in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170127 104057

 

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Crostata raw d'autunno al melograno

on Mercoledì, 15 Ottobre 2014. Posted in cucina

Crostata raw d'autunno al melograno

Nonostante il tempo umido e piovoso di quest'estate, i melograni ci hanno regalato molti bei frutti che ci stiamo gustando con calma, sia semplicemente sgranandoli al momento, sia come succo. Mi piace molto usare i grani nelle insalate e Alice se ne porta a volte una scatolina a scuola come merenda. Stavolta ho pensato di farci una crostata crudista per mantenere intatte tutte le proprietà di questo frutto spesso bistrattato o ignorato da chi ce l'ha, ma che per assurdo viene venduto a caro prezzo e spesso anche in questo caso dopo avere fatto parecchia strada. Il dolcetto ha passato la prova della mia degustatrice specializzata in torte raw, che sarebbe la piccola Elena, che dopo aver mangiato l'ultima fetta mi ha chiesto se il giorno dopo ne preparavo un'altra!

ingredienti per la base:

  • 60 gr di fiocchi di avena integrali (nel mio caso ottenuti da avena nuda macinata nel mulinetto)
  • 7 prugne secche (o 14 mezze prugne se le avete seccate a metà come me)
  • 45 gr di semi di lino macinati al momento

ingredienti per la crema:

  • 125 gr di noci dell'amazzonia bio del commercio equo
  • 2 melograni
  • 30 gr di uvetta morena del commercio equo

decorazione:

  • chicchi di melograno

DSCF1901

preparazione:

Per prima cosa trovare delle bimbe che abbiano voglia di sgranare i melograni (senza mangiarli) o trovare un momento zen in cui rilassarsi aprendoli e sgranandoli. Mettere da parte una manciata abbondante di chicchi e spremere gli altri. Io ho usato lo schiacciapatate, mescolandoli un paio di volte in modo da estrarne bene il succo. Alla fine dovrete avere 100 ml di succo. Mettere in ammollo le noci dellAmazzonia nel succo e lasciarle riposare per 3 ore circa.

Mettere in ammollo per una ventina di minuti i fiocchi di avena in poca acqua. Tritare i semi di lino con un macinacaffè o col mulinetto. In un robot mettere le prugne tagliate a pezzettini, i semi di lino macinati e i fiocchi di avena strizzati. Azionare e lasciar andare fino ad avere un composto appiccoso. Foderare la base di una tortiera con cerniera con la carta forno e stendere la base compattandola bene con un cucchiaio. Mettere a riposare in frigo per una mezzoretta.

Frullare le noci dell'Amazzonia con il succo in cui sono state ammollate e con l'uvetta. Distribuire la crema sulla base e rimettere in frigo fino al momento di servire. Decorare con i chicchi di melograno tenuti da parte e gustare!

Porto questa ricetta alla mia raccolta di ricette con cereali e farine integrali "Integralmente" : partecipate anche voi con le vostre ricette autunnali, la nuova raccolta è appena iniziata!

integralmente-rid

Commenti (11)

  • MARI

    MARI

    15 Ottobre 2014 at 14:03 |
    Confesso che sto un pò latitando con le ricette raw: alla sera però mi spazzolo sempre una bella terrina di verdura mista cruda. Mi devo applicare e tornare a produrre qualcosa. Intanto mi godo questo dolcetto con le ultime melograne del mio alberello. Dev'essere buonissimo! :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Ottobre 2014 at 14:59 |
      Secondo me è il cambio stagione, infatti anch'io sto producendo meno rispetto a quest'estate, pur continuando a mantenere costante la colazione e le merende di sola frutta e l'insalatona mista quasi a tutti i pasti... Se provi questa crostatina fammi sapere!

      Rispondi

  • Marzia

    Marzia

    16 Ottobre 2014 at 15:21 |
    Ciao Daria,
    ma dove acquistate le noci dell'Amazzonia con il vostro gas?perchè anche nei negozi biologici non è sempre facile trovarle!Mi ispira molto questo dolce e vorrei proprio provarlo!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Ottobre 2014 at 22:25 |
      Ciao Marzia, ogni tanto mi appoggio al gas di Ferrara che prende direttamente da Chico Mendez importatore di commercio equo. Le stesse noci dell'amazzonia bio le trovi anche alla coop della linea solidal in pacchi da 375 gr se non ricordo male.

      Rispondi

      • Marzia

        Marzia

        17 Ottobre 2014 at 09:53 |
        Grazie provo a vedere alla Coop non ci vado quasi mai è non sapevo della linea Solidal...proverò e ti farò sapere!

        Rispondi

  • Valentina

    Valentina

    17 Ottobre 2014 at 00:02 |
    Ma questa ricetta sembra invitante! E ho un bellissimo melograno gigante da far fuori! Ma mi manca la birba che mi aiuta a sgranare! Qui sono tutti senza mani quando è ora, tirano fuori solo i denti per mangiare a lavoro finito!!! :-P

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Ottobre 2014 at 07:55 |
      Neppure qui mancano le bocche golose, fortuna vuole che qualche manina operosa ci sia ancora! ;-)
      PS: fammi sapere se la provi!

      Rispondi

  • Alice

    Alice

    18 Ottobre 2014 at 14:18 |
    Che bella, golosa e colorata! Anche io ho la fortuna di avere melograni gratis, quindi basta un po' di santa pazienza per sgranarla e la bontà è servita ;)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Ottobre 2014 at 21:16 |
      Eh, si... da noi c'è anche la difficoltà di non mangiarsi tutti i chicchi man mano che si sgranano e poi quella di non bersi subito il succo che è una delizia! ;-)

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    19 Ottobre 2014 at 06:53 |
    Favolosa..... mi piace il mix che hai usato per la base, e che dire della golosa cremina!!!! ottima la dritta dello schiacciapatate, appena riesco a procurarmi dei melograni provo ad estrarre il succo con il tuo medoto. Devo controllare meglio la coop per le noci, gli anacardi della linea solida sono tostati e salati ma controllerò meglio.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      19 Ottobre 2014 at 21:34 |
      Si, come dici tu gli anacardi sono tostati e salati purtroppo... le noci invece sono al naturale, semplicemente sgusciate e bio, sono quelle importate da Chico Mendez.

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy