in cucina

IMG 20190422 094320

Salva

Salva

Salva

Salva

con i piccoli

IMG 5396

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

a piedi o in spalla

DSC03880

 

Salva

Salva

Salva

Salva

orto e giardino

IMG 20191028 171818 3

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

all'aperto

Libro liberato!

on Giovedì, 14 Febbraio 2013. Posted in libri, all'aperto

2° Zebuk Day

Libro liberato!

Ed eccolo là il mio libro liberato per il Zebuk Day! Lasciato sulla panchina del centro... sarei curiosa di sapere chi l'ha fatto proprio! Se siete fra i miei lettori fatemi sapere! Io ho tenuto gli occhi ben aperti ma purtroppo non ho visto in giro altri libri liberati... spero comunque che siano stati molti!

Quale libro avevo scelto? "La metamorfosi" di Kafka, un classico che mi è rimasto dentro con la sua storia sempre attuale fin dalla prima lettura ai tempi del liceo! E voi avete liberato il vostro libro? Dove? Quale libro? Avete trovato un libro liberato in giro?

2013 0214005

Vi ricordo anche che oggi in molte città del mondo si balla contro la violenza sulle donne con l'iniziativa One bilion rising... io fisicamente non ci sarò... però col cuore si! 

2° ZeBuk Day - 14 febbraio 2013 Libera un libro

on Venerdì, 08 Febbraio 2013. Posted in libri, all'aperto

2° ZeBuk Day - 14 febbraio 2013 Libera un libro

L'anno scorso mi era sfuggito, ma quest'anno non mi voglio perdere questo appuntamento. L'idea è di ZeBuk.it, un blog dove si condivide la comune passione per i libri che per festeggiare il suo secondo compleanno ha deciso di proporre la liberazione di libri. Essendo il giorno di S.Valentino lo slogan è: "Libera un libro per ZeBuk, libera l'amore per la lettura".

In pratica si propone di liberare un libro scelto dalla propria libreria o nuovo, inserirci il segnalibro dell'iniziativa e lasciarlo in un "luogo perfetto" il 14 febbraio. Il luogo perfetto sarà un luogo di passaggio, dove il libro possa essere individuato con facilità. La liberazione va fotografata e condivisa. Io parteciperò liberando un libro nella mia città e terrò gli occhi bene aperti, sia mai che incappi in un libro liberato...

Suvvia partecipate anche voi! QUI trovate tutte le indicazioni per partecipare, il segnalibro e i volantini per diffondere l'iniziativa.

 

Finalmente il sole... e frittelle brutte!

on Domenica, 03 Febbraio 2013. Posted in all'aperto, cucina

Finalmente il sole... e frittelle brutte!

Ieri finalmente una giornata di sole dopo la pioggia incessante di sabato (giornata per fortuna rallegrata dal Pasta Madre Day) e i grigiori dell'utimo periodo... non so da voi, ma qui l'inverno è stato finora grigio, nebbioso e piovoso e per vedere le belle giornate fredde fredde magari ghiacciate, ma soleggiate siamo dovuti andare in montagna... 

2013 0203005

Comunque finalmente ieri ecco riapparire il sole... una splendida giornata invernale di quelle adoro: aria fredda e frizzante, magari ghiaccio la mattina, le montagne innevate che si stagliano all'orizzonte e che sembra di poterle raggiugere in mezzora anchichè in due-tre ore, sole accecante... e allora finalmente si riesce ad uscire tutti e quattro per una passeggiata. Nemmeno a dirlo le bimbe sono entusiaste (d'altro canto la strada sterrata che porta a casa nostra è piena di fantastiche pozzanghere in cui poter saltare dentro...), quindi via, berretto, sciarpa, guanti, giacca e qualcosa in tasca per una merenda lungo la strada...

L'acqua dei canali e fiumi che abbiamo vicino a casa era bella alta a causa delle piogge, ci ha regalato dei fantastici riflessi... 

2013 0203001-gd

2013 0203008-gd

E al ritorno l'avanzo di pasta madre di ieri ci aspettava a far da dolce a fine pasto... e visto il periodo carnevalesco non potevano essere che frittelle o "fritoe" come si dice dalle mie parti... vi lascio quindi la ricetta semplicissima e veloce delle

Frittelle Brutte

ingredienti:

  • 85 gr di pasta madre avanzata (io l'avevo rinfrescata al pasta madre day e tenuta in frigo)
  • 185 ml di succo di arancia bio (nel mio caso era il succo di due arance della cassetta appena arrivata col gas)
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 1 cucchiaio abbondante di malto di riso
  • uvetta passa a piacere (io ne ho messa un bel po' infatti mi scappava da tutte le parti)
  • mezza mela tagliata a cubetti
  • 200 gr di farina di farro spelta appena macinata col mulinetto
  • zucchero integrale di canna mascobado a piacere da spolverare a fine cottura
  • olio evo per friggere

2013 0202015

Come prepararle:

Sciogliere l'avanzo di pasta madre nel succo di arancia, aggiungere il malto di riso, l'uvetta passa, la mela tagliata a cubetti e mescolare bene. Aggiungere la farina e infine il sale. Mescolare bene col cucchiaio, dovreste ottenere una pastella densa. Metterla a riposare a temperatura ambiente per 4-5 ore. Trascorso questo tempo versare l'olio in un pentolino dal fondo pesante e scaldarlo. Quando sarà ben caldo versare a cucchiaiate la pastella, girarla in modo che non si attacchi, quando le frittelle saranno dorate estrarle e metterle a raffreddare in un piatto con carta assorbente. A fine cottura cospargere di zucchero di canna e servire tiepide. L'estetica non è il massimo, ma il gusto ripaga!

 

La cultura della Pasta Madre... invito al Pasta Madre day 2013

on Giovedì, 17 Gennaio 2013. Posted in all'aperto, cucina

La cultura della Pasta Madre... invito al Pasta Madre day 2013

Foto 07-12-12 11 38 48Alzi la mano (o il mouse... ) se c'è ancora qualcuno fra quelli che mi seguono che non sa cos'è la pasta madre! :-) E c'è forse qualcuno non ancora in possesso di un pugno di pasta madre con la quale produrre ottimo pane, pizze gustose e digeribilissime, focacce morbidissime, panettoni e colombe e chi più ne ha più ne metta? Ecco arrivato il vostro momento! (Ne parlo più approfonditamente nell'articolo GocceVerdi per Newemagazine donna di questo mese).

Ebbene si, infatti anche quest'anno arriva a breve il Pasta Madre Day, ovvero la giornata nazionale di spaccio di pasta madre organizzata dalla Comunità del Cibo Pasta Madre in tutta Italia. E anche quest'anno non posso non partecipare organizzando qualcosa nella mia città. L'anno scorso io e mia sorella siamo state gentilmente ospitate nel negozio  bio della città, quest'anno abbiamo optato per un'uscita "pubblica" infatti saremo ospiti della Biblioteca di Piove di Sacco con il nosto piccolo evento di spaccio: "La cultura della pasta madre".

E secondo me non poteva esserci luogo migliore di questo per diffondere una conoscenza storica, ormai andata quasi perduta (sono pochissimi i panifici che ancora producono il pane a lievitazione naturale) e per un dono assolutamente gratuito... E quante cose hanno in comune biblioteca e pasta madre: insegnano, fanno lavorare mente e mani e fantasia, sono adatte a grandi e piccini, sono gratuite...

Ci troverete sabato 2 febbraio la mattina dalle 10 alle 12 nel cortile della biblioteca comunale "Diego Valeri" di Piove di Sacco (via Garibaldi 40/b), potrete portare a casa il vostro pugno di pasta madre e riceverete tutte le indicazioni per mantenere in vita la vostra nuova compagna e per cominciare a usarla. Ci faranno compagnia i libri sul tema disponibili anche nel bacino bibliografico provinciale, utili sia per avere informazioni sulla lievitazione e ricette, sia per conoscere la storia del pane e della panificazione e la cultura panificatoria. 

PS: se potete portate con voi un vasetto di vetro pulito col tappo col quale portare a casa la pasta madre!

PPS: dimenticavo! Se non siete in zona potete trovare l'elenco degli eventi di spaccio organizzati nel resto d'Italia qui: http://pastamadre.blogspot.it/2013/01/la-tabella-degli-eventi-del-pmday13.html e qui la mappa: http://pastamadre.blogspot.it/2012/12/pmday-2013-la-mappa-degli-eventi.html

E infine grazie al contributo di Elena (Nadir) potete scaricare questo utile PDF con le indicazioni per la giornata e qualche ricettina

SCARICA PDF

L'orto sotto la neve

on Martedì, 11 Dicembre 2012. Posted in all'aperto, orto

L'orto sotto la neve

Questo week end è arrivata anche qui la neve, per la gioia delle piccole che hanno passato la serata alla finestra a guardarle cadere... Mi piace stare con gli scuri aperti quando c'è la neve perchè anche la sera entra una certa luce particolare...

neve pomeriggio

Il giorno dopo complice il freddo la neve non si è sciolta nonostante il sole picchiasse parecchio e ancora oggi resiste a coprire il giardino col suo bel manto bianco. Proprio una bella nevicata, di quelle che non hanno creato disagi in strada e che contribuiscono a fare tanto Natale... 

E così eccosi ben coperti a uscire per toccare con mano. Per Elena che l'anno scorso era ancora troppo piccola per godersela è tutto nuovo, infatti era molto perplessa alla prima uscita... e tutte queste emozioni sono sfociate in un bel pianto...

custode

Invece Alice ormai navigata se l'è goduta facendo un piccolo pupazzo (il custode dell'orto), ispezionando tutto e facendo le prime palle di neve.

alicepalle di neve

Intanto io mi sono fatta una bella passeggiata nell'orto che sembrava dormire sotto la sua copertina di neve... e ho raccolto verdura quasi congelata... :-)

I finocchi si erano creati una sorta di piccola caverna da cui spuntavano

finocchio1

e una volta raccolti mi sono accorta che le foglie esterne erano proprio ghiacciate

finocchio2

Anche i broccoli facevano bella mostra di se con un cappello di neve...

broccolo1

Al radicchio rosa di Verona la permanenza sotto la neve ha decisamente giovato, infatti si è chiuso in un bel fiore rosa... e finalmente è pronto da mangiare!

rosa verona

Fra le neve spuntano anche i germogli delle cipolle (l'aglio non abbiamo fatto in tempo a metterlo giù... ormai aspetteremo la primavera...)

cipolle

e finamente ecco spuntare fra le foglie anche i cavolfiori verdi... alla buon ora ormai pensavamo che non li avremmo mai assaggiati! :-)

cavolfiore verde

Insomma non tutto dorme sotto la neve!

E voi vi siete goduti questa nevicata? 

 

 

Giornata del baratto

on Venerdì, 16 Novembre 2012. Posted in all'aperto

Giornata del baratto

Non vedo l'ora che arrivi sabato prossimo, il 24 novembre, perchè parteciperò per la prima volta alla giornata del baratto, la prima organizzata dall'associazione Al ritmo del tam tam, che gestisce il gas Calebassa di cui faccio parte. 

Proveremo a sperimentare un'altro modo di fare economia attraverso lo scambio in natura.
Il baratto riduce gli sprechi e accorcia le distanze tra le persone, perchè rimette in circolazione tutto ciò non ci serve più ma che ancora è perfettamente utilizzabile da altri.

Mi sono accorta che in casa c'è sempre qualcosa che non serve più, che giace nel dimenticatoio, o che magari saremmo tentati di buttare, allora che c'è di meglio che ridare vita alle cose dandogli un nuovo proprietario? Ne parlavo nell'ultimo articolo sulla rubrica GocceVerdi, sul magazine Newedonna (se volete leggerlo tutto cliccate QUI).

Le regole sono semplici:

 

  • Per poter partecipare alla giornata del baratto è necessario pre-iscriversi compilando il modulo che trovate sul sito dell'associazione (cliccate QUI per accedervi direttamente), tramite il sito dell'associazione, la mail o di persona entro le 15 del giorno stesso (24 novembre): quindi potete anche decidere all'ultimo!
  • Per partecipare allo scambio ciascuno porterà uno o più oggetti che non usa più e che vuole scambiare con altri.
  • Gli oggetti devono essere in buono stato. Ognuno è responsabile degli oggetti che porta.
  • Gli oggetti dovranno rientrare in una delle tipologie di seguito riportate ed essere suddivisi in maniera ordinata:

 

  • Libri

 

  • Semi
  • Vestiti bambino
  • Vestiti adulto
  • Giochi
  • Oggetti per la casa/vari

 

Non sono ammessi alimenti e deperibili.

 

Ciascun oggetto dovrà riportare un cartellino con il nome del proprietario.

 

In caso di tanti oggetti di una stessa tipologia, chiediamo di sistemarli in scatole in modo che sia più facile l'esposizione.

 

Lo scambio degli oggetti potrà avvenire all'interno della stessa tipologia o tra tipologie diverse e, in ogni caso, sarà concordato tra i proprietari (possono essere effettuati scambi a due o a più persone).

 

Ciascuno a fine giornata si riporterà a casa quanto non scambiato.

 

Il ritrovo è alle 14.30 per sistemare il materiale. L'inizio degli scambi alle 15.00.

Vi aspettiamo numerosi! L'appuntamento è presso la sala polivalente del patronato della parrocchia di S.Anna di Piove di Sacco (PD).

Giornata uggiosa, pozzanghere e finocchi gratinati coccolosi dall'orto

on Sabato, 03 Novembre 2012. Posted in all'aperto

Giornata uggiosa, pozzanghere e finocchi gratinati coccolosi dall'orto

Giornata uggiosa oggi: il panorama è costantemente uguale a quello che vedete sopra, alle 8.00 di mattina, a mezzogiorno, al pomeriggio... nebbiolina che si intensifica la sera. Non freddo, ma con quel umidità fastidiosa che ti entra nelle ossa e ti fa desiderare di stare al calduccio davanti al camino o a impastare il pane... 

Invece le bimbe non sono d'accordo: per loro stare in casa è una tortura... d'altronde anche l'autunno offre dei fantastici divertimenti a costo zero e proprio davanti a casa! e allora dopo un giretto a fare un po' di spesa di finocchi, cavolo rapa, insalata iceberg, radicchio di Treviso e peperoncini nell'orto, munite di stivaletti si va a pozzanghere!

pozzanghere2pozzanghere1

Eh, si, confessatelo anche voi: quanto è divertente saltare nelle pozzanghere? Non è il sogno di ogni bambino (e adulto)? sentire l'acqua fare Splash e vederla schizzare ovunque... va quasi di pari passo con il camminare fra le foglie secche e sentirle scricchiolare! dite che non è cosa da insegnare ai bimbi che altrimenti si inzaccherano tutti? :-) A che servono gli stivaletti?

pozzanghere3

Nelle pause un po' di esplorazione a scoprire queste fantastiche perle tessute dai ragni e le foglie secche!

ragnatela2

foglie

Dopo un'ora buona passata "a pozzanghere", all'opera per un piattino veloce e coccoloso che le bimbe adorano: i finocchi gratinati con taaaaantaaaaa besciamella! Logicamente veg-besciamella!

Finocchi gratinati

finocchiingredienti:

  • 2 finocchi (direttamente dall'orto)
  • 500 ml di brodo vegetale
  • 2 cucchiai colmi di farina di riso bio
  • olio evo q.b 
  • sale fino integrale
  • noce moscata
  • cannella
  • lievito alimentare in scaglie

Dall'orto al forno!

Lavare bene i finocchi ed evenutalmente togliere le foglie più esterne se sono fibrose (potete tenerle per farci un brodo), tagliarli a spicchi e disporli su una teglia da forno.

Mettere a bollire il brodo vegetale, quando è caldo, ma non bollente, aggiungere la farina di riso e mescolare bene. Coprire e lasciar bollire, vedrete che la salsa addenserà velocemente. Spegnere il fuoco, aggiungere un filo di evo, una spolverata di cannella, una grattuggiata di noce moscata, un pizzico di sale se serve. Mescolare, coprire e lasciare riposare 5 minuti.

Salare leggeremente i finocchi, ricoprirli con la veg-besciamella, cospargere di lievito alimentare in scaglie e finire con un filo di olio evo. 

Passare in forno caldo a 180° per una mezzora. Lasciare in forno a fuoco spento per 10 minuti e servire...

finocchi gratinati

Come procedono le vostre giornate uggiose?

Foglie

on Venerdì, 26 Ottobre 2012. Posted in all'aperto

Foglie

Dicono che fra stasera e domani il tempo cambierà, arriverà il freddo che ancora quest'anno non si è visto, che finalmente sia l'ora di accendere il camino? :-) 

Vedremo... nel frattempo le bimbe si sono godute questi fantastici giorni autunnali, con clima piuttosto caldo da permettere di stare fuori fino al calar della sera: mi piace guardarle libere di correre e rotolare sull'erba, esprimere fisicamente la loro gioia correndo scalze sul prato, abbracciandosi fra di loro e abbracciando gli alberi e soprattutto toccando e lanciando le foglie che cominciano a cadere!

foglie3

foglie1

Quando ormai è buio e l'erba ben umida si rientra con foglie al seguito pronte da usare per i propri disegni. La cosa più semplice, il ricalco con le cere è anche la più apprezzata... Ecco Alice all'opera!

foglie4

Ritagliamo le foglie e l'autunno rimane fissato sulle finestre di casa con foglie multiformi e variopinte! Adesso aspettiamo ala pioggia!

foglie5

E voi come avete vissuto questo inizio autunno ancora caldo? Pronti per il fresco?

"Facciamo il pane!" a Bovolenta e uno strudel salato castagnoso

on Mercoledì, 17 Ottobre 2012. Posted in all'aperto

Arrivo dopo qualche giorno a raccontarvi del bellissimo laboratorio "Facciamo il pane!" per bambini (ma con grande partecipazione anche degli adulti genitori!) che con l'associazione Al ritmo del Tam Tam che getisce il gas Calesebassa di cui faccio parte, abbiamo organizzato a Bovolenta domenica scorsa in occasione della fiera. Già proposto anche l'anno scorso, quest'anno è stato un vero successo con quasi 30 bambini partecipanti in 3 turni che si sono dati da fare a preparare la loro pagnottina di pane lievitato naturalmente.

Prima di tutto l'incontro con le farine, bianche, gialle, beige, a puntini neri... da vedere, annusare...

annusare

toccare... (più fini, sabbiose, granulose...)

toccare

Poi l'incontro con la pasta madre, anche questa un'esperienza sensoriale multipla! Hanno potuto vederla, toccarla, annusarla e alcuni hanno voluto anche assaggiarla...

toccarepastamadre

E finalmente il tanto atteso momento dell'impasto con mani di grandi e piccini che si intrecciano ( qui vedete che avevamo una collaboratrice d'eccezione: l'amica Elena, alias Nadir)

impastare

Impasti appiccosi e ben caldi!

scaldare

impastare2

Sempre splendidi i bambini con la loro curiosità e i loro modi! 

salutiamoci300Alla fine di questa bella mattinata mi è avanzata un po' di pasta madre, meno di 2 etti, stanca li avevo depositati in frigo, in vista di un uso successivo, perchè non mi piace buttare nulla! Era bella in forma infatti è traboccata dalla ciotola richiedendo un suo rapido uso e così ne è nato questo strudel salato ricicloso dal sapore autunnale, infatti ho voluto arricchirlo con la farina di castagne. E così ne è nata anche una rcettina adatta a "Salutiamoci" di questo mese che vede come protagoniste proprio le castagne! Ci ospita il blog Kitchen Bloody Kitchen. Nel ripieno la salsa è realizzata col kefir di soia colato e le melenzane che l'orto quest'anno ci ha regalato copiose anche in questo mese, e quindi in questo caso sono di stagione!

Strudel salato castagnato

ingredienti:

per la frolla: 

  • 190 gr di pasta madre avanzata (non rinfrescata)
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 pizzico di sale fino integrale
  • 60 gr di siero di kefir di soia (o di siero di yogurt colato)
  • 100 gr di farina di castagne
  • 30 gr di farina tipo 2 (valutare se servono)

per il ripieno:

salsa di kefir di soia:

melanzane:

  • 2 melanzane lunghe dell'orto
  • salsa shoyu
  • olio evo qb
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 foglie di salvia

All'opera!

Per prima cosa dovete avere la pronto il kefir (o lo yogurt) colato, che io tengo spesso pronto in frigo in modo da non esserne mai sprovvista! Quindi mettete a colare in un telo o canovaccio o garza spessa (mi raccomando lavata con sola acqua, senza ammorbidenti e profumi vari) il mezzo kg di kefir di soia o lo yogurt. Basterà versarlo sul telo, legarlo ben stretto e appenderlo in frigo con sotto una ciotola su cui far sgocciolare il siero che non va buttato! Il giorno dopo aprite il vostro canovaccio e vi ritroverete con una sorta di formaggio spalmabile. Passatelo in una ciotola, aggiungete l'olio, il sale e le spezie e mescolate bene in modo da avere una bella cremina. Assaggiate per valutarne il gusto. Mettete da parte in frigo.

Per seconda cosa preparate la frolla. Sciogliete il vostro avanzo di pasta madre nel siero di kefir (o di yogurt), aggiungete l'olio, il sale e la farina di castagne. Impastate bene eventualmente aggiungendo la farina tipo2 se l'impasto dovesse essere troppo appiccicoso. Se annusando vi sembra che l'impasto sia troppo acido potete aggiungere una punta di bicarbonato, mi raccomando poco!

Fate una palla e mettetela a riposare coperta a temperatura ambiente per un'oretta.

impasto riciclato

Nel frattempo preparate le melanzane, tagliandole a pezzetti (cubetti). In una padella in ceramica mettete un filo d'olio, un po' d'acqua, un paio di cucchiai di salsa shoyu, le due foglie di salvia e lo spicchio d'aglio tritato. Fare soffriggere per qualche minuto. Aggiungere le melanzane, coprire e lasciare andare finchè le verdure saranno tenere. Aggiustare di sale. Lasciare raffreddare.

Passata l'ora riprendere l'impasto e stenderlo col mattarello su carta forno. Spalmare la superficie col farmaggio di kefir

steso1

e successivamente versare le melanzane. Prestando attenzione alle manine delle birbe golose e aiutandosi con la carta-forno arrotolare lo strudel

arrotolato

e chiuderne le estremità.

chiuso

Accendere il forno a 180°, quando è in temperatura infornare per 30 minuti.

Servire tiepido. Ecco la fetta!

cotto1

Avevo delle riserve sul gusto che avrebbe avuto il formaggio di kefir una volta cotto, invece ho dovuto ricredermi, proprio buono! e la farina di castagne da un tocco decisamente autunnale! A presto una nuova ricetta con le castagne!

 

 

Pensieri e colori d'autunno

on Lunedì, 15 Ottobre 2012. Posted in all'aperto

Pensieri e colori d'autunno

Decisamente una stagione che amo l'autunno... le giornate più corte che alternano la pioggia al quel sole dalle tonalità dorate, vedere giorno dopo giorno cambiare il paesaggio e i frutti dell'orto, le ombre farsi più lunghe, l'erba ancora verde, ma le foglie che cominciano a ingiallire. La società ci vorrebbe incuranti  dell'alternarsi delle stagioni, invece il nostro corpo ci invita a prepararci all'inverno mentalmente e fisicamente. Le belle giornate da dedicare a godersi il sole, a raccogliere e mettere via frutta e verdura e quelle piovose da passare tranquillamente a casa. Ed ecco la cucina dominata dall'arancione della zucca

zucca

(questa era la prima zucca del nostro orto

pane zucca

trasformata in questo bel pane morbido alla zucca)

dal marrone del pane alla segale (questo è uno dei panini realizzati con la ricetta per le "puces de siara" di Francesca)

pane segale

e dalle molteplici tonalità della frutta secca

raccolta mandorle2

(e qui c'è lavoro per tutti: raccolta, sbucciatura - eliminazione del frutto -  seccatura al sole del seme, rottura del guscio e se si vuole pelatura per averle belle bianche!)

dall giallo e rosso delle mele

DSCF8175

E quest'anno dal meraviglioso viola delle melanzane, lunghe scure o striate che ci hanno sorpreso fruttificando più adesso che in estate!

melanzane

Viola che ben si abbina al colore dei bellissimi cespugli di settembrini

DSCF8173

All'aperto adoro soffermarmi a guardare gli alberi colorati e calpestarne le foglie cadute secche. Periodo introspettivo. Accorcio lo sguardo, sto attenta ai dettagli: anche in montagna mi soffermo a guardare i tronchi degli alberi, le cortecce, i funghi, gli ultimi piccoli fiori. Non più grandi paesaggi e cieli tersi.

acero

amaniteDSCF8138

E dopo la pioggia, le gocce illuminate dal sole rendono tutto più bello!

DSCF8099-gd

DSCF8127-gd

DSCF8141

LaMelaELaFarfallaE in linea con questo periodo dell'anno con le bimbe stiamo “leggendo” questo belissimo libretto sull'alternarsi delle stagioni e sui cambiamenti di stato: "La mela e la farfalla" di Enzo e Iela Mari ed. Babalibri.

mela-bruco

Privo di parole, bastano le immagini leggibili anche dai più piccoli. Piccolo capolavoro di un'artista che parte dall'idea che "il pensiero dei bambini piccoli proceda per associazione. «Vorrei attirare l’attenzione sulle forme in relazione al bombardamento delle immagini prodotte dalla televisione» diceva già nel 1968! Senza dubbio una visione dei libri per l’infanzia totalmente all’avanguardia."

In autunno il bruco si chiude un po' alla volta nel suo baco, mentre attorno le foglie diventano marroni e poi cadono. Si risveglierà farfalla a primavera.

E voi come vi sentite in autunno? Quali i vostri pensieri e colori?


Qui sotto trovate i link agli altri blogger che hanno voluto condividere i loro pensieri e colori d'autunno attraverso la staffetta di Blog in Blog di questo mese. Buona lettura!

 

 

staffetta blogCasa Organizzata - http://www.4blog.info/casaorganizzata

 

Alessia scrap & craft - http://www.4blog.info/school

 

Mamma & Donna - http://www.mammaedonna.info

 

Design Therapy - http://www.designtherapy.it

 

Aline SF Persempremamma - http://persempremamma.blogspot.it/search/label/dibloginblog

 

MOnica e lo scrapbooking

 

http://monicc.wordpress.com/category/di-blog-in-blog/

 

Cristina - http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog

 

Diario magica avventura - http://lamiadolcebambina.blogspot.it/

 

Pattibum - http://pattibum.wordpress.com/?s=di-blog-in-blog

 

Il mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it/search/label/staffetta%20blog

 

simona elle - http://www.simonaelle.com/search/label/Staffetta%20tra%20blog

 

Vivere a piedi nudi - http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

 

Tulimami - http://tulimami.blogspot.com

 

Viaggi e Baci - http://viaggiebaci.wordpress.com

 

Due Mori Travel Blog: www.duemoritravelblog.com

 

mamma studia! http://www.mammastudia.blogspot.it/search/label/staffettadibloginblog

 

cri http://dovegirailsole.blogspot.it/

 

Essenza Burrosa http://curwitchlicious.blogspot.it/search/label/staffetta

 

StelleGemelle http://stellegemelle.com/search/label/di%20blog%20in%20blog

 

fiori e vecchie pezze http://fiorievecchiepezze.wordpress.com/

 

Accidentaccio http://accidentaccio.blogspot.it

 

I Viaggi dei Rospi http://www.iviaggideirospi.com/search/label/Staffetta%20di%20Blog%20in%20Blog

 

Learning is experience http://laproffa.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

 

Il Pampano http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

 

Bloc-Notes Ostuni http://www.ostunimagazine.com/search/label/Di%20Blog%20In%20Blog

 

paroladilaura http://www.paroladilaura.blogspot.it/

 

Debora http://crescereduegemelli-debora.blogspot.it/Idea

 

Mamma www.ideamamma.it

 

Nenè, l'architetto in salopette http://nenelarchitettoinsalopette.blogspot.it/

 

Mammachecasa! http://mammachecasa.blogspot.co.uk/search/label/Staffetta%20Di%20blog%20in%20blog

 

La Diva delle Curve http://www.divadellecurve.com/search/label/staffetta

 

Il caffè delle mamme http://www.ilcaffedellemamme.it/tag/di-blog-in-blog/

 

ero Lucy van Pelt http://erolucyvanpelt.blogspot.com/search/label/di%20blog%20in%20blog

 

Passe-partout http://partoutml.blogspot.it/search/label/staffetta%20di%20Blog%20in%20blog

 

Gina Barilla: http://ginabarilla.blogspot.it

 

Silvia Ballico: http://lavandaecioccolato.blogspot.com

 

mammamiacosafaccio!? http://mammamiacosafaccio.blogspot.it/

 

Una Mamma nel Web http://unamammanelweb.blogspot.it

 

GeGe Mastucola http://scrapmaniac.wordpress.com/

 

Home-Trotter http://home-trotter.blogspot.it

 

Bimbiuniverse http://bimbiuniverse.blogspot.it

 

Bodò. Mamme con il jolly. http://www.bbodo.it/tag/di-blog-in-blog/

 

MaVie http://www.mavie.it/tag/di-blog-in-blog/

 

Giorgia Mazzanti http://prioritaepassioni.blogspot.it/

 

The yummy mom http://theyummymom.blogspot.it/

 

RabarbaroePatate http://rabarbaroepatate.wordpress.com/tag/di-blog-in-blog-2/

 

e se fuori piove...

on Giovedì, 04 Ottobre 2012. Posted in all'aperto

Ma cosa c'è di più comodo per andare a passeggio con un bimbo piccolo quando piove?

Sulla schiena: borsa da una parte, ombrello dall'altra e bimbo in spalla nel mei tai

 schiena

sul fianco: sotto la pioggia torrenziale nel bosco ben protetto dalla fascia

fianco

Ma quanto ci piace portare!

Se vi va di vedere altre bellissime foto di bimbi portati fate un giro da Equazioni: potete anche votare le vostre foto preferite per il concorso "Portare i bambini in vacanza3"

 

 

Feste delle associazioni e due premi

on Lunedì, 24 Settembre 2012. Posted in all'aperto

Feste delle associazioni e due premi

Domenica scorsa è stata una giornata impegnativa nella quale ho partecipato (anche se in modi differenti) sia alla festa delle associazioni di Piove di Sacco, sia a quella di Padova. Della prima vi avevo già anticipato che sarei stata in piazza con l’associazione Al ritmo del tam tam, che gestisce il GAS Calebassa di cui faccio parte. La mattina è volata con il laboratorio sul pane per i bambini a cui hanno partecipato anche i genitori con le loro domande. Alice da esperta mostra e interviene spesso con la sua esperienza. Per la prima volta partecipava più o meno attivamente anche Elena! Per prima cosa vediamo e tocchiamo i diversi tipi di farina e poi si impasta!

bimbi5

Per i bimbi è sempre una gioia mettere le mani in pasta ed è bello vedere come si destreggiano con gli impasti ora appiccicosi, ora troppo farinosi! Come sempre sono tornati a casa con la loro pagnottina da cuocere. A seguire il pranzo sotto la pescheria, andato molto bene, anche quest'anno! Cibi locali, bio e del commercio equo preparati dai volontari dell’associazione!

Dopo un breve riposino rieccoci di nuovo in piazza, a Padova questa volta! In questo caso ero stata invitata a partecipare alla premiazione del Premio Impatto Zero organizzato dall’Arci. Quando mi sono iscritta qualche mese fa, l’avevo fatto con leggerezza (grazie ad un'amica che me l'aveva fatto notare) e sicuramente non mi aspettavo di vincere (pari-merito con altre 3 donne!) la sezione dedicata ai cittadini!

Ecco qua il resoconto ufficiale e tutti i vincitori:

http://www.padovaoggi.it/cronaca/premio-impatto-zero-2012-vincitori.html

Purtroppo avevo dimenticato la macchina fotografica per immortalare il momento e diciamo che il mio cellulare è molto poco tecnologico!

impatto0

La settimana scorsa avevo ricevuto anche un altro premio molto gradito, ovvero il premio Shaqwi (“affezionato” in arabo) da parte di Francesca di La tana del riccio. Si tratta di un premio che viene assegnato ai blogger che rispondono ai commenti dei loro lettori, non abbandonano i lettori sparendo dal blog e ringraziano i follower e chi li premia. Anche in questo caso non me lo aspettavo e la ringrazio tanto tanto!

Non conosco Francesca personalmente, ma “solo” virtualmente, ci siamo incontrate grazie alla comune passione per la pasta madre e la panificazione, essendo entrambe iscritte fra gli spacciatori di pasta madre. In particolare ricordo che la prima volta che sono passata dal suo bel blog è stato quando ha pubblicato la ricetta dei bottoncini alle patate americane. Da lì non mi perdo neanche una delle sue bellissime ricette e appena riesco le provo e le metto in pratica con la collaborazione delle due birbette: molte sono diventate ormai dei piatti che propongo spesso a casa e che le bambine amano! E così ogni volta che prepariamo una sua ricetta dico alle bimbe “dai che facciamo il pane al sesamo (o gli gnocchi di polenta, o i biscotti…) di Francesca!” Insomma ormai è di casa pur senza averci mai messo piede!

paninazza

Quindi le dedico la foto dei suoi panini al sesamo che ormai sono un must! Vi invito a fare un giro sul suo blog, che oltre ad avere degli spunti originalissimi, ha anche delle fantastiche foto che fanno venire l’acquolina!

L’immagine che invece mi rappresenta al momento è questa:

scale

Siamo io e le bimbe in visita al castello di S.Pelagio, Museo dell’aria. Ecco mi vedo così in salita in questo percorso al loro fianco, anche se in realtà le guide sono loro…

Adesso non mi rimane che assegnare il premio ad altri due blog “affezionati”, la cosa più difficile!

  1. Pane e girasoli: ho avuto il piacere di conoscere personalmente Valentina, una donna fantastica con la quale sono entrata subito in sintonia e con la quale condivido molte passioni oltre alla pasta madre che le ho spacciato

  2. Mymeitai: ho avuto il piacere di conoscere Tiziana e la sua bella famiglia da poco allargatasi, un anno fa in occasione della fiera "4passi" di Treviso. Apprezzo molto il suo modo di porsi sempre molto equilibrato e condivido molte delle sue scelte. Nel blog trovate raccontate le sue esperienze con i bimbi e con la pasta madre, ma soprattutto i suoi bellissimi mei tai che produce singolarmente.

Bene per ora lascio a loro il testimone per i premi futuri! E scusate la lungaggine del post!

In giro per spacci di pasta madre

on Martedì, 19 Giugno 2012. Posted in all'aperto

In giro per spacci di pasta madre

Arrivo un po' in ritardo a scrivere due righe sull'evento di spaccio di pasta madre della Comunità del cibo pasta madre a cui ho partecipato domenica scorsa 17 giugno al Molino Quaglia a Vighizzolo d'Este in occasione della manifestazione Comunipane da loro organizzata. Mi sarebbe piaciuto essere presente tutto il giorno soprattutto la mattina per vedere la fila di aspiranti panificatori (più di 200) che è passata a ritirare il suo pugno di pasta madre e per conoscere alcuni amici virtuali (Riccardo, Nadir), invece sono arrivata il pomeriggio, quando le folle si erano diradate... poco male ho avuto il piacere di conoscere Chiara, Valentina, Michela e altre persone con le quali nonostante non ci fossimo mai incontrati di persona, si è subito instaurato un bel dialogo e uno scambio fitto di informazioni. E' stato bellissimo scoprire come oltre alla pasta madre altre passioni ci accomunassero e ritrovarsi a chiacchierare come vecchi amici che si conoscono da sempre di gruppi di acquisto solidali, fasce, lavabili e alimentazione vegetariana, oltre che di farine! Chissà che si presentino altre occasioni in futuro!

Anche le birbe hanno trovato da fare, chi impastando

2012 0617058

chi saltando su questi bei cuscinoni in juta (me ne metterei volentieri uno in salotto... :-))

2012 0617072

Colgo l'occasione per presentarvi anche questa bella iniziativa alla quale mi piacerebbe partecipare domenica prossima. Si tratta di un evento organizzato in occasione della festa per il solstizio d'estate dal Tamiso il 23 e 24 giugno 2012 presso l'azienda agricola La Costigliola a Rovolon (PD). In questo contesto l'associazione (gas) Biorekk organizza un momento di condivisione di esperienze legato alla pasta madre. 
Domenica 24 giugno, alle 15:00, porta la tua pasta madre in un vasetto di vetro in maniera che si possa vedere (un pezzetto lascialo a casa, che non si sa mai!). Tutte le paste madri saranno messe assieme e impastate con la rugiada raccolta la notte di S.Giovanni. Verrà formato un unico impasto che verrà poi distribuito tra tutti i presenti.
Volendo si può portare una ricetta che avete sperimentato con la pasta madre!

Ulteriori informazioni in questo volantino.

 

Come raggiungere La Costigliola:
via Rialto, 62 – 35030 Rovolon (Pd)
Tel. 049 9903221
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
" target="_blank" style="color: #1155cc; font-family: arial, sans-serif; font-size: 13px; background-color: rgba(255, 255, 255, 0.917969);">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Dalla tangenziale ovest (Corso Australia) uscita n.6 : Selvazzano Dentro. Direzione Teolo, passare Feriole, Bresseo e arrivare a Treponti. Svoltare a destra su via Valli, prima della salita svoltare a destra in via Costigliola Monticello e proseguire per circa 1 km.

La meta di vacanza che consiglierei e perchè

on Venerdì, 15 Giugno 2012. Posted in all'aperto

Il nostro viaggio in Irlanda

Scan Pic0012-gd

Eccoci qua col secondo appuntamento della staffetta "Di blog in blog", che questa volta con un tema del tutto diverso, ovvero il viaggio che consiglierei, mi da l'opportunità di parlare del viaggio di nozze che ho fatto esattamente 5 anni fa.

Infatti due giorni dopo il matrimonio siamo partiti alla volta dell'Irlanda, un viaggio che consiglio a tutti, una verde terra molto accogliente e piacevole sia che si voglia stare in città, sia che si amino gli spazi aperti, ideale sia per gli amanti del mare che della montagna, da percorrere in auto, a piedi, in bici. Un posto dove u posto per dormire si trova con molta facilità, soprattutto nei B&B ma anche in alberghi, accoglienza famigliare e alla mano! Noi siamo stati veramente fortunati, infatti anzichè il classico tempo grigio e piovoso irlandese abbiamo trovato 10 giorni quasi tutti caldi e pieni di sole: mi sono addirittura scottata i piedi! :-)

Per farvi venire voglia con l'aiuto di quelche foto vi racconto il nostro itinerario e il modo din cui l'abbiamo svolto, un po' diverso rispetto al classico viaggio di nozze...

Siamo partiti da Dublino dove eravamo ospiti da parenti/amici e dove siamo rimasti un paio di giorni girandola a piedi.

Vi dirò che più che il famoso centro ho apprezzato la poco comusciuta parte nord, dove si possono ritrovare più facilmente situazioni di vita di tutti i giorni.

Scan Pic0006-gd

Scan Pic0003-gd

Negli edifici mi sono divertita a ritrovare i vari modi interpretare i mattoni facciavista...

Scan Pic0001-gd

Scan Pic0002-gd

Scan Pic0004-gd

Dopo un paio di giorni, zaini in spalla, abbiamo preso un autobus diretto a Galway, sulla costa ovest. Appena fuori città siamo accolti dal tipico paesaggio verde con animali al pascolo e fattorie, fino al mare.

Arrivati a Galway, il tempo di un panino e poi via a piedi a girare la città (e con l'occasione trovare un simpatico B&B per un paio di notti)

Scan Pic0005-gd

Da lì eccoci arrivare con corriera e poi traghetto alle isole Aran, luogo fantastico che abbiamo girato in bicicletta (bici noleggiate sul posto) da un capo all'altro sotto un sole cocente.

Scan Pic0007-gd

Incantati dal susseguirsi di paesaggi uno più affascinante dell'altro e dallo strano contrasto fra antichi edifici (case, chiese e torrette) e animali lasciati liberi di pascolare che spuntavano improvvisamente da dietro i muretti a secco in pietra.

Scan Pic0008

Scan Pic0009-gd

Scan Pic0010-gd

Scan Pic0011-gd

Impressionati dalle scogliere a picco sull'Atlantico

Scan Pic0015-gd

ci concediamo una pausa merenda (e sidro) dietro ad un antico muretto

Scan Pic0013

per poi ripartire e completare il giro

Scan Pic0016-gd

Ritornati in terra ferma riprendiamo il nostro itinerario con i mezzi pubblici (che in questa zona lasciano piuttosto a desiderare soprattutto in termini di puntualità e confort...) diretti un po' più a sud alle Rings of Moher, le note scogliere.

Qui decidiamo di fermarci in un paesino (in realtà poco più di un incrocio di strade, ma con ben 4 birrerie :-)) per un paio di giorni (Lisdoonvarna).

La nostra visita delle Rings è a piedi: percorriamo tutto il sentiero a picco sul mare da una torre all'altra, lasciando per fortuna la maggior parte dei turisti all'inizio del percorso. 

Scan Pic0018-gd

Ci concediamo delle passeggiate nei dintorni di Doolin fra pascoli e muretti, lungo stradine deserte

Scan Pic0019-gd

Scan Pic0020-gd

per poi partire verso sud, direzione penisola di Dingle dove troviamo un tipicissimo B&B con vista sulle mucche che ci svegliano la mattina

Scan Pic0021-gd

Imbarazzo della scelta su come girare la penisola, decidiamo per un giorno a piedi dal porto 

Scan Pic0022-gd

lungo la costa

Scan Pic0023-gd

Scan Pic0024-gd

con sosta per un bagno nell'acqua fresca in questo angolo roccioso

Scan Pic0025-gd

E un giorno in bicicletta (unico giorno con clima grigio e piovoso irlandese) fino alla punta di Dunquin

 

Scan Pic0027-gd

Scan Pic0028-gd

Con delle accompagnatrici locali... :-)

Scan Pic0029-gd

che ci portano fino a casa loro dove sfortunatamente foriamo 

Scan Pic0031-gd

Scan Pic0030-gd

Risolto in problema con le tempistiche del luogo (qualche ora... ) salutiamo le amiche pecore e completiamo il nostro giro (passando per Slea Head)

Scan Pic0032-gd

Scan Pic0033-gd

Da Dinglee ritorniamo a Dublino (col solito autobus)

Scan Pic0034-gd

dove concludiamo il nostro giro!

Tutto questo giro è stato improvvisato, infatti non avevamo programmato nulla e avessimo avuto più tempo l'avremmo proseguito con la costa sud.

Fatto in questo modo, sfruttando i mezzi pubblici e dedidendo giorno per giorno se muoverci o fermarci, se andare a piedi o in bici, abbiamo avuto modo di entrare direttamente a contatto con la realtà locale.


Vi lascio alla lettura degli altri consigli di viaggio dei vari blog aderenti alla staffetta di questo mese. Eccoli qui di seguito:

 

staffetta blog

 

 

Bimbiuniverse - http://bimbiuniverse.blogspot.it

Casa Organizzata - www.4blog.info/casaorganizzata

simona elle - http://www.simonaelle.com/search/label/Staffetta%20tra%20blog

mammachetesta - http://www.mammachetesta.com/category/di-blog-in-blog/

Viaggi e Baci - http://viaggiebaci.wordpress.com

MAMMAMIACOSAFACCIO!? - http://mammamiacosafaccio.blogspot.it/

Mamma Studia! - http://mammastudia.blogspot.it/search/label/staffettadibloginblog

BabyGreen - http://www.babygreen.it/search/label/STAFFETTA

Il caffè delle mamme - http://www.ilcaffedellemamme.it/tag/di-blog-in-blog/

Il Blog della Simo http://simobre.wordpress.com/tag/dibloginblog

Priorità e Passioni http://prioritaepassioni.blogspot.it/

Mamme come me - http://www.mammecomeme.com/

Cuore di leonessa http://mogliefidanzatedelreggimentosanmarco.wordpress.com/category/di-blog-in-blog/

Simona Ortolan http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/

Palmy Mens sana - Learning is experience http://laproffa.blogspot.it/

Accidentaccio http://accidentaccio.blogspot.it/search/label/Di%20Blog%20in%20Blog

Angela Ercolano: http://supermamma.mammacheblog.com/

La Diva delle Curve http;//www.divadellecurve.com

Il mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it/search/label/staffetta%20blog

Per mille Cammelli! http://permillecammelli.blogspot.it/

Mavie - http://www.mavie.it/tag/di-blog-in-blog/

Mammadifretta: http://www.mammadifretta.com

La bussola e il diario: la vita e il viaggio: http://bussolavita.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog

Girovaga:http://www.giro-vaga.blogspot.it/tag/di-blog-in-blog/

unamammaperdue http://unamammaperdue.blogspot.it/search/label/di%20BLOG%20in%20BLOG

Cento per cento Mamma http://centopercentomamma.blogspot.it

MammeMatte: http://www.mammematte.org/search/label/dibloginblog

GocceD'aria: http://www.goccedaria.it/tag/goccedaria/staffetta%20blog.html

silviaballico: http://lavandaecioccolato.blogspot.com

Umori in cucina: http://umori-incucina.blogspot.it/

Sul mio divano: http://sulmiodivano.blogspot.it/

Paroladilaura http://www.paroladilaura.blogspot.it/

Diario magica avventura http://lamiadolcebambina.blogspot.it/

Elegraf http://elegraf77.blogspot.it/

Sono una mamma non sono una santa http://theyummymom.blogspot.it/

Cardamom http://www.designcardamom.blogspot.it/

Ideamamma: http://www.ideamamma.it

InMyCloset: http://misssilcrecloset.blogspot.it/

Passe-partout: http://partoutml.blogspot.it/search/label/staffetta%20di%20Blog%20in%20blog

Monica e lo Scrapbooking http://monicc.wordpress.com

Francesca Sfriso: http://mammefaidate.blogspot.it/2012/05/di-blog-in-blog.html

Vivere a piedi nudi http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

Mikkamade http://mikkamade.blogspot.it/

PorcellinoGiramondo http://porcellinogiramondo.blogspot.it/

Gina Barilla - mamma distratta: http://ginabarilla.blogspot.it

Le due Coccinelle: http://www.leduecoccinelle.it/di-blog-in-blog/

Design Therapy: http://www.designtherapy.it/

Tanto per... : http://tantoperche.blogspot.it/search/label/dibloginblog

Mother of two: http://mammadisem.blogspot.it/search/label/DiBlogInBlog

Home-Trotter: http://www.home-trotter.blogspot.it

smilemamysmile: http://www.smilemamysmile.blogspot.co.uk

io&Marc: http://ioemarc.blogspot.com.es/

Illustrando un Sogno: http://silviomacca.blogspot.it/search/label/Di%20Blog%20in%20Blog%20-%20Staffetta

Crea-Family http://crea-family.blogspot.it/

Le avventure della pand-family http://www.emmaeluca.com/?cat=40

Cristina http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/

MAMMACHECASA!http://mammachecasa.blogspot.it/search/label/Staffetta%20Di%20blog%20in%20blog

Allegri Briganti http://www.allegribriganti.it/blog/

Newbie mom http://newbiebloggernewbiemom.blogspot.it/

Bodò. Mamme con il jolly www.bbodo.it

Ostuni Magazine http://ostunimagazine.blogspot.it/

bimbumbeta (di Beta) http://bimbumbeta.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

Sono al Mondo http://sonoalmondo.blogspot.it/

Ferengi in Addis http://ferengiaddis.wordpress.com/

I colori dei miei viaggi

on Giovedì, 24 Maggio 2012. Posted in all'aperto

Quetso post nasce dall'idea lanciata da Viaggi e baci in seguito al suo primo articolo della staffetta "di blog in blog": "Bambini e colore". L'idea, che mi è piaciuta subito, è di abbinare ad un luogo un colore attraverso una foto che lo rappresenti, e di realizzare una sorta di cartina geografica dell'Italia colorata dalle foto dei partecipanti all'iniziativa. 

E' stato difficile scegliere i luoghi e le foto, selezionarne solo tre... ma alla fine ce l'ho fatta, ecco, allora, i miei tre luoghi, tre foto, tre colori. Tutte e tre le foto hanno in comune la presenza dell'acqua e delle montagne... filo conduttore dei nostri viaggi!

 

lerici

rosso fuoco: il tramonto a Lerici (La Spezia - Italia) novembre 2011 

Pochi intensi giorni nei quali ho conosciuto persone meravigliose.

 

alleghe

azzurro: ll lago di Alleghe (Belluno - Italia) e i suoi riflessi in una giornata autunnale (ottobre 2010)

Un luogo tranquillo in cui amiamo ritornare per rilassarci.

 

val venegia

verde brillante: i prati del Pian della Vezzena (Val Venegia - Parco di Paneveggio Pale di San Martino - Trento) in piena estate (luglio 2010)

La freschezza ristoratrice dell'acqua gelida in cui amo infilare i piedi dopo una lunga camminata!

 

<<  1 2 3 4 5 [67 8  >>  

Login

Per commentare più agevolmente (senza che ti venga richiesto il codice captcha) registrati e fai il login quando entri nel sito. In questo modo l'approvazione dei commenti verrà richiesta solo la prima volta e poi sarà automatica
PS: purtroppo sono stata costretta per gli utenti non registrati a inserire i codici captcha a causa dell'eccesso di spam che finiva col bloccare il sito. Grazie!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione cookie policy