate raffreddare in modo da creare il vuoto e riponete fino al prossimo uso.

Preparate la frolla mescolando le farine, il bicarbonato, il sale e la frutta secca frullata in modo da ottenere una farina. Aggiungete l'olio di girasole e il malto d'orzo e per ultimo gradualmente il siero dello yogurt. Tenete conto che la quantità è indicativa, potrebbe bastarvene di meno in base alla vostra farina. Mescolate prima col cucchiaio e poi a mano fino ad ottenere una palla liscia che metterete a riposare in frigo per almeno mezz'ora.

Riprendete l'impasto, dividetelo in due parti, una un po' più grande dell'altra e stendete la più grande su carta forno con l'aiuto di un mattarello. Posate l'impasto sulla teglia e ritagliatelo un po' più grande della stessa. Riempite con la marmellata di cotogne. Stendete anche la seconda parte di impasto e posatela sul dolce. Richiudete bene i lembi della sfoglia inferiore sopra quella superiore. Praticate dei buchetti con i rebbi della forchetta e infornate nel forno già caldo a 180° per 30-40 minuti.

IMG 20161106 144022

In alternativa potete realizzare la copertura realizzando tanti fiorellini fatti con lo stampino dei biscotti, che posizionerete uno vicino all'altro sopra la marmellata.

PS: se vi avanza della marmellata potete anche usarla per realizzare la mostrarda basterà aggiungere a fine cottura e dopo avere frullato 12 gocce di essenza di senape per ogni kg di frutta, oppure 1 cucchiaio pieno di senape di digione ogni 200 gr e mescolare bene. Se vi piace sentire di più il gusto della senape, aumentate secondo il vostro gusto personale.

Per concludere vi lascio le brevi "note di Stefano" sulle mele cotogne:

La mela cotogna è un frutto buonissimo, ma poco utilizzato, possiamo dire quasi dimenticato perché è difficile mangiarla cruda. In realtà la mela cotogna è un frutto che ha tantissime proprietà benefiche. Molto famosa è la confettura, da tenere sempre in dispensa. La mela cotogna è un concentrato di proprietà che favorisce il corretto funzionamento dell’apparato cardiovascolare.

Le mele cotogne apportano pochissime calorie. L’84% del prodotto è formato da acqua, il 6% da fibre, il 6% da zucchero e il resto è ripartito tra grassi e proteine. Le mele cotogne sono fonte di vitamina A, C, B1 e B1 ma anche di sali minerali soprattutto potassio, potassio, calcio e magnesio.

La mela cotogna è ricca di pectina, una fibra alimentare solubile. La pectina aiuta a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e glicemia, è quindi molto utile per prevenire le patologie cardiovascolari. Questo frutto, grazie al contenuto di fibre, è un rimedio naturale contro la stitichezza. La presenza dell’acido malico favorisce la digestione. La mela cotogna ha proprietà antinfiammatorie nei confronti di stomaco e intestino.

Salva

Salva

Commenti (6)

  • Consuelo

    Consuelo

    14 Novembre 2016 at 18:40 |
    Questa crostata ha un aspetto rustico e golosissimo..non oso immaginare il sublime profumo con tutte quelle farine integrali e la mela cotogna...gnam gnam :-P

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Novembre 2016 at 16:01 |
      :-D

      Rispondi

  • Fiore

    Fiore

    14 Novembre 2016 at 18:41 |
    grazie x gli auguri sei abbinata al n.16
    sempre ottimi i piatti che proponi ma io non ho mai la tua pazienza e bravura!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Novembre 2016 at 16:01 |
      Grazie Fiore!

      Rispondi

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    15 Novembre 2016 at 00:04 |
    Molto invitanti entrambe le versioni!
    Bella l'idea della frutta secca nell'impasto della frolla.....proverò!
    Un abbraccio
    Serena

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Novembre 2016 at 16:01 |
      Fammi sapere se la provi!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy