in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170127 104057

 

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Torte di compleanno per Elena: crostata d'orzo con mele, fichi e noci e pan di Spagna al cacao

on Sabato, 23 Gennaio 2016. Posted in cucina

Torte di compleanno per Elena: crostata d'orzo con mele, fichi e noci e pan di Spagna al cacao

Caspita, già passati 12 giorni dal compleanno di Elena e non ho ancora pubblicato le ricette dei dolci che le avevo preparato! Due torte, una piccolina da mangiare solo noi il giorno del compleanno e l'altra per la festa con nonni, zii e cugini di sabato scorso. La prima leggera, tutta frutta e cuori e la seconda decisamente cioccolatosa a forma di 5. Sono state entrambe gradite e spazzolate in breve tempo! Tanto che della seconda non sono riuscita a fare la foto della fetta!

Crostata d'orzo con mele, fichi e noci

ingredienti per la frolla:

  • 300 gr di farina d'orzo mondo macinata da me
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 4 cucchiai di zucchero di canna integrale
  • 5 cucchiai di olio evo
  • acqua qb

ingredienti per la farcitura:

  • 10 fichi secchi
  • 2 mele
  • 1 banana
  • 10 noci
  • 1/2 arancia
  • un limone (succo)

DSCF0759Preparazione:

Preparate le frolla mescolando gli ingredienti secchi e lio e aggiungendo l'acqua un po' alla volta (ne basterà poca), impastando a mano fino ad ottenere una palla liscia che metterete a riposare in frigo per almeno mezz'ora. Mettete in ammollo i fichi secchi in acqua per un paio d'ore almeno. Grattuggiate le mele, aggiungete metà del succo di limone, mescolate e mettetele a colare su un passino in modo che perdano la parte liquida. Oliate e infarinate una teglia a forma di cuore. Stendete con un matterello la frolla raffreddata dello spessore di 3-4 mm e disponetela con cura sulla teglia. Ritagliate i bordi e con gli avanzi realizzate tanti cuoricini. Con alcuni bordate tutto l'interno della teglia, cuocete a parte gli altri che potrete usare come biscottini per decorare il dolce. Infornate la base per 20-25 minuti a 180° (per i biscottini basteranno 12 minuti). Estraete dal forno e lasciate raffreddare bene in modo che l'impasto diventi croccante. Scolate i fichi dall'acqua e frullateli in modo da ottenere una sorta di marmellata crudista e spalmateli sulla base fredda. Coprite con la purea di mele. Tagliate a fettine una banana e cospargetela con il restante succo di limone in modo che non annerisca. Aprite le noci, sbucciate l'arancia e tagliatela a fette.Con l'arancia realizzate il numero da porre nel centro del dolce (nel nostro caso il 5). Disponete tutto attorno le fette di banana e a seguire le noci. Completate decorando con i biscottini a forma di cuore. Conservate in frigo fino al momento di servire!

12565511 10205358948924235 2426810372850879077 nPan di Spagna al cacao

ingredienti per il Pan di Spagna:

  • 240 gr di farina tipo 2
  • 100gr di farina di miglio (macinata da me)
  • 200 gr di zucchero di canna integrale mascobado del commercio equo
  • 90 ml di olio evo
  • 50 ml di latte di cocco (parte liquida della lattina)
  • 2 cucchiai di cacao amaro del commercio equo
  • 350 ml di aquafaba (acqua di cottura dei legumi, nel mio caso cannellini)
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cuchiaio di succo di limone

ingredienti per la glassa:

  • 60 ml di acqua
  • 50 gr di zucchero di canna integrale del commercio equo
  • 1cucchiaio di cacao amaro
  • 150 gr di cioccolato fondente al 90% del commercio equo
  • 1 cucchiaio di olio di cocco

per farcire e decorare:

  • composta di albicocche home-made
  • zuccherini colorati

Preparazione:

Mescolate gli ingredienti secchi eccetto le farine in una terrina e in una scodella il latte di cocco con l'olio evo. Versate il liquido sui secchi. Mettete l'aquafaba nel mixer con l'attrezzo per montare le uova. Azionate e fate andare finchè monterà. Aggiungete il succo di limone e montate nuovamente. Accendete il forno a 180°, disponete un foglio di carta forno sulla teglia del forno.

DSCF0777 gd DSCF0779 gd

Versate delicatamente l'aquafaba montata sull'impasto e incorporate delicatamente. Aggiungete un po' alla volta le farine, mescolando sempre molto delicatamente. Versate il tutto sulla teglia del forno e infornate per 20 minuti (fate la prova stecchino, il dolce deve essere asciutto, anche se molto soffice).

DSCF0780 gd DSCF0781 gd

Estraete e lasciate raffreddare del tutto su una griglia prima di staccare dalla carta forno. Preparate la glassa scaldando in un pentolino l'acquacon lo zucchero e il cacao. Quando saranno sciolti spegnete e aggiungete l'olio di cocco e il cioccolato tritato. Miscelate finchè saranno ben sciolti e lasciate raffreddare.

Disegnate su un foglio la forma che volete dare al vostro dolce, nel mio caso il numero 5, deve starci in metà torta. Io l'ho realizzato tagliando 4 rettangoli da sovrapporre due a due per i due trattini orizzontale e verticale del numero e ho ritagliato la parte curva. Disponete su un vassoio con carta forno il primo strato, cospargete con la composta di albicocche, disponete il secondo strato e coprite con la glassa. Decorate con gli zuccherini colorati e mettete a raffreddare in frigo fino al momento di servire. Purtroppo non sono riuscita a fotografare la fetta che vi assicuro era morbidissima!

PS: l'ingrediente segreto non è stato intuito da nessuno... ;-) Dal canto mio penso che l'uso dell'acqua di cottura dei legumi diventerà un'abitudine per i dolci e non solo!

Commenti (20)

  • Annalisa

    Annalisa

    25 Gennaio 2016 at 10:19 |
    Ancora auguri

    Rispondi

  • Flora

    Flora

    25 Gennaio 2016 at 10:33 |
    Auguri alla piccola grande Elena da parte nostra!Chissa' che buone davvero,queste bellissime torte....mi fai proprio venire voglia di prepararle!...Un bacio alla festeggiata anche se in ritardo e un grosso abbraccio a tutti voi!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      25 Gennaio 2016 at 22:34 |
      :-) grazie le porterò i vostri augurie ricambio l'abbraccio!

      Rispondi

  • marina

    marina

    25 Gennaio 2016 at 10:50 |
    Bello vero festeggiare così semplicemente le feste dei bambini! brava, son tanto d 'accordo con te...torno indietro di.....30 anni.....erano così le feste dei miei piccoli, famiglia e amichetti. Complimenti ! Ps : belle anche le torte,credo che farò quella col cuore.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      25 Gennaio 2016 at 22:33 |
      Per ora va bene a tutti festeggiare così e mi ricordo che anche io da piccola festeggiavo allo stesso modo, sono i momenti che si ricordano più volentieri, senza bisogno di tanti intrattenimenti: i bambini si sanno organizzare tra di loro.

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    25 Gennaio 2016 at 11:44 |
    Questa crostata è una poesia! nostri compleanni sono appena passati... provvederò a festeggiare il non-compleanno!
    Auguri ad Elerna e un affettuoso bacione

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      25 Gennaio 2016 at 22:31 |
      Si, si ci sta anche per un non-compleanno!

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    25 Gennaio 2016 at 13:54 |
    Auguri ad Elena.... un bacione

    Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    25 Gennaio 2016 at 20:32 |
    Mi sono accorta che sono una parte del commento è visibile :-( non importa..... volevo farti i complimenti per le splendide torte!!! La crostata la mia preferita è favolosa, senza nulla togliere alla stupenda torta farcita. Un super compleanno!!!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      25 Gennaio 2016 at 22:31 |
      Grazie Felicia, riporterò gli auguri... anche per me vince la crostata! ;-)

      Rispondi

  • Alice

    Alice

    26 Gennaio 2016 at 09:59 |
    Queste torte sono meravigliose, davvero non saprei scegliere tra le due perché adoro le crostate ricche di frutta, ma anche le torte cioccolatose tipo "Sacher" :) Ho sperimentato solo le meringhe con l'acquafaba, ma trovo davvero interessante l'uso anche nell'impasto di una torta, devo provarci :) Grazie per l'ispirazione, un abbraccio!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      26 Gennaio 2016 at 21:35 |
      Io invece non sono attirata dalle meringhe anche perchè a parte un brevissimo periodo da bambina non le ho mai amate... negli impasti invece la trovo davvero interessante. Un abbraccio!

      Rispondi

  • MARI

    MARI

    26 Gennaio 2016 at 18:53 |
    Auguri alla piccola Elena! e complimenti le torte sono favolose, specie quella cioccolatosa!!! . Se aggiungo uno zero al 5 ...sembra fatta apposta per me! :-D

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      26 Gennaio 2016 at 21:34 |
      :-D La solita golosissima!

      Rispondi

  • Genny

    Genny

    26 Gennaio 2016 at 23:46 |
    Ciao, scusa ma a che scopo viene utilizzaa l'acqua di cottura dei cereali? E la prima volta che mi capita di leggere del suo impiego nella preparazione di dolci. Un bacio alla tua bellissima famiglia. Una tua lettrice. Genny

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      27 Gennaio 2016 at 09:32 |
      Ciao Genny, viene usata l'acqua di cottura dei legumi, non dei cereali. Se la monti ottieni una spuma tipo i bianchi delle uova montati a neve, gli impasti restano più leggeri e morbidi.

      Rispondi

  • Genny

    Genny

    27 Gennaio 2016 at 13:31 |
    Grazie, sono curiosa, metterò in pratica il tuo consiglio!

    Rispondi

  • Tina

    Tina

    31 Marzo 2017 at 08:01 |
    Grazie per queste tue ricette straordinarie. Si vede che ci metti tanta passione .....come d'altronde nella tua vita. Per motivi di salute sono alla ricerca di ricette con igb senza latte e burro ecc...e mi sono imbattuta nel tuo pan di spagna...ero scettica.......acqua di legumi(?)invece grande sorpresa. A me é piaciuta moltissimo.ai miei un po meno...la volevano più cioccolatosa. (Sono grandi e deviati dai gusti acquisiti in passato.
    Comunque ti seguirò........voglio provare la tua veg-sacher
    Auguroni per la tua carriera e per la tua famiglia.
    Grazie

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      31 Marzo 2017 at 09:17 |
      Ciao Tina e benvenuta! Son davvero felice che il pan di spagna sia piaciuto, l'acquafaba è davvero utile, la uso anche nei pani e nei dolci senza glutine che mantiene molto morbidi. Per il gusto puoi pure aumentare la quantità di cacao se i bambini la vogliono più cioccolatosa. Per il dolce qui ormai siamo abituati al poco dolce, come dici tu èun percorso, bisogna riabituare le papille gustative a gusti meno forti e stucchevoli. Può essere utile per loro aggiungere un po' di zucchero di canna a velo per completare il dolce, oppure nell'impasto mettere della frutta essiccata (datteri, uvetta...) frullata con la parte liquida.
      A presto!

      Rispondi

  • Tina

    Tina

    01 Aprile 2017 at 22:09 |
    Grazie cara.

    Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy