in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Cuor di cachi all'ananas e mandorle (senza glutine a lievitazione naturale)

on Martedì, 15 Dicembre 2015. Posted in cucina

Cuor di cachi all'ananas e mandorle (senza glutine a lievitazione naturale)

Visto il periodo vi aspettereste una versione nuova di panettone o magari il pandoro o altro dolce natalizio... invece qui si sperimentano con grande piacere altri dolci che a mio avviso fanno lo stesso molto Natale grazie alla presenza dei cachi che in questo periodo sono maturissimi e dolcissimi. Oltre alle barrette di qualche post fa e a golosi quanto semplici budini che vedete qui sotto,

DSCF9721 gd

questo dolce già replicato tre volte entra fra i metodi preferiti per smaltire questi dolci frutti! Oltretutto è senza glutine e senza zucchero... non avete scusanti! ;-)

ingredienti per il primo impasto:

  • 100 gr di pasta madre senza glutine (di riso integrale)
  • 70 gr di farina di sorgo (o di miglio)
  • 110 gr di succo limpido di ananas (del commercio equo)
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 20 gr di olio evo
  • 100 ml di acqua
  • 50 gr di amido di mais
  • 30 gr di mandorle
  • 50 gr di farina di ceci
  • 50 gr di sciroppo di riso (o di agave se siete abituati a gusti più dolci)

ingredienti da aggiungere alla seconda lievitazione:

  • 100 gr di farina integrale di riso
  • 1 pizzico di vaniglia in polvere

per il cuore di cachi:

  • 2 cachi
  • succo di limone
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna muscovado (opzionale)

preparazione:

In una ciotola capiente versate la pasta madre e diluitela con il succo di ananas a temperatura ambiente. Aggiungete le farine di sorgo e di ceci, l'acqua, l'amido, lo sciroppo di riso e le mandorle. Per ultimi mettete il sale e l'olio. Mescolate bene, volendo anche con una frusta, in modo da non avere grumi e lasciate riposare la pastella a temperatura ambiente per 4 ore almeno. Troverete il composto pieno di bollicine. Incorporate la restante farina e la vaniglia, versate il composto in una tortiera a cuore e rimettete a riposare per un'altro paio d'ore in luogo tiepido (tipo il forno con la lucina o in prossimità del caminetto o di un radiatore). Nel frattempo frullate la polpa dei cachi e aggiungete un cucchiaio di succo di limone.

Accendete il forno a 180°. Versate i cachi frullati sul dolce in modo lasciare un piccolo bordo, a piacere cospargete con lo zucchero di canna (io ho provato entrambe le versioni). Quando sarà in temperatura infornate per 30 - 35 minuti. Lasciate intiepidire per 5 minuti nel forno spento socchiuso prima di togliere dalla teglia.

DSCF9439 gd

Ecco la fetta che vi sorprenderà: i cachi si saranno "solidificati" creando una golosa gelatina e l'impasto avrà un gusto armonioso in cui l'ananas metterà in rilievo il gusto delle mandorle. Inutile che vi dica che i piccoli hanno gradito moltissimo!

Porto questa ricetta alla mia raccolta Integralmente d'autunno 2015 dedicato al riso (siete ancora in tempo per linkarmi le vostre ricette con riso integrale fino al 21 dicembre)

integralmente 2015 rid

Questa ricetta partecipa anche alla raccolta dell'Orto del bambino intollerante di dicembre

raccoltadicembre

Commenti (22)

  • Raffaella

    Raffaella

    15 Dicembre 2015 at 15:47 |
    Molto interessante! Da provare! ;) :)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Dicembre 2015 at 22:33 |
      Se hai una pasta madre senza glutine questo dolce viene splendido, eventualmente se non hai problemi col glutine puoi usare anche quella normale...

      Rispondi

  • Raffaella

    Raffaella

    16 Dicembre 2015 at 07:50 |
    Io e il frumento non andiamo d'accordo, invece il farro non mi crea problemi

    Rispondi

  • Fiore

    Fiore

    16 Dicembre 2015 at 18:39 |
    volevo ringraziarti per aver preso parte al giveaway x il libro, la tua era una valida motivazione, ma purtroppo avevo solo un libro....
    complimenti per le tue ricette, sei proprio brava!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Dicembre 2015 at 14:45 |
      Ciao Fiore, non preoccuparti, tanto il libro è già stato ordinato! ;-) Grazie a te per essere passata!

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    17 Dicembre 2015 at 11:09 |
    Mamma mia che gola! Sembra una crostata bella morbida! Mi manca la farina di sorgo! Posso sostituirla con la farina di frumento, ma verrà ugualmente? Il glutine dona elasticità ... se aggiungessi amidi?

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Dicembre 2015 at 14:47 |
      Ciao Roberta, io opterei per la seconda alternativa, tenendola senza glutine e mettendo amido di mais o fecola di patate, oppure fairna di miglio o altro riso. L'ho provata anche in versione glutinosa, ma non mi ha convinto...

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    17 Dicembre 2015 at 15:08 |
    Anche a me non convince la sostituzione del sorgo con farine glutinate quindi la replicherò venerdì distribuendo la dose di sorgo aggiungendo 35g in più di amido e 35g in più di riso e poi ti faccio sapere. Che idea che hai avuto, complimenti mi stuzzica proprio
    Ti faccio sapere

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      17 Dicembre 2015 at 15:47 |
      Attendo news allora!

      Rispondi

  • Manuela

    Manuela

    17 Dicembre 2015 at 17:25 |
    Ma che buono Daria, meraviglioso! Lo inserisco subito nella Raccolta... grazieeeee!!!
    un abbraccio

    Rispondi

  • erica-semplicementeoggi

    erica-semplicementeoggi

    18 Dicembre 2015 at 12:36 |
    che delizia! io adoro i cachi , ne mangio una quantità esagerata e non durano per farci un dolce :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Dicembre 2015 at 16:19 |
      Capisco capisco... noi fortunatamente quest'anno ne abbiamo davvero molti!

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    18 Dicembre 2015 at 15:45 |
    É in forno ! Per ora l'ho provata con mele frullate perché ho finito i cachi. Che profumo!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Dicembre 2015 at 16:19 |
      Dovrebbe essere quasi cotta! ;-) Fammi sapere come è venuta!

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    18 Dicembre 2015 at 17:17 |
    Veramente buona! Sai che avevo provato una torta simile ma con la Terza Acida e con glutine ma non mi sono piaciute x nulla. Questa é una delizia molto particolare a metà fra una crostata e una semplice torta. Che profumo! La rifarò sicuramente ma sempre e solo senza glutine
    Complimenti.
    Perdonami ma quello nei bicchieri e semplice caco frullato con del cocco grattato? Pensavo di prepararlo x Natale. ..

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      20 Dicembre 2015 at 14:08 |
      Son contenta che ti sia piaciuta! Io la sto per rifare... qui va a ruba!
      Il budino della foto è fatto frullando 3 cachi con 3 cucchiai di polvere di carruba. Li lasci riposare in frigo per un po' e vedrai che si rassodano da soli. Poi decorati con cocco rapè e fettine di caco essiccato. Io non ho aggiunto dolcificanti, nel caso valuta tu, ma se i cachi sono ben maturi non dovrebbe servire...

      Rispondi

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    19 Dicembre 2015 at 01:47 |
    Ma che meraviglia dev'essere questo dolce!
    Che splendida idea quella dei cachi in superficie che formano la gelatina!!! Golosissimo!
    Lo proverò, con la pasta madre normale però.

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      19 Dicembre 2015 at 22:57 |
      Fammi sapere!

      Rispondi

  • Roberta

    Roberta

    28 Dicembre 2015 at 15:47 |
    Daria, il budino ce lo ha preparato Carlo col tuo aiuto (ha messo in alcuni del cacao e in altri della cannella), niente dolcificanti aggiunti: eccezionale un vero budino. Ha conquistato tutti!
    Buona settimana e buon proseguimento

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      28 Dicembre 2015 at 23:02 |
      Uh, che bello! Bravissimo Carlo! Son contenta che sia piaciuto!

      Rispondi

  • Alessand

    Alessand

    23 Luglio 2016 at 14:54 |
    Ciao:) rubo un consiglio! Oggi vorrei proprio cucinare qualcosa con la mia pasta madre senza glutine! Che dici se provo con una "piccola" modifica? Succo di mela al posto di ananas, e purea di pesche, al posto di cachi? (Può essere fatta con esubero?)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      23 Luglio 2016 at 16:09 |
      Ciao, direi proprio di si, modifica pure come hai proposto, penso venga bene! Puoi usare anche l'esubero, non dovrebbero esserci problemi... Fammi sapere come va!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy