in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170127 104057

 

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Nocciole nelle torte

on Lunedì, 30 Settembre 2013. Posted in cucina

Nocciole nelle torte

salutiamoci300Prima che Settembre ci lasci e che con lui la raccolta di Salutiamoci con noci e nocciole ospitata da Les Madeleines di Proust vi lascio due ricette di dolci con le nocciole che ho fatto recentemente, che vanno ad aggiungersi alla ricetta salata della settimana scorsa. La prima tortina è un riciclo delle trebbie della birra: come sapete non mi piace buttare via nulla e vedere tutto quest'orzo (le trebbie) che avanza dopo avere preparato la birra, mi fa scattare subito la molla del come usarle. Si tratta in pratica del chicco spezzato e lasciato in ammollo per farne il mosto. La seconda torta è una ciambella con le prugne dolcificata con la sapa che avevo preparato un mesetto fa. Per entrambe le ricette ho usato le nocciole del nostro alberello-cespuglio. Eccovi quindi le due ricette! Ah, vi avviso che per un po' non vedrete i grammi per le farine in molte ricette perchè ho rotto la bilancia e quindi torno ai miei amati cucchiai! Comunque per chi è preciso un mio cucchiaio di farina sono 30 gr ( ve lo assicuro!).

Torta ai sapori di montagna

DSCF3326

ingredienti:

  • 3 cucchiai di trebbie d'orzo (scarto della produzione della birra)
  • 4 cucchiai di farina integrale di grano saraceno
  • 2 cucchiai di farina di riso integrale (tipo indica del commercio equo) macinato da me
  • 4 cucchiai di farina di farro monococco integrale bio sempre macinato da me
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 4 cucchiai di malto di riso
  • 1 etto di frutti di bosco misti (more, lamponi, mirtilli)
  • 1 etto di nocciole intere appene sgusciate
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 200 ml di kefir d'acqua
  • 2 cuccchiai di olio evo
  • 1 cucchiaio di succo di limone bio

Preparazione:

Setacciare le farine, il bicarbonato, il sale, le trebbie, i frutti di bosco, e le nocciole. Aggiungere il kefir, l'olio, il malto. Mescolare bene. Accendere il forno a 180°. Oliare e infarinare una teglia apribile. Quando il forno è caldo, aggiungere all'impasto il succo di limone, mescolare bene e infornare per 30 minuti circa. Quando si sarà un po' raffreddata rovesciare sul piatto.

Risultato morbidissimo!

Ciambella nocciole e prugne

DSCF3430

ingredienti:

  • 5 prugne fresche
  • 5 prugne secche
  • 50 noccioline
  • 3 cucchiai di farina di farro semintegrale
  • 3 cucchiai di farina di riso integrale appena macinata da me
  • 3 cucchiai di farina di avena integrale appena macinata da me
  • 60 ml di sapa di uva nera autoprodotta
  • 90 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 pizzico di sale fino integrale

Preparazione:

Miscelare le farine, il bicarbonato e il sale. Sgusciare le noccioline e frullarle. Mescolarle alle farine. Accendere il forno a 180°. Aggiungere l'acqua, la sapa. Tagliare a pezzetti le prugne secche e fresche. Aggiungerle al composto. Ungere uno stampo a ciambella e infarinarlo bene. Prima di infornare aggiungere il succo di limone, mescolare bene e disporre nella teglia. Infornare per 35-40 minuti. Deliziosa!

Qual è la vostra preferita?

Queste ricette partecipano alla raccolta di ricette del 100% vegetal monday proposto dalla Capra: chiunque può partecipare, proponete anche voi le vostre ricette veg ogni lunedì!

100-veg-monday

Commenti (15)

  • MARI

    MARI

    30 Settembre 2013 at 14:08 |
    Daria, sei bravissima! sono stupente queste due ricettine!
    Ma non dirmi che fai pure la birra in casa! ;-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Settembre 2013 at 14:31 |
      Il vero esperto e appassionato per l'autoproduzione della birra è mio marito... io mi limito ad aiutarlo in qualche occasione...

      Rispondi

  • lacucinadellacapra

    lacucinadellacapra

    30 Settembre 2013 at 20:43 |
    Meravigliose ricette! Al posto della trebbia cosa si può usare?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      30 Settembre 2013 at 22:37 |
      Grazie, al posto delle trebbie si può tranquillamente usare dell'orzo mondo in chicchi già cotto... l'effetto dovrebbe essere più o meno lo stesso.

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    01 Ottobre 2013 at 06:20 |
    Bellissime e buonissime!!!! anche a me non piace buttare nulla, sfrutto tutto proprio tutto e che soddisfazione quando si ricava una squisitezza dagli scarti!!!! :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      01 Ottobre 2013 at 09:36 |
      Si, davvero, grande soddisfazione oltre che economia!

      Rispondi

  • Mele in torta

    Mele in torta

    01 Ottobre 2013 at 16:30 |
    Mio padre ha un piccolo nocciolo in giardino, ma è così piccolo che non capiamo come possa fare tutte quelle nocciole... passerò le ricette a mia mamma: ne saranno contenti!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      01 Ottobre 2013 at 20:54 |
      In effetti i noccioli danno delle belle soddisfazioni... e le noccioline sono ottime in tutte le salse: le mie bimbe le adorano!

      Rispondi

  • sabrina

    sabrina

    01 Ottobre 2013 at 16:36 |
    Tu sei davvero bravissima e molto fantasiosa!
    Quanto mi piacerebbe avere la trebbia per provare questo dolce.
    Grazie cara, grazie di cuore.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      01 Ottobre 2013 at 20:57 |
      Prego! Grazie a te per avere ospitato la golosissima raccolta di questo mese... se conosci qualcuno che fa la birra e lo becchi al momento giusto avrà sicuramente delle trebbie da regalarti! :-)

      Rispondi

  • Elisa

    Elisa

    02 Novembre 2013 at 21:01 |
    Ciao Daria, dove posso trovare gli ingredienti?. Nn so dove sia il negozio ecosolidale...mi interesava anche la melassa di rabarbaro...

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      02 Novembre 2013 at 23:03 |
      Ciao Elisa, la melassa di barbabietola io la trovo al negozietto di prodotti biologici qui a Piove, penso che se vai in supermercato tipo NaturaSi la trovi facilmente. Gli ingredienti del commercio equo se non hai una bottega del mondo vicino (a Rovigo non c'è? Sicuramente c'è ad Adria), ne trovi si similari sempre al bio. Per le trebbie della birra è un po' più complesso... però le puoi sostituire con pari quantità di orzo già cotto.

      Rispondi

  • Elisa

    Elisa

    03 Novembre 2013 at 17:22 |
    Grazie. Magari, un pomeriggio, passo a fare un giretto a Piove e, se ti va, mi accompagni al negozio. Volevo regalare al marito, x Natale, il barile x fare la birra in casa e almeno un preparato x i 18-22 litri di prodotto finito. Ho cercato di farmi in casa il barile con la spina ma é complicato ed, in giro, nn ne trovo di sciolti dal resto della conf x preparare la birra in casa. Magari qd avrò il tutto mi spiegherai cosa sono le trebbie. P.S. Nn mi sn dimenticata dell'art. Purtroppo in sto periodo sto lavorando unsacco a casa xké ins. in 4 classi cn ita-sto-mot-sci-imm ed ho un sacco di lavoro da fare. Inoltre, qd riesco, faccio volontariato cn dei bimbi, x il doposcuola.In qst di, poi, aprofittando delle belle gg, si é andati cn i cani al mare ed a raccogliere il topinanbur ;). Ti interessano?. Ho tanti rizomi ke si posson piantare.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      04 Novembre 2013 at 14:49 |
      Molto volentieri, se passi fammi sapere! Per la birra l'esperto è mio marito, se vuoi ti mando il link al sito da cui lui acquista la materia prima dove trovi anche il fermentatore semplice. Le trebbie ti avanzano solo se fai la birra a partire dalla materia prima, mentre se usi i kit con i malti già preparato non hai questo "scarto". I tobinambur mi interessano, certo che si! Sono buonissimi! ;-)

      Rispondi

  • Elisa

    Elisa

    04 Novembre 2013 at 17:28 |
    Che belle cose mi hai detto. Aspetto con ansia il link. Intanto te li tengo in frigo. Sono puliti e nn c'é pericolo ke marciscano li. Appena riesco passo e ti porto il pacco, così ti faccio sentire i miei saponi per la prima infanzia...e mi interessa molto il discorso della materia prima per la birra...il malto d'orzo?. A presto

    Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy