in cucina

DSCF1353 gd

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

DSCF5750 rit

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20171019 131503

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Schiacciata saracena con patate e ortiche

on Mercoledì, 29 Aprile 2015. Posted in all'aperto, cucina

Schiacciata saracena con patate e ortiche

Nonostante sia passato qualche giorno sento ancora l'energia della bella giornata passata sabato nel giardino di amici, persone che magari non si vedono tutti i giorni ma con le quali si sente subito una grande affinità. Un bel giardino dove raccogliere erbette con i piccoli e stare stesi all'ombra o al sole, tanti bambini che si divertono correndo e saltando, una tavola colma di prelibatezze condivise, qualche lettura, un po' di teatrino e la giornata vola via, in un battibaleno ci si trova a salutarci e ripartire.

DSCF6439

i bambini intenti a raccogliere erbette per la nostra insalata

 

DSCF6448

Ecco l'insalata pronta da gustare!

Alcune di queste delizie le trovate condivise anche nella mia raccolta Integralmente, in particolare il pane ai semi di Elena e i dolci di Moira e Caterina a cui voglio aggiungere anche questa mia schiacciata saracena che avevo già provato qualche giorno prima e che ho rifatto per l'occasione con una tripla farcitura. Ve la lascio in tutte le versioni, così potrete sbizzarrirvi!

Ah, dimenticavo una particolarità di questa schiacciata è che è fatta con un esubero di pasta madre non rinfrescata e ha una lunga lievitazione in frigo, quindi potete prepararla in anticipo e non vi servirà preventivamente rinfrescare la madre.

ingredienti per una teglia da forno:

  • 100 gr di esubero di pasta madre (nel mio caso di farina integrale di grano tenero che stava in frigo da 3 giorni)
  • 120 gr di farina integrale di grano saraceno macinata di fresco
  • 400 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaio di malto d'orzo
  • 1 cucchiaino di sale fino integrale
  • 500 gr di farina integrale di grano khorasan bio
  • olio evo per stendere la schiacciata

per la farcitura con patate e ortiche:

  • 2 patate bio di media grandezza
  • 1 terrina di cime di ortica freschissima (nel nostro caso raccota nell'orto)
  • rosmarino
  • salvia
  • origano
  • sale fino integrale
  • 1 spicchio d'aglio

per la farcitura con porro e sapa:

  • 1 porro intero
  • 4-5 cucchiai di sapa (autoprodotta per me)
  • sale fino integrale qb

Preparazione:

Sciogliere l'avanzo di pasta madre nell'acqua e malto, mescolare bene finchè non farà una bella schiuma. Aggiungere la farina di grano saraceno e mescolare bene, aggiungere anche la farina di grano khorasan gradualmente. Mescolare grossolanamente e lasciar riposare per mezzora. Riprendere l'impasto, aggiungere il sale e lavorare non troppo a lungo. Lasciar riposare coperto per un'ora a temperatura ambiente e passare in frigo. Potete usare l'impasto dopo 24 o anche 36-48 ore. Nel mio caso l'ho lasciato 36 ore circa. Togliere dal frigo e far riambientare per un'ora. Infarinare il piano, versare l'impasto e fare un giro di pieghe. Dopo mezzora stendere l'impasto su una teglia con carta forno aiutandosi con le mani unte d'olio. Lasciar lievitare per 2-3 ore, nel frattempo preparare le farciture. Sbucciare le patate, tagliarle a dadini e passarle in padella finchè saranno tenere. Schiacciarle con la forchetta, aggiustare con rosmarino, salvia e sale. Uscire a raccogliere le ortiche, lavarle e versarle nella padella in cui avevate cotto le patate con uno spicchio d'aglio e poca acqua. Quando saranno tenere metterle da parte in un piatto. Affettare sottile il porro, versarlo nella stessa padella con la sapa. Quando sarà tenero salarlo secondo il gusto.

Accendere il forno a 200° statico. Infornare la schiacciata per 25-30 minuti. Passato questo tempo aggiungere le farciture e infornare per altri 5 minuti. Ottima sia tiepida che a temperatura ambiente.

DSCF6447 rit

Qui la focaccia che avevo portato il 25, la parte già tagliata con sole patate (avevo finito le ortiche), la parte in corso di taglio con porro alla sapa e pomodoro e olive.

Stra-consigliata per i pic-nic di questi giorni accontenterà grandi e piccini! Voi cosa vi porterete di buono nelle scampagnate?

DSCF6446 rit

Porto questa ricetta alla mia raccolta Integralmente a primavera. Vi aspetto con le vostre golosità!

integralmente 2015 rid

Questa schiacciata partecipa anche alla raccolta di mensile di Panissimo di Sandra e Barbara, questo mese ospitato da I pasticci di Terry.

finale di stagione

Commenti (11)

  • Isabella Siciliano

    Isabella Siciliano

    29 Aprile 2015 at 13:05 |
    Fantastica questa!
    Te la copio sicuramente :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Aprile 2015 at 23:05 |
      Se la provi fammi sapere... qui è stata spazzolata!

      Rispondi

  • aliko

    aliko

    29 Aprile 2015 at 14:26 |
    Le erbe spontanei sono la nostra specialità e la tua ricetta ha qualcosa di davvero speciale...grazie per averla condivisa con tutto il popolo del web! ps: il tuo blog è davvero molto molto bello, salvo il link su POKET così rifaccio un salto

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Aprile 2015 at 23:07 |
      Grazie, gentilissima!

      Rispondi

  • Mari

    Mari

    30 Aprile 2015 at 21:59 |
    Deve essere molto buona! Il problema e reperire le ortiche...dovro' avventurarmi in zone poco trafficate e abitate... forse in montagna o maggiori probabilita' di trovarne! :-D

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      03 Maggio 2015 at 14:40 |
      Decisamente più semplice in montagna, ma anche in qualche orto di campagna non dovresti andare male!

      Rispondi

  • paola

    paola

    04 Maggio 2015 at 13:58 |
    io adoro le ortiche! di solito le uso per fare del pesto o per il risotto, ma devo dire che la tua idea è sfiziosa e la proverò!

    Rispondi

  • Valentina

    Valentina

    10 Maggio 2015 at 22:02 |
    Che ideona l'abbinata porro e sapa!!! Quindi la sapa si usa anche da voi e si chiama così come la chiamiamo noi nelle Marche! Io l'adoro...ma l'ho sempre e solo usata per preparazioni dolci, per condire la polenta o come sciroppo per la tosse. Grazie per l'idea! Mi hai fatto venire in mente che forse sarebbe l'ideale per addolcire le cipolline agrodolci al posto dello zucchero! ;)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      10 Maggio 2015 at 22:50 |
      In realtà attualmente qui è poco conosciuta, la usavano "le nonne" prima che fosse disponibile lo zucchero, in alternativa alla melassa. Però si chiama proprio così e secondo me nell'agrodolce ci sta benissimo!

      Rispondi

  • paola

    paola

    25 Maggio 2015 at 21:42 |
    ciao daria, volevo ringraziarti! prendendo spunto dalle tue ricette ho fatto le polpette di l'amaranto con ortiche e patate...questo tuo post me le aveva richiamate alla memoria! Le ho portate al pranzo del gas con l'insalata di ceci-pomodori secchi-olive e patate...e han fatto furore!
    Grazie!!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      25 Maggio 2015 at 22:14 |
      Uh, grazie a te di essere passata a raccontarmelo! Devono essere state strepitose, anzi le proverò anch'io. Anche l'insalata era certamente ottima!

      Rispondi

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy