in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Insalate col sole

on Martedì, 16 Dicembre 2014. Posted in cucina

Insalate col sole

Ieri l'amica Valentina mi ha lasciato per la raccolta Natale in veg una bellissima "Insalata spettinata" e mi ha fatto ricordare che ho un paio di insalate in arretrato da pubblicare che vegono perfette per le feste. Mi piace festeggiare, stare assieme condividendo il cibo, ma non è necessario riempirsi di cibi pesanti per lo stomaco, per il portafoglio e per l'ambiente e una bella insalata colorata e profumata ci sta sempre benissimo non solo come contorno, ma come secondo alternativo. La prima di queste insalate la preparerò anche per il pranzo del giorno di Natale in famiglia, pranzo che anche quest'anno sarà veg e condiviso (porta-offri) e ciò non mi può che rendere felice!

Ma veniamo alle insalate! La prima semplicissima:

Insalata del sole con finocchi e arance

Ingredienti (per 4 persone se è un contorno, per 2 persone se è un secondo piatto):

  • 2 arance navel bio (prese col gas 1,10 al kg, due arance, circa 400 gr, 0.44 €)
  • 2 finocchi dell'orto (gratis per me, metto il prezzo gas 2.30€/kg, ovvero per circa 500 gr 1.15€)
  • 10-15 olive nere denocciolate (circa 0.70 €)
  • olio evo bio

Preparazione:

Con l'apposito attrezzo affettare sottilissimo il finocchio, irrorarlo col succo di mezza arancia. Sbucciare le altre arance, tagliarle a fette e disporle lungo il bordo della ciotola. Completare con le olive nere e un filo d'olio evo.

Insalata del sole con radicchio, arance e germogli

DSCF3719-gd

Ingredienti (per 4 persone se è un contorno, per 2 persone se è un secondo piatto):

  • un cespo di radicchio rosso di Chioggia (preso col gas 2,30 €/kg circa 500 gr ovvere 1.15€)
  • 1 arancia navel bio (presa col gas 1.10 € al kg, un'arancia, circa 200 gr, 0.22 €)
  • una manciata abbondante di germogli di fieno greco autoprodotti (meno di 1/4 di bustina, costo di una bustina 1,70€, quindi 0.65€)
  • 1 carota (presa col gas 2,10 €/kg, circa 100 gr 0,21€)
  • succo di mezzo limone bio (3,50 €/kg, 0,17 €)
  • olio evo

Preparazione:

Affettare finemente il radicchio rosso e affettare con un pelapatate la carota. Disporli in una ciotola. Pelare l'arancia, ricavarne gli spicchi e disporli attorno al radicchio a comporre una ghirlanda. Disporre anche i germogli, cospargere con l'olio e il succo di limone, eventualmente aggiustare con un pizzico di sale (anche se secondo me non serve).

Come vedete in entrambi i casi non è "la solita insalata", ma un tripudio di colore gustosissimo e a prezzi decisamente modici per porzione. Nel primo caso stiamo sotto l'euro, nel secondo caso 1.20 circa se fatta per due persone.

Quali sono le vostre insalate preferite di questo periodo?

Questa ricetta partecipa alla mia raccolta "Natale in veg". Mi raccomando vi aspetto con le vostre proposte, non fatevi spaventare dal calcolo del costo... vedrete che è più facile di quanto pensate!

nataleinveg

 

Commenti (10)

  • polepole

    polepole

    16 Dicembre 2014 at 12:02 |
    Da un po' non uso i germogli, mi hai fatto venir voglia di riprenderli. Grazie per il sole, ce n'è talmente bisogno... :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Dicembre 2014 at 12:09 |
      Prego! Oggi un bel sole in cucina ci vuole proprio!

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    16 Dicembre 2014 at 17:57 |
    Ma che spettacolo!!!!!!! Bellissime, è da tanto che non porto dei germogli in cucina... devo assolutamente ricominciare a produrli. Ho bisogno di te però io li avevo preparati con le lenticchie rosse e scottate un paio di minuti in acqua calda, e non li avevo fatti crescere cos' tanto...
    Poi il fieno greco?!? Dove lo trovo? Mi aiuti per favore?
    Sei speciale Daria

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Dicembre 2014 at 21:36 |
      Quelli di lenticchie anch'io li scotto. Questi invece li puoi mangiare tal quali basta che prima di usarli li sciacqui un po' sotto l'acqua. Le bustine di cose un po' particolari le prendo on-line su Macrolibrarsi, ne trovi di tantissimi tipi, fra cui anche il fieno greco che ha questo bel germiglione lungo. Invece per le lenticchie o la quinoa o il saraceno prendo quelli che si trovano abitualmente in commercio.
      Adoro avere il vaso dei germogli in cucina, mi riempie di gioia vederli crescere e anche le bimbe amano guardarli crescere.

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    16 Dicembre 2014 at 17:59 |
    La prima la posso proporre anche con il cavolo cappuccio! Sono ammaliata

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Dicembre 2014 at 21:37 |
      Si, si, anche col cappuccio è perfetta!

      Rispondi

  • Fiore

    Fiore

    16 Dicembre 2014 at 18:46 |
    ma sono deliziose!!!!! te le copio sicuramente!!! grazie ancora per il gradito dono ho postato oggi :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Dicembre 2014 at 21:38 |
      Mi fa piacere che ti piacciano, sono semplici, ma saporitissime, portano davvero il sole in tavola!
      Grazie a te per le tue iniziative!

      Rispondi

  • paola

    paola

    18 Dicembre 2014 at 11:52 |
    la prima ricetta è una classica ricetta sicula...ma ti consiglio, nella versione tradizionale che si usava a casa mia (mio padre è siciliano) di aggiungere qualche cappero sotto sale. Aggiunge un non so che...che è buonissimo! (se piacciono i capperi ovviamente)
    Un'altra chicca siciana, se piace, è l'insalata solo di arance, condite con olio evo-origano...e peperoncino se piace
    Buon appetito ;-)

    Domanda. Ma per i germogli mi serve per forza la macchina apposta? o c'è un sistema fai-da-te?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Dicembre 2014 at 12:06 |
      Ciao Paola, dai, non sapevo che fosse una ricetta tipicamente siciliana! Proverò anche la versione con i capperi.
      I germogli io li faccio solo col vaso di vetro munito di tappo forato, puoi farli tranquillamente anche usando un vaso grande in vetro coperto da una garza. Per quelli di quinoa trovi da me il metodo semplicissimo che avevo postato qui: http://www.goccedaria.it/item/leggere-per-21.html e ti basta una vaschetta di plastica forata.

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy