in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170127 104057

 

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSCF3423 2

 

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Polentine di amaranto e ortica

on Lunedì, 10 Marzo 2014. Posted in cucina

Polentine di amaranto e ortica

Le belle giornate di questi giorni ci portano molto volentieri all'aperto e ci fanno scovare le prime erbette spontanee che ci faranno compagnia per un po'. Quelle che si raccolgono ora hanno un gusto veramente speciale, portano la primavera in tavola col loro bel color verde vivo, ne guadagna l'umore, ma anche nutrizionalmente sono ottime. Leggevo sull'ultimo numero della rivista TerraNuova che le piante spontanee come cicoria, tarassaco, radicchio e spinaci sono ricche in acido folico, ferro e cerotenoidi. A loro possiamo abbinare i colori dei primi fiori: pratoline, primule e violette che con i loro colori sollevano il nostro umore! Nel'orto che ancora giace sotto una copertina di erbe nate spontaneamente in attesa che il terreno asciughi per poterlo sistemare e finalmente partire con le semine (speriamo di riuscire questanno a metter giù i piselli...) nasce copiosa anche l'ortica che è prontamente finita dal prato alla pentola!

DSCF6592

Delle ortiche vi ho già parlato in altre occasioni, oggi vi lascio invece una ricettina un po' diversa per usarle. Si ottiene una sorta di crocchette che ho voluto chiamare polentine visto che all'interno c'è anche la farina di mais. Cotte al forno fanno una bella crosticina che le fa anche sembrare delle cotolettine. Oltre alle ortiche e al mais l'impasto è fatto con l'amaranto di cui vi avevo già parlato nella ricetta dei tortini.

Ingredienti:

  • 100 gr di ortica lessata (pesata già cotta)
  • 130 gr di farina di mais integrale
  • 100 gr di amaranto in chicchi
  • 2 patate piccoline
  • sale fino integrale qb

Preparazione:

Per prima cosa cuocere l'amaranto come da ricetta base, dopo averlo lavato in acqua corrente, mettendolo a bollire in acqua pari a 2 volte e mezzo il volume del cereale. Nel frattempo far bollire le due patate o cuocerle al vapore, sbucciarle. Far bollire a parte un po' d'acqua e cuocere per 10 minuti l'ortica per ammorbidirla. Sminuzzare nel mixer l'ortica, aggiungere le patate e frullare. Passare il tutto in una ciotola, aggiungere l'amaranto, mescolare. Aggiugere la farina di mais e mescolare ulteriormente. Aggiustare di sale. Scaldare il forno a 180°. Nel frattempo coprire la teglia con la carta forno e disporre il composto a cucchiaiate della dimensione che vi aggrada di più. Io ne ho fatte di grandi e di piccoline per le bimbe da mangiare in mano. Passare in forno per una mezzora finchè avranno una crosticina croccante. 

DSCF6596

Io le ho servite con l'insalatina di cui parlavo all'inzio (foglie tenere di tarassaco, malva, valeriana e qualche fiore di broccolo crudo). Ottime anche il giorno dopo e secondo me anche per farcire un bel panino.

Questa ricetta partecipa alla raccolta di ricette del 100% vegetal monday proposto dalla Capra: chiunque può partecipare, proponete anche voi le vostre ricette veg ogni lunedì!

100-veg-monday

Questa ricetta partecipa anche alla raccolta di ricette con cereali e farine integrali "Integralmente" di GocceD'aria: partecipate anche voi!

integralmente-rid

 

 Questa ricetta partecipa anche alla raccolta di ricette con erbe spontanee di Annalisa, Passato tra le mani "Fitoalimurgia", categoria ricette con ortica.

logofitoalimurgia

  •  

Commenti (14)

  • MARI

    MARI

    10 Marzo 2014 at 14:23 |
    ieri ho fatto un pò di giardinaggio e ho estirpato un bel ciuffo di ortiche... la prossima volta le metto in frigo e ci faccio le polpette!!! ;-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      10 Marzo 2014 at 14:48 |
      :-D Mai buttare le ortiche! Tra l'altro se hai un po' di orto o giardino ci puoi fare il macerato che serve a mandare via gli afidi...

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    11 Marzo 2014 at 05:57 |
    Che buone..... che voglia di erbe selvatiche, la prossima domenica di sole andrò a fare un giro ad erbe.... :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      11 Marzo 2014 at 09:44 |
      Si, davvero! In questo periodo lo stomaco chiama le erbette di campo!

      Rispondi

  • Anna&Ipa&Silo

    Anna&Ipa&Silo

    11 Marzo 2014 at 09:45 |
    Fantastiche, da provare! E devo anche mandarti le ricette per la raccolta, provvedo al più presto! Promesso!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      11 Marzo 2014 at 09:56 |
      Grazie cara, ti aspetto!

      Rispondi

  • erica-semplicementeoggi

    erica-semplicementeoggi

    11 Marzo 2014 at 14:22 |
    Ciao, io quando abitavo in campagna mi trovavo ad usare l'ortica. ci facevo il risotto, buono buono. Mio papà ci fa i ravioli verdi.
    Ora sono in città, 'orto lo fa mio papà e da lui andiamoa prendere tutte le verdure però è vero è bello poter raccogliere le cose al momento. in terrazzo io faccio i pomodori, o meglio metto 2 piantine in croce di pomodori ma sono carinissime, e l'insalata invece non mi vienen mai, devo migliorare. ciao

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      11 Marzo 2014 at 14:48 |
      Eh, si, raccogliere cose non seminate è una grande soddisfazione! A me da un senso di libertà impagabile! Anche l'orto sul balcone sono sicura che da grandi soddisfazioni, tra l'altro ha anche il vantaggio non dover dipendere dall'andamento del tempo (piogge...) per semina e altro...

      Rispondi

  • GranoSalis

    GranoSalis

    18 Marzo 2014 at 16:08 |
    Daria, grazie per questa ricetta ottima! Sono sempre alla ricerca di modi per mangiare l'amaranto, che di suo non è che mi faccia impazzire…ma è così buono dal punto di vista nutrizionale che vorrei mangiarne molto di più. Ho provato anche a germogliarlo, ma è talmente piccolo che è difficilissimo avere un buon risultato.
    Queste polpette sembrano "mascherarlo"abbastanza bene, devo provarle al più presto, ho anche scovato un cespuglio di ortica enorme, pulito e verdissimo, arrivi proprio al momento giusto :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Marzo 2014 at 21:35 |
      In effetti l'amaranto ha un gusto particolare un po' rustico e terroso. Qui è ben mimetizzato, secondo me si sente bene l'ortica e poi c'è il croccantino del mais. Anche i tortini con patate e amaranto sono ottimi... li mangiano volentieri anche le bimbe e loro sono sempre il mio tester d'eccezione!

      Rispondi

      • GranoSalis

        GranoSalis

        19 Marzo 2014 at 13:17 |
        Li ho fatti ieri sera…ottime davvero! A guardare l'impasto di partenza, così cremoso, non mi aspettavo quel risultato finale così croccante. Assolutamente da replicare, grazie ancora!

        Rispondi

        • Daria

          Daria

          19 Marzo 2014 at 14:51 |
          Mi fa piacere che siano piaciute! In effetti il risultato è croccantino, da finger food, un po' tipo crocchetta.

          Rispondi

  • franca

    franca

    15 Aprile 2014 at 22:33 |
    Grazie Daria questa è da provare ! Spero di trovare l'ortica! Ciao

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      16 Aprile 2014 at 14:21 |
      Se per caso non la trovi in giro puoi tranquillamente sostituirla con altre erbe, per esempio con bietolineo spinaci o altre erbe di campo. Se le fai fammi sapere se ti sono piaciute!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy