in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Dolce tricolore

on Lunedì, 24 Febbraio 2014. Posted in cucina

Dolce tricolore

Certe volte la voglia di dolce ha il sopravvento, ma il tempo è ristretto, c'è già la lavatrice in funzione e quindi meglio non accendere il forno e quindi ecco venire in soccorso la frutta che permette di realizzare in breve tempo dei dolci decisamente belli da vedere e golosi da mangiare. Sulla scia di dolci crudisti realizzati da altre amiche blogger (come questo di Lucy e questo della Ravanella) vi lascio anche il mio che mi ha dato tanta soddisfazione e che è piaciuto a tutti. Tra l'altro queste torte hanno anche il vantaggio di poter essere mangiate senza troppi sensi di colpa, non avendo altri zuccheri che quelli naturali della frutta e anche se non sembra sono molto sazianti! 

Ingredienti per una teglia piccolina da 15 x 15 cm:

per la base:

  • 130 gr fra datteri (del commercio equo non trattati) e uvetta bio (io ho messo metà e metà, ma potete usare anche meno datteri o solo uvetta)
  • 15 gr di mandorle intere non spellate

per gli strati:

  • 1 banana bio del commercio equo
  • 1 piccola mela fuji bio
  • 1 batata rossa bio
  • 1/2 limone bio
  • cocco essiccato in scaglie a piacere

Preparazione:

Per prima cosa preparare la base frullando prima le mandorle in modo da ridurle in farina e aggiungendo poi i datteri tagliati a pezzi e denocciolati e l'uvetta fino ad ottenre una palla omogenea che potete stendere sulla teglia foderata di carta bagnata e strizzata. Mettete la base in frigo e preparate gli strati colorati.

DSCF6186

Base 1 colore arancione: schiacciare con la forchetta mezza banana, gratuggiare la batata con la buccia (lavarla molto bene prima) e mescolare. Aggiungere 2 cucchiai di succo di limone. Stendere sulla base.

DSCF6187

Base 2 colore bianco-giallino: gratuggiare la mela, schiacciare la mezza banana che avanza e mescolarle. Aggiungere 4 cucchiai di succo di limone. Stendere sullo strato precedente. Cospargere di cocco essiccato.

DSCF6188

Passare in congelatore per mezzoretta, estrarre dalla teglia e servire con fettine di batata essiccate.

DSCF6189

Ecco la fetta:

DSCF6197

Questo dolce ha anche la particolarità di utilizzare cruda la buonissima batata rossa che finora avevo usato solo cotta. L'effetto coloristico è quello della zucca, il gusto a mio avviso buonisimo, ben dolce anche da cruda, secondo me più adatta a piatti dolci che al salato. Se ne volete sapere di più su questo tubero vi rimando alle infomazioni che trovate su questo volantino dove c'è anche la tabella con l'apporto nutrizionale.

Questa ricetta partecipa alla raccolta di ricette del 100% vegetal monday proposto dalla Capra: chiunque può partecipare, proponete anche voi le vostre ricette veg ogni lunedì!

100-veg-monday

 

Commenti (10)

  • ilmondodici

    ilmondodici

    24 Febbraio 2014 at 13:28 |
    Non vale, ora ho FAME!!! No, correggo: ho voglia di questo dolce qui! :) Slurp!!! Voglio cercare la batata...

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      24 Febbraio 2014 at 14:35 |
      :-D La batata è stata una grandiosa scoperta e cruda ancor di più... io la trovo grazie al nostro fornitore gas.

      Rispondi

  • erica

    erica

    24 Febbraio 2014 at 16:18 |
    cos'è la batata? mai sentita? ora googlo e cerco grazie ciao

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      24 Febbraio 2014 at 21:59 |
      Se clicchi sul volantino che ho linkato nell'articolo la vedi. Comunque in pratica è una varietà di patata dolce, di colore arancione però non grigia. Gusto decisamente dolce!

      Rispondi

  • MARI

    MARI

    24 Febbraio 2014 at 18:50 |
    Ho tutti gli ingredienti! in settimana la provo! sono troppo curiosa di assaggiare la batata cruda! grazie...e ti farò sapere! ;-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      24 Febbraio 2014 at 21:59 |
      Fammi sapere se anche a te è piaciuta come a noi... qui anche le bimbe hanno apprezzato, soprattutto la più piccola!

      Rispondi

  • Alice

    Alice

    25 Febbraio 2014 at 16:12 |
    Davvero goloso questo dolce! La batata cruda poi, mai assaggiata ma di certo non avrei riserve se mi si presenta in una veste come questa :) Ricetta bella e interessante, complimenti!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      25 Febbraio 2014 at 20:22 |
      Grazie! Se la trovi assaggiala, tra l'altro da cruda mantiene intatti tutti i suoi valori nutrizionali...

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    25 Febbraio 2014 at 16:23 |
    Bellissimo... che gola la fetta, con le farciture morbidi e avvolgenti!!! Hai ragione la batata è buonissima, delicatamente dolce. Anche se somiglia alla zucca... è totalmente diversa. La sto consumando spesso, è solo un pochino cara, ma ne vale la pena ;-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      25 Febbraio 2014 at 20:24 |
      si, anch'io la sto scoprendo per bene in questo periodo. Costa in effetti un po' di più, ma si può fare. Il nostro produttore gas ci spiegava al corso sull'orto che sto seguendo in questi giorni che la batata rossa dalle nostre parti non viene bene e quindi bisogna affidarsi ai produttori laziali.

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy