in cucina

IMG 20161208 122722

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 20170901 193948 l

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

IMG 20170902 170039 2

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

DSCF2486 gd

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Cous cous integrale di farro con crema di carote e salsa di foglie di carota: parte Integralmente d'inverno dedicato al farro

on Domenica, 20 Dicembre 2015. Posted in cucina

Cous cous integrale di farro con crema di carote e salsa di foglie di carota: parte Integralmente d'inverno dedicato al farro

Con la casa ormai sommersa di pacchi, pacchetti, biglietti, disegni natalizi...

con il ronzio dell'essicatore che lavora a pieno ritmo per gli ultimi pensierini...

le bimbe in fibrillazione per le rispettive feste di Natale a scuola...

io e Marco trasformati in folletti di Babbo Natale che passano tutte le notti a impacchettare e costruire e cucinare...

arriva anche il solstizio d'inverno e si inaugura una nuova stagione di Integralmente che stavolta sarà dedicata al farro (integrale logicamente!). Un grano ormai ri-entrato nelle nostre cucine, un cereale che adoro in tutte le sue tre forme (dicocco, monococco, quello piccino e spelta, quello grande). Perfetto in chicco per deliziosi farrotti o minestre, in farina nei dolci e nei salati e nel pane, deliziosa la pasta di farro e anche il cous cous... a voi la scelta: aspetto le vostre ricette invernali con protagonista il farro! E come sempre inizio io, con una ricetta che dedico a Francesco il nostro fornitore di verdura del gas...

Il suo regalo di Natale anticipato sono state queste carote di sua produzione, da lui definite "bruttissime, talmente brutte che ve le regalo!". Beh, non so voi, ma noi le abbiamo trovate invece bellissime, rudi, affascinanti con ancora tutta la loro terra attaccata e le foglie fresche! Le bimbe chiedevano a gran voce una crema di carote e allora ecco cosa ne è nato!

DSCF0257 gd

Ingredienti per la crema:

  • 6 carote di media grandezza biologiche bruttissime appena colte
  • 1/2 porro bio
  • 1 spicchio d'aglio
  • 3 foglie di salvia
  • olio evo qb
  • sale fino integrale qb
  • mix di spezie a piacere (opzionale)
  • acqua o brodo vegetale qb

Ingredienti per il cous cous (per 3 persone):

  • 1 bicchiere colmo (200 ml) di cous cous integrale di farro (per me preso col gas da una piccola azienda umbra)
  • 220 ml di acqua
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • olio evo qb
  • cannella a piacere

Ingredienti per la salsa di foglie di carota:

  • un mazzo di foglie di carota freschissime
  • 30gr di anacardi al naturale da commercio equo
  • 20 gr di olio evo
  • acqua qb
  • 1 pizzico di sale fino integrale

DSCF0263 gdPreparazione:

Cominciate col preparare la crema: in una pentola in acciaio dal fondo spesso disponete la salvia con un filo d'olio, l'aglio tagliato a pezzetti, un po'acqua e il porro affettato. Fate rosolare. Lavate e spazzolate molto bene le carote. Tagliate il ciuffo e mettete da parte le foglie più belle per la salsa di accompagnamento. Tagliate a rondelle le carote e mettetele a rosolare. Aggiungete acqua o brodo a coprirle e lasciate andare finchè saranno tenere. Nel frattempo preparate la salsa frullando gli anacardi fino a ridurli in farina. Aggiungete l'olio a filo, il sale e un po' alla vota le foglie di carota. Allungate con acqua secondo il vostro gusto. Passate in una ciottola e tenete da parte. Versate l'acqua per il cous cous in piccola pentola, salate leggermente e aggiungete un goccio d'olio. Quando l'acqua bolle versate il cous cous, coprite e spegnete. lasciate gonfiare per 5-6 minuti, passati i quali sgranate il cous cous con una forchetta. Aggiungete un filo d'olio e se vi piace (io la adoro) la cannella. Rimettete il coperchio e mettete da aparte. Frullate le carote e riversatele in pentola. Aggiustate di olio ed eventualmente insaporite col mix di spezie da voi scelto. Impiattate disponendo nelle fondine la crema di carote su cui verserete il cous e cous e completate con la salsa di foglie. A noi è piaciuta tantissimo! Io ce lo vedo benissimo questo primo sulla tavola natalizia e voi?

Ora lascio a voi lo spazio per le vostre ricette, le regolette sono sempre le stesse (massima libertà di quantità e tipologia, basta che le proposte siano vegane, integrali e contengano l'ingrediente di questa stagione - ricordatevi di riportare il banner qui sotto linkato a questa pagina), ma prima...

TA-DA-DAAAAAN!

Doppio regalo! Non mi ero scordata che avanzavate la raccolta estiva di Integralmente! Così questo mese vi trovate in regalo sia la raccolta con le golosissime ricette estive che quella con le colorate ricette autunnali a base di riso. Per scaricarle basterà cliccare sui link qui sotto:

INTEGRALMENTE D'ESTATE 2015

INTEGRALMENTE D'AUTUNNO "TUTTO RISO" 2015

integralmente 2015 rid

Ah... e se non dovessi farcela a scrivere altri post prima di Natale vi anticipo gli auguri miei e di tutta la ciurma con i nostri biglietti home-made: vi piacciono?

DSCF0230 gd

Antipasti

Primi piatti e piatti unici

Farrotto alla zucca con radicchio di Chioggia spadellato di Daria GocceD'aria

Torta romantica ai carciofi di Cristiana Dove gira il sole

Insalata calda di farro con zucca e avocado di Mari CucinaVerdeDolceeSalata

Cous cous di farro integrale con crema di carote e salsa di foglie di carote di Daria GocceD'aria (ricetta qui sopra)

Secondi piatti

Pane e altri panificati

Cocci-pizze di Daria GocceD'aria

Pan-goccioli di farro con banana di Daria GocceD'aria

Spettinate di farro di Felicia Le delizie di Feli

Pane incamiciato (al farro) di Daria GocceD'aria

Pane morbido (al farro) di cachi di Paola

  • 120 gr di pasta madre rinfrescata la sera prima
  • 300 ml di cachi (anche un po' di più, non di meno)
  • 100 gr farina di riso
  • 300 gr di farina integrale di farro macinata di fresco
Impasto al mattino, metto a riposare, al pomeriggio riimpasto e metto nello stampo, verso sera inforno.
Questa ricetta ho provato a modificarla aggiungendo ( a piacere, se uno vuole pane dolce per colazione) farina di cocco al posto della farina di riso, uvetta, noci, datteri, mandorle...a seconda degli avanzi della dispensa
So che a voi i cachi piacciono...secondo me vale la pena...il gusto del caco rimane molto delicato...buonissimo.
In questo ho messo un pugno di uvetta e gli avanzi di noci e mandorle.
paola1

Dolci

Ciambella di rose di Feli Le Delizie di Feli

Alfajores al triplo cocco di Francesca La tana del riccio

Cuore cioccolatoso agli agrumi di Daria GocceD'aria

Ciambelline di farro con pasta madre di Felicia Le delizie di Feli

Torta cacao e pere di Sara M.

Biscotti alle mandorle con marmellata di fragole di Daria GocceD'aria

Fugassa di farro integrale di Daria GocceD'aria

Muffin morbidosi o plum-cake di Moira

Questo impasto può essere usato per muffin o anche plumcake variando un po' la consistenza come specifico poi sotto.

200 g farina di farro (integrale bio az.ag. Le Barbarighe o bianca o metà e metà) bene anche con farina khorasan semintegrale
2 cucchiaini cremor tartaro
1 cucchiaino scarso di bicarbonato
1 pizzico di sale fino integrale
Buccia grattugiata di 1 limone bio
20 g fiocchi avena o riso (dopo la cottura si sentono un po',  se volete di più l'effetto morbidoso mettere fiocchi avena)

150 g malto di riso o mais
200 g yogurt di soia bio
30 g olio extra vergine di oliva bio
1 cucchiaino aceto di mele o succo limone

Mischiare il primo gruppo di ingredienti (polveri) e in un'altra ciotola un po' più capiente mischiare bene il secondo gruppo (liquidi).

Appena il forno avrà raggiunto i 180 gradi aggiungere le polveri ai liquidi, mischiate velocemente bene anche con la frusta, aggiungere frutta disidratata a piacimento (o pezzettini di pera e pezzettoni di cioccolato o altro a piacimento) meglio se tagliata a pezzettini. Dare una  velocissima mischiata col cucchiaio.

Nota:
Per avere un effetto più compatto tipo plumcake meglio tenere l'impasto mordibo non troppo liquido, per dei muffin sofficiosi invece meglio tenere l'impasto tra il semi-liquido e il morbido.

Prima di versare l'impasto negli stampini da muffin o nello stampo plum-cake valutare se aggiungere un goccio di acqua meglio se frizzante e ridare una mischiata veloce

Prima di infornare mettete sopra una spolverata di frutta secca tritata (nocciole o mandorle).

Infornare per circa 40 minuti fare la prova stecchino.

Nota 2: Se non si vuole condirli con frutta dolce meglio mettere 180 g di malto anziché 150.

Nota 3: Una volta che i lieviti entrano in contatto con i liquidi parte l'azione lievitante per questo specifico di mischiare velocemente. Il bicarbonato (oltre al cremor tartaro) è stato messo in abbinata al limone (che fa partire la sua reazione) per dare maggior spinta alla lievitazione.

 Mu

Commenti (29)

  • Roberta

    Roberta

    21 Dicembre 2015 at 19:23 |
    Ma che bei bigliettini! Complimenti alle artiste
    Un augurio di buon Natale a tutti voi e un forte abbraccio, spero c he l'anno nuovo ci faccia incontrare

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      22 Dicembre 2015 at 15:38 |
      Grazie cara, quest'anno ci siamo impegnate con i biglietti! Si, sarebbe bello conoscerci di persona, vediamo di metterci d'impegno il prossimo anno! Intanto buone feste anche a te!

      Rispondi

  • Serena di Enjoy Life

    Serena di Enjoy Life

    22 Dicembre 2015 at 23:19 |
    Anche io adoro il farro, in tutte le maniere!
    E queste cremine sono uno spettacolo!!!
    Complimenti per i biglietti, carinissimi!!
    Tantissimi auguri a tutta la ciurma :-)
    Un abbraccio
    Serena

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      23 Dicembre 2015 at 14:40 |
      Grazie cara, buone feste anche a te!

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    24 Dicembre 2015 at 20:35 |
    Carissima, adoravo il farro e lo adoro ancora.... l'ho cucino per Fausto in tutte le sue forme, almeno lui può ancora godere della bontà di questo fantastico cerale.
    Strepitosa la tua ricetta, sento il profumo e la morbidezza della cremina...
    Concordo con te, le carote sono bellissime!!!! nessun ortaggio è bruttino sopratutto se coltivato con amore. Purtroppo ho qualche problema con il blog, non riesco ad accedere e a rispondere ai commenti. Ti ho letta nella mail, e mi dispiace per i malesseri che vi hanno colpito. Un abbraccio forte a tutti, trascorrete un sereno Natale (ma sono certa sarà così... in famiglia e con i propri cari). Un bacione

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      27 Dicembre 2015 at 15:07 |
      Grazie Felicia per la vicinanza... ora ci siamo ripresi tutti e il Natale è passato serenamente in famiglia! Un abbraccio a te!

      Rispondi

  • Annalisa

    Annalisa

    27 Dicembre 2015 at 20:05 |
    Contentissimi di leggervi meglio. riesco a passare giusto perché c'è qualcuno di appollaiato in braccio, e molto provato! Condivido subito il tuo post, un bacio e a presto!

    Rispondi

  • Annalisa

    Annalisa

    27 Dicembre 2015 at 20:08 |
    Ah, bellissimi i biglietti autoprodotti! Qui siamo in fase molto anarchica e an(n)archica,e mi sembra sempre che gli attimi con i bimbi- disegni compresi - viaggino troppo veloci.Anche solo per permettermi una scansione veloce o una foto rubata...

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      28 Dicembre 2015 at 23:01 |
      Grazie a te!

      Rispondi

  • cristiana

    cristiana

    31 Dicembre 2015 at 18:08 |
    Uno dei miei cereali preferiti!! Beh, se manco questa mi arrabbio con me! Buon anno Daria bella!!

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      01 Gennaio 2016 at 15:03 |
      Fretta non ce n'è... hai tempo fino a marzo! Buon gennaio anche a te!

      Rispondi

  • Eugenio

    Eugenio

    05 Gennaio 2016 at 18:56 |
    Sino contento di essermi iscritto al tuo blog. Vedo che ci sono molte cose da studiare e "digerire", ma per ora la cosa che più mi sta a cuore è faree un pane in casa con farina appena macinata, integrale compresa la crusca, che mi dia la soddisfazione di vedere "i buchetti", di vedere gli alveoli che mi dicono che la lievitazione che ho effettuato, l'acqua, la lavorazione, la lievitazione ecc... sono avvenute come venivano a mia madre 50 anni fa. Lei aveva il forno a legna, io no. Ma io ho la pazienza un mulino casalingo e VOI tutti che siete certamente in condizione di darmi una mano. Vi ringrazio in anticipo. Buon anno Eugenio

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      06 Gennaio 2016 at 10:02 |
      Ciao Eugenio e benvenuto! Mi fa molto piacere ritrovarti anche qui e leggere le tue parole! Spero di poterti essere utile! A presto!

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    18 Gennaio 2016 at 11:39 |
    Buongiorno.... spero di essere nel "posto" giusto..... ;-) Ci sono!!! Ti lascio la mia ricetta di farro per la raccolta http://www.ledeliziedifeli.net/2016/01/18/spettinate-di-farro/

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      18 Gennaio 2016 at 15:30 |
      Certo che si, posto giustissimo!

      Rispondi

  • Eugenio

    Eugenio

    18 Gennaio 2016 at 14:37 |
    Grazie Daria, sei geniale!

    Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    01 Febbraio 2016 at 05:30 |
    Buongiorno carissima, adoro panificare con la farina di farro.... e Fausto apprezza particolarmente quello che sforno. Questa mattina però ti lascio una ghiottonera!!!! http://www.ledeliziedifeli.net/2016/02/01/ciambelline-di-farro-con-pasta-madre/ buona settimana :-D

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      01 Febbraio 2016 at 10:05 |
      Mamma mia! Troppo golose! Perfette per Carnevale!

      Rispondi

  • MARI

    MARI

    09 Febbraio 2016 at 18:22 |
    Sono sempre la solita poco attenta! per fortuna ci sei tu che pazientemente mi ricordi le raccolte! grazie!
    Ecco qui: http://cucinaverdedolcesalata.blogspot.it/2016/02/insalata-calda-di-farro-con-zucca-e.html
    un abbraccio! :-)

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      09 Febbraio 2016 at 22:29 |
      :-D Grazie, non poteva mancare una ricetta così deliziosa!

      Rispondi

  • Federicasole

    Federicasole

    15 Febbraio 2016 at 18:30 |
    Da quando è nato il mio secondo figlio sono attenta all'alimentazione molto di più di prima e mi sono avvicinata al mondo "green", cerco sempre ricette per invogliare anche mio marito che non riesce ad allontanarsi dalla carne, quindi ti seguire anche per queste deliziose preparazioni, mi sarai davvero d'aiuto.
    Baci

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      15 Febbraio 2016 at 22:30 |
      Son felice di poter dare degli spunti... la raccolta da questo punto di vista è utilissima perchè porta sempre ricette gustose e innovative che anch'io mi diverto a provare man mano che arrivano!
      Ah, se ti capiterà di provare qualche ricetta in tema con la raccolta stagionale non esistare a mandarmela, la posso anche aggiungere al post se non la pubblichi tu!

      Rispondi

  • cristiana

    cristiana

    28 Febbraio 2016 at 13:16 |
    Ce l'ho fatta, ce l'ho fatta! Ecco una torta tutta per te :) Non so se dovevo inviartela via mail o qui, intanto ti lascio qui il link al post.
    Grazie e buona domenica!
    http://dovegirailsole.blogspot.it/2016/02/torta-romantica-ai-carciofi.html

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      28 Febbraio 2016 at 14:49 |
      Grazie cara! Ottimo pranzo domenicale!

      Rispondi

  • xcesca

    xcesca

    29 Febbraio 2016 at 14:48 |
    Grazie ancora di avermi ricordato la tua bellissima raccolta.. nell'ultimo periodo non ho sperimentato nuove ricette di pani, e così mi era sfuggita.
    Eccoti qui i miei biscottini argentini :)
    https://latanadelriccio.wordpress.com/2016/02/29/alfajores-al-triplo-cocco/

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      29 Febbraio 2016 at 14:54 |
      Uh, che velocità! Grazie, inserisco subito!

      Rispondi

  • Felicia

    Felicia

    07 Marzo 2016 at 05:50 |
    Buongiorno carissima ho realizzato questa ciambella "diversa" nell'impast c'è anche farina integrale secondo te ha in ogni caso i requisiti per la raccolta? in caso contrario non c'è problema. Un abbraccio http://www.ledeliziedifeli.net/2016/03/07/ciambella-di-rose/

    Rispondi

    • Daria

      Daria

      07 Marzo 2016 at 10:58 |
      Certo che si! La inserisco subito! Bellissimo e buonissimo dolce!

      Rispondi

  • Mari

    Mari

    08 Settembre 2016 at 09:00 |

Lascia un commento

Stai commentando come ospite. Login opzionale sotto.


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy