in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170127 104057

 

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Dolce energico alle carote

on Venerdì, 06 Novembre 2015. Posted in cucina

Dolce energico alle carote

Capita a volte di alzarsi la mattina che si è più stanchi di quando si è andati a letto... capita un po' più spesso ai genitori specie con bimbi piccoli raffreddati... fortunatamente a noi è accuduto pochissime volte, ma questa è stata una delle poche. Avremmo voluto non sentire la sveglia e starcene tutti a letto, invece... Alice era già pronta per la scuola e di stare a casa non se ne parlava! Dopo la nottataccia avevo decisamente voglia di qualcosa di dolce ed energetico che mi/ci desse la carica per il resto della giornata, già prevedendo un calo di forze pomeridiano!

Frigo purtroppo quasi vuoto, come capita sempre il giovedì in attesa di venire riempito da frutta e verdura del gas che ritiriamo prima di cena, lavatrice e lavastoviglie in funzione, quindi impensabile usare anche il forno... fortuna che esistono i dolci crudisti! Siamo andati un po' a spanne, tarando la ricetta sulla base di quello che passava davanti agli occhi... vi dirò la verità che ero partita con tut'altra idea, ma come capita spesso, questa soluzione di fortuna ci ha molto piacevolmente sorpreso, penso che verrà riproposta spesso!

Cosa offriva la dispensa:

per la base:

  • 15 prugne secche
  • 100 gr di avena piccola integrale ridotta in farina grossolana/fiocchi (nel mio caso ne avevo un po' di macinata da me)

per la crema:

  • 1 carota grande grande
  • 1 banana grande
  • mezzo limone (succo)
  • 2 granelli di sale fino integrale
  • 10 gr di olio di cocco bio
  • 10 gr di sciroppo di agave

per la decorazione:

  • 50 gr di 100% cacao del commercio equo (questo non so se sia raw, ma ci tengo che provenga dal circuito dle commercio equo)
  • 10 gr di sciroppo di agave
  • 10 gr di olio di cocco bio
  • 20 gr di acqua

Come l'abbiamo preparata (io e il mio giovane assistente in erba...):

Per prima cosa abbiamo ammollato le prugne per un'ora e le abbiamo denocciolate e tagliate a pezzetti dispondole in un robot da cucina. Abbiamo aggiunto anche l'avena e abbiamo azionato il mixer finchè non abbiamo ottenuto un impasto ben amalgamato appiccicoso e lavorabile. Abbiamo foderato di carta forno la base di una tortiera con cerniera (piccola diametro 18 cm circa), chiuso con l'anello e distibuito l'impasto sulla stessa schiacciandolo con un cucchiaio. Mentre prepariamo la crema riponiamo in frigo. Lavare bene con una spazzola la carota, tagliarla a pezzi e riporla nello stesso mixer assieme alla banana tagliata a fette, al succo di mezzo limone, al sale, allo sciroppo e all'olio di cocco. Azionare e far andare fino ad avere una bella crema arancione. Disporla sulla base e riporre nuovamente in frigo. Mettere in un pentolino il cacao, l'olio, l'acqua e lo sciroppo. Far sciogliere a fuoco bassissimo in modo che non si superino i 40° mescolando spesso o se avete tempo e fuori c'è ancora una bella giornata di sole esponete al sole diretto per un'ora abbondante finchè tutto sarà sciolto. Con l'aiuto di una siringa per dolci o di un cono di carta forno decorate il dolce a vostro piacimento (e certamente meglio di quanto abbia fatto io con Lorenzo in braccio e usando il cono di carta forno visto che qualcuno mi aveva rotto lo stantufo della siringa...) e riponete in frigo fino al momento di servire. Io l'ho accompagnato con qualche pezzo del cioccolato della decorazione che avevo lasciato solidificare.

DSCF9559 gd

Risultato decisamente apprezzato, piaciutissime le carote protagoniste del dolce col loro colore così autunnale!

E ora il piccolo tuttofare di casa può tornare ad occuparsi di altre faccende!

DSCF9562 gd DSCF9549 gd

Commenti (18)

  • labalenavolante

    labalenavolante

    07 Novembre 2015 at 13:11 |
    Ciao Daria, come ti capisco.. per altri motivi, ma anche io in questi giorni sono una donna da copertina! Nel senso che starei tutto il giorno a letto..! E' da tempo che vorrei provare una torta alle carote crudista, mi hai fatto venire voglia di mettermi all'opera! La base con le prugne dev'essere buonissima, di solito le ho sempre in casa ;-)) buona giornata e buon weekend bacioni

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      09 Novembre 2015 at 10:05 |
      Si, si, proprio donna da copertina, io spesso mi aggiro con una copertina di pile sulle spalle! ;-) Peccato non poter rimanere davvero a letto quanto si vorrebbe!

      Rispondi

  • Ale

    Ale

    07 Novembre 2015 at 16:22 |
    Fantastica!!! Pochissimi ingredienti e crei delle cose così golose! Poi la base mi ispira tantissimo, avevo preparato le caramelle di prugne secche lo scorso anno, e mi piacevano da matti!
    Buona domenica ;)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      09 Novembre 2015 at 10:03 |
      Davvero, la base è perfetta er farne caramelle o anche barrette energetiche... io me la mangerei a cucchiaiate! ;-)

      Rispondi

  • Erica Di Paolo

    Erica Di Paolo

    08 Novembre 2015 at 10:15 |
    Lasciamelo dire: questa torta è una figata pazzesca, ahahahahahahah. Via, devo provarci ^_^ Non c'è frigo vuoto che tenga, due carote ci sono sempre, avena e prugne secche (ma frutta secca in genere) non mancano mai in dispensa e..... la genuinità è di casa. Brava, così sì che si combatte la stanchezza cronica ^_^ (Oh, se ti capisco ^_^)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      09 Novembre 2015 at 10:02 |
      Infatti, anche quando apri il frigo e senti l'eco, un paio di carote dal fondo saltano fuori e sul cestino giace spesso una banana dimenticata da tutti... ;-)

      Rispondi

  • Pitti

    Pitti

    08 Novembre 2015 at 11:14 |
    Ciao Daria, che bel dolce!!! Ti mette di buon umore solo a guardarlo
    Lo proveremo di certo,
    A presto

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      09 Novembre 2015 at 10:01 |
      Davvero, trovo anch'io che il colore aranciane dia la carica e fornisca una buona dose di positività!

      Rispondi

  • paola

    paola

    08 Novembre 2015 at 14:55 |
    Come ti capisco...sono 18 mesi che la notte non dormo, e la stanchezza da recuperare ormai è troppa...il mio fisico fa fatica, nonostante l'ossitocina mi dia una mano! ( ma come fa chi non allatta??)
    Proverò se la tua torta mi da una mano!! speriamo (ci vorrebbe un miracolo più che una torta...)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      09 Novembre 2015 at 10:00 |
      Io mi ritengo fortunata con Lorenzo, nel senso che pur avendo qualche notte un po' più agitata o con risvegli frequenti, fra i tre è quello che riposa di più e riesce qualche notte a tirare anche 4-5 ore. Mi consola il fatto che essendoci già passata so che prima o dopo improvvisamente comincerà a dormire tutta la notte e sembrerà stranissimo... anch'io mi chiedo come fa chi non allatta, infatti conosco famiglie in cui la situazione è decisamente peggiore... :-(

      Rispondi

  • Ely

    Ely

    10 Novembre 2015 at 09:18 |
    Wow Daria ti dirò che tutti questi ingredienti ( escluso l'olio di cocco) sono presenti anche da me.....chissà che uno di questi giorni non provi anch'io (per la prima volta nella mia vita) un bel dolce crudista! Grazie e complimenti come sempre! Il tuo aiutante è stupendo!!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      10 Novembre 2015 at 21:06 |
      Ciao Ely, puoi tranquillamente sostituire l'olio di cocco con olio evo leggero o altro olio dal gusto non troppo marcato o anche con burro di cacao. Eh, senza aiutante non avrei creato questa semplice bontà! ;-)

      Rispondi

  • erica-semplicementeoggi

    erica-semplicementeoggi

    10 Novembre 2015 at 14:17 |
    uawooo !
    quasi quasi la provo cambiando carota con zucca :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      10 Novembre 2015 at 21:07 |
      Si, si, penso che venga benissimo anche con la zucca. Quando ho fatto questo dolce non ne avevo, ma adesso ne ho tagliata una e mi sa che provo anch'io la versione zuccosa!

      Rispondi

  • MARI

    MARI

    10 Novembre 2015 at 18:59 |
    Se è energizzante la voglio è per la colazione del mattino! ultimamente faccio una fatica ad alzarmi ed ingranare ...che bello...sono una ragazza copertina anch'io!!! ha,ha! :-D

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      10 Novembre 2015 at 21:08 |
      Mi sa che è anche un po' colpa dell'autunno... i nostri ritmi tendono a rallentare e noi invece vorremmo essere sempre super-operativi! L'arancione a colazione a colazione comunque ci sta decisamente, ultimamente io mangio un caco maturissimo!

      Rispondi

  • Eleonora

    Eleonora

    11 Novembre 2015 at 19:25 |
    Wow!! Ma questa torta è fantastica!!
    E tra l'altro è molto furba come "svuotafrigo" perchè in ogni frigo vuoto che si rispetti c'è sempre una banana e una carota dimenticate!! :D

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      11 Novembre 2015 at 22:27 |
      Benvenuta Eleonora! Eh, si... tipica ricetta svuota frigo! :-P

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy